CALCIOMERCATO LIVE NAPOLI NEWS/ Offerta dallo Swansea per Gabbiadini. Ultime notizie 22 gennaio 2016 (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Napoli live news, gli spagnoli già nella rosa azzurra spingono per far arrivare in azzurro il difensore centrale del Real Madrid Nacho. (22 gennaio 2016)

sarri_felpa
Maurizio Sarri (Infophoto)

Il Napoli toglie Manolo Gabbiadini dal mercato. L’attaccante ex Sampdoria non verrà ceduto in questa finestra di gennaio tanto che il club partenopeo ha rifiutato un’altra offerta dalla Premier League nelle ultime ore. Secondo quanto riportato da “Tuttomercatoweb” lo Swansea City aveva proposto la bellezza di 22 milioni di euro per l’attaccante classe ’91 del Napoli ma Aurelio De Lauretiis ha fatto muro ed ha rispedito l’offerta al mittente. Il presidente partenopeo ha riferito di volersi sedere al tavolo della trattativa partendo da un’offerta pari a 35 milioni di euro. Al di sotto di quella cifra il patron del Napoli non vuole assolutamente trattare per la cessione dl proprio attaccante. Sarà difficile, quindi, veder partite Gabbiadini in questa sessione di calciomercato. 

In attesa di capire quale sarà il futuro di Tonelli il Napoli non vuole perdere la possibilità di arrivare ad un altro difensore dell’Empoli. Parliamo di Federico Barba, negli ultimi giorni nel mirino del direttore sportivo partenopeo Giuntoli. Il direttore sportivo dei toscani, Carli, ha parlato ai microfoni di “Radio Sportiva” ed ha blindato di fatto Tonelli aprendo invece all’eventuale cessione di Barba: “Tonelli resta, è troppo importante per noi. Barba? Ad oggi non ci sarebbero le condizioni per venderlo, però posso dire che negli ultimi cinque giorni di calciomercato può succedere di tutto”. La dirigenza giallorossa aspetterà ancora qualche giorno per Tonelli, poi partirà l’assalto a Barba cercando di strappare almeno un difensore all’Empoli. 

Tutto fatto per Alberto Grassi. Come riportato da “Sport Mediaset”, il centrocampista diventerà proprio oggi un giocatore del Napoli. Nella giornata di ieri Grassi si è allenato con l’Atalanta in attesa di nuovi sviluppi nella trattativa per approdare in azzurro. Questa però è ufficialmente conclusa: ai nerazzurri andranno 8 milioni di euro più due di bonus per un totale di dieci milioni di euro, al giocatore è stato promesso un ingaggio da 800 mila euro a salire. Grassi è atteso nella giornata di oggi a Napoli per sostenere le visite mediche nel primo pomeriggio e per firmare il contratto che lo legherà ufficialmente ai partenopei. Poi, si dirigerà verso Castel Volturno per conoscere Maurizio Sarri e magari presenziare al primo allenamento con la maglia azzurra. 

Dopo l’arrivo di Grassi a centrocampo, il Napoli spinge per l’arrivo di un difensore. Si punta Tonelli dell’Empoli, visto che Maksimovic è stato già blindato dal Torino di Urbano Cairo. Come riporta il “Corriere dello Sport”, il direttore sportivo del Napoli Cristiano Giuntoli vuole assolutamente arrivare a Tonelli ed avrebbe anche ottenuto il sì del difensore de del suo entourage. Ora bisognerà convincere il club toscano visto che ieri il presidente Corsi aveva blindato il suo giocatore. Ci vorranno almeno 10 milioni di euro per intavolare la trattativa, Aurelio De Laurentiis aveva promesso due colpi ai propri tifosi e dopo l’arrivo di Grassi dall’Atalanta bisognerà spendere qualche soldo anche per la difesa. 

Il Napoli cerca in questo calciomercato di gennaio un difensore, ma in questo mercato sembrano andare a vuoto tutti i tentativi per arrivare a un calciatore che possa rinforzare il reparto arretrato a disposizione di Maurizio Sarri. Fallito il possibile arrivo di Nikola Maksimovic dal Torino gli azzurri si sono buttati sui due calciatori dell’Empoli Federico Barba e Lorenzo Tonelli. Secondo le indiscrezioni di calciomercato riportate da SportMediaset pare però che i diversi spagnoli all’interno della rosa del Napoli stiano lavorando per far arrivare in Campania il centrale del Real Madrid Josè Ignacio Fernandez Iglesias che tutti conoscono semplicemente come Nacho.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori