MILIK AL NAPOLI / Calciomercato News, Ceccarini: Ora non lo caricate di responsabilità! (Ultime Notizie, 29 luglio 2016)

Milik al Napoli, calciomercato news: ultime notizie oggi 29 luglio 2016. L’attaccante polacco ha svolto le visite mediche e si prepara a entrare a far parte della squadra di Maurizio Sarri

29.07.2016 - La Redazione
Milik_polonia_ajax_napoli
Arkadiusz Milik - La Presse

Il primo acquisto del dopo Gonzalo Higuain a Napoli è quello che ha portato ieri a Dimaro Arkadiusz Milik. L’attaccante polacco è arrivato dall’Ajax per una cifra importante così come grande è la responsabilità che si troverà sulle spalle il calciatore. Il Pipita infatti non è un attaccante che si rimpiazza facilmente sia per la mole di gioco che per i trentasei gol segnati nell’ultimo campionato di Serie A. Proprio di questo ha parlato l’esperto di mercato di Mediaset Premium Niccolò Ceccarini ai microfoni di Radio Kiss Kiss. Ecco le sue parole: “A Napoli si riparte da Arkadiusz Milik, giocatore davvero molto importante. Quando perdi uno come Gonzalo Higuain diventa molto difficile apprezzarlo fino in fondo. Il polacco però è un talento sul quale Maurizio Sarri potrà lavorare molto bene. Il tecnico dovrà esaltare le sue caratteristiche, ma dovrà stare molto attento perchè servirà del tempo. Non bisognerà caricare il polacco di responsabilità. Avrà bisogno piano piano di inserirsi nell’ambiente del Napoli“.

Oggi per il Napoli è il giorno di Arkadiusz Milik, centravanti arrivato in azzurro per sostituire Gonzalo Higuain. Il centravanti polacco l’abbiamo visto ieri in volo verso l’Italia ed è ora arrivato a Dimaro dove probabilmente firmerà il contatto col club azzurro. Lo racconta anche il giornalista Giovanni Scotto tramite il suo profilo di Twitter dove scrive: “Anche Arkadiusz Milik è arrivato a Dimaro. Si avvicina la firma del contratto per il centravanti polacco. Aurelio De Laurentiis lo aspetta“. Il calciatore è un classe 1994 che è esploso nelle ultime due stagioni con la maglia dell’Ajax. Con i lancieri ha collezionato 52 presenze e 32 reti, buono il successo anche in nazionale dove ha disputato 31 partite e messo a segno anche 11 gol.

Primo giorno di Milik al Napoli, ieri l’attaccante è arrivato a Roma Fiumicino intorno alle 15, con un bagaglio in meno visto che lo avevano smarrito. Una giornata un po’ strana nella Capitale, come riportato dal ‘Corriere dello Sport’, con una sosta ad un fruttivendolo per comprare della frutta e usufruire del bagno, oggi il programma è stato ben diverso. Milik questa mattina ha sostenuto la seconda parte delle visite mediche, alle 12:30 è arrivato nel ritiro di Dimaro dove si è presentato ai nuovi compagni e ha presenziato alla messa con il cardinale  Sepe insieme alla squadra. Questo pomeriggio invece prenderà parte al primo allenamento in azzurro insieme a Insigne e Mertens che sono rientrati da poco dalle vacanze e domani tornerà a Napoli insieme a Maurizio Sarri visto che bisognerà preparare la partita amichevole di lunedì sera contro il Nizza in programma al San Paolo per i 90 anni della società.

Inaugura ufficialmente l’era post-Higuain al Napoli. Il colpo di calciomercato è fatto: l’attaccante di 22 anni si trasferisce dall’Ajax. Nel pomeriggio di ieri ha sostenuto le visite mediche a Villa Stuart, a Roma, e ora è a disposizione di Maurizio Sarri che potrà testarlo già nel corso del ritiro estivo di Dimaro. Un attaccante che sa fare gol: 24 nelle 42 partite che ha giocato nell’ultima stagione, 47 in 75 gare con l’Ajax e 11 in 31 con la Polonia, compreso quello che nella prima partita di Euro 2016 ha permesso alla sua nazionale di battere l’Irlanda del Nord. Il Napoli dunque svolta: la ferita data dall’addio di Gonzalo Higuain (meglio: il suo passaggio alla Juventus) non è ancora rimarginata, e forse non lo sarà a lungo. Spetta a Milik non far rimpiangere il Pipita: un compito difficilissimo. Al San Paolo ci hanno fatto il callo: era l’estate del 2013 quando Edinson Cavani lasciava un vuoto incolmabile nel cuore dei tifosi. Allora arrivò Higuain, oggi al posto dell’argentino arriva Milik: la sensazione forte è che il Napoli non abbia ancora chiuso i colpi offensivi di calciomercato. Intanto Milik è un giovane sul quale Maurizio Sarri può lavorare ampiamente: i margini di crescita ci sono tutti e questa volta la sfida è quella di inserire un giocatore ancora da plasmare a fondo in un sistema rodatissimo. Se Milik sarà la prima punta titolare per il o una riserva (di Icardi? Di Bacca?) lo scopriremo nei prossimi giorni, intanto Napoli non vede l’ora di conoscere più da vicino l’attaccante polacco arrivato dall’Ajax.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori