Calciomercato Inter/ News, smentito l’arrivo di Tare come direttore sportivo. Notizie 12 e 11 agosto 2015 (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Inter news, il club nerazzurro sembrava deciso a puntare su Ighli Tare della Lazio come nuovo direttore sportivo per volontà di Javier Zanetti, ma è arrivata la smentita.

ljajic_garcia
Foto Infophoto

Nelle scorse ore si è diffusa la notizie secondo la quale l’Inter nelle figure di Erick Thohir e Javier Zanetti sarebbe intenzionata ad assumere Ighli Tare della Lazio come nuovo direttore sportivo per la prossima stagione. Nello specifico l’argentino avrebbe dichiarato “Lo voglio a tutti i costi“. Ma il portale FcInterNews.it ha smentito categoricamente che il vicepresidente nerazzurro si sia espresso in questa maniera. Attualmente il ds del club di via Durini è Piero Ausilio, che ha la stima di tutta la società ed il cui operato finora è stato positivo.

La trattativa per arrivare a Felipe Melo del Galatasaray si è raffreddata tant’è che il calciatore si è anche mosso verso i tifosi turchi, pronto a rimanere in giallorosso. E’ così che iniziano a muoversi altre interessanti voci dall’Inghilterra. Secondo Il Corriere dello Sport nel Regno Unito sono convinti che i nerazzurri torneranno a trattare per prendere Lucas Leiva. Il centrocampista brasiliano non rientra più nei piani del Liverpool, pronto a lasciarlo partire. Certo è che comunque l’Inter deve prima lavorare per trovare sistemazione ai tantissimi esuberi che sono presenti in rosa. Il calciatore è un classe 1987, giocatore di grande esperienza che però ha avuto diversi problemi fisici nelle ultime stagioni, l’anno passato ha giocato appena 14 volte in Premier League anche per le scelte del tecnico dei Reds.

Potrebbe esserci una novità nello staff dirigenziale dell’Inter. Secondo quanto riportato da CittaCeleste.it pare che Erik Thohir e Javier Zanetti starebbero pensando per la prossima stagione a Igli Tare come nuovo direttore sportivo. Pare infatti che l’estate prossima Piero Ausilio potrebbe concludere la sua avventura a Milano. Piace del dirigente della Lazio il suo essersi sempre districato con grande equilibrio in una piazza complicata come quella romana. Al momento non ci sono delle proposte concrete anche se la voce riporta il fatto che a Tare sarebbe raddoppiato l’ingaggio oggi percepito nella capitale ed è poi ovvio che a Milano avrebbe la possibilità di lavorare con un budget di molto superiore a quello attuale.

Si complica la pista che porta a Felipe Melo del Galatasaray, ma l’Inter vuole chiudere un’operazione in entrata in mezzo al campo ed è per questo che valuta anche piste alternative. L’ultima novità arriva dal quotidiano portoghese A Bola che parla di un forte interesse per l’ex centrocampista del Milan ora al Benfica Bryan Cristante. Difficile però che il club lusitano decida di liberarsi del calciatore che è arrivato l’anno scorso proprio da Milano per una cifra intorno ai sei milioni di euro. C’è però anche da dire che quest’anno con la maglia del Benfica Cristante ha giocato davvero poco collezionando appena 129 minuti nella Liga portoghese e appena 139 in Champions League. Potrebbe quindi anche chiedere di essere ceduto qualora vedesse il forte interesse del club di Roberto Mancini.

Prosegue la caccia al rinforzo per l’attacco in casa Inter. Roberto Mancini vorrebbe avere un nuovo esterno entro il 31 agosto, quando chiuderà definitivamente il calciomercato estivo 2015, e la prima scelta è sempre Ivan Perisic del Wolfsburg. Non mancano però le alternative visto che la trattativa con i tedeschi non si sblocca. Continua a piacere, ad esempio, Diego Perotti del Genoa, che attende un segnale dalla Milano nerazzurra prima di apporre la propria firma sul rinnovo del contratto. Attenzione anche a Dries Mertens, nazionale belga di proprietà del Napoli che potrebbe essere scambiato con Juan Jesus. Infine, c’è Adem Ljajic, esterno di casa Roma, il cui sbarco ad Appiano Gentile potrebbe essere favorito dalla partenza di Andrea Ranocchia, destinazione Olimpico.

È alla ricerca di un nuovo allenatore dopo l’addio improvviso di Marcelo Bielsa. El Loco ha salutato tutti senza preavviso e di conseguenza la panchina dell’OM è attualmente senza un proprietario. Diversi i nomi accostati ai marsigliesi in queste ultime ore fra cui quello di Walter Mazzarri. L’allenatore italiano è attualmente senza sistemazione, ma ha un contratto da 3,3 milioni di euro netti annui fino al 2016 con l’Inter. Inutile sottolineare quanto corso Vittorio Emanuele spera che alla fine il tecnico toscano dica si alle avance francesi, di modo che si possa alleggerire il monte ingaggio di quasi 7 milioni di euro. Una cifra non indifferente tenendo conto che con quella somma si potrebbe aumentare l’offerta al Wolfsburg per comprare Ivan Perisic, prima scelta per rafforzare l’esterno d’attacco.

Il nome di Ivan Perisic è assolutamente al centro delle cronache di calciomercato di casa Inter. Il club nerazzurro, ceduto in via ufficiale Shaqiri, sbarcato allo Stoke City, si sta ora concentrando sull’arrivo dell’esterno d’attacco della nazionale croata di proprietà del Wolfsburg. L’operazione non è però semplice visto che l’offerta e la richiesta non coincide affatto: i tedeschi vogliono 20 milioni di euro, di cui 17 subito, mentre i nerazzurri propendono per un pagamento dilazionato, magari un prestito con obbligo di riscatto. Nelle prossime ore la trattativa potrebbe sbloccarsi con esito positivo, nel frattempo lo stesso Perisic ha regalato un indizio, divenendo da stamane un follower dell’account ufficiale dell’Inter su Instagram: chissà che non rappresenti il preambolo alla chiusura dell’operazione.

Attiva sul fronte calciomercato in uscita. Il club di corso Vittorio Emanuele sta cercando di piazzare i molteplici esuberi, a cominciare da Yuto Nagatomo. Il terzino sinistro della nazionale giapponese ha diversi estimatori, ed oltre ai turchi del Galatasaray, attenzione alle idee italiane targate Sampdoria e Genoa: attualmente sembrerebbero essere in pole position i blucerchiati. In uscita vi è anche il capitano Andrea Ranocchia, che ha molte offerte. In Inghilterra piace ad Arsenal e Liverpool, società che avrebbero effettuato dei sondaggi, ma attenzione alla Roma, che potrebbe offrire in cambio Adem Ljajic, giocatore che farebbe sicuramente comodo a Mancini, alla ricerca di un nuovo esterno d’attacco.

In casa Inter non si perde di vista Balde Diao Keita. Viste le enormi difficoltà riscontrate nello sbloccare la trattativa con il Wolfsburg per Ivan Perisic, il club di corso Vittorio Emanuele starebbe pensando all’esterno d’attacco spagnolo di proprietà della Lazio. Secondo quanto raccolto stamane dal quotidiano Il Tempo, il giovane iberico è il vero e proprio Piano B di Mancini, ma convincere Lotito a cedergli il giocatore non sarà impresa semplice. Si parla infatti di una richiesta da ben 30 milioni di euro, una cifra forse provocatoria, e l’Inter starebbe pensando di inserire Fredy Guarin nell’operazione, per abbassare l’esborso monetario. Il nazionale colombiano è valutato attorno ai 12/15 milioni di euro, e con l’aggiunta di un conguaglio la trattativa potrebbe andare in porto. Nella giornata di oggi l’agente di Keita incontrerà i vertici della Lazio per parlare della cessione del proprio assistito.

Il nome di Felipe Melo continua ad animare le cronache di calciomercato di casa Inter, ma l’operazione non si sblocca. Il Galatasaray sarebbe un po’ irritato per via dei tempi che si stanno dilatando, e stando alle indiscrezioni delle ultime ore riportate da FcInterNews.it, avrebbe dato un ultimatum al club di corso Vittorio Emanuele. L’Inter dovrà presentare un’offerta convincente entro e non oltre venerdì 14 agosto, altrimenti Felipe Melo verrà definitivamente tolto dal mercato nonostante la volontà dello stesso brasiliano sia quella di lasciare Istanbul. Nel contempo la società turca è pronta a rinnovare il contratto del sudamericano presentando una proposta di rinnovo con opzione per una seconda stagione, anche se a cifre più basse rispetto all’ingaggio percepito attualmente da Melo.

Non si sblocca la trattativa fra l’Inter e il Wolfsburg relativamente a Ivan Perisic. Nonostante il club nerazzurro abbia ufficializzato la cessione di Shaqiri allo Stoke City, fra i meneghini e i tedeschi vi è ancora un forte divario, come confermato ieri dal ds Klaus Allofs a Kicker. Il club teutonico vorrebbe 17 milioni di euro subito con l’aggiunta di tre di bonus, mentre l’Inter insiste per un pagamento dilazionato, magari con un prestito con obbligo di riscatto. Affinché l’operazione si sblocchi servirà quindi un intervento del patron Erick Thohir ed è per questo che, come scrive stamane La Gazzetta dello Sport, Roberto Mancini potrebbe aver contattato il tycoon indonesiano affinché a sua volta chiami il Wolfsburg per trovare un accordo. Lo jesino attende fiducioso convinto che il nazionale croato sia la scelta giusta per rafforzare la squadra.

I nerazzurri sono convinti di chiudere l’affare col Wolfsburg per Ivan Perisic in questa settimana. Quella che riporta Calciomercato.com, se poi confermata dai fatti, è un’indiscrezione che fa capire come a breve si potrebbe davvero realizzare l’affare con il club tedesco. Pare infatti che il club nerazzurro abbia già prenotato le visite mediche del calciatore croato per il 18 agosto, martedì prossimo, all’Istituto Clinico Humaintas di Rozzano. Al momento non ci sono conferme ufficiali sulla possibilità di chiudere l’affare, ma la sensazione comune è che la squadra nerazzurra possa prendere davvero questo calciatore tanto inseguito lungo la calda estate del 2015. Ivan Perisic è un esterno d’attacco alto, giocatore rapido e di grande intensità bravo a giocare palla al piede e a mettere l’attaccante centrale nello spazio. Sarebbe perfetto per completare un tridente offensivo formato da Stevan Jovetic e Mauro Icardi. Per questo l’Inter se riuscisse a prenderlo si ritroverebbe con un attacco davvero con pochi avversari paragonabili anche perchè a quel punto tra le riserve scalerebbe un certo Rodrigo Palacio, certo non un calciatore di poco conto.

Dopo aver ceduto ufficialmente Xherdan Shaqiri in molti hanno immaginato che l’Inter potesse chiudere in fretta per Ivan Perisic, ma il Wolfsburg non sembra intenzionato a voler accettare la proposta nerazzurra. Per questo motivo si aprono altre ipotesi per l’attacco di Roberto Mancini. Secondo quanto rivelato da Sky Sport tra i profili considerati da Piero Ausilio ci sarebbe anche quello di Adem Ljajic della Roma. Assieme a lui anche Diego Perotti del Genoa e Fabio Borini del Liverpool, ma è il serbo la vera novità. I giallorossi lo vogliono cedere e l’affare è fattibile.

Il calciomercato dell’Inter si può finalmente sbloccare: Xherdan Shaqiri è un giocatore dello Stoke City. A comunicarlo è la stessa società inglese sia sul profilo ufficiale su Twitter che sul sito attraverso i quali i Potters fanno sapere di aver concluso un accordo-record per il club di 12 milioni di sterline. Lo Svizzero vestirà la maglia numero 22 con un contratto quinquennale. Si aprono così le porte per un nuovo attaccante da regalare a Roberto Mancini e, secondo Fabrizio Romano per Sky Sport 24, Wolfsburg e Inter dovrebbero trovare un’intesa a proposito della formula per l’acquisto di Ivan Perisic: al momento, il prestito desiderato da Thohir sarebbe stato rifiutato.

Il calciomercato estivo ha portato due centrali che giocheranno da titolari nella difesa dell’Inter: Miranda e Murillo. Per questo motivo, non sembra più esserci spazio per il capitano nella scorsa stagione Andrea Ranocchia e l’azzurro starebbe ora valutando varie offerte. Secondo quanto riportato in esclusiva da Tuttomercatoweb.com, al numero 23 sarebbe interessata la Roma, a caccia di nuovi difensori viste le partenze di Romagnoli e quella probabile di Yanga Mbiwa in direzione Lione ma, nei prossimi giorni, potrebbero arrivare anche offerte dalla Premier League dove l’Inter ha già piazzato qualcuno come Shaqiri allo Stoke City.

L’Inter è a caccia di un altro attaccante da aggiungere all’organico in questo calciomercato ed in pole position c’è Ivan Perisic. Tuttavia, dalle parole del direttore sportivo del Wolfsburg riportate da Kicker, Klaus Allofs ha rivelato che non c’è intesa tra domanda e offerta ed addirittura ha affermato l’impossibilità della società di Thohir di permettersi il Croato. Probabilmente questa è una mossa strategica del dirigente tedesco che, se non sarà proprio un’asta, vorrà sicuramente ottenere una proposta più sostanziosa dai Nerazzurri visto che tutti sanno quanto al Wolfsburg non interessi cedere i propri giocatori, non essendoci soprattutto problemi economici.

Sono tanti i giocatori accostati all’Inter in questa fase finale del calciomercato estivo 2015. Il club nerazzurro è alla ricerca di un innesto di qualità per la fascia sinistra della difesa, e nel contempo vuole acquistare un nuovo esterno. Oltre alle idee note, attenzione ai nomi di Balde Diao Keita e Mimmo Criscito. L’interesse della società di corso Vittorio Emanuele è concreto ma se vorrà acquistarli entrambi Thohir dovrà spendere ben 45 milioni di euro. Il patron della Lazio, Claudio Lotito, vorrebbe infatti 30 milioni di euro per il proprio giocatore, mentre per il terzino sinistro ex Genoa la richiesta dello Zenit di San Pietroburgo è pari a 15 milioni. L’Inter sarebbe disposta ad offrire 16/18 milioni per il biancoceleste mentre la proposta già presentata ai russi per il calciatore italiano è pari ad un prestito oneroso da un milione di euro, con obbligo di riscatto da 5: siamo ben distanti dalle richieste.

Nelle prossime tre settimane Marco Andreolli farà quasi sicuramente le valigie, lasciando l’Inter per sempre. Il centrale di difesa dei nerazzurri avrebbe voluto giocarsi le sue chance ad Appiano Gentile, alla luce anche dello stop di Nemanja Vidic, che ne avrà fra i 3 e i 5 mesi. Peccato però che la dirigenza la pensi diversamente, e stando a quanto sottolineato stamane da Tuttosport, il rapporto fra le due parti in gioco si è decisamente ghiacciato. Sembra infatti che i vertici di corso Vittorio Emanuele abbiano comunicato al diretto interessato che non verrà incluso nella lista per il campionato, e di conseguenza diverrà a tutti gli effetti un fuori-rosa. Una freddezza a cui ha replicato in altrettanto modo lo stesso difensore ex Chievo, che a questo punto sarà obbligato a trovarsi una nuova sistemazione.

Torna a sorpresa d’attualità in casa Inter il nome di Lucas Leiva, centrocampista brasiliano di proprietà del Liverpool. Stando a quanto sottolineato in queste ore in Inghilterra, e precisamente dal tabloid Daily Mirror, il giocatore sudamericano starebbe per lasciare i Reds per sbarcare appunto nella Milano nerazzurra. Secondo il quotidiano britannico la trattativa fra i nerazzurri e gli inglesi è a buon punto, e fra le due società sarebbe già stato abbozzato un prestito. L’accelerata è arrivata nelle ultime ore dopo che Lucas Leiva ha discusso con il tecnico Brendan Rodgers in seguito all’esclusione contro lo Stoke City, gara d’esordio del Liverpool nella Premier League 2015-2016, vinta dai Rossi. Attualmente la squadra del Merseyside vede un centrocampo titolare formato da James Milan e Jordan Henderson, con Emre Can e Joe Allen prime riserve e preferiti a Leiva.

Sembrerebbe allontanarsi dall’Inter il giovane centrocampista del River Plate, Matias Kranevitter. Il fresco vincitore della Copa Libertadores è stato accostato nelle scorse settimane al club di corso Vittorio Emanuele, ma l’operazione sembra vicino allo stop. Come svelato dai colleghi di Calciomercato.com, pare infatti che lo stesso calciatore abbia mandato un messaggio ai vertici di corso Vittorio Emanuele, facendo loro sapere di non essere più disposto ad attendere. Di conseguenza lo stesso Kranevitter si è avvicinato all’Atletico Madrid, con il River Plate che ha già detto sì ad una proposta da circa 6/7 milioni di euro. Un vero e proprio rammarico per i nerazzurri, bloccati dalle mancate cessioni, e costretti a dire addio ad un potenziale campione.

Fra i giocatori che continuano ad animare le cronache di calciomercato di casa Inter, continua ad esservi Dries Mertens. L’esterno d’attacco della nazionale belga, di proprietà del Napoli, potrebbe lasciare Castelvolturno soprattutto se capisse che la prossima stagione non avrà il posto da titolare. Per fare il punto della situazione è in arrivo in Italia Soren Lerby, il procuratore dell’ex calciatore del PSV Eindhoven, e stando a quanto svelato dalla redazione de La Gazzetta dello Sport, non è da escludere che lo stesso possa incontrare la dirigenza dell’Inter. Il club di corso Vittorio Emanuele è infatti ancora alla ricerca di un nuovo esterno d’attacco, e se saltasse Perisic dovrà obbligatoriamente fiondarsi su altri giocatori. Per favorire l’operazione Mertens, i nerazzurri potrebbero girare al Napoli il cartellino di Juan Jesus, giocatore che piace molto a Sarri.

Sono tanti i nomi circolanti in casa Inter in queste ultime tre settimane che ci separano dalla chiusura del calciomercato estivo 2015. Il club di corso Vittorio Emanuele è alla ricerca di innesti per l’attacco, ed oltre al solito Ivan Perisic del Wolfsburg, la prima scelta, attenzione alle idee alternative. Secondo il Corriere dello Sport, i nerazzurri starebbero pensando ad Adem Ljajic, attaccante di proprietà della Roma che i capitolini si dicono disposti a cedere ma a fronte di un assegno superiore ai 12 milioni di euro. Il ragazzo ha molti estimatori soprattutto all’estero. Altro nome caldo è quello di Fabio Borini, centravanti del Liverpool ex dei giallorossi. Il giocatore italiano è ormai da un paio d’anni a questa parte accostato ai nerazzurri e per il club di corso Vittorio Emanuele rappresenterebbe senza dubbio un’interessante alternativa a Mauro Icardi: sulle tracce di Borini c’è anche la Fiorentina.

Il nome di Ivan Perisic continua ad animare le cronache di calciomercato di casa Inter. Nelle ultime ore l’operazione con il Wolfsburg ha subito un’accelerata, alla luce dell’ormai prossimo addio di Xherdan Shaqiri, che ieri ha sostenuto e superato le rituali visite mediche con lo Stoke City. L’esterno d’attacco della nazionale croata gradisce la meta nerazzurra, dove ritroverebbe i connazionali Kovacic e Brozovic, ma manca l’intesa fra le due società. L’offerta del club di corso Vittorio Emanuele è pari ad un prestito oneroso da 5 milioni di euro con obbligo di riscatto a 12 milioni, ma il Wolfsburg vorrebbe tutti i soldi subito. A questo punto toccherà al patron Erick Thohir sbloccare o meno la trattativa, accogliendo le richieste dei tedeschi, oppure, virando su altri obiettivi, che non mancano.

Da tempo l’obiettivo di calciomercato dell’Inter per rinforzare il reparto offensivo è Ivan Perisic del Wolfsburg. La trattativa di calciomercato  va avanti da tempo, ma finora non si è mai giunti ad un accordo definitivo anche perché i nerazzurri avevano la necessità di cedere prima Xherdan Shaqiri. Ora lo svizzero sta per passare allo Stoke City per circa 17 milioni di euro, ma nonostante ciò l’affare di calciomercato sull’asse Italia-Germania potrebbe non andare in posto. Gazzetta TV spiega che ci sono molti dettagli da limare tra le parti, soprattutto relativi alle modalità del pagamento dell’acquisto, e pertanto l’Inter intanto sta considerando delle alternative. I nomi in cima alla lista del direttore sportivo Piero Ausilio sono quelli di Diego Perotti (Genoa), Manolo Gabbiadini (Napoli) e Keita (Lazio). Si tratta di profili tutti graditi a Roberto Mancini, che comunque spera ancora di poter prendere il Perisic dal Wolfsburg.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori