CALCIOMERCATO MILAN/ News, Tavecchio: “Preoccupato per le spese folli in questo mercato…”. 4 Luglio 2015 (analisi e commenti in diretta)

Calciomercato Milan news, carlo tavecchio, presidente della FIGC è voluto intervenire a Gazzetta TV per commentare le cifre folli spese in questo mercato dal Milan

04.07.2015 - La Redazione
ibrahimovic_palla_sbuffo
(INFOPHOTO)

Il calciomercato scoppiettante del Milan sta entusiasmando i tifosi rossoneri ma pone qulache perplessità negli addetti ai lavori, per le cifre esagerate che il Milan (come anche l’Inter) sta investendo. E fa pensare ancor di più visto che solo venerdì scorso il presidente Silvio Berlusconi aveva detto di aver messo nel calciomercato soldi suoi, che nei fatti fino a un mese prima diceva di non avere. Su questo punto è voluto intervenire a Gazzetta Tv Carlo Tavecchio, presidente della FIGC, che ha esternato le sue preoccupazioni: “Sono un po’ preoccupato da questi investimenti perché, a meno che ci siano situazioni che non conosco, i bilanci delle società non avrebbero potuto permetterlo. Evidentemente chi li ha fatti ha in mente di rientrare con fondi propri. E visto che sono uomini d’onore,

Si respira una nuova aria nei dintorni di Milanello, una ventata di cambiamento per il Milan. Parola del giornalista Marco Nosotti, intervenuto ai microfoni di Sky Sport, al termine della seduta mattutina: “Allenamento di due ore con tanto lavoro fisico, tanto lavoro con il pallone, tanta intensità. Poi pranzo insieme e poi al pomeriggio tutti a casa. Appuntamento anche domani mattina e stesso programma. Lunedì poi inzierà il vero e proprio ritiro. Il clima che regna è di una consapevolezza che qualcosa stia cambiando. Due i dogmi di Mihajlovic in questi due primi giorni da rossonero: lavoro e condivisione”.

Il giornalista Alessandro Sugoni, intervenuto ai microfoni di Sly Sport 24, ha parlato del calciomercato fin qui condotto dal Milan: Il mercato dei rossoneri ha preso quota negli ultimi giorni, i tre nomi più pesanti sono Bacca, Luiz Adriano e Bertolacci. Da quel che sappiamo il mercato è tutt’altro che terminato”. Secondo Sugoni il diavolo lavorerà soprattutto in difesa: “E’ un reparto che la società vuole rinforzare. Romagnoli? La Roma non lo cede. Laporte ha una clausola di 50 milioni, ma l’Athetic Bilbao potrebbe ritenerla trattabile. Resta il grande punto interrogativo Ibrahimovic. Ieri Berlusconi ne ha parlato a lungo. Sarebbe un tridente in grado di far sognare chiunque”.

Il giornalista Marco Nosotti ha commentato il calciomercato del Milan ai mirofoni di Sky Sport, soffermandosi sui primi momenti del nuovo mister Sinisa Mihajlovic: “Il serbo si gioca molto – ha spiegato Nosotti – lui non può sbagliare e neanche il Milan. Si deve giocare per tornare in Champions e dare una nuova identità a questa squadra, riducendo il gap con la Juventus. Per la partitella si sono messi i parastinchi ieri, oggi alle ore 10 in campo e si è sempre lavorato con intensità e lavoro fisico”.

Claudio Onofri, indimenticata bandiera del Genoa ed attuale commentatore tv per Sky Sport, ha parlato ai microfoni di Goal.com della collocazione tattica di El Shaarawy“Stephan mediano? Devo dire che Berlusconi è tornato carico eh? Comunque non è una pazzia, ci potrebbe anche stare. Dal punto di vista offensivo, toglierebbe punti di riferimento, potrebbe partire da dietro e con le sue capacità di inserimento, fare male all’avversario. Le sue doti tecniche – conclude Onofri – potrebbero fare la differenza”.

L’attaccante colombiano Carlos Bacca era uno dei tanti obiettivi del calciomercato della Roma. Alla fine il giocatore ha ceduto alle lusinghe del Milan ed è stato prelevato dai rossoneri. Nella giornata di ieri il ds dei giallorossi Walter Sabatini ha voluto commentare il trasferimento del giocatore alla corte di Sinisa Mihajlovic, promuovendo l’affare: “L’abbiamo seguito come altri giocatori, il Milan è stato risoluto nel prenderlo, con una bella valutazione ed un salario importante anche… Bella operazione!”

Sta costruendo un’ottima squadra il Milan durante il calciomercato estivo in corso. Il club rossonero ha acquistato Bacca, Luiz Adriano e Bertolacci, e tanti altri giocatori sono attesi dalle parti di Milanello. Zvonimir Boban, ex stella dei rossoneri, mette però le mani avanti: «Il Milan tornerà grande? E’ presto per dirlo – le parole ai microfoni de La Gazzetta dello Sport – molto dipenderà da come comincerà il campionato. Le prime partite saranno molto indicative, in questo momento vedo meglio l’Inter, ha creato una buona struttura». Boban analizza quindi gli arrivi e parla anche di Zlatan Ibrahimovic: «Bacca è un grande acquisto, una punta vera, completa e ha esperienza. Ibrahimovic? Non c’entra nulla, c’è già Bacca che gioca al centro. Credo che non sia positivo né per Ibra né per il Milan: costa tantissimo e rischia di oscurare Bacca. Luiz Adriano? E’ una punta centrale, ma si muove molto bene e vede la porta. Con lui e Bacca il Milan può giocare con il 4-4-2. Per quanto riguarda il centrocampo, Bertolacci è bravo, ma bisogna vedere se è in grado di cambiare dimensione ad una squadra. Per intenderci, quando la Juve comprò Pirlo, comprò il gioco». Infine, secondo “Zorro”, il club rossonero dovrà rinforzarsi in difesa: «De Sciglio deve giocare a destra, altrimenti si snatura. A sinistra ha subìto una pesante involuzione. E ci vorrebbero due centrali e un terzino sinistro».

Il calciomercato di casa Milan non si è affatto chiuso con il tris Luiz Adriano, Bacca, Bertolacci. In via Aldo Rossi sono previsti altri sbarchi, a cominciare dal giovane José Mauri, e nelle prossime settimane si vedranno altri volti nuovi dalle parti di Milanello. Ha fatto un breve sunto sulle mosse di mercato dei rossoneri, il giornalista di Sky Sport, Peppe Di Stefano, che ha parlato così alla tv satellitare: «Sono già arrivati 4 acquisti e sono stati spesi già 58 milioni. Arriveranno altri giocatori, in difesa, attacco e centrocampo. Ne partiranno molti. Si parla di scudetto, credo sia inevitabile quando hai speso così tanto nel mese di giugno. In attacco va capita la gerarchia di chi gioca, sono otto e almeno tre andranno via».

Non smette di pensare a Zlatan Ibrahimovic, attaccante che sarebbe la ciliegina sulla torta del calciomercato estivo. Un’operazione complicata ma sono molti quelli convinti che lo sbarco dello svedese a Milanello non potrebbe che giovare alla causa meneghina. Fra questi vi è Marcello Lippi, ex ct dell’Italia, che parlando ai microfoni di Premium Sport ha ammesso: «Con ibrahimovic il Milan farebbe il salto di qualità, è un valore aggiunto. I rossoneri stanno facendo finalmente una campagna acquisti importante». Lippi ha commentato anche le voci che lo volevano vicino al Milan: «Si è parlato di qualcosa – ammette – ma ho deciso di non allenare più squadre di club e manterrò questa intenzione». Infine un commento su El Shaarawy, che stando a quanto spiegato ieri da Berlusconi e Mihajlovic, potrebbe essere arretrato a centrocampo: «El Shaarawy a centrocampo? Non esistono scommesse perse, esistono idee sulle quali si lavora. Sarà l’allenatore a stabilire se il giocatore sarà adatto a quel tipo di ruolo. Come caratteristiche potrebbe farlo».

, ex giocatore del Milan, è intervenuto ai microfoni di Tuttomercatoweb.com per parlare del calciomercato Milan e dei cambiamenti avvenuti nel reparto offensivo rossonero e dei benefici che possono trarre alcuni degli attaccanti già presenti in squadra: “Sono assolutamente fiducioso che il Milan possa tornare grande. I rossoneri hanno fatto due grandissimi acquisti e l’allenatore secondo me è uno dei giovani più bravi e motivati che siano in circolazione. Se poi il mercato regalasse anche Ibrahimovic sarebbe la ciliegina sulla torta. Lo svedese porterebbe esperienza, qualità e motivazione. Menez ed El Shaarawy? L’arrivo dei nuovi attaccanti è positivo per loro e per il Milan, perché più concorrenza c’è più si è stimolati a migliorare“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori