Calciomercato Inter/ News, Perisic: Qui non solo per Mancini Notizie 10 settembre 2015 (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Inter news, tra i calciatori arrivati in estate c’è Perisic, l’esterno d’attacco croato ha sottolineato la volontà di vestire la maglia dei nerazzurri e non solo per Mancini.

lucas_leiva
Lucas Leiva, centrocampista Liverpool (INFOPHOTO)

Tra i nuovi arrivi in casa nerazzurra c’è Ivan Perisic, calciatore a lungo inseguito dalla società nerazzurra su richiesta di Roberto Mancini. Il calciatore è stato oggi presentato alla stampa, ecco le sue parole: “Sono stati tre mesi davvero particolari per la mia situazione. L’Inter è un grande club. Ci sono stati momenti difficili nella trattativa, ma a un club come quello nerazzurro non si può dire di no. Ho parlato a lungo con il Wolfsburg e alla fine sono riuscito a venire all’Inter”. Come riportato da FcInterNews.it ha sottolineato: “Quando ho saputo che l’Inter mi voleva ero davvero molto felice, ma non solo per la presenza di Roberto Mancini. Penso che l’Inter sia un grande club davvero e io volevo venire qui”.

Mehdi Benatia in Italia è esploso con la maglia dell’Udinese, fino a trovare la definitiva consacrazione passando alla Roma. Dopo una stagione di alto livello nella capitale il calciatore si è meritato il trasferimento in Bundesliga dove è entrato a far parte del Bayern Monaco senza però trovare mai troppo spazio. Secondo quanto riportato da 360.ma, portale marocchino, pare che in estate l’Inter sia stata davvero a un passo dal prendere il forte difensore centrale. La trattativa sarebbe saltata per la ferma opposizione di Pep Guardiola che perso già Dante al centro del reparto arretrato avrebbe messo un veto su questa possibile cessione.

In occasione del calciomercato estivo terminato ufficialmente 10 giorni fa, lo scorso 31 agosto, il Milan ha riportato alla base Mario Balotelli, prelevandolo dal Liverpool in prestito. Il nome di Super Mario è stato a lungo accostato a diverse società negli scorsi tre mesi, e ad un certo punto sembrava possibile addirittura un suo ritorno all’Inter. Un’ipotesi che è stata però seccamente smentita questa mattina dal vice-presidente dei nerazzurri, Javier Zanetti. Parlando ai microfoni di Libero, in una lunga intervista, ha confessato: «Per Mario è un’altra grande opportunità, ma deve tirar fuori qualcosa di suo. Riportarlo all’Inter? Non ci abbiamo mai pensato». Molti i volti nuovi dell’Inter dopo il mercato estivo, e fra i tanti spicca senza dubbio Stevan Jovetic, protagonista durante le prime due giornate: «Sì, è arrivato con grande entusiasmo – spiega Zanetti – in qualsiasi momento ti può inventare qualcosa».

Fra i calciatori che le big italiane hanno sondato in occasione del recente calciomercato estivo, in particolare le due milanesi Inter e Milan, anche Lucas Leiva. Il centrocampista brasiliano di proprietà del Liverpool, come ogni sessione di trattative, è stato accostato alle big tricolore, in cerca di rinforzi di qualità a centrocampo. Alla fine lo stesso è rimasto in Inghilterra, fra le fila del Liverpool, e intervistato dal sito ufficiale dei Reds, ha spiegato: «È stata un’estate molto intensa, nelle ultime sessioni di trasferimenti il mio nome è stato spesso accostato ad altri club. Sono stato molto vicino all’addio, ma sono felice di essere rimasto e darà sempre il massimo per questo club. Spero sempre di poter restare ancora a lungo».

La regina indiscussa del calciomercato estivo del 2015 è senza dubbio l’Inter. Il club di corso Vittorio Emanuele ha cambiato tanto durante le scorse settimane, stravolgendo la formazione titolare che di fatto è cambiata per 7/11. Tanti nuovi arrivi che il noto esperto di calciomercato di Sky Sport, Luca Marchetti, ha commentato così attraverso le colonne di Tuttomercatoweb: «L’Inter ha preso 9 giocatori nuovi, più i nuovi innesti che già erano arrivati a gennaio. Sarà compito di Mancini trovare subito l’amalgama e il sistema di gioco giusto, ma la qualità e la personalità ci sono. Nelle prime due partite c’è stata anche un pizzico di buona sorte, ma questa aiuta per costruire un gruppo. Le cessioni importanti di Kovacic e Hernanes sono quelle che hanno permesso all’Inter di essere mobile sul mercato». Fra i volti nuovi c’è Stevan Jovetic, protagonista indiscusso in queste prime due giornate grazie ai gol vittoria contro Atalanta e Carpi, tra l’altro entrambi allo scadere: chissà che l’ex Manchester City non possa ripetersi anche domenica sera.

Il terzino destro dell’Inter, Davide Santon, è stato uno dei protagonisti (suo malgrado), del calciomercato estivo da poco terminato. L’ex Newcastle sembrava destinato alla cessione nonostante fosse tornato ad Appiano Gentile soltanto a gennaio. Diverse le squadre che lo volevano e nel contempo il club di corso Vittorio Emanuele si era già assicurato il suo sostituto, Martin Montoya. Alla fine, però, l’ex Cesena è rimasto alla Pinetina, ed oggi lo stesso calciatore ha raccontato come sono andate le cose ai microfoni di Tuttosport: «Cosa ha determinato la mia conferma? Una serie di confronti avuti con Mancini. Mi ha spiegato come vuole che mi muova in campo, io ho dato la piena disponibilità e così eccomi ancora qui. Questa è casa mia, sono a Milano dall’età di 14 anni, voglio dimostrare che ci tengo tanto a rimanere a lungo nell’Inter». Santon aveva già svestito la casacca nerazzurra quattro estati fa: «Nell’estate del 2011 – prosegue – non sarei mai voluto andare via dall’Inter, invece adesso non posso che riconoscere quanto sia stata positiva, nel mio percorso di crescita, l’esperienza di Newcastle».

L’ex bandiera dell’Inter, Roberto Boninsegna, ha parlato nelle scorse ore, dicendo la sua sul calciomercato estivo del club meneghino. L’ex calciatore nerazzurro ha rilasciato alcune dichiarazioni al sito ufficiale della squadra del biscione, promuovendo le trattative portate a termine dalla società di corso Vittorio Emanuele: «La squadra si è rinforzata nei reparti giusti e ha iniziato bene il campionato. Mancini ha gli elementi adatti per sviluppare il suo gioco ma bisogna concedergli qualche partita per oliare i meccanismi, perché nel gruppo ci sono 8-9 giocatori nuovi che devono avere tempo di ambientarsi». E chissà che nel derby di domenica sera non possa essere decisivo proprio un nuovo acquisto, come spiega “Bonimba”: «Chi sarà l’uomo derby? Potrebbe essere Icardi. Poi c’è Jovetic, che ha già fatto tre gol e spero continui a segnare».

Nove nuovi giocatori, circa 100 milioni di euro investiti, 92 incassati e un’Inter tutta nuova dopo il calciomercato estivo. Una squadra profondamente rinnovata quindi, che piace molto all’ex presidente nerazzurro Massimo Moratti, figura ancora molto importante in quel di corso Vittorio Emanuele. Nelle scorse ore il manager milanese ha rilasciato un’intervista ai microfoni di Inter Channel, in cui si è soffermato sui volti nuovi: «Gli acquisti? Fondamentali i due centrali di difesa, era necessario. Per il gioco di Mancini rispondono all’impostazione che gli è stata data. Abbiamo sorprese, speriamo molto positive, come Kondogbia, Jovetic. Ljajic può essere divertente. Vorrei vedere giocare Perisic, è molto intelligente e credo possa essere molto utile». Domenica sera si giocherà il derby di Milano e i nerazzurri vorranno ovviamente battere il Milan, magari con un gol di un nuovo acquisto, per mantenere la vetta della classifica, centrare la terza vittoria consecutiva e mandare un messaggio a tutte le pretendenti per lo scudetto 2015-2016.

Il calciomercato dell’Inter non è ancora del tutto chiuso: non solo perché Piero Ausilio e soci monitorano sempre il panorama mondiale alla ricerca di nuovi giocatori, ma anche perché ci sono ancora alcuni file aperti. Per esempio quello relativo a Ricky Alvarez: il trequartista argentino è stato liberato dal Sunderland, che non ha pagato l’obbligo di riscatto pattuito con l’Inter nell’estate 2014; la FIFA sta cercando di dirimere le questione e nel frattempo alcune squadre argentine si sono interessate al giocatore. Il sito tuttomercatoweb.com ha riportato l’apertura di Matias Lemmes, presidente del San Lorenzo de Almagro: “Alvarez rientra nei nostri piani e non appena sarà possibile definiremo il suo contratto“. Da capire se l’Inter potrà incassare un risarcimento dall’eventuale passaggio di Alvarez al club argentino. Anche il River Plate è stato accostato al trequartista classe 1988, al momento però il San Lorenzo sembra l’ipotesi più calda. Nella stagione scorsa Alvarez ha accumulato 17 presenze e 1 gol con la maglia del Sunderland, tra Premier League e coppe.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori