Calciomercato Milan / News, offerta faraonica per Romagnoli. 14 e 13 luglio 2015 (analisi e commenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Milan news: analisi e commenti in diretta 14 e  13 luglio 2015. Parla l’ex giocatore , a Milarossonero che è convinto della bontà del rinnovo di Philippe Mexes…

mexes_capelli
Philippe Mexes (INFOPHOTO)

Mihajlovic vuole Romagnoli e sta costringendo Galliani a fare delle offerte faraoniche per il giovane ex Roma. A quanto pare l’ultima offerta è di ben 25 milioni di euro, a dimostrazione di quanto il nuovo allenatore voglia di nuovo avere a disposizione il ragazzo che ha conosciuto nell’ultima stagione alla Sampdoria. Se il Milan non dovesse riuscire ad ottenere il difensore, Galliani è pronto a buttarsi su Maksimovic del Torino, ma anche in questo caso la trattativa non sarà semplice.

Ha rinnovato il contratto con il Milan. Il difensore francese resterà ancora in rossonero anche se non tutti i tifosi hanno dato il benestare all’operazione. Giovanni Lodetti, ex giocatore del Milan, a Milan Channel ha dichiarato: “Non potevamo permetterci di perdere oggi un giocatore come Mexes. Qualora arrivassero giocatori più forti al centro allora il mister potrebbe lasciarlo in panchina ma oggi no. E poi anche l’eventuale arrivo di Romagnoli non cambierebbe molto, accanto al ragazzo servirebbe un difensore esperto come Mexes“.

L’ex difensore del Torino Roberto Cravero, ospite di Premium Sport in qualità di opinionista, ha parlato del possibile arrivo di Zlatan Ibrahimovic al Milan: “Onestamente con gli arrivi di Bacca e Luiz Adriano non sono così sicuro che al Milan possa servire uno come lo svedese. Gestire un attacco del genere sarebbe difficile anche perché uno dovrebbe restare fuori”. In questo momento la priorità del Milan è un difensore di grande livello, piace sempre Romagnoli ma la Roma continua a dire no all’offerta del club rossonero.

Ospite durante “Studio Milan Lunedì” di Milan Channel, il giornalista Franco Ordine ha giudicato positivamente la cessione di Stephan El Shaarawy al Monaco da parte del Milan:”Su El Shaarawy dico che è stato un bel colpo per il giocatore perché va in una squadra dove lo vogliono e dove giocherà secondo le sue caratteristiche e anche per la società perché un giocatore che poteva quasi considerarsi una biglia persa poteva svalutarsi e finire ai margini. Siamo poi alla vigilia dell’anno degli europei, quindi ha fatto questa scelta anche per la nazionale“. Ordine ha poi motivato il calo di rendimento del giocatore italo-egiziano con i tanti infortuni, facendo notare però la scarsa varietà nel repertorio del giocatore:”Se il vero El Shaarawy fosse stato quello dei primi quattro mesi noi ci saremmo trovati di fronte al nuovo Kakà, negli anni successivi invece è vero che è stato martoriato dagli infortuni però anche in quei brevissimi periodi in cui ha avuto modo di giocare non è stato più il brillante Stephan del primo periodo, anche perché lui aveva uno spartito molto ridotto riguardo al gioco. Le sue difficoltà nel Milan poi sono coincise con le sue difficoltà in nazionale, ricordo ad esempio la sua Confederations Cup, che all’epoca era stata un grande passo indietro“. 

Il portiere brasiliano Gabriel di proprietà del Milan è ormai ad un passo dalla firma che lo porterà a Napoli in prestito secco per un anno, ma a Sportitalia Sean Sogliano, direttore sportivo del Carpi, che ha provato a rinnovare il prestito dell’estremo difensore anche in Serie A dopo l’esperienza in B dell’ultima stagione, ha valutato uno sbaglio la decisione del verdeoro di accasarsi all’ombra del Vesuvio:”Per lui sarebbe stato meglio venire da noi. Anche il Milan era d’accordo, ma il giocatore ha preferito andare al Napoli e i rossoneri non potevano obbligarlo. Per la sua crescita sarebbe stato meglio fare trenta partite in Serie A“. 

Nel corso della lunga intervista rilasciata a “Tuttosport“, l’ex allenatore dell’Inter Corrado Orrico ha parlato anche di Milan, e di quelle che dal suo punto di vista dovrebbero essere le sue mosse in sede di mercato, a partire da difesa da rifondare:”Mihajlovic sta chiedendo a gran voce uno, se non due difensori: la retroguardia è stata il problema dell’ultimo Milan, e lì non è ancora arrivato nessuno…“. Orrico ha poi parlato del possibile ritorno di Ibrahimovic in rossonero:”Ibrahimovic non si discute, ma per il Milan è una suggestione mediatica, ci sono già due centravanti da 15 reti e Menez, che sarà pure considerato anarchico, ma così è imprevedibile per gli avversari“.

Intervistato in esclusiva da MilanNews.it, l’ex difensore rossonero e commentatore televisivo Fulvio Collovati ha detto la sua sui temi caldi del mercato del Diavolo, a partire dalla cessione di Stephan El Shaarawy al Monaco, passando per le trattative riguardanti Zlatan Ibrahimovic e Alessio Romagnoli. Sulla cessione dell’ex numero 92 del Milan, Collovati ha detto:”E’ un grande colpo, è vero che è ancora giovane, ma a 18 milioni l’avrei assolutamente ceduto. I giovani vanno sicuramente attesi, però negli ultimi anni il Milan mi pare che abbia pazientato nei suoi confronti. Penso che sia una scelta legittima da parte della società averlo ceduto a quella cifra. Anzi, per me è una somma addirittura esagerata e il Milan ha fatto una plusvalenza incredibile“. Collovati si è poi detto convinto che Zlatan Ibrahimovic tornerà ad indossare la maglia rossonera:”Il Milan alla fine secondo me farà anche il colpo Ibrahimovic e il salto di qualità di questa campagna acquisti lo farà fare proprio l’arrivo dell’attaccante svedese. Posso sbagliarmi, ma sono convinto che il club rossonero farà questo grande colpo nonostante le smentite che anche in questi giorni ci sono state anche da parte del Paris Saint-Germain“. Collovati ha espresso un parere più che positivo anche su Alessio Romagnoli:”Romagnoli è il miglior giovane difensore italiano insieme a Rugani in questo momento. Ho qualche dubbio che la Roma lo possa cedere, però se il Milan lo prenderà farà un ottimo acquisto. Io lo prenderei anche a 30 milioni di euro perchè è un classe 1995 molto promettente“.

Il Milan sta effettuando una grande opera di ringiovanimento della rosa oltre a un cambio importante a livello tattico. L’arrivo di Sinisa Mihajlovic ha portato delle idee chiare a livello tattico con tante novità soprattutto in attacco dove sono arrivati bomber di qualità come Luiz Adriano e Carlos Bacca. In difesa si insegue ancora Alessio Romagnoli mentre in mezzo al campo sono arrivati Josè Mauri e Andrea Bertolacci. Dell’operato sul mercato e dell’arrivo di Sinisa Mihajlovic ne ha parlato l’ex difensore della Sampdoria ora al Valencia Shkodran Mustafi a Calciomercato.com: “Mihajlovic mi ha aiutato molto quando ero alla Sampdoria e ha dimostrato sempre fiducia in me. Gli sono riconoscente perchè ha dato una svolta alla mia carriera. E’ un allenatore che punta molto sui giovani e gli dà fiducia. Credo che con la sua personalità e la sua conoscenza del calcio molto estesa aiuterà il Milan e farà sicuramente bene”.

Sono arrivati grandi giocatori, la concorrenza è aumentata. E’ normale in un grande club, sono contento perché Mihajlovic è un allenatore importante con uno staff incredibile. Stiamo lavorando molto sul fisico ma abbiamo anche accennato alla parte tattica“. Parla così Giacomo Bonaventura, giocatore del Milan ex Atalanta, che a Milan Channel ha parlato della situazione del club rossonero. Nella scorsa stagione Bonaventura è stato uno dei migliori del Milan. Non è così convinto dell’arrivo di Romagnoli al Milan l’ex attaccante rossonero José Altafini che al Corriere dello Sport rivela le proprie perplessità: “Secondo me Romagnoli non vale quei soldi richiesti dalla Roma, io credo che quella cifra deve essere spera per giocatori che fanno la differenza e Romagnoli vista la giovane età non l’ha ancora fatta. Meglio spendere quella cifra per Ibrahimovic che ha fatto vincere Juventus, Milan, Inter e Psg”.Dario Canovi, Avvocato e agente italiano, intervistato da Radio Crc, ha parlato del calciomercato del Milan: “Il Milan sta comprando solo figurie, ossia giocatori poco funzionali al progetto Mihajlovic“. Critiche dunque al mercato rossonero che ha portato giocatori come Bacca e Luiz Adriano in attacco e Bertolacci a centrocampo. Milan ad un passo da Romagnoli in difesa, difensore della Roma e dell’Under 21. I giallorossi sono pronti a cedere il giocatore per una cifra altissima, si parla di 30 milioni di euro. – La cessione di El Sharaawy, ultima operazione registrata nell’intensa sessione di calciomercato del Milan, ha diviso in due il popolo rossonero tra chi avrebbe tenuto il Faraone, che ha mostrato in passato colpi da fuoriclasse, e chi approva la cessione, considerato lo scarso rendimento dell’attaccante, penalizzato da continui infortuni, nelle ultime due stagioni. Il sito Milan News.it ha condotto un sondaggio per comprendere l’umore dei tifosi rossoneri di fronte alla cessione di El Shaarawy al Monaco, con risultati in linea con quanto osservabile su social network, blog e quotidiani online: la maggioranza dei milanisti non ha apprezzato l’operazione in uscita (59,95%), ritenendo l’attaccante ligure importante per il futuro del club rossonero o ritenendo poco elevati gli introiti, ben più bassi rispetto a quelli di alcuni anni fa, in cui El Shaarawy aveva una valutazione di mercato superiore ai 30 milioni di euro. El Shaarawy avrebbe faticato non poco a trovare spazio nell’affollato attacco rossonero, inflazionato dagli arrivi di Carlos Bacca e Luiz Adriano e dal possibile ritorno di Zlatan Ibrahimovic. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori