CALCIOMERCATO JUVENTUS LIVE NEWS/ Oddo: “Contento per Mandragora ma deve ricominciare”. Ultime notizie 19 gennaio 2016 (analisi e commenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Juventus live news, Giampiero Mughini ha parlato dell’esplosione di Paulo Dybala sottolineando il suo valore immenso anche dal punto di vista economico (19 gennaio 2016)

mughini_giampiero_r439
Giampiero Mughini (Fonte Infophoto)

In mattinata, la Juventus ha ufficialmente confermato l’acquisto di Rolando Mandragora in questa sessione di calciomercato. Il centrocampista rimarrà al Pescara fino al termine della stagione per la gioia del suo allenatore, il Campione del Mondo 2006 Massimo Oddo che, a pescarasport24.it, ha affermato: “Mandragora era del Genoa, ora è della Juve ma resterà qui. Sono contento, ma lui sa che quello che ha fatto finora vale zero. Conterà quello che farà da adesso in poi. Vale per lui ma anche per gli altri.”

Il calciomercato dell’estate scorsa ha portato alla Juventus un vero e proprio campioncino, Paulo Dybala. Il Corriere dello Sport ha raccolto diversi pareri autorevoli sull’attaccante argentino, tra cui quello dell’ex punta bianconera Aldo Serena: “Anche al Palermo stava in campo già da leader, certe cose le noti subito. La prima impressione è stata quella di un ragazzo che ha una grandissima consapevolezza nei propri mezzi: freddo, razionale, lucido. Può diventare un grandissimo, Messi però a 17 anni era già Messi. Dybala ha un fisico che lo distingue, baricentro basso, grande rapidità di gambe e resistenza: non ce ne sono tanti altri in giro come lui”.

La Juventus ha da poco confermato il completamento dell’operazione riguardante Rolando Mandragora in questo calciomercato, sottolineando ulteriormente la linea verde che la dirigenza sta attuando. La nostra redazione ha contattao in esclusiva il procuratore Giuseppe Boatto che si è espresso così sul giovane centrocampista in orbita Under 21: “E’ un giocatore che conosco bene, ha tutte le qualità per fare bene, ma dovrà restare con i piedi per terra, perchè giocare nella Juventus non sarà affatto facile.”

Questa mattina la Juventus ha comunicato l’ufficialità dell’acquisto di Rolando Mandragora in questa sessione di calciomercato. Il giocatore rimarrà comunque al Pesacara fino a luglio ma la conferenza stampa pre-Lazio di oggi è stata l’occasione ideale per chiedere al tecnico bianconero Massimiliano Allegri un parere sul centrocampista dell’Under 21: “Mandragora è un ragazzo giovane, in questo momento sta facendo bene al Pescara. Ha buone qualità e buoni margini di miglioramento”.

Aspettando colpi importanti provenienti dal calciomercato, la Juventus si gode il suo migliore acquisto della scorsa estate, Paulo Dybala. Il Corriere dello Sport ha raccolto diversi pareri autorevoli sull’argentino, come ad esempio quello del suo connazionale Abel Balbo: “Sono rimasto colpito dalla capacità di sopportare la pressione. Tanti soffrono questa situazione, lui ne è uscito motivato. Messi? Teoricamente possono anche giocare insieme bisogna solo trovare l’alchimia. Lui, Messi, Higuain, Aguero devono trovare l’equilibrio come la mia Argentina del ‘94: un 4-3-1-2 con Maradona alle spalle di Caniggia e Batistuta, e io che facevo il centrocampista di sinistra. Fateci caso, Dybala colpisce il pallone in maniera bellissima. La semplicità è la prerogativa dei grandissimi. Pallone d’Oro prenotato? Può sperarci, conta anche la squadra dove giochi. Mettete Messi all’Empoli: resterà un fuoriclasse che non vincerà niente”.

Paulo Dybala, dopo la doppietta all’Udinese, si sta confermando come il miglior acquisto del calciomercato estivo della Juventus. Di lui si sta parlando molto ed anche Sandro Mazzola, interpellato dal Corriere dello Sport, ha detto la sua opinione sul giocatore: “Dybala ha rapidità, tecnica, fantasia: non gli manca niente. Deve imparare il sacrificio, solo allora potrà mettersi in competizione con il più grande… Le qualità per fare un percorso simile (a Messi ndr) le ha, però andiamoci piano e diamogli tempo: a questi livelli conta moltissimo la tenuta mentale”.

A causa del lungo infortunio, sembrava che Kwadwo Asamoah potesse faticare a trovare spazio nella Juventus e che quindi avrebbe potuto dire addio in fase di calciomercato. Tuttavia, il mister Massimiliano Allegri ha creduto in lui e lo ha schierato con successo contro l’Udinese. Proprio il tecnico bianconero ha parlato di lui e Pogba nella conferenza stampa in vista del match contro la Lazio: “Pogba ha giocato tutte le partite, se sta fuori una partita non costa niente. Asamoah lo ha sostituito bene e il ginocchio è ok”.

Nonostante gli stravolgimenti avvenuti con il calciomercato dell’estate scorsa, la Juventus sembra ora aver trovato il giusto equilibrio e si gode quello che finora risulta essere il suo acquisto più importante, ovvero Paulo Dybala. Della punta argentina ha parlato l’ex rivale Ruggiero Rizzitelli al Corriere dello Sport: “Ha due palle così. Arrivi a Torino, in una Juve che ha vinto tutto, devi far dimenticare Tevez: beh, lui ci sta riuscendo alla grande. Il paragone con Messi non è così azzardato. Chiaro, oggi sono distanti, ma le caratteristiche sono simili, i movimenti pure, la rapidità, la velocità nel tiro: il percorso è segnato”.

Alla Juventus non è mai sfumato il tormentone di calciomercato riguardante la possibile cessione di Paul Pogba. Sull’argomento ha detto la sua opinione il direttore di Calcio2000 Fabrizio Ponciroli ad Aspettando Calciomercato su Sportitalia, come riporta TuttoJuve.com: “Credo che Marotta stia già lavorando per la prossima stagione. Onestamente sono curiosissimo di sapere cosa farà con i soldi di Pogba, che andrà via sicuramente ed è giusto che vada via. Il Real ha il mercato bloccato? Ma Pogba andrà in Inghilterra, 80-90-100 milioni, nessuno può resistere ad un’offerta del genere, anzi, fossi in Marotta prenderei un pullman privato e lo porterei io, sono veramente troppi soldi, non puoi dire di no. Marotta però è intelligente e si sta già muovendo. Credo sia oculato il mercato della Juventus, sia molto made in Italy, ed è la cosa che mi piace di più, però prenderà un grandissimo campione. Andrà via Pogba, ne arriverà un altro, magari non al livello di Pogba, ma sicuramente un campione”.

La Juventus prosegue la sua politica sui giovani con il completamento dell’operazione riguardante Rolando Mandragora in questo calciomercato. Il giovane centrocampista ha infatti effettuato ieri le visite mediche di rito ed abbraccerà la Vecchia Signora l’estate prossima. Intanto, Tuttosport ha intervistato il suo attuale presidente al Pescara Daniele Sebastiani che ha detto: “Mandragora sembra un 30enne: come caratteristiche è diverso dal mio Verratti, ma hanno la stessa personalità. Rolando brucerà le tappe come Marco, lo vedo protagonista già la prossima stagione”.

Dopo gli stravolgimenti avvenuti con il calciomercato dell’estate scorsa, la Juventus sembra ora aver trovato il suo equilibrio. Del momento dei bianconeri ha parlato l’ex rivale granata Riccardo Maspero ad Aspettando Calciomercato su Sportitalia: “La Juve ha dovuto sistemare un attimino quello che era l’inserimento di Dybala e dei nuovi, che sono andati a sostituire giocatori importantissimi come Pirlo e Vidal. Adesso sta guardando al futuro, giustamente guardando ai giovani, perchè la Juve ha nelle mani un tesoro come Pogba che alla fine dell’anno, qualora decidesse di fare un mercato faraonico, potrebbe vendere, incassando e ricostruendo una squadra come meglio crede”.

La Juventus con dieci vittorie di fila è arrivata alla seconda posizione solitaria a -2 dal Napoli capolista. Un recupero che a inizio anno sembrava impensabile. Grande protagonista è stato quel Paulo Dybala che fece storcere il naso a molti per i tantissimi soldi spesi dai bianconeri per prenderlo neòl calciomercato estivo estate. E se Antonio Cassano lo definisce a Tiki Taka su Italia 1: “Un giocatore normale che ha fatto alcuni mesi molto buoni“. Il tifoso bianconero Giampiero Mughini prende parola e sottolinea: “Premessa la simpatia e la libertà mentale che lascio a un grande come Antonio Cassano voglio sottolineare che per me Dybala non è un buon giocatore ma un predestinato, un fuoriclasse. Non ho mai detto poi che è stato pagato troppo quando è arrivato alla Juve”. Con undici gol in questa prima parte di stagione al momento l’argentino è il capocannoniere della Juventus e ha segnato gli stessi gol fatti da Carlitos Tevez al suo primo anno in bianconero.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori