CALCIOMERCATO JUVENTUS / News, Rummenigge: Mi auguro che Vidal arrivi al Bayern. 16 e 15 luglio 2015 (analisi e commenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Juventus news, analisi e commenti in diretta 16 e 15 luglio 2015: l’a.d. del Bayern Monaco Karl-Heinz Rummenigge commenta l’arrivo ormai prossimo di Arturo Vidal.

ArturoVidal_esultanza_pollice
Foto Infophoto

, amministratore delegato del Bayern Monaco, ha parlato dell’ormai vicinissimo trasferimento di Arturo Vidal in Baviera ai microfoni dei giornalisti presenti prima della sua partenza per la Turchia: “Ancora non posso confermare su Vidal, dobbiamo aspettare. Fino alla chiusura del mercato ci muoveremo di sicuro. Reschke ha detto tutta la verità sul 2011 (quando Vidal fu già vicino al Bayern): fu il Bayer Leverkusen ad impedire l’affare. Alla fine mi auguro che Vidal venga da noi“. Entro pochi giorni il centrocampista cileno della Juventus diverrà ufficialmente un nuovo giocatore della squadra allenata da Pep Guardiola.

Massimo Storgato, ex giocatore della Juventus, ha parlato del calciomercato bianconero a partire dalla cessione di Arturo Vidal: “In campo è un giocatore ottimo, a livello di comportamento invece qualche problema lo ha sempre avuto. Adesso ha mercato, avendo vinto la coppa America è tornato in auge e la società ha fatto le sue valutazioni e ha deciso così. Il mercato del resto ha queste sfaccettature: partito Zidane arrivarono tre giocatori con cui si ripartì alla grande…”, ha detto Storgato a Tuttomercatoweb. Ora è già tempo di guardare a chi verrà dopo: “Per adesso sono stati acquistati giocatori giovani al posto giusto. Quella di Pirlo è stata un’altra perdita significativa, però Marchisio, prodotto del settore giovanile juventino, è uno dei centrocampisti più forti in circolazione e può sostituire Pirlo anche come regista. Secondo me manca ancora un top player, un vero fuoriclasse in avanti”.

E’ la settimana delle presentazioni in casa Juventus, oggi è toccato al bomber croato Mario Mandzukic che ha sottolineato diverse evoluzioni nella trattativa per arrivare alla Juventus. L’attaccante ha sottlineato: “Non è stata una scelta difficile quella di venire alla Juventus, è una grande squadra e da tanti anni nutro simpatia per loro. Il motivo principale della scelta è stata quella di una squadra importante e con ottimi giocatori“. Ha parlato anche di Gigi Buffon: “Ho parlato più volte con lui e gli ho detto che era il mio idolo da bambino, nessun discorso particolare però fatto“.

È la portata più calda nel calciomercato della Juventus. Il centrocampista cileno sembra sempre più vicino al Bayern Monaco, stando alle ultime notizie Giuseppe Marotta sarebbe in Germania per definire l’operazione in tutti i suoi dettagli. Un affare che sta facendo discutere gli addetti ai lavori e in particolare i grandi ex della Juventus, tra cui anche Marco Tardelli che ha rilasciato un’intervista ai microfoni di tuttomercatoweb.com. Queste le sue dichiarazioni su Arturo Vidal: “E’ chiaro che i bianconeri perdono un giocatore importante ma con i soldi che incasseranno ne troveranno uno altrettanto valido. Se ne va un giocatore dai comportamenti a volte discutibili, che alla Juve non piacciono molto“. Un pensiero anche sul tedesco Mario Gotze, candidato -pur con caratteristiche diverse- alla successione del cileno: “Ottimo giocatore, ma vedo che si è pensato soprattuto a giocatori offensivi. Forse sarebbe più importante ritoccare la difesa. A centrocampo e in avanti si è intervenuti, in difesa un po’ meno“.

Il calciomercato della Juventus sta per vivere uno scossono, imprevisto ma fino ad un certo punto. La trattativa per il passaggio di Arturo Vidal al Bayern Monaco sembra in fase avanzata, i bianconeri rischiano seriamente di perdere il guerriero cileno protagonista assoluto nelle ultime quattro stagioni. L’ex centrocampista della Juventus Alessio Tacchinardi ha parlato dell’affare Vidal nell’intervista rilasciata al sito tuttomercatoweb.com: “Sicuramente perde tanto, tantissimo, ma sono cifre molto alte sia per la Juve che per il giocatore. Devo dire però che la società negli ultimi anni non ha sbagliato quasi mai e quindi ho piena fiducia nella dirigenza“. Un pensiero anche al possibile prossimo acquisto della Juventus, che si prospetterebbe di grosso calibro se davvero la cessione di Vidal andrà in porto: “Manca la ciliegina sulla torta -ha aggiunto Tacchinardi-, il trequartista. Manca il Tevez dello scorso anno, ma non sarà facile sostituirlo. I nomi fatti finora non mi convincono a pieno. Tevez è al pari di Ibrahimovic. Se dovessi fare un nome punterei su Pastore, anche se non è proprio la stessa cosa“. 

Il giornalista Maurizio Crosetti ha espresso dalle colonne di Repubblica il suo parere riguardo agli addii di Vidal, Pirlo e Tevez. A detta di Crosetti, per un Allegri che l’anno scorso fu perfetto a gestire la rivoluzione post-Conte, quest’anno il livornese dovrà essere altrettanto bravo a sopperire alle mancanze di una squadra tutta sua:”Si cambia perchè Tevez aveva il magone e Pirlo un pò troppi anni, si cambia perchè contemplarsi dopo due grandi successi e una finale di Champions può diventare una trappola. Ma se a un corpo levi in un colpo solo il cervello (Pirlo?), il braccio destro (Tevez) e probabilmente un polmone (Vidal) poi non ti resta sperare nell’abilità del chirurgo. Il dottor Allegri stavolta fa una mezza rivoluzione, l’anno scorso gestì abilmente l’eredità altrui, ora il capitale è tutto suo“.

Ospite negli studi di Sportitalia, il vicedirettore di tuttojuve.com ha commentato l’acquisto da parte della Juventus di Alberto Cerri, giovane attaccante prelevato a parametro zero dalla dirigenza bianconera dopo il fallimento del Parma:”Penso che la Juventus abbia chiuso un ottimo colpo in prospettiva, Alberto Cerri e’ uno dei migliori prospetti in assoluto, ora a Carpi avrà il compito di integrarsi e dimostrare di essere pronto al grande salto in a. A Lanciano ha fatto vedere ottime cose e se vogliamo fare un paragone dire che può fare lo stesso percorso di Simone Zaza che aveva fatto Ascoli prima del salto al Sassuolo. Qualcuno paragona Cerri a Vieri, ma aspetterei per certi paragoni, lasciamogli il tempo di crescere, sicuramente ha doti fuori dal comune..“.

Intervenuto durante la trasmissione “Speciale Calciomercato” di Sportitalia, una vecchia conoscenza del calcio italiano come Igor Budan, attualmente direttore sportivo dello Spezia, ha commentato le strategie di mercato in casa Juventus. La Vecchia Signora dopo l’addio a Pirlo e a Tevez sembra adesso ad un passo dalla cessione di un altro elemento cardine della squadra: Arturo Vidal. Queste le parole di Budan:”Vidal via come Tevez e Pirlo? Sicuramente non credo che la Juve si troverà impreparata. Se hanno sorpreso con queste uscite, penso che sorprenderanno anche nelle entrate. Dopo quanto fatto nelle ultime stagione, volevano un po’ ringiovanire, soprattutto in mezzo. Ora hanno il potere di andare ad acquistare giocatori del livello di quelli che sono usciti

Le ultime notizie di calciomercato allontanano Arturo Vidal dalla Juventus: sul cileno è piombato il Bayern Monaco che ha un posto a centrocampo da riempire e soldi da spendere dopo la cessione di Schweinsteiger al Manchester United. Interpellato sulla questione da SportMediaset l’intermediario Alessandro Moggi, figlio dell’ex dirigente bianconero Luciano, ha ipotizzato lo scenario: “Credo sia giusto cedere Vidal dal punto di vista societario perché rappresenta un cessione fatta nel modo giusto. La Juventus ha pensato più volte di cedere questo giocatore, che spesso si è dimostrato difficile da gestire al di fuori dal campo. La cessione di Vidal sarebbe una chiusura alla cessione di Pogba, che sicuramente così rimarrebbe alla Juventus. Da un altro punto di vista la Juve sicuramente perderebbe molto con la cessione di Vidal che arriva dopo quella di Pirlo e Tevez. Se la Juve riuscirà a cedere Vidal, Oscar sarà la prima scelta. Lavezzi credo che resterà al Paris Saint Germain”. 

Gianluca Di Marzio, noto esperto di calciomercato, ai microfoni di Sky Sport 24 ha commentato le ultime voci sull’attacco bianconero: “Non ci risultano contatti per Lavezzi alla Juventus. Il Pocho vorrebbe una soluzione così visto che ha solo un anno di contratto con il Psg ma i bianconeri non sembrano interessati“. Il club torinese ha altri obiettivi al momento ed Ezequiel Lavezzi non rientra tra questi al momento. L’ex Napoli dovrà trovare un’altra sistemazione. – L’ex Juventus Antonello Cuccureddu, interpellato da soccerweb24.com riguardo al calciomercato bianconero, ha espresso i suoi pensieri indicando la difesa come il reparto da rafforzare, anche se resta la migliore del Campionato. Cuccureddu ha anche detto che, nella stagione 2015-2016, la squadra non farà un passo indietro visti gli addii di Tevez e Pirlo, ben rimpiazzati da giocatori importanti come Khedira e Dybala. L’ex difensore ha inoltre auspicato una Serie A più interessante rispetto alle recenti annate passate, ovvero con gli uomini di Allegri destinati alla vittoria sin dalle prime partite, parlando anche del mercato delle milanesi Inter e Milan, sì rafforzatesi con innesti altrettanto di rilievo ma sempre distanti dai Campioni d’Italia ed è per questo che è necessario “entrare nel mercato” per i Rossonerazzurri.- La Juventus segue da vicino un terzino, alla ricerca di quell oche potrebbe essere il vice-Lichtsteiner. Negli ultimi giorni si è parlato del duello col Napoli per Sime Vrsaljko e oggi spunta anche Jacopo Sala. Il giornalista della Rai Ciro Venerato ha parlato ai microfoni di Radio Crc durante la trasmissione Si Gonfia la Rete commentando così: “La Juventus se dovesse partire Isla ha già chiesto informazioni al Verona per Jacopo Sala. Hanno capito che non potranno arrivare a Sime Vrsaljko ormai a un passo dal Napoli“.- In esclusiva per Tuttomercatoweb, l’ex Fiorentina ed Inter Claudio Merlo ha espresso le sue idee sulla sua ex squadra ed il calciomercato che ha visto rafforzare i milanesi ma non fino al punto di raggiungere la Juventus. Nonostante le parole di Icardi nella giornata per ieri in cui l’argentino si diceva fiducioso per lo scudetto, Merlo ha riferito che i bianconeri si trovano in una posizione di vantaggio rispetto ai nerazzurri per una questione di tempistiche. I primi infatti hanno rafforzato l’organico con un paio d’inserimenti mentre i secondi hanno quasi completamente rivoluzionato la propria rosa per colmare il gap visti i risultati finali della scorsa annata. Gli uomini di Mancini dovranno “amalgamarsi” per bene prima di ottenere l’effetto sperato dall’allenatore e per questo motivo la società di Thohir faticherà parecchio per acciuffare i campioni d’Italia in carica.  Carlo Pallavicino, agente di Paolo De Ceglie, ha valutato l’attuale situazione del suo assistito alla Juventus. Queste le dichiarazioni rilasciate al sito internet lalaziosiamonoi.it: “Probabilmente andrà via dalla Juventus, in bianconero è chiuso, vedremo più avanti quale sarà la migliore soluzione e destinazione per lui“. In seguito però Pallavicino ha smentito seccamente che la voci su un trasferimento di De Ceglie alla Lazio abbiano un qualche aggancio con la realtà. Il contratto del terzino con la Juventus scade nel 2017 ma lo spazio nelle gerarchie di Allegri pare molto limitato.  Luglio è il mese del calciomercato e le mosse della Juventus sono naturalmente al centro dell’attenzione di tutti, visto che stiamo parlando dei campioni d’Italia e vice-campioni d’Europa. Il primo impegno ufficiale della nuova stagione sarà la Supercoppa Italiana contro la Lazio e quindi Lalaziosiamonoi ha chiesto un commento sui bianconeri a Santiago Gentiletti: “La Juventus ha cambiato tanto. Ha sostituito alcune pedine importanti. Noi invece siamo quasi lo stesso gruppo. Una finale va affrontata nella maniera migliore possibile. Ricordo la sfortuna in Coppa Italia contro di loro. Il doppio palo, poi la sconfitta. Abbiamo perso contro i Campioni d’Italia e i vicecampioni d’Europa. Non so se la meritavamo più noi quella finale, purtroppo è andata così. In quella gara abbiamo disputato una gran partita e non abbiamo nulla da rimproverarci”. è un obiettivo di calciomercato per la Juventus e il noto giornalista Alfredo Pedullà ha fatto il punto della situazione per l’esterno sinistro del Porto, che è una priorità per la fascia sinistra per i bianconeri. Quasi una necessità secondo Pedullà, “considerato che in quel ruolo serve un innesto giovane e di prospettiva. Alex Sandro ha 24 anni, un grande presente e un futuro ancora più luminoso. Soprattutto ha un contratto che scade tra meno di un anno, particolare che mette ancor più entusiasmo alla Juve che probabilmente ha già avviato da tempo i contatti con il suo entourage”. Sul proprio sito Pedullà parla anche di cifre e di possibili contropartite: “A fronte di una clausola da 50 milioni, il Porto chiede circa 15 milioni, non potrebbe essere diversamente con un contratto in scadenza. E al Porto piace Llorente, un concetto ribadito. Scambio? Vedremo, in ogni caso l’ingaggio elevato di Fernando non sarebbe un problema per un club ricco come il Porto. Fermo restando che su Llorente esiste il forte interesse di qualche top club europeo. E qualsiasi decisione venga presa sull’attaccante, la Juve avanza in direzione Alex Sandro”.  La Juventus ha di che leccarsi le ferite, se così si può dire. Nella corrente sessione di calciomercato i bianconeri hanno perso Andrea Pirlo e Carlos Tevez, due pilastri fondamentali negli ultimi quattro anni di successi. La società però si sta muovendo anche nell’ottica di prevenire le partenze eccellenti come queste: in tal senso gli acquisti di Alvaro Morata nell’estate scorsa e di Paulo Dybala poche settimane fa sono esempi lampanti. Attaccanti giovani (classe 1992 il primo, ’93 il secondo) ma già in qualche maniera svezzati dall’esperienza precedente: più ad alto livello quella di Morata, accudito dalla Cantera del Real Madrid, più diretta quella di Dybala che a Palermo ha già imparato cosa significhi tirare la carretta in Serie A. Delle due punte juventine ha parlato bene Attilio Tesser, neo allenatore dell’Avellino, durante la trasmissione di Sky Sport ‘Calciomercato – L’originale’. Queste le dichiarazioni del mister: “Mi piace tanto Dybala. E’ l’erede di Tevez, può giocare alle spalle della prima punta. E Morata io lo vorrei sempre. Poi deciderà Allegri come schierare i suoi“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori