Calciomercato Roma live news, Nisii: “Gli errori sono gli stessi da tempo”. Ultime notizie 18 gennaio 2016 (analisi e commenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Roma live news, analisi e commenti di mercato in diretta (18 gennaio 2016): Miralem Pjainc parla dell’ex compagno destro, ironizzando sulle sue doti balistiche,

digne_pjanic
Foto Infophoto

Finora, il calciomercato della Roma si è concretizzato solo nella cessione di Juan Manuel Iturbe al Bournemouth. A ricordarlo ci ha pensato Federico Nisii a Tele Radio Stereo, spiegando che i giallorossi hanno perso lentamente anche altri giocatori: “I 90 minuti di ieri sono stati emblematici. Sono stati persi 2 punti e 2 giocatori: ossia Castan e Gervinho, senza contare Iturbe. Gli errori di strategia e valutazione sono oramai lampanti e sono da tempo sempre gli stessi”.

Il cambio in corsa sulla panchina della Roma ha scombinato i piani societari relativi al calciomercato e molte operazioni sono slittate. Tiene banco infatti l’argomento allenatore e anche Fabrizio Aspri ha detto la sua opinione in merito a Rete Sport: “Dobbiamo dare del tempo a chi è appena arrivato per salvare questa nave. A Garcia abbiamo dato due anni, mentre su Spalletti sento già dei mugugni. La condizione fisica? Non è la priorità, credo che serva di più lavorare sul’aspetto psicologico. Dzeko fa parte di questa crisi, adesso non è l’attaccante che tutti abbiamo conosciuto all’estero”.

Il rientro alla Roma di Luciano Spalletti dopo sei anni sta monopolizzando il mese di calciomercato in corso. Sul tecnico di Certaldo si è espresso anche l’ex portiere giallorosso e biancoceleste Nando Orsi a Radio Onda Libera sottolineando come i problemi del club capitolino non siano per forza risolvibili dal nuovo allenatore: “Non è che in due giorni potesse fare chissà cosa in una Roma che deve essere inquadrata a livello tattico. Lui è un uomo di campo ed è quello giusto, ma non so se i giallorossi possono fare qualcosa di importante”.

Il ritorno di Spalletti e l’esonero di Garcia sembravano poter risollevare la Roma in questo periodo di calciomercato. Il pareggio di ieri però si sta portando dietro molti strascichi, come emerge dalle parole degli esperti di faccende giallorosse. Anche l’ex bomber Roberto Pruzzo ha detto la sua opinione a Radio Radio Mattino Sport & News: “La prestazione della Roma di ieri è stata troppo deludente rispetto a quello che ci si aspettava. E non può essere colpa di Spalletti, dopo soli 90′ in panchina. Andato via Garcia sono crollati gli alibi e i giocatori non hanno più il loro parafulmine”.

La Roma punta a rinforzare il proprio organico in diversi reparti durante questo calciomercato di gennaio. Eppure, c’è chi ritiene che la rosa andrebbe rivista da capo, come Maurizio Catalani a Rete Sport: “Castan era l’unico giocatore che non si doveva scusare, a lui va il mio abbraccio. La Roma di Spalletti ancora non c’è. Credo che ieri, da allenatore capace, Spalletti si sia reso conto davvero dei problemi che ha in questa squadra. Certo che la via è molto dura: se vuole replicare Pizarro e Perrotta con Pjanic e Nainggolan avrà delle difficoltà. La Roma è una squadra costruita male: ci hanno fatto passare giocatori per i fenomeni che non sono, non è stata costruita con un ‘blocco’ e questo lo paghi. E continuo a pensare che sia fisicamente mal preparata. Sono da Opera Romana Pellegrinaggi, da cammino di Santiago”.

L’ambiente Roma sembra attualmente poco concentrato sul calciomercato di riparazione preferendo concentrarsi sul rendimento della squadra in campo. Riguardo al pareggio di ieri si è espresso Ilario Di Giovambattista a Radio Radio Mattino Sport & News: “Pagare il biglietto per andare a vedere uno scempio come quello di ieri della Roma è un’assurdità. I fischi sono normali. Sono davvero perplesso su Spalletti: lo vedo rallentato, soft. Ha voluto fare il fenomeno in conferenza stampa. Poi ieri non ho capito la gestione di Totti…”

Il nuovo tecnico della Roma Luciano Spalletti, durante la conferenza stampa di presentazione, alla domanda relativa ad un’operazione di calciomercato per la difesa aveva affermato di voler prima valutare i propri difensori presenti in rosa. In questa direzione, ieri Leandro Castan non ha fornito certo una prova entusiasmante per usare un eufemismo ma il centrale brasiliano ha tenuto a scusarsi attraverso il proprio profilo Twitter postando, in un italiano più che sgrammaticato: “Una giornata frustrante per me in particolare, ho lottato tanto per tornare a giocare a pallone, pensavo che stavo bene, oggi ho visto che bisogno migliorare tanto ancora per essere lì indietro di questa squadra, forse hanno fidato tropo di me. e ringrazio e voglio chiedere scusa, perchè ho provato sempre di fare il meglio con questa maglia, me dispiace tanto!”

L’arrivo di Luciano Spalletti sulla panchina della Roma in questo calciomercato di gennaio lascia ben sperare per la seconda parte di stagione. Tuttavia, il pareggio con il Verona di ieri ha lasciato un po’ l’amaro in bocca, come spiega l’ex Fulvio Collovati nel suo consueto editoriale per TuttoMercatoWeb: “Via, diciamolo. Era lecito aspettarsi qualcosina di più dopo tutto il clamore suscitato dal ritorno in giallorosso del tecnico di Certaldo. E, invece, la Roma prosegue sulla falsariga della squadra senz’anima né attributi vista negli ultimi tempi della gestione Garcia. Serve una svolta, e in fretta!”

Sistemata la panchina, la Roma può tornare a pensare ai rinforzi in questo calciomercato di riparazione. Il nome più gettonato per l’attacco giallorosso è quello di Diego Perotti del Genoa, di cui ha parlato il tecnico rossoblu Gian Piero Gasperini dopo la vittoria sul Palermo, come riporta Vocegiallorossa.it: “Non sono in grado di poterlo dire, spero che resti, però posso anche augurare il meglio per lui. Ho detto tante volte che quello che uscirà dal mercato di gennaio sarà un Genoa più completo. Sono situazioni che può dirle il presidente, ma credo non dipendano neanche solo dal presidente, c’è di mezzo un’altra squadra, c’è di mezzo anche il calciatore, c’è tanta gente di mezzo. So che alla fine usciremo più completi, più quadrati”. A Sky ha inoltre aggiunto: “Spero che possa restare, per noi è un giocatore importante. Le 4 giornate di squalifca a Perotti sono state totalmente sbagliate, adessso che sono terminate posso dirlo finalmente.”

Il calciomercato della Roma ha subito un brusco stop a causa dell’avvicendamento in panchina tra Rudi Garcia e Luciano Spalletti. Nonostante il pareggio di ieri col Verona, c’è molto entusiasmo intorno all’ambiente giallorosso ora, come spiega Giuseppe Giannini a Roma Tv: “Sono sempre ottimista, le qualità ci sono. Vanno dimostrate sul campo e non a chiacchiere. Spalletti bada molto al sodo e credo che da qui a qualche settimana rivedremo una squadra più brillante e rapida. Mi convincono, nell’altro modulo col 4-3-3 spesso Pjanic si abbassava quindi Spalletti ha pensato di metterlo con De Rossi e avanzare Nainggolan perché ha più voglia di inserimento. Su quel ruolo dovrà lavorarci molto, ha le qualità per farlo.”

A volte anche da una battuta di un calciatore che si ha in rosa si possono capire delle cose, alcune anche molto importanti. E’ così che Miralem Pjanic, centrocampista bosniaco della Roma, ha risposto con una battuta quando a Premium Sport l’hanno messo in collegamento con l’ex compagno Mattia Destro che con il suo Bologna affrontava la Lazio. Il calciatore giallorosso ha sottolineato: “Mattia ha segnato? Strano, non segna mai…”. Probabilmente le sue parole sono state solo ed esclusivamente di stima verso un ex compagno molto stimato, ma rimane comunque il dubbio lecito che si somma ad altre situazioni. Intanto l’apatia di Edin Dzeko che in campionato non segna su azione dalla seconda d’andata, essattamente un girone fa, in più si aggiungo le critiche costanti che il pubblico giallorosso faceva proprio all’attaccante di Ascoli Piceno. E’ così che da una frase di un calciatore si può prende uno dei commenti più significativi della giornata di ieri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori