Calciomercato Milan/ News, Zapata cercato dall’Everton. Notizie 10 e 9 agosto 2015 (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Milan news, i rossoneri stanno sistemando diversi calciatori in uscita. Tra questi potrebbe esserci anche Cristian Zapata, diventato obiettivo dell’Everton per la difesa.

ibrahimovic_palla_sbuffo
(INFOPHOTO)

Il Milan dopo l’arrivo di Alessio Romagnoli deve necessariamente sfoltire la difesa per quanto riguarda il pacchetto di centrali. Attualmente ce ne sono troppi a disposizione di Sinisa Mihajlovic e uno deve partire. Si è parlato molto di Gabriel Paletta in uscita, per sua stess richiesta, ma potrebbe essere un altro giocatore a lasciare Milanello. Si tratta di Cristian Zapata, entrato nel mirino dell’Everton. Lo riporta la ESPN. Il club di Liverpool cerca il colombiano nell’ottica di sostituire John Stones, destinato a finire al Chelsea di fronte ad una grossa offerta. L’ex Udinese e Villarreal è in scadenza di contratto a giugno 2016 e potrebbe partire subito per evitare di peorderlo a parametro zero tra meno di un anno.

Il Milan continua anche il suo lavoro di sfoltimento della rosa, con alcuni giocatori destinati a partire. Tra questi ci sono sicuramente il portiere Michael Agazzi e il centrocampista esterno Simone Verdi. Secondo quanto riporta Milan Channel sembrano essere delineati i profili delle squadre che in questa sessione di mercato potrebbero puntare su di loro. Verdi potrebbe andare a giocare in Liga dove è seguito con interesse dall’Eibar, mentre su Agazzi c’è il forte pressing del club inglese del Middlesbrough.

Il Milan cerca una sistemazione al Campione del Mondo Cristian Zaccardo che al momento sta rifiutando tutte le situazioni che gli vengono proposte. Già lo scorso anno i rossoneri cercarono di inserirlo nella trattativa per arrivare a Jonathan Biabiany, affare poi sfumato proprio per il rifiuto del calciatore che non voleva tornare al Parma. Secondo quanto riportato da Tuttosport pare che il terzino destro abbia di recente rifiutato l’offerta del club indiano il Pune Fc che offriva al club rossonero un indennizzo di circa 300mila euro. Il calciatore a Milano è chiuso e se rimarrà probabilmente passerà di nuovo una stagione in panchina. Zaccardo però l’ha fatto capire, non partirà fino a che non troverà l’offerta giusta che lo convince davvero. Il calciatore arrivò in Lombardia nel gennaio del 2013 in uno scambio che portò in Emilia Romagna Rodney Strasser e Djamel Mesbah.

Quest’anno Andrea Petagna non è riuscito a esplodere in prestito in una stagione nella quale ha giocato tra Latina e Vicenza senza trovare però molto spazio. I rossoneri però credono molto nel bomber classe 1995 e vogliono girarlo ancora a titolo temporaneo per avere conferma delle loro aspettative. Secondo quanto riportato dal portale di Gianluca Di Marzio pare che sul calciatore ci siano l’Ascoli, il Crotone e la Virtus Entella. Il calciatore si sarebbe preso un periodo per riflettere su quella che potrebbe essere la destinazione migliore per lui. Dal canto loro il club spera di trovare una squadra che gli dia spazio e lo faccia giocare. Petagna è una classica prima punta, dotato di un grande fisico è abile anche a livello tecnico anche se deve crescere un po’ diventando più cattivo sotto porta.

Finalmente Sinisa Mihajlovic avrà il difensore centrale tanto cercato nelle ultime settimane. Il Milan ha preso Alessio Romagnoli dalla Roma, anche se manca il crisma dell’ufficialità. Secondo SportMediaset pare che il calciatore sia pronto ad arrivare a Milano già nella serata di oggi. Domani il centrale classe 1995 effettuerà le visite mediche e poi firmerà il contratto con il Milan. Si parla di un accordo quinquennale che lo legherà quindi al futuro di un nuovo Milan che trova un difensore in grado di fare la differenza, abile a impostare la manovra e con piedi molto educati. Il calciatore è il secondo difensore più pagato dell’era Silvio Berlusconi dietro solo alla leggenda Alessandro Nesta arrivato dalla Lazio nel 2001 per trentuno milioni di euro.

Il calciomercato estivo di casa Milan potrebbe non essersi esaurito con l’arrivo di Alessio Romagnoli. Il club rossonero spera infatti di poter riportare alla base Zlatan Ibrahimovic, ciliegina sulla torta di questo mercato. I contatti con il calciatore del Paris Saint Germain sono frequenti, e da qui al 31 agosto, giorno di chiusura delle trattative, nulla sarà da lasciare al caso. Nel frattempo, si inizia a pensare a chi potrebbe lasciare spazio al nazionale svedese e il prescelto sembrerebbe essere il giovane Suso. L’attaccante spagnolo ha diverse ammiratrici, a cominciare dal Genoa e da alcune società iberiche, e se Zlatan Ibrahimovic dovesse realmente rimettere piede a Milanello a quel punto l’ex Liverpool chiederebbe la cessione: via Aldo Rossi lo accontenterebbe ma solo in prestito, visto che non intende perdere il giocatore in questione.

Probabile stravolgimento dell’attacco del Milan nelle restanti tre settimane che ci separano dalla chiusura del calciomercato estivo 2015. Fra arrivi e partenze la squadra rossonera potrebbe presentarsi ai nastri di partenza della nuova stagione con un reparto rivoluzionato. Fra i giocatori che dovrebbero lasciare Milanello a breve non rientrerà Alessio Cerci. Nonostante sull’ex Atletico Madrid vi siano diverse squadre, fra cui il Genoa, Sinisa Mihajlovic avrebbe chiesto alla dirigenza di trattenere l’ex Torino, considerato un elemento prezioso vista la sua duttilità. Una scelta tra l’altro condivisa dallo stesso calciatore, che ha voglia di dimostrare di valere la maglia del Milan dopo sei mesi non propriamente positivi. Situazione diversa invece per Honda, che stando alle ultime circolanti avrebbe chiesto la cessione, convinto che il prossimo anno avrà poco spazio. Sulle sue tracce vi sono alcune società inglesi, a cominciare dal Tottenham che a breve potrebbe presentare un’offerta concreta: il nazionale giapponese piace moltissimo al tecnico degli Spurs, Pochettino.

In attesa che il calciomercato estivo di casa Milan regali gli ultimi “botti”, il club rossonero non perde di vista i giovani talenti italiani. E’ il caso ad esempio di Andrea Bianchimano, giovanissimo calciatore classe 1996. Si tratta dell’attaccante dell’Olginatese che viene da una discreta stagione in Serie D, in cui ha segnato 8 marcature nonostante la giovanissima età. Secondo le ultime indiscrezioni circolanti il giovane talento inizierà da quest’oggi una settimana di training in quel di Milanello, per giocarsi le sue chance. Se il test di sette giorni sarà positivo è molto probabile che il Milan aggreghi il ragazzo in questione alla Primavera o che eventualmente lo stesso venga ceduto in qualche società di Lega Pro o Serie B.

Fra i giocatori che potrebbero lasciare il Milan negli ultimi 20 giorni circa che ci separano dalla chiusura del calciomercato estivo 2015, vi è anche Alex. Il difensore centrale dei rossoneri non sembra rientrare nei progetti futuri della società, e via Aldo Rossi vorrebbe cederlo visti anche i molteplici infortuni della scorsa stagione. Nelle ultime ore sarebbe tornato a farsi vivo il Besiktas, noto club turco con sede ad Istanbul. Non è da escludere che nei prossimi giorni la trattativa in uscita possa svilupparsi, soprattutto tenendo conto dell’accelerata che ha subito l’affare Romagnoli nelle ultime ore, riducendo ancor di più lo spazio a disposizione di Alex. Sulle tracce del brasiliano, oltre al Besiktas, c’è l’Olympiakos, altro club che si è fatto avanti concretamente nelle ultime ore. In uscita vi è infine anche un altro difensore rossonero, e precisamente Gabriel Paletta. L’ex calciatore del Parma dovrebbe sbarcare a Bergamo, sponda Atalanta, dopo l’offerta dei nerazzurri pari a 2 milioni di euro.

Il Milan è ad un passo da un nuovo interessante colpo di questo scoppiettante calciomercato estivo: stiamo parlando ovviamente di Alessio Romagnoli, centrale di difesa della Roma e della nazionale under-21. Nella giornata di ieri è stato raggiunto l’accordo fra le due società per 28 milioni di euro bonus compresi. Oggi il talento classe 1995 dovrebbe sbarcare a Milanello per sostenere le rituali visite mediche e quindi firmare il suo nuovo contratto da 2 milioni di euro con i rossoneri. Se le cifre di cui sopra verranno confermate, Romagnoli diverrà il secondo difensore più caro della storia milanista, dietro soltanto ad Alessandro Nesta, pagato ben 31 milioni di euro alla Lazio nell’estate del 2002. Una vera e proprio coincidenza visto che Romagnoli viene spesso definito l’erede proprio dell’ex laziale…

È vicinissimo all’arrivo di Alessio Romagnoli. Nella giornata di ieri il club rossonero ha chiuso la trattativa con la Roma per una cifra che dovrebbe essere di 28 milioni di euro bonus compresi. Accontentato Sinisa Mihajlovic che avrà così il suo difensore richiesto, nonché i tifosi rossoneri, che a gran voce chiedevano da tempo un innesto di qualità per la retroguardia. E con lo sbarco di Romagnoli a Milanello sale così a circa 80 milioni di euro la cifra investita da via Aldo Rossi in questo mercato estivo. Il conto è facile: 20 milioni di euro con bonus per Bertolacci (sempre alla Roma), 30 milioni per Carlos Bacca, proveniente dal Siviglia, 8 milioni allo Shakhtar Donetsk per Luiz Adriano, per un totale di 83 milioni. Se verranno rispettate le stime di inizio estate, che parlavano di investimenti da circa 100 milioni, il club rossonero avrebbe a disposizioni altri 20 milioni circa per rinforzare il centrocampo con un elemento di qualità, altra pedina che servirebbe a Mihajlovic.

Il Milan è ad un passo dall’acquisto di Alessio Romagnoli. Come vi abbiamo raccontato, nella giornata di ieri c’è stato l’annunciato incontro fra l’ad Galliani e il ds Sabatini a Forte dei Marmi, con le due società che hanno raggiunto l’intesa per 28 milioni di euro di cui tre di bonus, con il club meneghino che ha quindi alzato la posta in gioco per soddisfare le richieste giallorosse e raggiungere l’accordo. Galliani ha parlato ai microfoni di Sky Sport, dicendo: «Siamo molto, molto, molto, molto, molto, molto vicini. Il giocatore deve ancora fare le visite mediche. La Roma ha degli obblighi perché è una società quotata in borsa, detteranno loro la linea della comunicazione. E’ stato un pomeriggio piacevole e faticoso». Si attendono quindi le visite mediche e le firme, che si dovrebbero tenere nella giornata odierna. Romagnoli ha ottenuto l’esonero dalla FIGC per l’amichevole contro l’Ungheria U-21, come da comunicato emesso dalla stessa Federazione: «Il calciatore Alessio Romagnoli è stato eccezionalmente esentato dalla trasferta per consentirgli di svolgere le visite mediche relative al suo trasferimento».

E’ fatta per l’arrivo di Alessio Romagnoli in maglia rossonera, il desiderio di Sinisa Mihajlovic si può dire esaudito anche se non è arrivata ancora l’ufficialità. C’è stato ieri un incontro tra Walter Sabatini e Adriano Galliani che ha definito il tutto. Ne ha parlato il direttore sportivo del club giallorosso: “Abbiamo trovato un accordo con il Milan per Alessio Romagnoli, dobbiamo solo formalizzarlo. Siamo contenti, non mi fate però parlare perchè i giornalisti di Roma poi avrebbero ragione ad arrabbiarsi. Abbiamo un accordo con il Milan per Romagnoli che va solo formalizzato, siamo soddisfatti entrambi”. Il calciatore vestirà quindi la maglia del club rossonero e tornerà da chi l’anno passato l’ha fatto esplodere definitivamente. Proprio il tecnico serbo è stato a lanciarlo con la maglia della Sampdoria dandogli continuità in quella Serie A che con la maglia della Roma aveva potuto solo assaporare. Le conferme arrivano anche da Adriano Galliani stesso che ha detto: “Il giocatore deve fare ancora le visite mediche, aspettiamo per dire che l’affare è concluso ma siamo davvero molto molto molto vicini”.

Con il sempre più probabile arrivo in difesa di Alessio Romagnoli, per il Milan si preannuncia almeno una cessione in quel reparto. Per gianlucadimarzio.com, il Campione del Mondo Cristian Zaccardo ha ricevuto un’offerta dall’India dal Pune City ma l’ingaggio non lo soddisferebbe appieno, preferendo piuttosto onorare l’ultimo anno di contratto coi Rossoneri se non dovesse trovare l’accordo economico. Chi invece è praticamente certo di lasciare il Milan sembra essere Gabriel Paletta che, secondo Milannews.it potrebbe accasarsi al Bologna o all’Atalanta per una cifra che si aggira intorno ai due milioni di euro.

Con l’arrivo di Luiz Adriano con Bacca e la possibilità, remota, di rivedere Ibrahimovic in questo calciomercato, sembrava non esserci più spazio nel Milan per Alessio Cerci, rientrato in A da gennaio dopo l’esperienza all’Atletico Madrid. Il modulo di Sinisa Mihajlovic daltronde non prevede l’utilizzo di ali pure ma fanno riflettere le dichiarazioni del presidente del Genoa Preziosi a Sky Sport che avrebbe richiesto l’ex Torino ritrovandosi un due di picche. Il suo procuratore avrebbe infatti respinto al mittente l’offerta poichè Cerci, almeno fino a gennaio, vorrebbe rimanere coi Rossoneri. Staremo quindi a vedere se ci saranno possibilità per lui di mettere in mostra il suo valore a Milano, dato anche l’infortunio di Niang, altro calciatore che sarebbe piaciuto al Genoa ma il giovane non sembra più gradire quel tipo di piazza.

Tra i giocatori che potrebbero vestire la maglia del Milan c’è anche Kevin Prince Boateng pronto a lasciare lo Schalke 04 dopo alcuni problemi con la sua società. Secondo quanto riporta il Corriere dello Sport pare che il centrocampista ghanese sarebbe pronto a tornare e per farlo sarebbe disposto anche a ridursi l’ingaggio. Tutte le ultime sembrano portare il calciatore al ritorno in Italia anche perchè il club tedesco sarebbe pronto a far partirlo a parametro zero. Al momento però sembra che l’affare sia complicato con Sinisa Mihajlovic che non sarebbe proprio convintissimo di portare il tutto a termine.

Il Milan è alla ricerca di un centrocampista, lo ha richiesto Sinisa Mihajlovic dopo le prime uscite stagionali. Secondo quanto riporta Tuttosport al momento in cima alla lista dei desideri ci sarebbe Roberto Soriano, calciatore che si è messo in evidenza guadagnandosi una maglia della Nazionale proprio nella Sampdoria allenata dal tecnico serbo. Giocatore classe 1991 è un centrocampista di qualità che può giocare bene da interno di centrocampo, bravo soprattutto a inserirsi tra le linee e anche utile in zona gol. Potrebbe essere un acquisto davvero molto interessante che aumenterebbe il tasso tecnico del centrocampo.

I rossoneri continuano a sognare Zlatan Ibrahimovic’, ma dovranno vedersela con un altro ex rossonero se vorranno mettere a segno questo colpo. Il difensore brasiliano Thiago Silva partito per andare a giocare nel Psg insieme a Ibra nell’estate del 2012 è protagonista delle notizie di oggi con le sue parole riportate da Foot01.com: “Non so cosa pensa Adriano Galliani, ma gli manderò un messaggio perchè Zlatan Ibrahimovic’ deve rimanere al Paris Saint German. Ibra ha ancora un anno di contratto quindi deve restare con noi, è un giocatore troppo importante. Quando gioca segna sempre. Per una squadra come la nostra è una presenza indispensabile. Parlerò con Adriano Galliani perchè lo lasci tranquillo“.

Il calciomercato del Milan ha sede in Versilia, soprattutto per le trattative importanti. E’ lì che il geometra Galliani riesce a dare il meglio. E oggi proverà a dimostrarlo quando vedrà il collega Walter Sabatini per chiudere l’operazione di calciomercato che riguarda Alessio Romagnoli. Ieri Galliani ha chiuso l’accordo con l’agente del calciatore della Roma, Sergio Berti, per una cifra vicina ai 2 milioni più bonus per 5 anni. Romagnoli oggi ha parlato con Sabatini per ribadirgli la voglia matta di andare al Milan. La Roma ha deciso di cederlo e vuol farlo però alle proprie condizioni: 30 milioni e non accetta pressioni. Pallotta e soci sono infatti infastiditi dalle pressioni di Romagnoli e del suo procuratore e hanno chiesto a Berti di trovare una soluzione: convincere Galliani ad aggiungere 3 milioni ai 25 offerti fino ad ora dal Milan. Tutti gli operatori di calciomercato danno questo affare come concluso ma non è così. E oggi per Galliani non sarà una passeggiata.

Difficile ma non impossibile la trattativa di calciomercato per Zlatan Ibrahimovic: anche in questo caso il Milan per continuare  a sperare ha bisogno della sponda del giocatore svedese. “Aiutino” che negli ultimi 10 giorni è venuto però a mancare. Ibrahimovic non è più così convinto di andare a Milano e ha fatto dietrofront. Non plateale, una porta la lascia aperta ma sta pensando di accettare le avances del suo club. Avances a suon di milioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori