Calciomercato Roma / News, Catalani: Romagnoli è un regalo al Milan. 1 agosto 31 luglio 2015 (analisi e commenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Roma news, analisi e commenti in diretta 1 Agosto 2015: parla Valdiserri del Corriere della Sera che rivela qualcosa riguardante Edin Dzeko, attaccante bosniaco.

salah_medel
Mohamed Salah (Infophoto)

Il calciomercato sta vivendo una nuova fase per la Roma che sta per mettere fine al tormentone Salah. Rimangono tuttavia aperti quelli riguardanti Edin Dzeko ed Alessio Romagnoli la cui posizione è propensa più in prospettiva Rossonera che in quella Giallorossa. La pensa così Maurizio Catalani, intervenuto su Rete Sport 105.6 criticando la scelta della società di Pallotta visto che in questo modo potenzierebbe una diretta concorrente per lo scudetto: “Romagnoli credo sia ‘bello che andato’, la Roma ha sistemato la difesa al Milan”. Catalani inoltre ritiene imminente la necessità dei Giallorossi di aggiungere al proprio organico pure il bosniaco ed un terzino: “Se non arrivassero questa settimana Dzeko e il terzino allora i giallorossi sarebbero in netto ritardo”. Staremo quindi a vedere se la settimana posta dall’organizzazione dei capitolini verrà rispettata o meno per la gioia di Garcia.

La Roma è ad un punto di svolta in questo calciomercato con l’arrivo di Salah da concludere nei dettagli e l’imminente offensiva per Dzeko. C’è già chi li vede insieme e propone un’interessante idea per l’attacco. Sul reparto avanzato si è appunto espresso Roberto Pruzzo nel corso di Mattino Sport & News in onda su Radio Radio a cui ha spiegato: “ridente ideale? Dzeko con ai lati Salah e Iago Falque, o anche Gervinho se rimane. Iturbe lo vedo in panchina”. Ipotesi più che plausibile, salvo decisioni di altro tipo nella testa di Garcia, quella suggerita dall’ex bomber giallorosso e, visti gli ultimi rumors sul City che potrebbe abbassare le proprie pretese, sembra davvero probabile l’arrivo del bosniaco nei prossimi giorni. Pruzzo inoltre indica nella corsa alle coppe la strada da migliorare per la Roma, dato che quella per il campionato sarà più difficile a causa delle milanesi.

A centrocampo la Roma dovrebbe ritenersi completa e non agire in questo senso durante il calciomercato estivo. Sulla situazione attuale della squadra ha parlato Seydou Keita in un’intervista rilasciata al sito Fcbarcelona.es in vista del trofeo Gamper tra Barça e Roma in programma l’8 agosto. Il Maliano, interpellato a causa della sua precedente militanza tra le fila dei Blaugrana, ha spiegato: “La Roma è un club che deve iniziare la stagione con l’ambizione di vincere un trofeo che sia il campionato o la coppa”. Il centrocampista ha speso qualche parola anche sul rapporto con la Juventus, avversaria del Barcellona nel finale dell’annata passata: “Siamo arrivati secondi dietro la Juventus che ha disputato anche la finale di Champions League, per questo la considero una stagione positiva” e ancora “Sappiamo che la Juventus rimane la favorita, ma vogliamo far meglio dell’anno scorso”.

La Roma ha riconfermato quasi il 100% del proprio organico per la prossima stagione ma il calciomercato non è certamente terminato. Qualcuno però, come Alessio Nardo intervenuto a Tele Radio Stereo, ritiene che alcuni elementi siano da valutare dopo i tremendi infortuni del recente passato e, se qualcuno non darà garanzie, bisognerà inserire nuovi innesti. Il cronista radiofonico mette tra gli indiziati Maicon e Strootman: “è una Roma che parte con un potenziale interessantissimo, ma con poche certezze. Maicon e Strootman sono due grandi dubbi dal punto di vista fisico, così come Castan” e ancora “Keita è fortissimo ma da gennaio si è fermato almeno 4-5 volte. Se la Roma non ha certezze su Strootman allora deve prendere un altro centrocampista, ma non il Paredes di turno, bensì uno molto forte”.

Il calciomercato della Roma sembra arrivato ad un punto di svolta grazie all’arrivo di Salah ma c’è chi è già convinto dell’organico. Stiamo parlando di Daniele De Rossi che ha risposto alle domande dei giornalisti durante la conferenza stampa in vista dell’impegno contro lo Sporting Lisbona. Il Giallorosso di lunga data spiega “Siamo gli stessi degli ultimi due anni, con il club che sta facendo innesti mirati. Arriviamo da due secondi posti consecutivi, non possiamo che essere noi la principale alternativa alla Juventus”. Capitan Futuro ricorda inoltre di non fare l’errore di sottovalutare i Bianconeri a causa dei tanti cambiamenti, soprattutto perchè anche all’inizio della stagione scorsa si credeva indebolita per il nuovo mister. Se la Juventus rimane la favorita, De Rossi ci tiene ad evidenziare infine “noi siamo i secondi, siamo forti, aver tenuto tutti i giocatori più forti può essere un vantaggio”.

La Roma è assolutamente alla caccia di un attaccante importante per la prossima stagione in questo calciomercato. Dopo l’arrivo di Salah, l’obiettivo dichiarato è Edin Dzeko, la vera punta che risolverebbe i problemi in zona goal, ma la trattativa andrà in porto a breve? E se Sabatini non riuscisse ad aggiudicarselo? Intervenuto a Tele Radio Stereo, Federico Nisii predica cautela: “Le presunte alternative a Dzeko in realtà non ci sono. Lukaku costa 15 milioni in più di Dzeko, Lacazette nemmeno a parlarne. Il peso mediatico di questa vicenda è determinante, qualunque tipo di alternativa rischia davvero di fare la fine di Doumbia, arriverebbe con il peso della delusione”. Riflessione interessante e corretta soprattutto a seguito delle deludenti mosse di mercato attuate lo scorso gennaio, motivo in più per risollevare l’ambiente con un colpo di livello.

Edin Dzeko è uno dei principali obiettivi per l’attacco della Roma nel corso di questa sessione estiva del calciomercato e ben presto potrebbe approdare a Trigoria. Secondo Pierluigi Casiraghi, ex ct della nazionale under 21 italiana e attuale vice allenatore dell’Al Arabi guidato da Gianfranco Zola, il bosniaco sarebbe un grande colpo per il club giallorosso che nel caso di un suo ingaggio si andrebbe ad appropriare di un giocatore di primissimo livello: “Dzeko è un attaccante completo – ha detto ai microfoni di Sky Sport – forte di testa, mi piace molto. Ha fatto molto bene al Manchester City nonostante la concorrenza, sarebbe un grande acquisto per la Roma”.

, CEO della Roma, durante la  presentazione dell’accordo con Sky ha parlato del campionato che i giallorossi si apprestano a disputare, ribadendo la fiducia e la stima nei confronti dello staff tecnico: “Noi come società siamo fiduciosi, abbiamo una grande rosa e un allenatore bravissimo. Noi puntiamo a migliorare ogni anno, questo si vede in campo e fuori dal campo. Dico sempre che è un circolo virtuoso, queste amichevoli che facciamo aiutano la squadra ma anche la società a livello internazionale. Ogni cosa è fatta per vincere”.

Sembra in questo modo finire la telenovela Ibra, almeno per quanto riguardano i contatti con la Roma: sono infatti di oggi le parole molto dure pronunciate dal ds della Roma, Walter Sabatini, raccolte dal Corriere dello Sport. «Ibrahimovic basta da solo per vincere uno scudetto, ma basta anche per rovinare una società. Non è un acquisto possibile». Con queste parole il ds giallorosso ha così seppellito ogni sogno dei tifosi romanisti di poter vedere lo svedesone con la casacca capitolina. Sembra inoltre un messaggio chiaro sull’obiettivo reale per la punta centrale della Roma: con fuori dai giochi Ibra, Dzeko dovrebbe avere ormai la strada spianata.

Il giornalista Luca Valdisserri ha parlato dell’attaccante bosniaco Edin Dzeko in forza al Manchester City: “La cosa più importante per la Roma è quella di aver tranquillizzato il giocatore. Io penso che tra una settimana Dzeko potrebbe essere a Roma, sono più ottimista di ieri“. Dzeko ha avuto un colloquio telefonico con Sabatini e ha trovato l’ok da parte della Roma per quanto riguarda il futuro in giallorosso.

Intervistato da tuttomercatoweb.com, l‘Avvocato Lubrano ha parlato di vari casi del calcio italiano e anche di Salah che è passato alla Roma ma continua a non allenarsi. L’Avvocato ha dichiarato: “La Fiorentina punta sulla valorizzazione del giocatore per questo chiede qualcosa nei confronti del Chelsea. E sono convinto che i londinesi non hanno intenzione di finire in tribunale per risolvere la situazione, per questo potrebbe esserci un accordo tra le parti magari già direttamente il 5 agosto, data in cui i due club giocheranno in amichevole“.

Ha parlato a Radio Radio del portiere ex Arsenal Szczesny arrivato nella Capitale. Secondo l’ex Lazio sarà difficile vederlo titolare: “Pensavo che il polacco fosse approdato a Roma per giocare titolare e invece non credo che sarà così. Mi è bastato vedere la formula d’acquisto, non sono così convinto che sarà lui il primo portiere della Roma”. Szczesny è arrivato con la formula del prestito secco, a fine stagione dovrebbe tornare all’Arsenal.

I tifosi della Roma aspettano Edin Dzeko per dare un senso all’attacco della prossima stagione. Eppure qualcuno non sarebbe così entusiasta del giocatore bosniaco. Roberto Pruzzo, ex bomber della Roma dello Scudetto, ha parlato a Radio Radio: “Dzeko? La Roma non dovrebbe starci dietro, ma purtroppo i giallorossi non hanno alternative e quindi credo proprio che arriverà. Szczesny? Mi sembra un ottimo portiere, spero di non sbagliarmi come feci con Stekelenburg“.

Il giornalista Francesco Oddo Casano è intervenuto ai microfoni di Centro Suono Sport per commentare la trattativa di calciomercato che la Roma sta concudendo per acquistare Edin Dzeko e per fornire un nome alternativo a quello del bosniaco del Manchester City nel caso in cui l’affare di calciomercato non dovesse concludersi positivamente: “Credo che la Roma si sia data una data di scadenza per Dzeko, anche per trovare un eventuale sostituto in caso saltasse tutto. Il mio nome, che non piacerebbe sicuramente se saltasse Dzeko, è Manolo Gabbiadini. Giorni fa il suo procuratore ha detto che vorrebbe giocare centravanti. Sarebbe una sconfitta mediatica, ma lo sarebbe anche non prendere Dzeko. Meglio lui di Doumbia e Destro, mi sembra scontato“. Difficile che il Napoli decida di privarsi di Manolo Gabbiadini, soprattutto dopo che l’ex Sampdoria ha fatto molto bene nella passata stagione. Servirebbe un’offerta shock per convincere Aurelio De Laurentiis a cedere il ragazzo. Difficile che la Roma la avanzi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori