Calciomercato Juventus / News, Pirlo: “È tempo di una nuova avventura. Grazie Juve.” (analisi e commenti in diretta, 6 e 5 luglio 2015)

Calciomercato Juventus news, oggi sia Andrea Pirlo che Marco Storari dicono addio al club bianconero dopo tanti anni importanti insieme. Ecco i loro messaggi di addio a società e tifosi.

06.07.2015 - La Redazione
aquilani_bianco
(INFOPHOTO)

Oggi in casa Juventus non è solamente la giornata di addio di Andrea Pirlo, ma anche quella di Marco Storari. Il portiere 38enne lascia Torino dopo 5 anni e riparte da Cagliari, dove sarà titolare e rappresentarà uno dei punti fermi della squadra. L’ormai ex estremo difensore bianconero tramite il suo profilo ufficiale Instagram ha voluto fare i propri saluti a quelli che sono stati il suo club e i suoi tifosi per così tante stagioni: “È stato necessario qualche giorno per trovare le parole… Ed esprimere le sensazioni di questo momento… Gli ultimi 5 anni sono stati i più belli della mia vita privata e professionale… Anni di grande sacrificio e di grandi successi… Ma arriva sempre l’ora in cui bisogna fare delle scelte… Grazie a tutti quelli che hanno fatto sí che questi anni rimanessero nel mio cuore per sempre… I miei compagni, la società ed i tifosi… Tutti quelli che mi hanno fatto sentire il loro affetto… La Juve sarà sempre la mia casa….. Accolgo quest’altra sfida adesso… Credendoci sempre con tutta la carica che ho…. Perché vincere non è importante, è l’unica cosa che conta…. #finoallafine #bianconeropersempre“.

Andrea Pirlo saluta la Juventus, e per dire addio ai colori bianconeri si affida ad un comunicato sentito e sincero, che spiega le ragioni che lo hanno portato alla decisione di terminare il suo percorso con la Vecchia Signora per approdare ai New York City in MLS. Ecco le parole dell’ex giocatore del Milan:”Può essere difficile trasformare le emozioni in parole, soprattutto se coinvolgono 4 anni così importanti della mia vita. Posso solo dire un enorme GRAZIE a tutti coloro che mi hanno accompagnato e sostenuto in questa avventura: la società FC Juventus a partire dal nostro presidente, senza dimenticare ogni singola persona che ci lavora; i miei compagni di tante battaglie, di molte risate e di qualche lacrima; i tifosi e tutti coloro che mi hanno sempre seguito con affetto anche nei momenti meno belli. Grazie di cuore a tutti voi. Non è stato semplice decidere, ma è arrivato il momento di iniziare una nuova avventura, che però non mi farà mai dimenticare il legame che ho con questi colori. Fino alla fine FORZA JUVENTUS“.

Ha girovagato molto negli ultimi anni. Nel 2010-2011 una stagione con la maglia della Juventus decisamente positiva, in prestito con un riscatto dal Liverpool. Al termine di quel campionato, il calciatore romano è tornato ai Reds, come spiega lo stesso ex Fiorentina, interpellato stamane dai microfoni de La Gazzetta dello Sport: «Tornassi indietro rivedrei magari alcune gestioni contrattuali: ho sbagliato ad andare alla Juve in prestito con obbligo di riscatto altissimo, avrei dovuto avere maggiori garanzie. Scelsi di fretta, mia moglie era incinta, a Liverpool avevano appena cambiato allenatore». Aquilani ricorda come l’annata in bianconera sia stata comunque positiva, nonostante la squadra chiuse al settimo posto in classifica: «Alla fine giocai più di 35 partite, e bene, nella stagione in cui arrivammo settimi: finii e tornai in Inghilterra. Fossi rimasto, come certi compagni che aveva-no fatto peggio di me, e non faccio nomi, oggi sarei stato anche io nel gruppo di chi ha vinto quattro scudetti di fila».

La Juventus sfrutterà i restanti due mesi circa che ci separano dalla chiusura del calciomercato estivo, per assicurarsi un nuovo esterno d’attacco. Fra i tanti nomi accostati al club bianconero, attenzione a quello di Juan Cuadrado, stella della nazionale colombiana di proprietà del Chelsea. L’ex Fiorentina potrebbe lasciare i Blues dopo appena 6 mesi e a riguardo sono interessanti le dichiarazioni di Daniel Piconcelli. L’agente è stato intervistato in esclusiva dalla nostra redazione: «Cuadrado arriverà secondo lei? Ho l’impressione che la Juventus voglia svoltare dal punto di vista tattico, per questo il colombiano potrebbe arrivare davvero. Mandzukic? Sarebbe irragionevole non passare alle tre punte visto che Mandzukic ha bisogno di cross dalle corsie esterne. Più Cuadrado di Jovetic? Assolutamente sì, credo che il colombiano sia più decisivo di Jovetic che dopo l’infortunio a Firenze ha perso tanto».

La Juventus sarà ancora la squadra da battere durante la prossima stagione, ma dopo il calciomercato estivo la distanza fra il club bianconero e le avversarie, leggasi Inter e Milan, si potrebbe decisamente assottigliare. Fra le squadre più agguerrite durante il mercato in corso sembrerebbe esservi in particolare l’Inter, storica rivale proprio dei campioni d’Italia in carica. A riguardo il giornalista de La Repubblica, Bocca, scrive così sul quotidiano nazionale: «La Juventus vede crescere rapidamente una rivale storica. Fino alla soglia scudetto? Beh, vedremo, chissà. Di sicuro l’Inter che arraffa giocatori a destra e a sinistra, e spende senza problemi- anche con una certa diffidenza non solo dei dirigenti della Fiorentina, ma anche della Federcalcio – non piace e suscita già gelosia».

Il nome di Paul Pogba è al centro delle vicende di calciomercato di casa Juventus. La stella della nazionale francese ha moltissimi estimatori, a cominciare da Barcellona e Manchester City, ma il club di corso Galileo Ferraris non sembra così propenso a cedere il giocatore, a meno che non venga presentata la fatidica offerta da 100 milioni. Ha analizzato la situazione il noto Gianluca Di Marzio di Sky Sport, che attraverso il sito della tv satellitare scrive: «Avanti Pogba. Un corteggiatore al minuto, la Juve che resiste, l’ombra dei cento milioni che aleggia sul mercato internazionale. Ma dov’è il suo agente, Raiola? È in Olanda, affari e operazioni da quelle parti, mentre Marotta a Torino ribadisce a chiunque glielo chieda che Paul non è in vendita. O meglio, che la Juve non vuole cederlo».

Sono già tre i colpi messi a segno dalla Juventus in occasione del calciomercato estivo, e precisamente Mandzukic dall’Atletico Madrid, Dybala dal Palermo e l’arrivo a costo zero di Khedira dal Real, a cui possiamo aggiungerci anche il riscatto di Simone Zaza. Delle operazioni importanti quelle di corso Galileo Ferraris, che come al solito sottolineano la lungimiranza che contraddistingue i campioni d’Italia. La pensa allo stesso modo il ds Giorgio Perinetti, che facendo un breve excursus sul mercato estivo, ha parlato così a Tmw: «Stiamo entrando nel vivo, c’è stata la solita lungimiranza della Juventus che s’è mossa in anticipo. Poi c’è stato il risveglio di Inter e Milan, che è un bene per il sistema. Quest’anno poi gli allenatori sono stati scelti in ritardo, motivo per cui anche il mercato non è cominciato subito. Ora sul mercato ci aspettiamo movimenti dalle romane, poi Fiorentina e Napoli».

Il procuratore Andrea D’Amico ha commentato il calciomercato della Juventus, soffermandosi in particolare su Dybala e sulla ricerca del trequartista. D’Amico ha sottolineato l’importanza delle cessioni di Pirlo e Tevez, decisivi per le recenti vittorie del club bianconero, ma ribadito, al tempo stesso, l’intelligenza del mercato della Juventus, che ha acquistato Mandzukic e Dybala. D’Amico ha definito l’attaccante del Palermo “un ragazzo di prospettiva”, sottolineando come non è detto che Dybala sia subito pronto alla grande sfida, in quanto si tratta di un ragazzo molto giovane, che avrà tuttavia le porte spalancate, a causa del vuoto lasciato da Carlos Tevez. Per quanto riguarda il trequartista, D’Amico ha sottolineato come Allegri continui a ribadire l’importanza del trequartista per il suo modulo, confermando che “un uomo che sa creare lo spazio dove non ce n’è ed è in grado di inventare sulla trequarti potrebbe essere molto importante”.

Nell’intervista recentemente rilasciata ai nostri microfoni, l’agente Alessandro Ferragina ha parlato dei principali temi di calciomercato per la Juventus. A cominciare da Stevan Jovetic e fino ad Arturo Vidal, passando per Juan Cuadrado, Paul Pogba e Marco Storari che è passato al Cagliari. Queste in particolare le dichiarazioni su Jovetic del Manchester City: “Ottimo giocatore, non lo discuto, ma c’è dietro anche l’Inter e penso che la Juventus si rafforzerebbe di più acquistando un trequartista“. Non a caso tra gli obiettivi di calciomercato bianconeri viene inserito anche il brasiliano Oscar, sotto contratto con il Chelsea fino al 2019. Clicca qui per leggere l’intervista integrale ad Alessandro Ferragina.  I movimenti di calciomercato di fine giugno hanno fatto rumore. In particolare quelli effettuati dalle due milanesi che hanno acquistato giocatori di caratura internazionale. Il giornalista di QS Enzo Bucchioni non perde però di vista la Juventus, che ha perso due titolari come Pirlo e Tevez ma si è rinforzata con largo anticipo, innestando nella sua struttura portante elementi come Dybala, Khedira e Mandzukic. Nel suo ultimo editoriale Bucchioni ha elogiato i movimenti delle due squadre di Milano ma sottolineato che ‘ la Juve sia ancora nettamente più forte, ma rispetto agli ultimi anni, le milanesi si sono mosse presto sul mercato e con qualche idea in più’.  , conduttore del programma radiofonico ‘Stile Juventus’, ha scritto su Twitter un messaggio riguardante l’allenatore della squadra bianconera, Massimiliano Allegri. Queste le parole di De Bonis: “Il 16 luglio scatterà il reale anno zero per #Allegri alla guida della #Juventus. Avremo bisogno di una fase importante di assestamento“. La Juventus sarà la penultima formazione a ricominciare gli allenamenti (dopo solo il neopromosso Frosinone): giovedì 16 luglio i bianconeri si ritorceranno nel quartier generale di Vinovo per aprire la nuova stagione. Un’annata in cui dovranno riconfermarsi in Serie A per la quinta volta di fila, difendere il titolo anche in Coppa Italia e provare a ripetere l’exploit in Champions League. Insomma per Allegri le pressioni non mancheranno…   – Il calciomercato della Juventus, finora è stato caratterizzato da arrivi eccellenti ma al tempo stesso da cessioni pesantissime: concetto ribadito dall’agente Andrea D’Amico a Tuttosport. D’Amico ha sottolineato l’importanza di Carlos Tevez, che ha avuto un impatto devastante sul campionato italiano, e di Andrea Pirlo, uno dei protagonisti della rinascita bianconera, elementi “difficilmente sostituibili”. D’Amico, al tempo stesso, crede che la Juventus si stia muovendo abilmente sul mercato, con gli inserimenti di Paulo Dybala (acquistato dal Palermo), “un giovane di grande prospettiva” e Mario Mandzukic (acquistato dall’Atletico Madrid), “un buon attaccante”. D’Amico ha ricordato che il mercato è ancora lunghissimo e non ha escluso l’approdo di nuovi calciatori in bianconero, incluso il trequartista tanto richiesto da Allegri.  Sono sempre importanti le parole di Marcello Chirico sulla Juventus. Il volto di TeleLombardia ha parlato così tramite Facebook: “Il Barcellona ha offerto ufficialmente ottanta milioni di euro per Paul Pogba. Così in tanti smetteranno di dire che tutti quei soldi non li potrebbe cacciare nessuno per Pogba. Se ne vale 20 Bertolacci… La Juventus li ha rifiutato quei soldi, facendo capire ai possibili compratori la possibile base d’asta. Marotta ha anche aggiunto che la disponibilità a parlarne ci sarà sempre, anche se l’intenzione è quella di tenere il ragazzo. Scelta che condivido perchè un club che deve stabilizzarsi tra le prime otto d’Europa, minimo, i giocatori  forti li deve aggiungere e non cedere. Le parole di Marotta sono un impegno nei confronti della tifoseria. Mi hanno convinto anche le dichiarazioni di Paul Pogba. Bene perchè avevo paura che avesse la testa già al Barcellona. Dopo le partenze di Pirlo e Tevez non possiamo dare tutti via. Cederemo qualcuno, ma non Pogba e Vidal. Il trequartista arriverà perchè lo vuole il Mister. Dopo la stagione passata un regalo se lo merita“.  Intercettato da Calciomercato.com, l’agente Frederico Pena, componente dell’entourage di Gerson, ha fatto chiarezza sull’ormai famosa “opzione” di calciomercato strappata alla Fluminense da parte del Barcellona per il futuro acquisto del talentuoso Gerson, giocatore sulle cui tracce è segnalata la Juventus:”Il Barcellona ha un’opzione, anzi più che di opzione è meglio parlare di prelazione. Vuol dire che se la Juventus trova un accordo con il Fluminense, prima di passare alla Juventus, il club brasiliano deve comunicare le condizioni al Barcellona. Se il Barça accetta le stesse condizioni, Gerson va al Barcellona e non alla Juventus. Però il Barcellona potrebbe non accettare le stese condizioni. In questo caso il giocatore andrebbe alla Juventus”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori