Calciomercato Roma/ News, Iturbe: Ho pensato sempre e solo ai giallorossi Notizie 10 settembre 2015 (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Roma news, Juan Manuel Iturbe è un calciatore di grande qualità, rapido e intelligente. Il ragazzo sembrava pronto a partire poi è rimasto. Oggi è tornato a parlare ancora.

iturbe_wiener
Juan Manuel Iturbe (Foto Infophoto)

Tra i calciatori pronti a partire nell’ultima sessione di mercato c’è Juan Manuel Iturbe, esterno d’attacco arrivato dal Verona l’anno passato per una cifra improtante. Il club capitolino l’aveva praticamente ceduto al Genoa in prestito, prima di fare un passo indietro all’ultimo e cambiare idea. Oggi ne ha parlato a Sky Sport il diretto interessato: “L’ultima settimana di calciomercato è stata molto particolare per me. Ringrazio i tifosi della Roma per il loro continuo sostegno. Tante voci ci sono state, ma nella mia testa c’è stata sempre e solo la Roma. La società ha investito tanto su di me e ringrazio loro per la fiducia che mi fa stare davvero tranquillo. Siamo più forti dello scorso anno con Salah e Dzeko, sono giocatori che hanno fatto bene in grandi squadre e faranno bene anche da noi“.

Sappiamo tutti come si è svolta la questione legata a Mohamed Salah. Il calciatore egiziano si era trasferito a Firenze nel gennaio scorso, tornando a giugno al Chelsea nonostante la società viola avesse esercitato un diritto di rinnovo a titolo temporaneo. Il calciatore però è tornato in Inghilterra e si è poi trasferito alla Roma tramite un transfer temporaneo. Ne ha parlato il direttore generale della squadra viola Andrea Rogg in conferenza stampa: “La posizione di Salah l’ha già espressa Daniele Pradè. E’ un calciatore della Roma con transfer provvisorio. La Fifa si esprimerà entro fine anno. Se dovessimo avere ragione noi il calciatore sarà squalificato e dovrà dare un risarcimento al club viola per prestazioni non svolte“.

Nonostante alla prossima sessione di calciomercato di gennaio manchino ancora tre mesi, è già possibile ipotizzare quali saranno i calciatori oggetto di trattative. Fra questi vi sarà senza dubbio Assane Dioussé, giovane talento di proprietà dell’Empoli, che ha sorpreso in queste prime due uscite stagionali, non facendo affatto rimpiangere Mirko Valdifiori. 18 anni da compiere il prossimo 20 settembre, il classe 1997 empolese è già nel mirino delle big, a cominciare da Milan e Roma, che hanno provato ad acquistarlo lo scorso 31 agosto, invano. Del futuro del giovane calciatore ha parlato il direttore sportivo dell’Empoli, Marcello Carli, che ai microfoni di Tuttosport ha ammesso: «Ha bisogno di crescere tranquillamente, dobbiamo permettergli di sbagliare e superare momenti difficili che arriveranno. Detto questo, credo che avrà un futuro in una squadra importantissima. E’ un centrocampista completo, ora sta giocando davanti alla difesa ma può fare anche la mezzala: ha grande forza fisica, ottima tecnica e velocità di pensiero».

Sono tante le operazioni sfumate durante il recente calciomercato estivo, e fra queste, senza dubbio, anche il mancato passaggio di Juan Iturbe dalla Roma al Genoa. Il trasferimento del giovane attaccante argentino presso il Grifone era praticamente concluso, con lo stesso calciatore sudamericano che aveva già svuotato l’armadietto di Trigoria e salutato i propri compagni. Peccato però che sul più bello il direttore sportivo della Roma, Walter Sabatini, sia tornato sui suoi passi, trattenendo l’ex Hellas Verona nella capitale con annesse scuse. Oggi il patron del Grifone, Enrico Preziosi, è tornato a parlare dell’affare Iturbe ai microfoni di Tele Nord: «Iturbe aveva già salutato la Roma, voleva giocare con il Verona. Non parlo più con Sabatini da allora e mi preme parlargli a quattr’occhi per sapere il motivo della sua scelta». Chissà se a breve avverrà il chiarimento auspicato dal presidente del club rossoblu.

Sono tanti i giocatori che sono sbarcati a Roma in occasione del recente calciomercato estivo. Oltre alle stelle Edin Dzeko e Mohamed Salah, ha messo piede nella capitale Iago Falque, ex attaccante del Genoa, arrivato in punta di piedi a Trigoria. Il giocatore spagnolo è stato protagonista di una grande stagione con la maglia rossoblu, chiudendo il campionato 2014-2015 con ben 13 reti all’attivo. E fino ad oggi Iago Falque, nonostante il poco clamore suscitato dal suo arrivo, è stato fra i migliori in campo nelle due prime uscite stagionali. Dell’ex Juventus e Barcellona ne ha parlato il giornalista Carlo Zampa, che ai microfoni di Tele Radio Stereo ha ammesso: «Iago Falque è un pochino diverso dai giocatori con cui sono riuscito a parlare. E’ un ragazzo semplice, umile. A venticinque anni ha cambiato tre campionati, conoscendo grandi allenatori, da Luis Enrique a Guardiola. Sa quello che dice e te lo fa capire».

Il calciomercato estivo di casa Roma è stato senza dubbio positivo. Il club giallorosso si è assicurato diversi giocatori di qualità, leggasi Dzeko, Salah e Iago Falque, e nel contempo ha ceduto quei calciatori che non rientravano più nei progetti societari e di mister Rudi Garcia. Il giornalista sportivo Carlo Zampa si è soffermato in particolare sulle varie cessioni portate a termine dalla società capitolina, sottolineando come il direttore sportivo Walter Sabatini abbia fatto mercato attraverso la vendita delle riserve: «La Roma ha fatto il mercato con due giocatori – le parole ai microfoni dell’emittente radiofonica Rete Sport che non facevano parte dell’organico giallorosso: è stata una magia di Sabatini». Ovviamente Carlo Zampa si riferisce ad Andrea Bertolacci e ad Alessio Romagnoli, due giocatori che la Roma ha ceduto al Milan in cambio di un assegno da 45 milioni di euro.

È stata senza dubbio una delle squadre che meglio si è mossa durante il recente calciomercato estivo 2015. Il club giallorosso ha saputo rinforzarsi in diversi reparti, fra cui in particolare l’attacco, il più deficitario lo scorso anno. Davanti sono arrivati Edin Dzeko, Mohamed Salah e Iago Falque, e sono stati ceduti Destro, Doumbia, Ibarbo e Ljajic. Secondo il giornalista sportivo Federico Nisii, però, bisognava fare di più. Ecco il suo pensiero rilasciato ai microfoni dell’emittente radiofonica capitolina Tele Radio Stereo: «Avrei preso una riserva di Dzeko come centravanti, uno alla Denis per intenderci. Così da non snaturare completamente il gioco quando mancherà il bosniaco». In casa Roma manca in effetti un giocatore che possa sostituire il nazionale bosniaco, e in caso di assenza dell’ex Manchester City, mister Rudi Garcia dovrà puntare su un falso nueve senza una vera prima punta in attacco.

Ha cambiato tanto in questo calciomercato estivo 2015 da poco chiusosi. Molti i nuovi giocatori sbarcate nelle ultime settimane a Trigoria fra cui Edin Dzeko. Nonostante l’attaccante della nazionale bosniaca non sia il giocatore più caro dei giallorossi (il primato spetta a Salah, pagato più di 20 milioni di euro dal Chelsea), l’ex Manchester City è senza dubbio quello che ha maggiormente conquistato il cuore dei tifosi in queste prime uscite. Dzeko è stato infatti l’autore del gol vittoria nella recente sfida contro la Juventus, chiusasi con il risultato di due a uno per i capitolini. Un acquisto che è stato commentato così da Zibi Boniek, presidente della Federazione polacca ed ex calciatore della Roma, intervenuto ai microfoni dell’emittente radiofonica Centro Suono Sport: «Può ancora crescere, soprattutto sul piano fisico, per avvicinarsi a Lewandowski deve migliorare sul piano atletico, ma lui è un attaccante vero, sono convinto che farà bene alla Roma».

Si sta rivelando un ottimo colpo di calciomercato per la Roma, che in seta ha prelevato il portiere polacco dall’Arsenal con la formula del prestito secco. Una modalità che lascia aperto l’interrogativo sul futuro dell’estremo difensore: il manager dei Gunners Arsene Wenger aveva dichiarato di aspettare Szczesny al rientro dal prestito, ma se l’esperienza nella capitale dovesse continuare positivamente il giocatore potrebbe preferire restare in Italia. Come si potrà muovere allora la Roma? Secondo un altro giocatore polacco, l’ex attaccante Zbigniew ‘Zibì’ Boniek, il suo connazionale ha buone possibilità di rimanere a Trigoria anche al termine del prestito stagionale. Queste le aprile di Boniek nell’intervento sulle frequenze di Centro Suono Sport: “Szczesny ha un prestito secco di un anno, non ho notizie certe che resterà, ma se va tutto bene sono convinto che la Roma lo riscatterà, l’Arsenal ha fatto una cavolatata a mandarlo via, è molto più forte di Cech. È molto felice di stare a Roma, è contento della squadra. Io gli ho detto di stare attento a quando gioca la palla con i piedi, ai suoi compagni, perché non tutti hanno le sue stesse qualità“. Boniek ha parlato anche dell’esclusione di Szczesny dall’undici titolare della nazionale polacca: al suo posto sta giocando Lukasz Fabianski: “Szczesny era il numero uno della Nazionale, ha iniziato lui le qualificazioni, poi lo scorso inverno ha litigato con Wenger e lo ha messo in panchina. Allora Fabianski ha preso il suo posto perché ha giocato titolare ed ora si trova allo Swansea“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori