Calciomercato Inter/ News, Shaqiri: Felice allo Stoke, ringrazio la società. Notizie 11 e 10 agosto 2015 (analisi e commenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Inter news, il Presidente dello Stoke City, Peter Coates, ha raccontato la trattativa per l’acquisto di Xherdan Shaqiri. Anche il giocatore svizzero ha rilasciato dichiarazioni

shaqiri_lila
Xherdan Shaqiri, 23 anni, nazionale svizzero (INFOPHOTO)

Alla fine l’Inter è riuscita a vendere Xherdan Shaqiri. Lo svizzero si è trasferito allo Stoke City in cambio di 17 milioni di euro. L’ex fantasista di Basilea e Bayern Monaco ha così espresso la sua felicità per questa sua nuova avventura in Premier League: “Sono molto felice che il trasferimento sia andato a buon fine, domenica ho respirato la grande atmosfera del Britannia Stadium – si legge sul sito ufficiale del club ingelse -. Ringrazio Mark Hughes, Tony Scholes e Mark Cartwright per aver reso possibile tutto questo e non vedo l’ora di cominciare la mia nuova avventura e di conoscere i miei nuovi compagni”.

I nerazzurri hanno ceduto ufficialmente allo Stoke City il centrocampista offensivo Xherdan Shaqiri. Di questo ha parlato il Presidente del club inglese che l’ha preso alla fine di una lunga trattativa. Ecco le parole di Peter Coates dal sito ufficiale della squadra StokeCityFc.com: “Stiamo migliorando molto come squadra, per questo attiriamo l’attenzione di diversi calciatori anche importanti. Abbiamo trattato a lungo per arrivare a Xherdan Shaqiri e ora siamo ovviamente davvero contenti per la sua firma. E’ un calciatore eccellente e siamo sicuri che farà bene. Il manager Hughes è soddisfatto per questo affare. Siamo pazienti e ci abbiamo messo molto per completare l’affare“.

Javier Zanetti ha parlato oggi a lungo con Sky Sport. Tra i tanti argomenti toccati c’è anche quello che riguarda Mateo Kovacic, centrocampista croato che non riesce a esplodere con la maglia dell’Inter e che spesso in passato è stato additato come uno dei possibili partenti. Ecco le sue parole: “Come società gli abbiamo sempre dato totale fiducia a Mateo. Abbiamo creduto sempre in lui. Ha tanti principi, talento ed è soprattutto un bravo ragazzo. Ci puntiamo molto. In questo precampionato è stato uno dei migliori. Speriamo che possa disputare una grande annata con la maglia dei nerazzurri“.

La difesa dell’Inter è stata rivoluzionata un po’ come tutta la squadra, con l’arrivo di tre calciatori nuovi su cinque nell’unidici titolare. Ne ha parlato Beppe Bergomi ai microfoni del Corriere dello Sport: “Murillo e Miranda si possono integrare bene, perchè hanno caratteristiche molto diverse. Murillo ha grande atletismo, è un mix tra Ivan Ramiro Cordoba e Fabio Cannavaro. Miranda ha esperienza e senso della posizione. Roberto Mancini chiede alla squadra di stare sempre alta e di attaccare, avranno molto campo da coprire. Hanno le qualità per dare la sicurezza mancata negli ultimi anni“.

L’Inter rimane in corsa per aggiudicarsi un altro centrocampista dopo l’arrivo di Kondogbia. Tuttavia, ad inizio della sessione estiva si era fatto un gran parlare di Yaya Toure per la mediana ma alla fine non se n’è fatto nulla. Dopo la doppietta contro il WBA di ieri sera l’ex Barça ha confermato tutte le sue qualità e di lui ha parlato Andrea Masala durante lo speciale riguardante il mercato su Gazzetta Tv delle 14. Il giornalista della Rosea ritiene che l’ivoriano sarebbe potuto essere davvero l’uomo giusto: “Toure, per potenza e conoscenza calcistica, avrebbe potuto davvero far fare il salto di livello all’Inter, chiaramante costava troppo tra ingaggio e cartellino…”.

Il calciomercato dell’Inter sta ricevendo molte recensioni positive dagli addetti ai lavori visti i tanti giocatori presi per rinforzarsi. Attraverso il Corriere dello Sport ha detto la sua opinione anche Claudio Ranieri, ex allenatore interista ed ora alla guida del Leicester. Il mister prende in considerazione l’acquisto più costoso, Geoffrey Kondogbia, allenato al Monaco e spesso paragonato al connazionale juventino: “Il dato nuovo è il grande ritorno sul mercato di Inter e Milan. Mancini ha cambiato quasi tutta la squadra e ha preso un giocatore fortissimo che ho allenato per un po’ di tempo al Monaco. Chi paragona Kondogbia a Pogba sbaglia, perché lo juventino è un centrocampista d’attacco, mentre l’interista dà il meglio di sé quando deve recuperare palla. Ha i tentacoli, arriva dappertutto”.

L’Inter ha acquistato diversi giocatori in questo calciomercato estivo ma deve far fronte anche alle cessioni, visto il nuovo limite delle rose a 25 giocatori. Per l’attacco interessava Diego Perotti e in uscita si pensa a liberare Yuto Nagatomo ma il presidente genoano Enrico Preziosi, intervistato in esclusiva da Fcinternews.it, ha voluto fare chiarezza spiegando queste due situazioni: Sì, è vero. Posso confermare che seguivamo l’esterno giapponese, ma non è mai stato raggiunto l’accordo con l’Inter. Adesso il nostro interesse nei suoi confronti non esiste più, non rientra più nei nostri piani. Perotti? Non lo vogliamo vendere, resterà al Genoa al 100%”. Per i Nerazzurri rimangono quindi aperte le piste per Perisici e quella che porterebbe il Giapponese all’estero, forse al Galatasaray.

Il calciomercato realizzato sinora dell’Inter, almeno sulla carta, dovrebbe rilanciare la squadra di Mancini ad alti livelli nella prossima stagione. Sulla situazione nerazzurra si è espresso Riccardo Trevisani per Sky Sport 24 sottolineando quanto sia necessario trovare la sintonia visti i tanti volti nuovi: “La distanza tra Inter e Juventus è tanta, tantissima. Non è semplice arrivare a quel livello. L’importante ora è azzeccare gli uomini giusti, l’Inter è nel mezzo di una seconda rivoluzione dopo quella fallimentare di gennaio. Cambiare tanti uomini può essere un problema, però l’allenatore è bravo e saprà amalgamare la squadra”.

L’Inter è sicuramente una delle regine di questo calciomercato per quanto si è rinforzata attraverso importanti investimenti. Dei nuovi acquisti nerazzurri ha parlato il Capitano Javier Zanetti in un’intervista rilasciata a Sky Sport in occasione del suo compleanno (ieri 10 agosto). Il vice presidente ha detto la sua opinione riguardo agli arrivi del francese Geoffrey Kondogbia e del Montenegrino Jovetic: il primo, “È un giovane che può darci una grande mano. Ha un grande talento, è molto giovane, avrà bisogno di un po’ di tempo per ambientarsi al meglio” mentre l’ex City “Ci ha sempre messo in difficoltà. L’ho affrontato, in qualsiasi momento può inventarti la giocata decisiva. Ogni giocatore che è arrivato all’Inter ha le sue particolarità e ci sarà utile”.

Mario Balotelli vuole lasciare il Liverpool, pronto magari a tornare in Italia. Si sono fatte molte ipotesi dal Napoli alla Lazio passando per la Roma. Tutte ancora attive tranne una quella che prevede un clamoroso ricongiungimento con Roberto Mancini. Ne ha parlato Paolo Di Canio a TalkSport: “Roberto è stato il padre calcistico di Mario. Adesso però non lo vuole più all’Inter. Mourinho l’ha capito all’inizio. Adesso Balotelli ha venticinque anni e deve cambiare da solo. Non può puntare su persone che lo possano aiutare. I demoni sono nella sua testa. E’ ancora molto giovane e forte fisicamente, un’atleta incredibile. Non ha però mai utilizzato tutto il suo enorme potenziale”. Fu proprio l’Inter la prima a credere nel ragazzo andandolo a prendere nella primavera del Lumezzane quando aveva appena sedici anni. Dopo l’esordio e alcuni gol importanti e tre stagioni giocate ad alti livelli è volato in Inghilterra al Manchester City per tornare poi in Italia al Milan. In rossonero la sua avventura è durata solo un anno e mezzo per poi tornare in Inghilterra al Liverpool dove quest’anno ha collezionato in Premier League appena 16 presenze e 1 sola rete.

Marcelo Fereyra, agente di Fredy Guarin, ha parlato della situazione del centrocampista colombiano dell’Inter facendo riferimento ad alcune voci emerse sul suo futuro. Queste le dichiarazioni rilasciate a calciomercato.com: “L’unica offerta reale che abbiamo ricevuto è arrivata dall’Arabia (Al Ittihad, ndr). Ma abbiamo deciso di rifiutarla. Tutto il resto attorno a Guarin è assolutamente tranquillo, nessun altro ce lo ha chiesto”. L’ex giocatore del Porto sarebbe felice di rimanere in nerazzurro, ma il club è disposto a cederlo se arriva un’offerta economica importante. Finora, però, nessuna proposta di questo tipo è stata avanzata.

Il calciomercato dell’Inter potrebbe essere finalmente giunto ad una svolta con Shaqiri in procinto di passare allo Stoke City. Tuttavia, per il centrocampo si cerca ancora un regista che potrebbe però scalzare uno dei presenti in rosa. Secondo la Gazzetta, Marcelo Brozovic sarebbe stato rimproverato dal mister Mancini poichè il tecnico vorrebbe di più ed il suo procuratore, interpellato in esclusiva da Intelive.it, ci tiene a far sapere: “Non c’è niente da dire su questa faccenda perché non c’è nessun problema tra Brozovic e l’allenatore”. Ma l’Inter ha davvero bisogno di un altro regista come Felipe Melo? Magari si potrebbe puntare sul Croato, schierato contro l’Athletic Bilbao prima da regista e poi da semplice interno/mezzala. Il tempo stringe e gli esperimenti possibili sono pochi, ma la qualità ci sarebbe…

L’Inter sta cercando di sistemare ancora qualcosa in difesa e a centrocampo prima della fine del calciomercato estivo. Per il reparto centrale nel ruolo di regista si parla da tempo di Felipe Melo, il Brasiliano del Galatasaray che ha lanciato nelle scorse settimane grandi segnali ai Nerazzurri ma l’ex Juventus potrebbe non arrivare. In collegamento nel corso dello speciale mercato di Gazzetta Tv delle 14, Matteo Della Vite ha svelato: “L’impressione è che per Melo dovrebbe uscire qualcuno. Due nomi non a caso: Hernanes o Guarin”. Sarà quindi convinto Mancini a privarsi di uno dei suoi? Dopo aver respinto la corte per Medel, è probabile che a questo punto l’Inter si rinforzi di più in attacco con Perisic e magari con un terzino.

Stevan Jovetic è l’ultimo acquisto del calciomercato dell’Inter e, specialmente contro l’Athletic Bilbao, sembra aver già stupito molti addetti ai lavori che lo conoscevano comunque bene dai tempi della Fiorentina. Il giornalista Mario Sconcerti sul Corriere della Sera lo esalta, convinto della forza del giocatore: “Jovetic è stato un acquisto sottovalutato. In realtà, con Bacca, è il miglior attaccante arrivato dal mercato. Gli infortuni lo hanno reso fino a ora un mezzo grande giocatore, ma ha tanta classe, quanta negli ultimi trenta metri forse nessuno ha. Gli slavi, dal nord al sud, dalla Croazia alla Serbia, sono sempre buoni giocatori, raramente diventano ottimi. È come se si accontentassero un attimo prima. Jovetic è sul quell’orlo, anche a lui manca qualcosa, forse un po’ di cattiveria, forse gioca un po’ frenato dalla paura di farsi ancora male. Ma può essere uno dei pochi a fare quell’ultimo scalino”.

L’Inter sembra essere in procinto di risolvere la “grana” Shaqiri cedendolo allo Stoke City e sbloccando quindi il proprio calciomercato. Lo Svizzero, impegnato nelle ultime ore con le visite mediche per i biancorossi, lascia Milano dopo sei mesi opachi ma i motivi saranno stati solo di tipo tecnico-tattico? Riccardo Gentile, ospite a Sky Sport 24, propone un’ipotesi interessante: “Non giocava nemmeno al Bayern ma forse ci saranno stati problemi di carattere? Questo non lo so, non lo sappiamo ma può essere una ragione”. In effetti qualche voce non troppo seguita parlava di grandi nottate milanesi, e di una donna, per il classe ’91 che forse, e ripetiamo forse, avrebbero tradito la fiducia che Roberto Mancini aveva riposto nel ragazzo.

L’attacco è sicuramente il reparto più da rinforzare per l’Inter in questi ultimi venti giorni di calciomercato, almeno da un punto di vista numerico. I Nerazzurri, se punteranno sulla coppia Icardi-Jovetic e con l’avvicinarsi di Perisic grazie all’addio di Shaqiri, potrebbero cercare un vice per Maurito. A tal proposito, Fabrizio Romano per Sky Sport 24 allontana le ipotesi di vedere Rolando Bianchi in quel ruolo, proponendo piuttosto un ritorno di fiamma per Fabio Quagliarella. Il giornalista inoltre sottolinea i prestiti di Puscas e Longo per far entrare in squadra il giovane albanese Rey Manaj, preso dalla Cremonese proprio con l’obiettivo di farlo giocare, quindi “occhio a Manaj”!

Il calciomercato dell’Inter vive attualmente una situazione di stallo a causa delle cessioni che non si stanno concretizzando. Sull’argomento è intervenuto Fabrizio Romano in collegamento per Sky Sport 24, spiegando quanto la presenza di Shaqiri al Britannia Stadium per vedere Stoke City-Liverpool sia un segnale importante a meno che il giocatore non cambi idea. Su di lui ci sono infatti altri club inglesi come l’Everton ma tutto lascia intendere che possa accettare la destinazione biancorossa e, una volta partito, la società nerazzurra potrà dedicarsi nuovamente alla trattativa per Ivan Perisic del Wolfsburg. Il Croato, cercato sin dall’inizio della sessione estiva, potrebbe raggiungere l’Inter una volta che saranno disponibili un posto nei 25 e i soldi derivanti dalla cessione dello Svizzero.

L’Inter, specialmente dopo la partita col Bilbao, sembra davvero aver fatto un colpaccio aggiudicandosi Stevan Jovetic in questo calciomercato. Di lui ha parlato Luca Taidelli nel suo articolo sulla Gazzetta dello Sport di questa mattina. Il giornalista della Rosea analizza lo stato di salute del Montenegrino, migliore di quanto ci si poteva aspettare dopo che il City lo ha praticamente scaricato, ed indica in Roberto Mancini l’uomo ideale per gestirlo al meglio. Taidelli infatti sottolinea che Jovetic può essere schierato in varie zone del reparto offensivo, come già visto nelle ultime due uscite, dalla seconda punta al trequartista fino ad un possibile falso nove e individua in lui la vera scintilla in grado di far rialzare i Nerazzurri concludendo: “sa tanto di scommessa vinta”.

Una buona notizia di calciomercato per l’Inter. La presenza di ieri sugli spalti del Britannia Stadium di Xherdan Shaqiri ha stupito tutti. Il calciatore era a vedere la sfida tra Stoke City e Liverpool decisa dalla giocata dell’ex nerazzurro Philippe Coutinho negli ultimi minuti. Lo svizzero ha fatto parlare molto di sè, anche perchè ora sembra indirizzato proprio verso la Premier League. Ne ha parlato il manager del club Mark Hughes: “Nel calciomercato si sa che niente è scontato. La speranza di riuscire a chiduere questa operazione c’è. Pensiamo di fare altri acquisti, ma solo a titolo definitivo. Aspettiamo di vedere come andrà a finire visto che già siamo stati vicini a calciatori senza riuscirli a prendere. Certo il fatto che il ragazzo fosse a vedere la partita è di certo un segnale molto positivo“. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori