Calciomercato Napoli/ News, Montervino: Allan può giocare in più moduli Notizie 15 settembre 2015 (aggiornamenti in diretta)

Calciomercato Napoli news, notizie al 15 settembre: tutte le trattative, gli affari, le ultime novità sulle operazioni in entrata e in uscita della società azzurra in questi giorni.

15.09.2015 - La Redazione
maradona_saluto
Maradona (Infophoto)

Tra i nuovi volti del calciomercato del Napoli c’è l’ex Udinese Allan. Il centrocampista brasiliano ha realizzato contro l’Empoli il goal del definitivo 2 a 2 ed ha lasciato intravedere segnali di crescita. Di lui ha parlato l’ex partenopeo Francesco Montervino, intervistato in esclusiva a Si gonfia la rete su Radio Crc: “C’è una grande differenza tra giocare con il 4-3-1-2 ed il 4-3-3. Allan ha grande fisicità e può certamente servire al Napoli in entrambi i moduli, ci sono pochi calciatori come lui. Per accelerare il percorso di miglioramento di Allan bisognerebbe adottare il 4-3-3, ma onestamente non credo sia opportuno cambiare modo di giocare per lui anche perché parliamo di un calciatore di sacrificio per cui certamente farà bene in ogni posizione”.

Le dichiarazioni di Maradona riguardo al nuovo allenatore del Napoli arrivato ad inizio calciomercato, ovvero Maurizio Sarri, stanno facendo molto discutere. A tal proposito è intervenuto l’ex partenopeo Giuseppe Taglialatela in esclusiva per Tuttomercatoweb.com: “Non voleva offendere nessuno, specie Sarri. Chi lo pensa forse non lo conosce: la sua intenzione era attaccare la proprietà, De Laurentiis, e non le scelte di Sarri, lo ha chiarito lui stesso in seguito. La pressione c’era anche prima, non credo che Maradona l’abbia aumentata. Fino al ritiro erano tutti contenti del lavoro di Sarri, della sua preparazione estiva, poi dopo la prima partita attacchi da tutte le parti. I giornalisti usano parole meno dirette, ma a Napoli ci sono dieci canali privati e dopo ogni partita è Sarri l’imputato di ogni sconfitta. Maradona ha semplicemente racchiuso quello che il 90% dei tifosi pensa. Che Sarri non è un vincente e per il Napoli serviva un tecnico vincente dopo Benitez.”

Il calciomercato estivo del Napoli ha lasciato tifosi e addetti ai lavori decisamente con l’amaro in bocca. La squadra di Sarri sta mostrando tutte le sue lacune in queste prime giornate e sull’argomento è intervenuto l’ex Gennaro Iezzo a Fuori Gara su Radio Punto Zero: “I problemi del Napoli sono gli stessi di sempre. I soliti errori difensivi hanno impedito agli azzurri di vincere la partita di Empoli. Sarri avrà tanto da lavorare in difesa, meno in fase offensiva: il secondo goal di Allan è frutto di un’idea di gioco ben precisa. Sarri lavora bene, cura tutti i particolari e lo sta facendo anche quest’anno, ma io resto dell’idea che servivano due difensori importanti sul mercato. Gabbiadini è un giocatore che può far benissimo come seconda punta, ma io sono sempre convinto che l’allenatore debba adattare il modulo ai calciatori che ha a disposizione. Col 4-3-3, con due esterni importanti, il Napoli può rendere meglio. Gabriel o Rafael dietro Reina? Entrambi hanno qualità, inoltre non dimentichiamoci che a Firenze c’è uno come Luigi Sepe, il portiere ideale per il futuro del Napoli”.

La chiave del gioco del Napoli sembrava dover essere rappresentata dalla presenza di Mirko Valdifiori, arrivato nella finestra di calciomercato. Tuttavia, le sue prestazioni non stanno convincendo così come tutta la squadra partenopea e sulla situazione azzurra è intervenuto il giornalista Mimmo Carratelli per Marte Sport Live su Radio Marte: “Questo è l’anno della pazienza, tutti chiedono pazienza. Credo che Sarri credesse di tornare una squadra già pronto, ma soprattutto una certa mentalità, da squadra competitiva, così come era il suo ultimo allenatore. Modulo? Io non ci credo tanto. Io se ho grandi calciatori in squadra, non penso ai moduli, ma a farli giocare. Valdifiori? Manca di personalità. Non l’ho mai visto andare incontro ai difensori per prendersi il pallone, come fa ad esempio Pirlo”.

Per le sue idee tattiche, il tecnico Maurizio Sarri ha fatto acquistare al Napoli Mirko Valdifiori durante il calciomercato. Tuttavia, l’ex Empoli non sta giocando al livello che tutti si aspettavano e domenica, contro la sua vecchia squadra, è stato protagonista di una prestazione negativa. Di lui ha parlato il giornalista Paolo Del Genio a Radio Goal su Radio Kiss Kiss: “Contro la Sampdoria il Napoli avrebbe meritato la vittoria, mentre nel match di Empoli no. Non ci sono stati dei passi avanti, anzi. Il centrocampo, in particolar modo, è apparso peggiorato. Valdifiori non ha fatto bene, meglio Jorginho, che in questo momento sta facendo meglio. Il 4-3-3 è il modulo più congeniale a questa squadra”.

Nell’affare di calciomercato riguardante Roberto Soriano doveva rientrare pure un giocatore rimasto al Napoli, ovvero Juan Camilo Zuniga. Il colombiano, che sarebbe appunto dovuto passare alla Samp, sta vivendo un momento difficile tra infortuni e voci infondate come quelle del suo procuratore Riccardo Calleri che, attraverso il sito di Alfredo Pedullà, ha precisato: “Mi hanno attribuito dichiarazioni pesanti nei riguardi di Sarri con appunti e considerazioni su alcune scelte tecniche. Sono falsità assolute, non ho parlato con nessuno e quindi non ho rilasciato interviste. Ci tengo a precisarlo perché non esiste la necessità di aggiungere benzina e di alimentare polemiche assurde. Spero solo che Zuniga abbia la possibilità di dimostrare quanto vale, tutto il resto è pura fantasia”.

Nel corso del calciomercato, il Napoli non si è dedicato solo ai movimenti in entrata ma ha cercato anche di liberarsi di alcuni elementi, come ad esempio Zuniga. Di lui e di un altro possibile partente ha parlato Enrico Fedele a Tutti in campo su Canale 9: “Sarri deve capire che è finito il tempo degli esperimenti, perché non c’è tanto tempo. Deve confrontarsi con gli uomini di calcio della società. Non è possibile tenere fuori Koulibaly, così come non è possibile far giocare un destro sulla fascia sinistra. I tifosi sono insoddisfatti, tutti stiamo dando possibilità a Sarri di finire gli esperimenti. Zuniga? Ha rubato dei soldi! Per me si deve stare a casa, non deve assolutamente giocare”.

Intervistato in esclusiva da Tuttomercatoweb.com, l’ex giocatore azzurro Alessandro Renica ha parlato del nuovo Napoli emerso dal calciomercato estivo. Il difensore degli anni ’80 predica calma nei confronti del nuovo allenatore Maurizio Sarri: “Credo che Sarri abbia bisogno di tempo: o gli dici ‘ti do 2-3 anni’, oppure è pericoloso affidarsi ad un tecnico ad un’esperienza diversa. Si rischia di buttare via quello che dovrebbe essere un progetto che ha bisogno dei suoi tempi. Non credo ci siano problemi: la nota positiva, nella negatività, è che l’attacco funziona. Nelle ultime gare sono stati fatti 4 goal, però il calcio vive di episodi. Ieri il Napoli, negli ultimi minuti, poteva chiudere la gara e non parleremmo di questa situazione. I problemi sono dietro. Sarri conosce il calcio ma più ristretto nei nostri confini, ha mentalità più provinciale che da grande squadra. Però se la big gli dà tempo, se lo protegge, sono certo che farà vedere cose interessanti. Non sono d’accordo con le critiche: ok sui risultati ma non sul gioco.”

Tra i nuovi volti arrivati a Napoli durante il calciomercato estivo c’è anche quello dell’allenatore Maurizio Sarri. Su di lui ci sono tantissime aspettative ma finora i risultati non gli hanno dato ragione e della situazione degli azzurri ha parlato l’ex difensore partenopeo Giuseppe Bruscolotti, intervistato in esclusiva da Tuttomercatoweb.com: “Spero che ne possa avere tanto ma se i risultati non arrivano sarà sempre meno. Adesso a Napoli si avverte sfiducia, allo stadio ci sono meno presenze e per una città appassionata è davvero singolare”. Ma può essere anche un problema di giocatori? “Nell’organico c’è la possibilità di scegliere, qualitativamente il Napoli non è inferiore ad altre. Però se vengono commessi sempre gli stessi errori bisogna fare delle riflessioni”.

A Napoli è considerato una vera e propria divinità per le emozioni e le vittorie che ha saputo regalare al club partenopeo. Il suo parere viene spesso preso in forte considerazione dai tifosi e chissà cosa ne penseranno questa volta che l’ex fenomeno argentino si è così espresso su Maurizio Sarri ai microfoni di +N: “Ho tanto rispetto per Sarri, ma con lui non avremo un Napoli vincente. Io avrei confermato Benitez, che ora è al Real Madrid e dunque ha confermato che il lavoro e gli estimatori in giro per il mondo non gli mancano affatto”. La scelta di puntare sull’ex allenatore dell’Empoli ha lasciato perplessi in molti nell’ambiente napoletano, ma ad un certo punto Aurelio De Laurentiis si è trovato a non sapere quale fosse il sostituto migliore per Rafa Benitez dopo i diversi ‘no’ ricevuti soprattutto da tecnici stranieri. Inoltre il calciomercato degli azzurri non è stato all’altezza delle aspettative.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori