Calciomercato Milan / News, Raiola conferma Ibra al Psg: verità o strategia? Notizie 14 e 13 agosto 2015 (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Milan news, Zlatan Ibrahimovic’ continua a essere un sogno per i rossoneri. Il calciatore piace molto al Milan, ma Mino Raiola ribadisce che rimarrà al Psg. Verità o strategia?

galliani_cravatta
Adriano Galliani (infophoto)

Continua la telenovela legata a Zlatan Ibrahimovic’. Il campione svedese è stato bloccato da Mino Raiola suo procuratore, questi ha parlato come riportato sottolineando che in questa sessione di mercato il calciatore non lascerà Parigi perchè è un giocatore considerato davvero importante dal club transalpino. Per alcuni queste parole sono state una doccia gelata, ma per altri nasconodno qualcosa. Potrebbe essere una strategia del procuratore proprio per evitare che la dirigenza si possa irritare per le continue voci di una sua partenza. Nell’incontro con Al Khelaifi Ibra potrebbe ribadire ancora una volta la sua voglia di tornare al Milan in Italia dove è diventato Ibrahimovic’ e dove avrebbe il sogno di far tornare grande quel club con il quale si è trovato davvero bene. La convinzione è che le vicende legate a Zlatan Ibrahimovic’ si attenueranno solo nel giorno in cui chiuderà ufficialmente il mercato. Vedremo quel giorno che maglia porterà il calciatore svedese sulle spalle.

Gabriel Paletta lascerà il Milan, questo perchè il difensore centrale vuole giocare e non rimarrà, come ricordato dal suo agente, dopo l’arrivo di Alessio Romagnoli. La squadra che più delle altre è sul calciatore è l’Atalanta, lo confermano anche le belle parole del suo procuratore nei confronti della squadra nerazzurra. Secondo quanto riportato da MilanNews.it pare che oggi ci saranno nuovi contatti tra il club rossonero e gli orobici, pronti magari a trovare un accordo per chiudere l’affare. Attenzione sul calciatore ci sono anche diversi club esteri e anche il Bologna di Delio Rossi alla ricerca di un centrale di grande spessore.

I rossoneri hanno deciso, Simone Verdi verrà ceduto in prestito perchè restando a Milano rischierebbe di non trovare praticamente mai spazio. L’esterno d’attacco classe 1992 era rientrato al Milan dopo l’esperienza positiva con l’Empoli. Secondo quanto raccontato da TuttoMercatoWeb.com pare che ci sia un accordo con l’Eibar, club che milita nella Liga spagnola. Il club prenderebbe il ragazzo a titolo temporaneo ma con opzione. Simone Verdi così avrà modo di mettersi in mostra per meritarsi con le sue qualità la richiamata da parte del club di Silvio Berlusconi.

E’ tutt’altro che chiuso il calciomercato estivo 2015 di casa Milan. Il club rossonero, se verranno mantenute le “promesse” di inizio estate, ha a disposizione circa 120 milioni di euro di budget per le operazioni, e tenendo conto che fino ad oggi sono stati investiti 83 milioni, il calcolo è semplice: Galliani ha ancora 38 milioni da investire. La domanda sorge spontanea: a chi verranno destinati? Svariate le ipotesi, a cominciare da quella più gettonata che vuole l’arrivo di un centrocampista di livello assoluto, leggasi Witsel. Non è da escludere poi che l’ad rossonero dedichi i 40 milioni di cui sopra per un doppio arrivo da 20 milioni, magari un giocatore in mezzo e un altro difensore centrale, quest’ultimo, obiettivo che farebbe sicuramente comodo. Attenzione poi a Ibrahimovic, che fra ingaggio e cartellino dovrebbe costare proprio attorno ai 40 milioni. Non ci resta che attendere i famosi “giorni del condor”, quando Galliani sfodererà tutte le sue abilità.

Da qui al prossimo 31 agosto, giorno in cui chiuderà il calciomercato estivo 2015, il Milan potrebbe sfoltire la rosa soprattutto in attacco. Sono infatti ben 7 i calciatori che hanno le valigie in mano, a cominciare da Honda, che starebbe pensando di lasciare Milanello viste le poche garanzie nell’11 titolare. Situazione simile per Menez, Suso e Cerci, altri tre attaccanti che potrebbero fare molta panchina fra poche settimane. Vi sono infine i casi riguardanti Petagna, Verdi e Matri, rientrati a Milanello dopo un’esperienza in prestito, ma che la società vorrebbe cedere nuovamente. Per il primo è in forte pressing l’Ascoli, mentre l’ex Verdi piace ad alcune società spagnole, in particolare l’Eibar. L’ex Juventus, infine, non è per ora accostato a nessuna società ma nei giorni prossimi qualcosa potrebbe verificarsi.

Il nuovo Milan 2015-2016 si coccola i vari acquisti estivi, leggasi Bacca, Luiz Adriano e via discorrendo, ma nel contempo scopre anche le sorprese possibili della prossima stagione. Si comincia con Donnarumma, estremo difensore classe 1999 che viene da un ottimo Trofeo Tim, e che per il prossimo campionato svolgerà il ruolo di terzo portiere. In pre-campionato ha fatto bene anche Davide Calabria, terzino rossonero classe 1996, “nuovo acquisto” proveniente dalla Primavera. Infine, fra gli interessanti “ragazzotti” (per dirla alla Allegri), alla corte di Sinisa Mihajlovic vi è senza dubbio anche Rodrigo Ely, difensore centrale che è rientrato a Milanello dopo aver girovagato fra Avellino, Varese e Reggina, e che formerà insieme a Romagnoli una coppia difensiva senza dubbio di qualità e soprattutto di talento.

Punta a sfoltire la rosa nelle prossime due settimane circa che ci separano dalla chiusura di questo calciomercato estivo 2015. Fra i giocatori che dovrebbero fare le valigie e lasciare per sempre Milanello vi è Alex, difensore centrale brasiliano, sbarcato nella Milano rossonera un anno fa, a costo zero dal Paris Saint Germain. Il verdeoro viene da una stagione in chiaro/scuro, compromessa dai molti infortuni, e il Milan vorrebbe cederlo alla luce anche del recente sbarco di Romagnoli. Non mancano le offerte, a cominciare dai brasiliani del Santos. e dai turchi del Besiktas. Alla finestra, poi, i tedeschi del Borussia Monchengladbach, e infine i greci dell’Olympiakos. Nei prossimi giorni sarà a Milano Kia Joorabchian, agente proprio di Alex, che farà il punto con Galliani sul futuro del proprio assistito.

Vuole chiudere il calciomercato estivo 2015 alla grande, innestando il centrocampo con un elemento di qualità. Al di là dei sondaggi effettuati in queste ore per Soriano della Sampdoria, il club rossonero non perde di vista Axel Witsel, vero sogno per rinforzare il reparto di mezzo. L’operazione per il nazionale bega è però tutta in salita visto che, nonostante le notizie degli ultimi giorni, lo Zenit di San Pietroburgo non sembra affatto intenzionato a fare sconti rispetto ai 30/35 milioni di euro richiesti, e soprattutto, non apre al pagamento dilazionato. Il Milan rimane alla finestra, visto che lo stesso ex Benfica avrebbe già detto sì alle avance rossonere, ma non sarà affatto semplice trovare l’intesa fra le due società.

Fra i protagonisti principali del Trofeo Tim 2015, giocatosi pochi giorni fa a Reggio Emilia, vi è senza dubbio Antonio Nocerino. Il centrocampista del Milan ha permesso ai suoi di pareggiare il vantaggio del Sassuolo firmato Duncan, e poi ha segnato il rigore nella roulette finale che ha permesso ai rossoneri di vincere il trofeo in questione. Una rete spettacolare quella dell’ex calciatore del Parma, ma festeggiata con rabbia e una serie di parole proferite dal diretto interessato alla platea. Nocerino ha voluto forse esternare quanto si è tenuto dentro in queste ultime settimane, da quando cioè è tornato a Milanello, e da quando sono iniziate le facile ironie degli addetti ai lavori e dei tifosi nei suoi confronti, che lo hanno bollato subito come giocatore da cedere senza neanche pensarci. Nocerino si è invece messo a lavorare a testa bassa, ed ha convinto Sinisa Mihajlovic a concedergli una chance: e se poi dovesse tornare Ibrahimovic

Il Milan vuole completare lo scacchiere 2015-2016 con un nuovo innesto a centrocampo: è questo l’ultimo obiettivo dei rossoneri per il calciomercato estivo che volge alla conclusione. Il nome caldo di queste ore è quello di Roberto Soriano, centrocampista della Sampdoria nel giro della nazionale italiana. Il 24enne viene da una buona stagione in Liguria sotto la guida di Sinisa Mihajlovic, e proprio il tecnico serbo starebbe spingendo per averlo con se a Milanello. Come scrive stamane La Gazzetta dello Sport, Galliani ha effettuato un sondaggio con Ferrero, patron della Samp e la richiesta dei liguri è di 10 milioni di euro, come scritto nella clausola rescissoria. La squadra di Genova vuole però che la proposta concreta, se mai arriverà, giunga a Bogliasco non oltre la prossima settimana. Su Soriano anche Juventus e Napoli.

Gabriel Paletta lascerà il Milan, questo è sicuro. Il suo procuratore l’aveva già detto a chiare lettere che se fosse arrivato Alessio Romagnoli si sarebbe decisa la partenza. Questo perchè Paletta non vuole perdere il treno per l’Europeo con la maglia azzurra, dopo aver partecipato al Mondiale in Brasile del 2014 e per farlo deve giocare. Ne ha parlato Martin Guastadisegno ai microfoni di BergamoNews.it: “Non ha mai rifiutato l’Atalanta, non si permetterebbe mai di farlo. Ha grande rispetto per quella che considera una delle squadre più serie e importanti d’Italia. Nelle ultime settimane sono arrivate molte offerte per lui, anche da parte di squadre che giocano le coppe europee. Nessuna decisione è stata presa. Per ora il calciatore è un tesserato del Milan e si sta allenando con serietà. Non abbiamo fretta. Con Giovanni Sartori direttore sportivo dell’Atalanta ci siamo sentiti quattro volte e l’abbiamo anche incontrato, è una persona splendida e abbiamo un’ottima sensazione. Gabriel ha parlato anche con Reja. Ci fa molto piacere il loro attestato di stima. L’Atalanta è una pista molto gradita”.

Il Milan ha ancora alcuni esuberi da piazzare, tra questi figura anche Jherson Vergara. Secondo quanto rivelato dalla redazione di Tuttomercatoweb, però, il suo trasferimento è molto vicino. Il club di via Aldo Rossi avrebbe trovato un accordo con il Como per il passaggio del colombiano con la formula del prestito alla corte di mister Carlo Sabatini. La squadra lariana viene da una promozione in Serie B conquistata tramite i playoff e vuole puntare su un mix di gioventù ed esperienza per conquistarsi la promozione e magari risultare la sorpresa del campionato. Vergara nella passata stagione ha giocato nella divisione cadetta indossando la maglia dell’Avellino, quindi un po’ di esperienza l’ha maturata e adesso può fare un ulteriore salto di qualità a Como.

Tra i calciatori che erano dati per sicuri partenti c’era Antonio Nocerino, centrocampista che il Milan da diciotto mesi gira in prestito. Calciatore rapido e intelligente però ha stupito tutti al Trofeo Tim, segnando il gol della vittoria e dimostrando di avere ancora molta voglia di dimostrare le sue qualità. Il calciatore allora sembra pronto a rimanere e Sinisa Mihajlovic, come riporta MilanNews.it, pare che abbia cambiato idea sul calciatore pronto a utilizzarlo quando avrà bisogno di grinta e dinamismo in mezzo al campo. Ora Nocerino si propone e a sorpresa dopo Philippe Mexes potrebbe anche lui guadagnarsi una nuova maglia per un nuovo inizio in rossonero.

Il Milan sogna Zlatan Ibrahimovic’, attaccante del Paris Saint German che in rossonero ha vissuto un biennio davvero pieno di soddisfazioni. La punta ha spesso strizzato l’occhio al club meneghino anche per via di un contratto in scadenza a giugno del 2016. Secondo quanto riporta Le Parisien però pare che il giocatore continuerà a segnare per il club francese, pronto a rimanere fino alla fine naturale del suo contratto con il Psg. Per il Milan Ibra rappresenta comunque una fantasia, anche perchè al momento con gli arrivi di Luiz Adriano e Carlos Bacca il reparto offensivo pare completo anche se visto l’infortunio di M’Baye Niang si potrebbe decidere di portare a termine una trattativa magari di minore importanza.

Rimane viva la pista che potrebbe portare a Milano sponda rossonera il centrocampista belga Axel Witsel. Secondo quanto riporta Il Giornale infatti la trattativa potrebbe prendere a breve il volo. Ricordiamo che quella dello Zenit Sanpietroburgo è una bottega cara che prima di cedere un calciatore importante tende sempre a puntare verso l’alto le trattative. Il calciatore darebbe il peso importante che si cerca in mezzo al campo dove servirebbe un calciatore tecnico e di grande spessore, con intelligenza e in grado di gestire i tempi di gioco.

Il Milan è alla ricerca di un calciatore tecnico che in mezzo al campo possa dare qualità e portare palla. Per questo è stato fatto un nuovo nome, quello del brasiliano del Liverpool Lucas Leiva. Secondo quanto riporta SportMediaset pare che l’agente del calciatore sarà domani nel nostro paese e potrebbe incontrare Adriano Galliani per cercare di capire se c’è questa possibilità per il futuro. Milan Channel però ha smentito che ci sia questo interesse, concludendo che l’affare non dovrebbe arrivare. Attenzione però perchè il nome rimane quindi ancora caldo per il mercato italiano, il calciatore negli anni scorsi era stato vicino anche al Napoli e all’Inter.

Il Milan cercherà di sfruttare i prossimi 18 giorni, quelli che ci separano dalla chiusura ufficiale del calciomercato estivo 2015, per portare a termine ancora un paio di colpi. Oltre al sogno Zlatan Ibrahimovic, il club meneghino potrebbe acquistare anche un centrocampista e attenzione ai soliti nomi circolanti, leggasi in particolare Witsel e Soriano. Non è da escludere però che alla fine via Aldo Rossi possa guardare ad Appiano Gentile, dove giocare Fredy Guarin. Il centrocampista colombiano non è certo della sua permanenza e in caso di offerta ad hoc superiore ai 12 milioni di euro, lo stesso potrebbe fare le valigie. Il Milan potrebbe stuzzicare i cugini interisti offrendo in cambio il cartellino di Alessio Cerci, esterno d’attacco di proprietà dell’Atletico Madrid, in prestito a Milanello: i nerazzurri vogliono un esterno, e viste le difficoltà nell’arrivare a Ivan Perisic potrebbero decidere di virare sul calciatore di Velletri, pupillo di Roberto Mancini.

Che sta nascendo durante il calciomercato estivo 2015, ormai vicino alla sua fase conclusiva, è una squadra senza dubbio di qualità. Dopo anni di magra la società di via Aldo Rossi è tornata a spendere, investendo fino ad oggi più di 80 milioni di euro. Nei prossimi giorni potrebbe arrivare anche un centrocampista e magari Zlatan Ibrahimovic, quest’ultimo, ciliegina sulla torta del mercato. Un Milan di livello e non soltanto nei titolari, ma anche nei panchinari. Basti pensare che Mihajlovic, oltre agli 11 in campo, potrà contare su giocatori del calibro di Antonelli, Zapata e Alex in difesa, Montolivo e Poli a centrocampo (a cui potrebbe aggiungersi anche De Jong), e infine Cerci, Menez, Honda, Suso e Matri in attacco se Ibra dovesse realmente rimettere piede a Milanello: i tifosi rossoneri iniziano a intravedere la luce in fondo al tunnel.

Fra i calciatori che lasceranno il Milan entro la fine del calciomercato estivo 2015, il prossimo 31 agosto, vi è Gabriel Paletta. Il difensore centrale rossonero è chiuso dal recente sbarco di Alessio Romagnoli dalla Roma e si sta guardando attorno in cerca di una nuova sistemazione. Non mancano le proposte, a cominciare dall’Atalanta, attualmente la squadra in pole position per assicurarsi l’ex difensore della nazionale italiana. Nelle scorse ore, come sottolinea stamattina il Corriere di Bergamo, ci sono stati dei nuovi contatti fra le due società, anche se il giocatore non sembrerebbe così convinto dello sbarco all’Atleti Azzurri d’Italia. Ecco perché resiste la candidatura del Bologna, altra squadra che è alla ricerca di un innesto per la difesa. Infine, attenzione alla novità Chievo, altro club che di recente ha chiesto informazioni per avere l’oriundo. A parità di offerta toccherà allo stesso Paletta propendere per i rossoblu, i clivensi o i nerazzurri.

C’è sempre il nome di Zlatan Ibrahimovic in cima alla lista dei desideri di casa Milan. In attesa di capire se sbarcherà o meno a Milanello un nuovo centrocampista, in via Aldo Rossi non si perde di vista la stella del Paris Saint Germain. Passano i giorni e cresce la fiducia negli ambienti rossoneri, come sottolinea anche il Corriere dello Sport. Pare infatti che un grande alleato del Milan sia la moglie dell’asso svedese, che vorrebbe fortemente tornare a Milanello per vivere a Milano, capitale mondiale della moda. Ibrahimovic potrebbe quindi farsi fortemente convincere dalla propria consorte, e nel contempo anche dal ricco contratto messo sul piatto dall’amministratore delegato rossonero, un triennale da 6 milioni di euro netti annui o eventualmente un biennale da 9 milioni netti.

Segnali positivi in casa Milan dopo il Trofeo Tim. Pur trattandosi di un triangolare estivo, il club rossonero ha mostrato una buona condizione atletica e fisica, superando sia l’Inter quanto il Sassuolo, e vincendo appunto il torneo in questione. Fra le note più positive vi è senza dubbio Carlos Bacca, attaccante della nazionale colombiana. Ottima la prova dell’ex centravanti del Siviglia soprattutto in occasione del derby contro l’Inter, quando ha segnato il gol decisivo del due a uno, ed ha dato vita ad una prestazione interessante, spina nel fianco della retroguardia interista per tutti i 45 minuti del match. E’ ancora presto per dare un giudizio definitivo, anche perché Mihajlovic ha parlato di un Carlos Bacca al 50/60%, ma fino ad ora le risposte del bomber dei Cafeteros sono senza dubbio interessanti: al Milan manca da tempo un centravanti di razza come lui…

Buona prestazione del Milan nel Trofeo Tim 2015. Il club rossonero ha prima battuto per due reti a uno l’Inter, e poi superato il Sassuolo ai calci di rigore, vincendo così il classico triangolare di mezza estate. Soddisfatto Sinisa Mihajlovic, che a fine gara si è concesso ai microfoni di Milan Channel e Mediaset, soffermandosi anche sui nuovi arrivati: «I due attaccanti Luiz Adriano e Carlos Bacca devono migliorare di condizione, non sono ancora al cento per cento, quindi non sono giudicabili, ma stanno mostrando la loro qualità». Esordio in campo per il talento Romagnoli, recentemente acquistato dal Milan per 25 milioni di euro: «Romagnoli deve affiatarsi con gli altri, è un giocatore importante, siamo contenti di averlo portato a casa, ringrazio il presidente Berlusconi e la società di avermi accontentato anche in questo. Romagnoli può diventare come Nesta, ma deve ancora lavorare tanto e migliorare, sono convinto che potrà fare bene». Infine un breve accenno al mercato, che Mihajlovic liquida così: «La società sa quello che serve, se dovesse servire…».

Il nome di Zlatan Ibrahimovic è sempre il protagonista delle cronache di calciomercato di casa Milan. Il bomber della nazionale svedese di proprietà del Paris Saint Germain è nei pensieri di Adriano Galliani e più ci si avvicina al 31 agosto e più si potrebbero verificare delle novità. Come scrive stamane La Gazzetta dello Sport, da oggi in avanti ogni giorno è buono per un confronto fra lo stesso Ibra e Nasser Al Khelaifi, il patron del PSG; i due discuteranno del futuro e se le indiscrezioni verranno confermate, all’ex Milan non verrà offerto il rinnovo del contratto e di conseguenza il bomber potrebbe fare le valigie per rientrare a Milanello. Ieri Galliani è uscito nuovamente allo scoperto, sottolineando il fatto che il giocatore non sia in vendita, ma in caso di sua partenza il Milan c’è: non ci resta che attendere le prossime novità.

La permanenza di Suso al Milan è tutt’altro che certa in questi ultimi scorci di calciomercato. Sinisa Mihajlovic non lo considera un titolare, seppur gli abbia concesso abbastanza spazio nel precampionato, e con il possibile arrivo di Zlatan Ibrahimovic in attacco la cessione diventerebbe un’ipotesi di calciomercato decisamente percorribile. In questi ultimi giorni si è parlato di un interesse del Genoa nei suoi confronti, ma lo spagnolo preferirebbe tornare nella Liga se proprio dovesse lasciare Milano. Si è già fatto avanti il Malaga, ma secondo quanto rivelato dal quotidiano Marca adesso è il Villarreal ad essere piombato sull’ex talento del Liverpool. Si tratta di una piazza sicuramente gradita a Suso, che lì avrebbe la chance di giocare ed essere protagonista. Bisognerà poi vedere se il Milan sarà disponibile a cedere il giocatore solo in prestito oppure se sarà disposto ad accettare un trasferimento a titolo definitivo di fronte ad una buona offerta economica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori