LUCAS LEIVA/ Chi è il centrocampista brasiliano che piace al Milan: Quando il Liverpool lo strappò proprio ai rossoneri

- La Redazione

Lucas Leiva, chi è il centrocampista brasiliano che piace al Milan. Il club rossonero potrebbe innestare lo scacchiere con un nuovo centrocampista al giocatore del Liverpool

lucas_leiva
Lucas Leiva, centrocampista Liverpool (INFOPHOTO)

Lucas Leiva arriva al Liverpool nel 2007 dal Gremio per una cifra vicina ai nove milioni di euro. In patria si scomodano paragoni celebri, tra cui il più ripetuto è quello con Paulo Roberto Falcao, altro centrocampista brasiliano però di caratura superiore e protagonista nel secondo Scudetto della storia della Roma. Andando a ripescare nel passato si fa presto a vedere che il calciatore arrivò in Inghilterra per un colpo intelligente dei Reds che lo strapparono a diverse squadre italiane. Quella ad averlo in cima alla lista dei desideri era proprio il Milan all’epoca allenato da Carlo Ancelotti.

È un calciatore classe 1987 nato a Dourados in Brasile. Cresciuto nelle giovanili del Gremio dove ha esordito nel calcio professionistico con 38 presenze e 4 reti all’attivo. Dopo di che si è trasferito al Liverpool dove gioca dal 2007 riuscendo a collezionare 268 gettoni conditi da 6 gol. Con i Reds è riuscito a conquistare una Coppa di Lega inglese nella stagione 2011/12. Giocatore di grande qualità in mezzo al campo che ha doti sia in fase di impostazioni e anche in quella di interdizione. Il calciatore ha ottenuto tante soddisfazioni anche con la maglia della nazionale verdeoro. Partito nell’Under 20, dove ha collezionato 9 presenze e segnato 4 gol, ha giocato dal 2007 con la nazionale maggiore racccogliendo 24 gettoni. Ha conquistato con l’Under 20 un campionato sudamericano in Paraguay con la gioia dell’oro e un bronzo a Pechino nel 2008 con la nazionale olimpica.

, è il nuovo nome per il mercato del Milan che in queste ultime ore sembra stia tentando di avvicinare il centrocampista brasiliano in forza al Liverpool dal 2007 e che non rientra nei piani dei Reds. I rossoneri sono alla ricerca di un nome affidabile e dal sicuro utilizzo per il proprio centrocampo che ancora dimostra qualche falla, specie nell’azione propositiva e nella fluidità del gioco. Se davvero dovesse arrivare alla corte di Sinisa Mihajlovic, Lucas Leiva potrebbe essere impiegato in un centrocampo a 3 o come perno davanti alla difesa, con Poli e Bertolacci sui lati, oppure come mezzala assieme a Montolivo con De Jong che riprenderebbe il centro del comando in mezzo come frangiflutti. Non è un regista purissimo, ma la tecnica e il lancio ci sono, abbinate specie a dinamismo e velocità, qualità che ad esempio mancano al capitano Montolivo. Per questo motivo Lucas potrebbe assisterlo nell’azione di rifornimento alle punte o meglio di impostare il gioco ricevendo palla da Romagnoli e Mexes dietro, evitando il lancio lungo che troppo spesso dopo gli addii di Pirlo e Van Bommel hanno contraddistinto il gioco rossonero. De Jong poi potrebbe giovare dell’arrivo del brasiliano, permettendogli di correre molto meno e di essere più lucido sia negli appoggi che nelle coperture. Infine Lucas, come spesso faceva al Liverpool, potrebbe agire come uno dei due mediani davanti alla difesa, in questo caso con Nigel, dietro a 3 fantasisti che potrebbero essere Bonaventura, Bertolacci e Cerci. Dunque tanti possibili combinazione per un giocatore che potrebbe rivelarsi davvero molto utile nel progetto di rinascita del Milan di Sinisa.

Il centrocampista del Liverpool, Lucas Leiva, potrebbe lasciare l’Inghilterra per sbarcare in Italia, sponda Milan. I rossoneri sono infatti alla ricerca di un innesto di qualità per il centrocampo e starebbero pensando proprio al giocatore di proprietà dei Reds. Qualora il 28enne brasiliano mettesse piede a Milanello, a quel punto è molto probabile che lo stesso vada ad occupare la cabina di regia nel vertice basso del rombo di centrocampo, ruolo naturale dello stesso calciatore cresciuto nel Gremio. Di conseguenza, potrebbe accomodarsi in panchina Nigel De Jong, mediano roccioso tutto polmoni e grinta ma poco adatto per costruire gioco. I due potrebbero coesistere solo ed eventualmente in un 4-2-3-1, entrambi schierati sulla linea dei mediani, ma attualmente tale modulo non è ipotizzato dal tecnico Mihajlovic.

C’è un nome nuovo nelle cronache di calciomercato di casa Milan: stiamo parlando precisamente di Lucas Leiva, centrocampista brasiliano che gioca in Inghilterra, fra le fila del Liverpool. Il club rossonero necessità di un calciatore di qualità da inserire in mezzo al campo e potrebbe decidere di puntare proprio sul 28enne che gioca fra le fila dei Reds, operazione tutt’altro che esosa dal punto di vista economico. Se il matrimonio fra i meneghini e il sudamericano si concretizzasse, sarebbe sicuramente un fatto positivo per il diretto interessato, che ormai da diversi anni viene accostato con regolarità, ad agosto e a gennaio, ai top club del Bel Paese. Ci hanno provato tutte, dal Napoli all’Inter, passando per la Juventus e la Roma: alla fine la spunterà il Milan?

E Milan, non è la prima volta che se ne parla e nelle prossime ore ne sapremo di più: intanto, non è un segreto che la squadra di Sinisa Mihajlovic stia cercando un centrocampista affidabile e che possa far dare al centrocampo rossonero quella vivacità e tecnica necessarie per fare il salto di qualità decisivo. Ebbene, il brasiliano in forza al Liverpool dal 2007 sembra essere molto vicino a vestire la maglia rossonera dopo aver capito di essere un po’ fuori dalle gerarchie di Brendan Rogers nei Reds. Per chi non lo conosce, questo giocatore classe 1987, nome completo Lucas Leiva Pezzini, è stato per anni la grane promessa del centrocampo brasiliano ed è arrivato a Liverpool giovanissimo e fin da subito ha dimostrato le sue qualità formando con Xabi Alonso e poi soprattuto Steven Gerrard un centrocampo coi fiocchi. Molta corsa e dinamismo che permette agli altri mediani di tirare il fiato durante la partita e nello stesso tempo ottimo tempo di verticalizzazione sia verso le fasce che in verticale verso le punte. Torres prima e negli ultimi anni Suarez devono ringraziare Lucas Leiva per i molti assist e giocate preziose; ecco, il difeto più grosso è la zona gol che per il brasiliano è piuttosto arida da tutta la carriera. Meglio passatore che come finalizzatore, Lucas Leiva potrebbe essere un opzione importante per il centrocampo con lavori ancora in corso per Mihajlovic.

Il Milan potrebbe assicurarsi un nuovo centrocampista da qui fino alla fine del calciomercato estivo 2015, e attenzione alle novità delle ultime ore. Come sottolinea stamane La Gazzetta dello Sport, è dato in arrivo in Italia Kia Joorabchian, noto procuratore anglo-iraniano, e lo stesso potrebbe incontrare l’amico Galliani per parlare del futuro di uno dei suoi assistiti, Lucas Leiva. Il 28enne centrocampista brasiliano del Liverpool è dato in uscita seconda la stampa britannica, deluso per l’esclusione in occasione del match contro lo Stoke City dello scorso weekend, esordio in campionato dei Reds. Lucas Leiva è ormai da anni accostato alle big italiane e non è da escludere che il Milan possa tentare l’operazione se le cifre dovessero rivelarsi contenute. Il classe 1987, cresciuto in patria fra le fila del Gremio, dopo le trafile giovanili e l’esordio in prima squadra nella stagione 2005-2006, ha lasciato la società di Porto Alegre dopo appena due stagioni in cui ha segnato 4 reti in 38 presenze. Nell’estate del 2007, all’età di 20 anni, lascia la terra verdeoro per iniziare l’avventura nel Vecchio Continente, fra le fila del Liverpool, su precisa indicazione dell’allora tecnico Rafa Benitez. Con i Reds realizza una sola rete in Premier League, il 3 maggio del 2009 contro il Newcastle. Lucas Leiva fa parte del giro della nazionale brasiliana, in cui ha esordito nelle giovanili nel 2007 vincendo l’Oro nel Sub-20 dello stesso anno, e poi la medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Pechino nel 2008. E’ stato inserito come riserva nei 30 pre-convocati per il Mondiale del 2014, ma non risultando però nella lista finale dei 23.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori