Calciomercato Napoli/ News, Corbo: serve un viceHamsik e un terzino sinistro. Notizie 9 e 8 agosto 2015 (analisi e commenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Napoli news, gli azzurri stanno crescendo a livello fisico e stupisce la personalità del difensore centrale Vlad Chiriches. Ne ha parlato il giornalista Umberto Chiariello.

gabrielsilva_hamsik
Marek Hamsik (infophoto)

Se gli obiettivi del calciomercato del Napoli si concentrano ora su un laterale basso ed un centrale difensivo, c’è chi come Antonio Corbo ritiene necessario acquistare una valida alternativa a Marek Hamsik. Da Repubblica.it, il giornalista infatti spiega: “ritengo urgenti due acquisti 1 – Una alternativa ad Hamsik. Un mediano di piede sinistro (David Lopez è stato bravo anche in Portogallo spingendo più avanti il pressing ma è destro) per realizzare una formidabile simmetria con Allan. 2 – Un difensore sinistro,perché Hysaj stanco e impreciso mi sembra molto più forte a destra”. Vedremo se la dirigenza azzurra sarà effettivamente della stessa opinione.

Un po’ in ombra nel periodo della gestione Benitez, il Napoli potrebbe contare anche su un ritrovato Hamsik come acquisto di calciomercato in vista della prossima stagione. In campo ieri sera contro il Porto, lo slovacco ex Brescia ha commentato la partita in terra portoghese dal suo sito ufficiale, convinto di poter migliorare la condizione per l’inizio del campionato: “Abbiamo giocato una buona partita. E’ stato un buon test contro un avversario che farà parte della prossima Champions League. Abbiamo cambiato sistema di gioco, ci sono nuove posizioni e nuovi compagni di squadra, miglioreremo lentamente insieme per l’inizio del campionato tra due settimane”.

Secondo il giudizio di molti addetti ai lavori, il vero colpo del calciomercato del Napoli può essere individuato nel nuovo tecnico Maurizio Sarri. Proprio il tecnico dei Partenopei ha parlato nel post partita dell’amichevole giocata e pareggiata ieri sera contro il Porto. Il sito ufficiale del club azzurro riporta: “Sono soddisfatto del gioco e della prestazione. Abbiamo giocato contro un avversario di ottimo livello disputando una buona gara. In qualche circostanza abbiamo sofferto ma ci sta considerando il valore del Porto. Abbiamo anche avuto delle occasioni per vincere soprattutto nella ripresa e anche per questo sono soddisfatto della prova dei ragazzi”.

Ieri sera il Napoli, grazie al pareggio per 0 a 0 contro il Porto, ha potuto trarre buone indicazioni dagli arrivi del suo calciomercato. Tanti gli elogi da parte degli addetti ai lavori soprattutto riguardo alla compatezza difensiva dopo la prova non convincente di Nizza. La coppia Albiol-Chiriches non ha infatti concesso goal e pure a centrocampo, ad esempio Valdifiori e Allan, stanno crescendo vari elementi, come sottolineato dal giornalista Silver Mele sul suo profilo ufficiale di Twitter: “Chiudere nella metà campo del Porto è un buon segnale. @sscnapoli solido ed equilibrato. Molto bene Chiriches, Allan e Valdifiori”. L’Albanese si sta quindi ambientando bene e Koulibaly, entrato solamente al 26′ del secondo tempo, potrebbe non essere un titolare inamovibile.

Il Napoli sta ultimando il proprio calciomercato in maniera molto mirata per poter far un ulteriore salto di qualità dopo l’addio di Benitez, per niente rimpianto dai tifosi. Degli Azzurri ha parlato l’ex bomber della Nazionale Paolo Rossi, intervistato in esclusiva dal sito Tuttomercatoweb.com ai margini del talk show “La tana del pirata” in onda su Rdf. Il Campione del Mondo 1982 colloca i Partenopei, insieme con la Roma, tra le squadre in grado di competere con i Bianconeri: “Il Napoli ha già un parco giocatori buono, c’ha un nuovo allenatore di cui parlano tutti e bene quindi mi auguro che tutte e due le squadre siano più vicine alla Juve”. Pablito aggiunge: “ha già un organico fortissimo, già l’anno scorso era forte. Io mi sono stupito che non abbia ripetuto il campionato dell’anno precedente che sembrava avesse messo qualcosina in più e sembrava dovesse andare meglio e invece ha fatto un passo indietro secondo me. Benitez ha fatto non bene perchè cambiava molti giocatori. A mio avviso il Napoli rimane con una rosa fortissima”.

Gli azzurri arrivano dal pareggio a reti bianche contro il Porto, un’amichevole che ha dimostrato come la condizione fisica sia migliorata. Il gioco di Maurizio Sarri infatti molto dipende dalla rapidità e dalla preparazione fisica, quindi sarà importante vedere i costanti progressi da una parte all’altra della stagione. Il momento è stato commentato da Umberto Chiariello di Canale 21: “Confermo le impressioni che ho avuto alla fine del primo tempo della gara con il Porto. Il Napoli è solido, equilibratio e sta crescendo. Niente di straordinario, ma il momento è buono. Ottimo Vlad Chiriches“. C’è grande attesa infatti intorno al difensore rumeno a lungo inseguito in passato anche dalla Roma e dalla Juventus. Il centrale è arrivato dal Tottenham e potrà diventare il leader della difesa.

Nell’intervista rilasciata da Bernardo Corradi sul Napoli al talk show di Castagneto, si è parlato a lungo di calciomercato e delle operazioni fin qui condotte dalla società azzurra, partendo dalla scelta di affidare la guida tecnica all’ex Empoli, Maurizo Sarri. L’ex giocatore della Lazio stima il mister toscano ma non è del tutto sicuro che possa fare bene anche sotto l’ombra del Vesuvio: “Per Sarri temo solo una cosa – spiega Corradi – lo stimo e mi piace tantissimo, ma potrebbe cadere nella ‘sindrome di Del Neri’. Il mister fece benissimo in una piccola ma poi alla prova in una grande no, resta da capire se i grandi lo seguiranno”.

Ad un certo punto, il calciomercato del Napoli sembrava poter essere monopolizzato dalla ricerca di un trequartista per accontentare il nuovo modulo del neo tecnico Sarri ma ora non sembra più così. Nelle ultime settimane abbiamo infatti visto un Lorenzo Insigne più che in grado di coprire quel ruolo e pure il suo presidente ne è soddisfatto. Lo stesso Aurelio De Laurentis ha raccontato a Sky Sport 24 l’immediata sintonia tra il mister ed il giocatore, propostosi in quella posizione nei primi giorni del ritiro, e il patron azzurro ha espresso diverse parole d’elogio per l’ex Pescara: “E’ un ragazzo dal cuore d’oro che può dare al calcio la sua grande passione”. Il club punta quindi molto su di lui e chissà che, da Napoletano doc, non possa diventare il futuro capitano del Napoli.

Questa sera il Napoli affronterà in amichevole il Porto e la sfida sarà una buona occasione per poter verificare anche gli acquisti del calciomercato. Interpellato da Radio Kiss Kiss, ha parlato il tecnico dei Partenopei Maurizio Sarri spiegando quanto i Portoghesi siano più avanti nella preparazione e il test porterà buone indicazioni in vista dell’imminente nuova stagione: “Abbiamo lavorato tantissimo in questo periodo, sicuramente però il Porto è più avanti di noi perchè giocano insieme da diverso tempo ed iniziano prima di noi il campionato. Per noi è una sfida impegnativa, ma ne abbiamo bisogno per capire a che punto siamo. L’umore del gruppo è molto buono, nonostante ci sia un pò di stanchezza dopo il ritiro”.

Davvero tanti gli argomenti di discussione affrontati dal patron del Napoli Aurelio De Laurentis nel corso dell’intervista rilasciata a Sky Sport 24, calciomercato compreso. Visto che stasera i Partenopei affronteranno in amichevole il Porto, il Presidente ha tenuto a far sapere la sua opinione riguardo alla partita di stasera in cui vedremo i nuovi acquisti: “Più che una sfida vera, sarà un allenamento. Abbiamo nuovi innesti arrivati da poco e sono convinto che nessuno ha la benzina nelle gambe. Sarri potrà ottenere indicazioni ma non si possono dare giudizi su una partita sola”. De Laurentis è parso molto soddisfatto del nuovo tecnico: “Ho visto una squadra caricata a pallettoni, non si lavorava così dai tempi di Mazzarri. Sarri è un martellatore, un uomo deciso e risoluto. Perchè l’ho scelto? Se uno riesce a battermi con l’Empoli allora dev’essere uno che sa lavorare e la sua gavetta ha contribuito”.

Nella lunga intervista telefonica rilasciata a Sky Sport 24, il Presidente Aurelio De Laurentis ha parlato a lungo del suo Napoli e ha toccato anche l’argomento calciomercato. Agli Azzurri servirebbe infatti un centrale di difesa e il Patron ha rivelato che il suo direttore sportivo Cristiano Giuntoli sta lavorando per portare Maksimovic agli ordini di Sarri o, se non il serbo, qualcuno con lo stesso profilo, ricordando pure la necessità di vendere: “So che Giuntoli sta lavorando anche su altri in quel ruolo. Ho parecchie uscite, vogliamo far entrare i giovani, daltronde chi non risica non rosica e quindi bisogna saper rischiare. Ce ne sono tanti affermati che costano ma anche tanti in erba e appunto bisogna saper rischiare su di loro. Il fatto di esser rimasti costantemente in Europa è dovuto anche all’aver puntato sui giovani come Hamsik, Lavezzi e così via”.

Intervenuto telefonicamente per Sky Sport 24, il presidente del Napoli Aurelio De Laurentis ha avuto una lunga chiacchierata con i giornalisti fornendo diversi spunti di calciomercato. A proposito dei casi legati ad Higuain e Gabbiadini, il patron ha tenuto a far sapere la sua opinione: “Higuain? C’è un grande misunderstanding, è la Gazzetta dello Sport che spinge a venderlo… Io ho chiesto altri 2 anni di contratto, il fratello e il padre ne volevano solo uno e così non ci siamo accordati ma non c’è nessuna fretta di rinnovare! Ha ancora 3 anni di contratto e tutti noi quattro siamo in sintonia”. Più duro invece dopo le dichiarazioni dell’agente di Gabbiadini: “Non sono sorpreso. I procuratori sanno che devono starsene zitti però… La situazione è questa: Pagliari non voleva che l’assistito iniziasse presto il ritiro per stanchezza, Sarri invece voleva conoscere il giocatore ed ora lo sta diluendo proprio per farlo rendere di più”.

Non solo acquisti per il calciomercato del Napoli che nella giornata di ieri ha salutato uno dei suoi più importanti difensori degli ultimi anni. Parliamo di Miguel Angel Britos che, registrato il suo passaggio al Watford, è stato intervistato da Sky Sport in merito al suo addio. L’uruguiano ha rivelato di essere molto soddisfatto della sua esperienza in azzurro sotto diversi punti di vista, data anche la nascità della figlia proprio nel capoluogo campano, e individua la vittoria in Supercoppa contro la Juve come il suo ricordo più bello: “Sono stati quattro anni intensi, importanti. Mia figlia è napoletana ed ho tanti amici e sarò sempre legato a Napoli. E’ una città importante per me a livello calcistico ma anche umano. Ricordo più bello? La Supercoppa contro la Juventus è stata emozionante”.

Questa sera il Napoli affronterà un avversario di livello internazionale come il Porto di Osvaldo e sarà un’altra possibilità di valutare i pro e i contro di questo calciomercato. In vista della sfida amichevole ha parlato uno dei nuovi acquisti, ovvero Allan. Intervistato da Sky Sport, il centrocampista brasiliano, apparso in ritardo di condizione contro il Nizza, ha rivelato che la squadra ha ancora bisogno di tempo per amalgamarsi ma confida nel mister: “Siamo ancora in una fase di preparazione, affrontiamo una squadra importante che fa la Champions, ma l’importante è fare bene, applicare quanto fatto in allenamento. Noi seguiamo Sarri, serve ancora tempo per mettere a posto alcune cose, lui lavora molto all’equilibrio. Sono tranquillo, lui è un bravissimo allenatore e se lo seguiamo possiamo fare una grande stagione”.

Il Napoli deve far fronte a diversi problemi di calciomercato in questi giorni. Al riguardo è intervenuto Boris Sollazzo durante Radio Goal su Radio Kiss Kiss esprimendo il suo parere sulle partenze ed il caso Gabbiadini, apparentemente rientrato nelle ultime ore. Il giornalista ha spiegato quanto sia difficile per i Partenopei cedere i propri giocatori a causa dell’amore per la piazza, come ad esempio per Inler, attualmente in uscita: “Tutti riescono a stravendere i proprio giocatori tranne il Napoli, anche se Inler dovesse andare via per 5 milioni allora Giuntoli avrebbe fatto un miracolo. A me fa ridere quando un giocatore rifiuta di venire a Napoli, bisognerebbe rispondere che ce ne sono 10 che non vorrebbero mai andarsene da questa città”. Sull’agente invece, lo scrittore ritiene che le sue parole sia state totalmente fuoriluogo anche per lo stesso calciatore: “Credo che l’agente di Gabbiadini sia stato improvvido ma anche rimproverato dallo stesso Gabbiadini, non credo che Manolo abbia mai pensato quello che ha detto il suo agente. Il problema è che d’estate i procuratori devono parlare e farsi pubblicità”.

Tra i calciatori che più gioveranno dell’arrivo di Maurizio Sarri c’è sicuramente Marek Hamsik, pronto per tornare a giocare nel suo ruolo naturale. Proprio lo slovacco ha commentato questo inizio di stagione e le novità del tecnico arrivato dall’Empoli ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli: “Ho smaltito l’infortunio e sono pronto, non vedo l’ora di scendere in campo. Ci aspetta ora una bella partita contro il Porto, una delle squadre più forti d’Europa. Siamo nel pieno della preparazione, ma vogliamo fare bene. Il Napoli è un club che deve puntare in alto. Maurizio Sarri sta lavorando davvero tanto con la difesa, si sta occupando della fase di non possesso tutti i giorni. Sappiamo che dobbiamo migliorare, ma non dipende solo dalla difesa”. Commenti anche sul mercato della Juventus: “Hanno perso tre campioni (Vidal, Pirlo e Tevez ndr), ma negli ultimi cinque anni hanno dimostrato la loro forza e faranno di tutto per vincere ancora“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori