CALCIOMERCATO LIVE ROMA NEWS/ Contattato Dodò per rimpiazzare Mario Rui. Ultimissime notizie oggi 30 luglio 2016 (Aggiornamenti in diretta)

Calciomercato Live Roma News: ultimissime notizie oggi 30 luglio 2016. Aggiornamenti in diretta sulle novità, le trattative e le indiscrezioni sulla sessione estiva della società giallorossa

30.07.2016 - La Redazione
LazarMarkovic_2016
Lazar Markovic, attaccante del Liverpool (Foto LaPresse)

In questa sessione di calciomercato estivo la Roma è costretta a rivedere il proprio reparto arretrato a causa di partenze ed infortuni. Per quanto riguarda la corsia mancina, i giallorossi avevano acquistato ad inizio mese il terzino sinistro Mario Rui dall’Empoli. Tuttavia, il laterale portoghese ha rimediato un brutto e sfortunato infortunio a causa di un contrasto in allenamento con il giovane Seck e sarà costretto all’operazione chirurgica per correggere la rottura del crociato anteriore. La Roma a questo punto deve tutelarsi nel ruolo e, secondo quanto rivelato da Fabrizio Romano per Sky Sport 24, la dirigenza capitolina avrebbe già preso contatti con un calciatore. Si tratta del brasiliano Dodò, già alla Roma dal 2012 al 2014, ed ora in uscita dall’Inter. Il classe 1992 sembrava essere ad un passo dal trasferimento definitivo alla Sampdoria sulla base di un prestito biennale con riscatto ma l’inserimento della squadra di Pallotta potrebbe spingerlo al ritorno all’Olimpico.

La Roma sta pensando a rinforzare il proprio organico in vista della prossima stagione attraverso questa finestra di calciomercato estivo. Tuttavia, sono ancora tante le lacune nell’organico giallorosso, a cui si aggiunge pure l’infortunio del neo arrivato Mario Rui, e fa parecchio discutere la scelta della società di voler operare solo in base all’esito del preliminare da disputare per qualificarsi alla fase finale della Champions League. L’ex portiere Nando Orsi si è espresso così sull’argomento a Radio Radio Mattino Sport & News: “E’ acclarato che la Roma debba comprare subito un difensore: i giallorossi si stanno però muovendo tardi, al preliminare di Champions arriva con poche certezze.” Della stessa opinione è anche Sandro Sabatini: “La Roma sta sbagliando ad aspettare il preliminare di Champions per fare mercato.” Pure Fabio Maccheroni ha detto la sua in merito a Rete Sport: “La Roma dopo il preliminare deciderà che tipo di stagione avrà: mi sembra una follia. E’ questo il vero problema dei giallorossi.”

Con gli addii di Miralem Pjanic, ceduto alla Juventus, e di Seydou Keita, fine del contratto, la Roma è alla ricerca almeno numerica di nuovi centrocampisti nel corso di questa finestra di calciomercato estivo. Il nome caldo per quel settore del campo rimane quello del giovane guineano Amadou Diawara di proprietà del Bologna, sebbene il Napoli si sia fatto avanti nelle ultime ore. Come riporta tuttojuve.com, il giornalista Pasquale Tina ha però rivelato a Radio Marte l’interesse della Roma nei confronti del messicano Hector Herrera, capitano del Porto a lungo seguito dai partenopei: “Ora il Napoli si rifionda su Herrera ma bisogna fare presto perchè sul messicano hanno preso informazioni anche la Roma e la Juventus. Il Porto è una squadra che vuole vendere i giocatori al prezzo che dicono loro a differenza del Lione che cerca a tutti i costi di trattenere i giocatori.”

La Roma è alla ricerca di almeno un nuovo centrocampista da questa sessione di calciomercato estivo ed il tecnico Luciano Spalletti aveva fatto sapere di apprezzare molto Milan Badelj in un’intervista dello scorso mese. Nelle ultime ore è emersa la notizia secondo cui il centrocampista avrebbe chiesto alla Fiorentina di essere ceduto ma il suo procuratore Dejan Joksimovic ha voluto smentire seccamente la notizia a Calciomercato.it: “In merito a notizie diffuse da alcuni organi di informazione, scritto con le parole di una fonte interna al club o da un giornalista totalmente amatoriale, posso dichiarare che tutto quello che è stato scritto è una completa bugia. L’intenzione delle persone dietro la stesura dell’articolo era quella di presentare il mio assistito e me nel peggior modo possibile e questo non è accettabile. Negli ultimi due anni io ho parlato 15 volte con i dirigenti della Fiorentina e non ho mai alzato la voce nonostante il club sia in debito con me delle commissioni da due anni. Ho ascoltato tante storie e bugie provenienti dalla Fiorentina. Perché il cosiddetto giornalista non ha chiesto a qualcuno del club perché la Fiorentina non mi ha corrisposto le commissioni da 2 anni? Deve esserci una ragione, giusto? Ecco, mi piacerebbe ascoltare un’altra storia falsa. Milan Badelj è una fantastica persona e un calciatore molto bravo. Non ho detto grande giocatore solo perché tante persone non vedono le sue qualità, i suoi sacrifici per il club, il lavoro sporco che fa in campo a beneficio degli altri giocatori e, allo stesso tempo, il suo lavoro in cabina di regia. Posso dirvi però che lui è il miglior regista per il gioco in profondità di tutta la Serie A, senza alcun dubbio. Ed è un calciatore migliore, ad esempio, di André Gomes che si è appena trasferito al Barcellona per 50 milioni. E lo ha dimostrato ad Euro2016, anche nel confronto diretto tra i due. È arrivato per 4 milioni. Una persona molto in alto nel club ha detto che non vale più di 2 milioni e che non è da Fiorentina. E ora leggo che non è in vendita e che è insostituibile. Quindi, qual è il problema? Non ho chiesto i soldi che il club mi deve da quasi un anno. E lo dico a tutti in Italia ora: io vivo di quei soldi, la mia famiglia vive di quei soldi, i miei collaboratori in questo affare vivono di questi soldi. Quindi la Fiorentina non deve pagarmi 1 euro di quei soldi, lo sto dicendo ufficialmente ora per la stampa e l’ho già detto più volte al club. Nessun problema. Ma per un calciatore come Badelj ci sarà sempre un club disposto a pagare correttamente lui ed il suo agente. Non come la Fiorentina. Non sono mai stato una persona controversa. Così è come mi stanno presentando i giornalisti della Fiorentina. Io sono stato un giocatore, ho vinto 3 titoli nel campionato della Ex Jugoslavia. Ero l’agente di Krasic, Ivanovic, Olic e tanti altri. Perciò, ho un background calcistico a differenza di tanti agenti di mercato. E sono stanco di leggere queste ‘stronz…’ (perdonatemi) sul mio conto. Non farò la guerra con la Fiorentina. Ci sono già state abbastanza guerre per le popolazioni di Serbia, Croazia e le altre della mia zona. Il giocatore ha altri 2 anni di contratto. Se il club volesse cederlo, ok. In caso contrario, resterà un anno (o due) e poi proseguirà la sua carriera forse altrove. Milan Badelj ha giocato a calcio a lungo prima della Fiorentina e io avrò calciatori e squadre interessanti per lui e gli altri per molti anni.”

All’inizio di questa sessione di calciomercato estivo la Roma ha dovuto fare i conti con la possibile partenza di Radja Nainggolan, corteggiato dal Chelsea. L’allarme è però rientrato ed il Ninja si è aggregato alla squadra dopo le vacanze post Europeo e proprio Nainggolan, come riporta Vocegiallorossa.it, ha parlato a Roma Radio della nuova stagione e di Paredes, molto chiacchierato nelle ultime ore: “ho ritrovato giocatori che stavano in prestito con tanta voglia. Paredes è tornato più maturo. Giocare a Roma è difficile, ma le qualità che abbiamo sono buone. Campionato scritto? Anche noi dovevamo vincere 2 volte lo scorso anno contro l’Hellas Verona e invece abbiamo pareggiato. La Juve ha fatto tanti investimenti ma poi si vince sul campo. Ripartiamo dalla scorsa stagione. Preliminare di Champions? Questo è il nostro primo obiettivo, avremo bisogno di tutti, anche dei tifosi. Dovrebbero venire se vogliono la nostra qualificazione. Mi trovo bene dove giocavo lo scorso anno. Io sono a disposizione, deciderà il mister.”

Nel corso di questa sessione di calciomercato estivo la Roma ha bisogno di nuovi difensori da aggiungere al proprio reparto arretrato, falcidiato da infortuni e partenze. All’inizio di questa finestra il direttore generale Baldissoni aveva affermato di seguire addirittura 30 giocatori in quella zona del campo e tra questi figura senza dubbio pure Nacho Fernandez del Real Madrid. I giallorossi hanno provato a strapparlo ai Blancos sebbene l’allenatore Zidane non sia intenzionato a lasciarlo partire. Tuttavia, secondo quanto rivelato da Alfredo Pedullà, la Roma sta ancora battendo la strada per il ventiseienne spagnolo aspettando forse il rientro delle Merengues dalla propria tournée estive. Non mancano comunque le alternative sul taccuino del direttore sportivo Sabatini, al lavoro per Fazio del Siviglia e per Vertonghen, belga del Barcellona.

Persi Pjanic e Keita, nel corso di questa sessione di calciomercato estivo la Roma deve per forza rivedere, quantomeno numericamente, il proprio reparto centrale del campo. Dopo i rumors delle ultime ore, sembra che l’argentino Leandro Paredes, accostato a Juventus, Sampdoria ed Empoli, rimarrà nella Capitale per volere di tecnico e società ed i giallorossi potranno contare anche su un altro volto nuovo, ovvero quello del brasiliano Gerson, promosso anche recentemente da Florenzi. Come riporta Laroma24.it, Roberto Infascelli ha detto la sua opinione in merito a Paredes e Gerson a Rete Sport: “Non sono convinto che la Roma, in assoluto, punti su Paredes anche se probabilmente il centrocampista è più pronto di Diawara. Gerson? Sono molto fiducioso: Sabatini non ha mai sbagliato questo tipo di acquisti, quelli riguardanti attaccanti-trequartisti sudamericani da 15-20 milioni. Ci vorrà tempo, ma sarà un acquisto importante.”

In questa sessione di calciomercato estivo la Roma si trova a dover ricostruire il proprio reparto arretrato ed infatti i giallorossi sono ancora in cerca, infortunio di Mario Rui a parte, di un centrale difensivo e di un terzino destro. Tanti i nomi emersi per la corsia bassa alla ricerca di un rincalzo per far rifiatare l’adattato Alessandro Florenzi e tra quelli c’era anche quello di Kevin Grosskreutz, di proprietà dello Stoccarda. Il laterale tedesco è stato vittima di diversi infortuni negli ultimi anni dopo aver lasciato il Borussia Dortmund e quest’anno è addirittura retrocesso con la formazione biancorossa. Come riporta Tuttomercatoweb.com, Grosskreutz ha però voluto rispondere ai rumors di calciomercato commentando così su Twitter: “L’interesse della Roma mi onora, ma io sono un uomo di parola. Resterò allo Stoccarda per raggiungere i nostri obiettivi.”

Nelle ultime ore di calciomercato si è fatto largo la voce che poteva vedere uno scambio molto interessante tra l’Atalanta e la Roma con il paraguaiano Juan Manuel Iturbe pronto a partire verso Bergamo e il Papu Gomez che avrebbe fatto il passo inverso. SportItalia ha dato parola al direttore dell’area tecnica della Dea Giovanni Sartori che ha smentito categoricamente entrambe le possibilità di calciomercato. I nerazzurri non sarebbero su Iturbe così come la Roma non avrebbe mai richiesto Gomez. La Roma aveva acquistato nell’estate del 2014 Iturbe dal Verona per una cifra davvero importante, mandandolo a giocare in prestito in Premier League al Bornemouth dopo diciotto mesi davvero negativi. In Inghilterra per il calciatore ex Verona non è stato facile inserirsi nei meccanismi della squadra neopromossa tanto che ha collezionato appena due partite in sei mesi. Quest’anno la Roma ha dichiarato di puntare su di lui anche se non sono da escludere possibili trattative di calciomercato.

Persi Pjanic, passato alla Juventus, e Keita, fine del contratto, la Roma si trova a dover operare anche nel settore centrale del campo nel corso di questa sessione di calciomercato estivo. Tra i nomi accostati ai giallorossi c’è pure quello del trentunenne Borja Valero, di proprietà della Fiorentina e seguito anche dal Milan. I rapporti tra i viola e la Roma non sono certo idilliaci dopo la vicenda relativa al trasferimento nella Capitale di Salah ma c’è chi non esclude un addio dello spagnolo al club toscano. Intervistato a Garrisca il Vento su TMW Radio, l’ex club manager della Fiorentina Vincenzo Guerini ha parlato della possibilità della partenza di Borja Valero: “Al di là della Juventus,le altre squadre si stanno muovendo più o meno nello stesso modo. Il caso Borja? Ho fatto 45 anni di calcio, non ho mai conosciuto un giocatore che preferisce la maglia ad un contratto più alto, quindi non escludo nulla. Mi auguro che Borja possa restare, l’ho conosciuto e so cosa vuol dire per i tifosi, ma non mi stupirei di niente.”

In questa sessione di calciomercato estivo sono tanti i reparti in cui la Roma ha bisogno di rinforzarsi ma la precedenza ora spetta alla difesa, dove mancano ancora un terzino destro ed un centrale. Per questa ragione i giallorossi hanno trattenuto Norbert Gyomber, seguito da Pescara e Palermo, ma, come riporta TuttoMercatoWeb.com, per lui si sarebbero fatte avanti anche due pretendenti dalla Spagna, ovvero Leganes ed Alaves, appena approdati nella massima serie iberica. Al momento però la Roma ha bloccato Gyomber e sta invece cercando di acquistare ancora qualcuno. In questo senso non sembra tramontata la pista che porta a Mateo Musacchio. Il classe 1990 di proprietà del Villareal è infatti seguito da tempo dal Milan, club che tuttavia non può operare principalmente per mancanza di liquidità, ed anche l’agente del giocatore ha confermato El Periodico Mediterraneo che è tutto ancora aperto: “Non c’è nulla di nuovo. Milan e Villarreal stanno ancora negoziando, ad oggi non c’è accordo.”

In casa Roma sembra essere finalmente terminato il tormentone di calciomercato relativo al ritorno di Wojciech Szczesny dall’Arsenal. Manca solo l’ufficialità ma il polacco dovrebbe riabbracciare a breve i suoi vecchi compagni ma quest’anno non sarà un discorso a senso unico. Dall’Internacional di Porto Alegre è infatti arrivato anche il brasiliano Alisson che, intervistato in esclusiva da Insideroma.com, ha parlato della sua nuova avventura e del dualismo con Szczesny: “Mi ritengo un portiere dotato di una buona forza fisica, esplosivo e dotato di velocità, di una buona tecnica ed anche bravo nel controllo della palla, continuerò a lavorare per migliorare sulle uscite in particolare su quelle aeree visto che nel calcio italiano ed in generale in quello europeo si ricorre spesso al gioco aereo ma nel complesso continuerò a lavorare per essere un portiere che ha tutti i requisiti giusti per poter far bene. quale potrebbe essere il numero corretto di partite da titolare da qui alla fine della stagione, visto anche l’imminente ritorno di Szczesny? Beh giocarle tutte (ha risposto ironico ndr) poi se giocherò o meno sarò una scelta del mister, ma io mi allenerò per giocare il numero più alto possibile di partite, vengo dal Brasile dove di solito il portiere è abituato a giocarle tutte, in ogni caso lavorerò forte in ogni allenamento e penso che sarà una concorrenza quotidiana con gli altri portieri, in ogni caso punto a giocare quante più partite possibili.”

Nel corso della finestra di calciomercato estivo la Roma ha bisogno di rivedere il proprio reparto arretrato. L’infortunio capitato a Rudiger, fermo fino a novembre, e la possibile partenza di Manolas, infelice ed in cerca di un rinnovo ma corteggiato da Chelsea ed Arsenal, hanno spinto i giallorossi ad acquistare Juan Jesus dall’Inter ed a trattenere Norbert Gyomber, conteso da Pescara e Palermo, ma la Roma è ancora comunque alla ricerca di un nuovo difensore centrale, come dimostrato dall’interesse per Nacho Fernandez del Real Madrid, poi bloccato dal tecnico Zidane. Secondo quanto rivelato dall’emittente Sportitalia, il nome nuovo per il reparto arretrato di Luciano Spalletti è quello dell’ex juventino Angelo Ogbonna. Il classe 1988 della Nazionale italiana si trova ora in Inghilterra al West Ham e l’interesse nei suoi confronti è un vero e proprio ritorno di fiamma per la Roma anche se non è ancora chiara la formula secondo cui potrebbe aprirsi l’operazione.

Aspettando nuovi colpi in entrata da questa finestra di calciomercato estivo, la Roma ha riabbracciato uno dei suoi attaccanti, ovvero l’argentino Juan Manuel Iturbe. Passato al Bournemouth in prestito per 6 mesi nella sessione invernale, l’ex attaccante del Verona si candida ora a rinforzo dei giallorossi, come emerso anche dalle sue parole nell’intervista rilasciata a Laroma24.it, a cui ha parlato anche dell’apprezzamento di mister Spalletti: “penso che stare così tranquillo è la cosa migliore per me ma la cosa più importante è che deve parlare il campo. Qui si sta lavorando bene, stiamo facendo le cose per bene sia con il mister che con i miei compagni. Se l’ha detto lui penso che sia una cosa buona. E’ vero che devo migliorare le scelte e penso che è una cosa che mi mancava tanto, anche quando sono andato in Inghilterra era la cosa che mi mancava di più. Vengo qui a fare quello che so fare, ora ho anche la testa più tranquilla e mi riescono tutte le cose che lui mi chiede. Quando sono arrivato a Roma ho cercato di fare sempre bene e sia quando sono partito che ora che sono tornato voglio sempre il bene per questa squadra perché sinceramente abbiamo dei buoni giocatori che possono aiutarci a fare bene. Ora penso di stare bene e di poter fare una buona stagione, voglio imparare tantissimo dal mister e dai compagni, con il quale ho un rapporto bellissimo, che mi aiutano tanto.”

In questa sessione di calciomercato estivo la Roma ha sì bisogno di nuovi centrocampisti ma in organico ha anche un nuovo rinforzo pronto per la nuova stagione. Si tratta dell’olandese Kevin Strootman, finalmente recuperato dai tanti infortuni che lo hanno a lungo tenuto bloccato. Intervistato da SiriusXM FC, l’ex Psv ha dichiarato: “Sono felice di essere tornato con la squadra, mi sento bene. Voglio essere pronto come gli altri e ora mi sento uno dei 23 giocatori della squadra e non un calciatore a parte che gioca da solo. Sappiamo che la Juventus ha una grande squadra. Hanno comprato anche uno dei nostri giocatori migliori, per noi è una grossa perdita ma dobbiamo concentrarci su noi stessi. Negli ultimi cinque anni hanno vinto il titolo, ma dobbiamo fare il massimo e una squadra come la Roma deve sempre lottare per il titolo. Se questo è realistico lo scopriremo solo durante il campionato, ma dobbiamo concentrarci sulle nostre partite. Dobbiamo essere pronti, durante la stagione devi raggiungere i tuoi obiettivi ma vogliamo stare in testa alla classifica. Sappiamo che sarà difficile con squadre come Juventus, Napoli e Inter. Ma dobbiamo essere pronti prima dell’inizio del campionato e della Champions League.”

In questa sessione di calciomercato estivo la Roma sta lavorando per rinforzare l’organico in vista della prossima stagione in più reparti. I giallorossi hanno in particolare da poco abbracciato due brasiliani, Gerson e Juan Jesus, sui quali società e tifosi pongono molte aspettative. Come riporta Tuttomercatoweb.com, di loro due ha parlato l’ex romanista Roberto Scarnecchia: “Serve calma vedo troppa frenesia nell’ambiente ma sono sicuro che Sabatini e Baldissoni stiano mettendo in pista qualcosa di importante. Non dimentichiamoci che a gennaio quando sono arrivati El Shaarawy e Perotti in molti pensavano ad una campagna riparazione scadente e invece si sono rivelati i giocatori fondamentali per il terzo posto. Il mercato è lungo, c’è tempo. E la Roma ha già uno scheletro forte. Dico di più: Juan Jesus sarà la rivelazione del campionato. Sono d’accordo con Aldair che ha detto che è l’unico brasiliano che può essere fondamentale in Italia. Ci manca qualcosa. Se Gerson diventa un fenomeno, benissimo, però prenderei un centrocampista di qualità. Io avrei preso Witsel. Ad ogni modo pur stando alla finestra, in attesa, sono fiducioso.”

Detto di Pjanic e Keita, la Roma rischia di perdere anche un altro dei suoi centrocampisti nel corso di questa sessione di calciomercato estivo. Secondo quanto rivelato da Leggo infatti, la Juventus avrebbe messo gli occhi sul giallorosso Leandro Paredes, lo scorso anno in prestito all’Empoli. Il ventiduenne argentino sarebbe stato individuato come uno degli elementi per il futuro centrocampo della Vecchia Signora, visto che la strategia sarebbe quella di acquistarlo per poi girarlo in prestito ad un club tra Empoli e Sampdoria, entrambe molto interessate. Tuttavia, il direttore sportivo della Roma Walter Sabatini sarebbe restio a cedere uno dei suoi giocatori ad una concorrente interna come la Juventus, preferendo piuttosto consegnarlo ad una pretendente estera. Inutili quindi i 18 milioni di euro che Marotta e Paratici vorrebbero presentare, con Paredes che potrebbe finire invece in Russia allo Zenit San Pietroburgo allenato da Mircea Lucescu.

Oltre alla difesa, anche a centrocampo la Roma deve fare qualcosa nel corso di questa finestra di calciomercato estivo. Persi infatti Keita, fine contratto, e Pjanic, ceduto alla Juventus, i giallorossi hanno bisogno di qualità e quantità nel settore centrale del campo. Per questa ragione la Roma ha messo gli occhi sullo spagnolo Borja Valero, di proprietà della Fiorentina. Ieri il direttore sportivo dei viola Carlo Freitas aveva affermato in merito “Borja ha già manifestato la sua gioia di essere qua, non c’è nessuna trattativa per lui” lasciando quindi poco spazio all’interesse del Milan e del club capitolino appunto. Tuttavia, come riporta MilanNews.it, l’agente del trentunenne ex Villareal, il procuratore Alejandro Camano, non ha escluso nessuna possibilità a Radio Blu: “Al momento sono in Argentina, tornerò in Spagna la prossima settimana e ne parleremo. Il rapporto con Corvino? Con lui ho un ottimo rapporto, ci parlo sempre. Borja sicuramente viola il prossimo anno? Non lo so, non ne ho idea in questo momento. Sono in Argentina, ripeto ne parleremo al mio rientro.”

In questa sessione di calciomercato estivo la Roma, tra infortuni e partenze, si trova a dover ricostruire il proprio reparto arretrato. Per questa ragione è stato acquistato come centrale il brasiliano Juan Jesus ma la presenza del solo Manolas non è sufficiente a mantenere coperta quella zona del campo. Dopo non essere riusciti ad arrivare a Nacho Fernandez, trattenuto dal Real Madrid, la Roma deve per forza virare su altri obiettivi. Secondo quanto rivelato da Il Corriere dello Sport, il nome nuovo è quello dell’argentino Federico Fazio, di proprietà dei londinesi del Tottenham. Stando alle rivelazioni del quotidiano, il ventinovenne cresciuto ed affermatosi nel Siviglia sarebbe stato messo sul mercato dall’allenatore degli inglesi Mauricio Pochettino ed ora gli Spurs starebbero aspettando delle offerte per lui, con la Roma che potrebbe approfittare della situazione.

La Roma e il calciomercato estivo: tra cessioni illustri, difficoltà e ritorni le manovre della società giallorossa per rinforzare la squadra, con l’obiettivo di farla correre realmente per lo scudetto, proseguono. Walter Sabatini può tirare un sospiro di sollievo, anzi due: sembra rientrato il caso Radja Nainggolan con il belga che sembra ormai essere un punto fermo della formazione di Luciano Spalletti, e soprattutto dall’Arsenal è tornato Wojciech Szczesny. La Roma dunque affida i pali al polacco: Alisson, arrivato già tempo fa, sarà il suo secondo e si valuterà un’eventuale staffetta tra i due estremi difensori. Intanto però proseguono le manovre, che riguardano in particolar modo l’attacco: in questo momento il calciomercato della Roma sembra concentrarsi sul reparto offensivo, dal quale è partito Iago Falque – destinazione Torino. Numericamente e come qualità ci siamo, ma Spalletti vuole esterni in grado di darsi il cambio e ruotare: in questo senso spiccano i profili di due giovani calciatori che possono proseguire la linea verde giallorossa. Il primo è Hakim Ziyech, del quale si è parlato nelle ultime ore: un classe ’93 che come ruolo naturale fa il trequartista, ma sa disimpegnarsi sull’esterno. Gioca nel Twente, particolare da non sottovalutare: la Roma infatti, almeno così si dice in Olanda, starebbe perfezionando il prestito di Ismail H’Maidat e il giovane marocchino arrivato dal Brescia potrebbe essere la contropartita giusta per convincere la formazione orange a lasciar partire Ziyech. L’altro giocatore che la Roma segue con estrema attenzione è Lazar Markovic, talentino serbo che nel Liverpool non è sbocciato: Jurgen Klopp avrebbe dato l’ok alla cessione – lo scrive il Telegraph – e Walter Sabatini ci starebbe pensando, pur se dovrà vincere la concorrenza della Fiorentina. Le due operazioni in attacco sono però legate alla posizione di Juan Manuel Iturbe: il paraguayano, rientrato dal prestito al Bournemouth dove ha giocato poco o nulla, è richiesto in particolar modo dall’Atalanta e entro pochi giorni potrebbe partire. Se così sarà, la Roma darà l’assalto a uno dei due giovani di cui sopra, magari entrambi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori