CALCIOMERCATO LIVE INTER NEWS / Natali: “Jovetic ideale per Sousa.” Ultimissime Notizie 26 agosto 2016 (aggiornamenti in diretta)

Calciomercato Live Inter News: ultime notizie e aggiornamenti in diretta su trattative, acquisti e cessioni del club nerazzurro per la nuova stagione. Piace Saracchi (oggi, 25 agosto 2016).

26.08.2016 - La Redazione
Ausilio_Inter
Piero Ausilio - La Presse

Si fa sempre più concreta la possibilità di un addio all’Inter per il montenegrino Stevan Jovetic in questi ultimi giorni della sessione estiva di calciomercato. I nerazzurri, con l’arrivo in particolare di Gabigol, si trovano costretti a dover cedere qualcuno anche per un fattore numerico oltre che per rientrare nei parametri del Financial Fair Play imposto dalla Uefa. Come riporta FcInter1908.it, l’ex difensore viola Cesare Natali ha parlato a Garriscal Al Vento su Firenzeviola.it dell’eventualità di rivedere Jovetic nuovamente con la maglia della Fiorentina spiegando: “Penso che sia un’ottima soluzione, sia per lui, che è in cerca di rilancio dopo un’annata non troppo positiva. Penso sia ideale anche per l’idea di calcio di Sousa. Gli è mancata la continuità che tutti si aspettavano potesse avere. Torna in un ambiente che lo ha apprezzato tantissimo, e nel contesto del calcio viola credo abbia le caratteristiche adatte per fare la differenza.”

In questa sessione di calciomercato estivo l’Inter si trova a dover fare i conti con il Financial Fair Play imposto dall’Uefa, non potendo così operare liberamente attraverso la campagna acquisti. Come riporta FcInterNews.it, a sottolinearlo ci ha pensato anche il vice presidente nerazzurro Javier Zanetti che, a margine del sorteggio dei gironi di Europa League ha spiegato: “Io sono qui adesso e torno a Milano, ci saranno sicuro delle novità, se arrivano giocatori che possono rinforzarci bene altrimenti possiamo comunque far bene. In uscita? So che stanno parlando in questa ultima settimana e vediamo cosa sarà meglio per noi e per Jovetic che è un ottimo giocatore. Brozovic? Abbiamo ancora una settimana e vedremo che cosa ci si proporrà. La nuova proprietà deciderà. Vedremo se quindi potrebbe nel caso arrivare un nuovo centrocampista. Abbiamo un FairPlay finanziario da rispettare.”

Il cambio in panchina con l’addio di Mancini e l’arrivo di De Boer ha messo in secondo piano gli acquisti già effettuati dall’Inter nel corso di questa sessione di calciomercato estivo. Tra i volti nuovi c’è infatti il centrocampista argentino Ever Banega, arrivato a parametro zero dal Siviglia e reduce da un’ottima Coppa America con la Nazionale. La prova di domenica sera a Verona ha suscitato però qualche dubbio ma chi non ne ha su Banega è il giornalista Paolo Condò che ha spiegato a Sky Sport, come riporta FcInterNews.it: “A prescindere dai nuovi acquisti mi aspetto di vedere un’Inter diversa, migliore, già contro il Palermo. Joao Mario è un ottimo giocatore che in questa rosa ci sta benissimo; ma l’Inter ha già preso Banega, calciatore che ha vinto due Europa League giocando con alle spalle N’Zonzi e Krychowiak, medianoni che non hanno nulla di creativo: era Banega il “casello” attraverso cui passava il gioco del Siviglia, e questo deve succedere anche all’Inter.”

Manca ormai meno di una settimana al termine della sessione di calciomercato estivo e l’Inter sta cercando di completare l’organico ancora con un paio di innesti e magari qualche cessione. Come riporta FcInterNews.it, il vice presidente e grande bandiera nerazzurra Javier Zanetti ha parlato a Sky Sport a margine dei sorteggi dei gironi di Europa League spiegando: “In questa ultima settimana ci saranno novità, e vedremo cosa accadrà. Chiunque arriverà sarà un rinforzo e sarà ben accetto, ma anche se dovessimo restare così come siamo, la squadra è già valida. Bisogna dar tempo al nostro allenatore ed alla nuova società. In un grande club, è vero, di tempo ce n’è sempre poco. Per questo faremo di tutto per far sì che già da domenica la squadra cambi mentalità. Sono convinto che la rosa attuale possa già essere competitiva in Italia e in Europa. Bisogna ritrovare l’alchimia giusta per tornare protagonisti. Chi gioca all’Inter deve sapere come onorare la maglia. La società supporta i calciatori. Prima di vincere sul campo bisogna conformare un gruppo, perchè è quello che fa la differenza. Con il lavoro non si vedranno solo le prestazioni positive ma anche i risultati.”

Nel corso di questa sessione di calciomercato estivo l’Inter ha dovuto prima fare i conti con il cambio ai vertici della proprietà e poi, più recentemente, con l’arrivo di Frank De Boer come nuovo allenatore. L’arrivo dell’olanese potrebbe rappresentare la svolta decisiva per l’intera stagione ma c’è già chi lo critica come Aldo Agroppi che in esclusiva a Tuttomercatoweb.com ha spiegato: “A parte gli scherzi dico che parla un po’ troppo, arriva da un altro paese e l’anno scorso ha perso all’ultima giornata un campionato che aveva già vinto… Meno parla, meglio è. Quando si dice di volerle vincere tutte e di voler giocare sempre all’attacco è come gettare fumo negli occhi. Sento parlare di moduli e poi in generale vedo grandi ammucchiate in area a difendere il vantaggio. Quello che modulo è? Tornando a De Boer ha fatto troppi proclami che non stanno nè in cielo nè in terra… Serve il silenzio anche perchè poi il tifoso ti presenta il conto. Farà il calcio olandese? Sì, tanto ha Crujiff… Mi viene da sorridere anche di fronte ai foglietti e le lavagnette dei tecnici da far vedere ai giocatori. A Totti che deve giocare gli ultimi dieci minuti fai vedere la lavagnetta? Ad uno che ha giocato cinquemila partite in A? Ma via… Aveva ragione Trapattoni: i moduli li inventa Platini con il pallone tra i piedi. E’ più difficile invece quando la palla ce l’ha Bonini. Il calcio è semplice, ragazzi. Ed è come il sole, è di tutti.”

Per queste ultime battute della finestra di calciomercato estivo l’Inter si trova a dover lasciare partire alcuni elementi destinati a non trovare spazio durante la stagione appena iniziata. L’ultimo inidiziato a lasciare i nerazzurri in questi giorni è il montenegrino Stevan Jovetic, arrivato appena un anno fa dal Manchester City senza lasciare il segno sperato ed ora fortemente accostato alla Fiorentina, sua ex squadra prima dell’Inghilterra. Intervistato in esclusiva da Tuttomercatoweb.com, l’ex fantasista nerazzurro Evaristo Beccalossi ha parlato del possibile addio di Jovetic e dell’arrivo dell’allenatore olandese Frank De Boer spiegando: “Si è aperta questa possibilità di un suo ritorno a Firenze, l’Inter per riscattarlo doveva spendere 14 milioni e mezzo e una versione in prestito ai viola può esser conveniente. A me Jovetic è sempre piaciuto però credo che a Firenze possa trovare il suo ambiente ideale. A milano ci si aspettava di più da lui. Quando ci sono cambi in panchina non bisogna essere nè depressi nè entusiasti: l’allenatore troverà l’assetto giusto in base al suo credo. Serve tempo per dare una quadratura alla squadra. In ogni caso l’Inter ha un potenziale per poter entrare in Champions.”

Nel corso di questa sessione di calciomercato estivo l’Inter ha cercato di rinforzarsi in un po’ tutti i reparti con l’innesto di nuovi elementi. Tra i nuovi arrivati figura anche l’argentino Ever Banega, prelevato dal Siviglia a parametro zero ma protagonista non certo di una grande prova a Verona contro il Chievo. Di Banega ed altre mosse per il centrocampo ha parlato Riccardo Trevisani a Sky Sport 24, come riporta FcInterNews.it: “Banega nasce alto come regista, non ha un ruolo prestabilito. Il Siviglia lo faceva giocare da tuttocampista, gli dava libertà totale e infatti ha vissuto le sua consacrazione lì. Piantarlo in un ruolo non è l’ideale per lui, anzi si rischia di limitarlo. Brozo sta bene nel centrocampo dell’Inter, ma probabilmente De Boer non vuole rinunciare a Medel, giocatore di rottura e intensità. Mi piacerebbe vedere Brozo, Banega e Kondogbia, ma non è la soluzione migliore in termini di equilibrio. De Boer vuole fare il 433, forse il croato è più un giocatore da 4-2-3-1. Se proprio deve essere ceduto, Moussa Sissoko sarebbe l’ideale, più di Joao Mario.”

In questa ultima sessione del calciomercato estivo l’Inter deve ancora trovare una nuova soluzione per quanto riguarda quei giocatori che non rientrano più nei piani di tecnico e società o che comunque avrebbe bisogno di rilanciarsi altrove. E’ il caso questo di Andrea Ranocchia, difensore centrale in grande difficoltà nelle ultime due stagioni, come dimostrato domenica scorsa o durante il prestito dello scorso anno alla Sampdoria. Intervenuto a InterLine su Tuttomercatoweb Radio, l’ex difensore dell’Inter Francesco Colennese ha parlato proprio di Ranocchia spiegando: “Ormai l’ambiente è contro di lui, quindi per il suo bene sarebbe necessario cambiare squadra. Dispiace perché è un bravo ragazzo, ma ha commesso degli errori. Credo che la società debba intervenire in questo reparto, anche perché Murillo ha dimostrato nella scorsa stagione di non avere la concentrazione per tutte le partite. Per il resto la squadra è completa, Candreva e Perisic sono tra i migliori nel ruolo.”

L’arrivo in panchina del nuovo allenatore olandese Frank De Boer ha costretto l’Inter a rivedere i propri piani riguardanti il calciomercato in questi ultimi giorni della sessione estiva. Alcuni elementi presenti in rosa non sembrano infatti essere destinati a trovare spazio agli ordini dell’ex Ajax e tra questi “esuberi” c’è anche il montenegrino Stevan Jovetic, dato in partenza da alcune settimane. Intervistato in esclusiva da Tuttomercatoweb.com, l’ex bianconero Anselmo Robbiati si è detto abbastanza scettico riguardo un ritorno alla Fiorentina per Jovetic: “Sinceramente non so se il montenegrino possa essere congeniale al modulo di Paulo Sousa, staremo a vedere qualora l’affare dovesse andare in porto. Certamente il ritorno a Firenze, per Jovetic, può essere l’occasione ideale per rilanciarsi. Aveva fatto bene in viola, ma nelle ultime stagioni ha avuto qualche problematica. L’anno scorso non ha avuto continuità. Però conosce la piazza gigliata, certamente il ritorno può essere positivo.”

Continua a cercare un centrocampista di grande spessore sul calciomercato che possa dare spessore e intensità al reparto in mezzo al campo. L’interesse numero uno corrisponde al portoghese Joao Mario, giocatore di spessore internazionale che però gioca con più continuità nella metà campo avversaria. L’altro nome, non nuovo, è quello di Axel Witsel come racconta Carlo Laudisa ai microfoni dell’edizione online de La Gazzetta dello Sport nella trasmissione Calciomerket. Ecco le sue parole: “La notizia del giorno è che l’Inter si è rifatto sotto per il belga dello Zenit San Pietroburgo Axel Witsel. Ora bisogna invece capire se la Suning riuscirà a chiudere l’affare in tempo prima della chiusura di questa sessione di calciomercato“. Secondo Laudisa poi Witsel potrebbe essere un’alternativa a Joao Mario, anche se l’idea di vederli insieme all’Inter non è del tutto remota.

Tra i nomi più chiacchierati del calciomercato internazionale c’è quello di Mauro Icardi. L’attaccante è stato accostato diverse volte al Napoli anche se questa è sembrata più volte un tentativo della moglie/agente Wanda Nara per far arrivare quel tanto atteso rinnovo con adeguamento di contratto. Secondo Goal.com l’attaccante argentino Mauro Icardi avrebbe già firmato un accordo da 4.5 milioni di euro più bonus, che si potrebbero spingere fino a un ulteriore milione. La firma prevede inoltre l’allungamento del contratto fino al . La curiosità è che Mauro Icardi avrebbe firmato con l’Inter due contratti, uno dei quali si attiverebbe solo se la società nerazzurra si qualificasse nelle prossime stagioni alla Champions League, cosa che farebbe ovviamente aumentare il prestigio e gli incassi per la società nerazzurra.

Gabigol potrebbe decidere il suo futuro entro la giornata di domenica. Nella serata di ieri, dopo la vittoria del Santos sul Vasco da Gama in Coppa, l’attaccante brasiliano ha così commentato le voci di calciomercato che lo riguardano: “Prima dovevo concentrarmi sull’Olimpiade, la decisione è stata rimandata. Ora però manca una settimana, entro domenica la questione dovrà essere risolta” commenta Gabigol, una sorta di ultimatum ma non manca la possibilità che vede l’attaccante restare al Santos almeno fino a gennaio, quando terminerà il campionato brasiliano. Inter e Juventus sono sempre in pole, i nerazzurri sembrano essere in vantaggio ma la cessione di Simone Zaza potrebbe essere un’arma in più per arrivare al cartellino di Gabigol. La trattativa è in corso, l’agente sta costantemente monitorando la situazione ed a breve la trattativa verrà concretizzata perchè manca pochissimo al termine della sessione di mercato.

-Cauto ottimista in casa Inter per la trattativa Joao Mario. Kia Joorabchian, il mediatore che sta curando la trattativa con lo Sporting Lisbona ha ribadito la volontà del suo assistito di lasciare il Portogallo e approdare in Serie A. L’offerta dell’Inter, come riportato da ‘Calciomercato.com’ è un prestito con obbligo di riscatto a 45 milioni, bonus compresi, con il riscatto legato alle presenze del centrocampista, tutto questo per evitare le sanzioni del Fair Play Finanziario. Joao Mario potrebbe arrivare anche l’ultimo giorno di calciomercato, proprio come successe lo scorso anno per la trattativa Perisic. La nuova dirigenza Suning non ha alcuna intenzione di mollare il giocatore portoghese, ma nel frattempo l’Inter si sta tutelando con Sissoko del Newcastle che sarebbe però la seconda scelta. Dopo Banega e Candreva, Joao Mario potrebbe essere un ulteriore innesto per i nerazzurri, in attesa di Gabigol.

Il vicepresidente dell’Inter, Javier Zanetti, torna a parlare della situazione di Mauro Icardi che sembrava in procinto di lasciare i nerazzurri in questa sessione di calciomercato. Ai microfoni di ‘Premium Sport’ Zanetti rinnova la fiducia a De Boer e non parla di quello che accadrà con Icardi: “Mauro non era in vendita, poi si sono verificati dei giochini mediatici nei quali l’Inter non vuole entrare. Decideremo noi quando arriverà il momento del rinnovo, ora deve pensare a giocare e fare il capitano” commenta il vicepresidente dell’Inter. Stesso discorso per Handanovic, che ha parlato di una tournèe estenuante, ma Javier Zanetti consiglia anche a lui di giocare e non pensare ad altro, così come le voci di calciomercato. Nuovi colpi in questi ultimi giorni? “Ci sono tanti nomi: quando arriverà il proprietario parleremo e valuteremo assieme se ci saranno possibilità” conclude Javier Zanetti.

Stevan Jovetic potrebbe tornare nuovamente a Firenze. Ieri le parole del suo agente che confermavano la voglia dell’attaccante di restare all’Inter ma la dirigenza nerazzurra sta da diverso tempo cercando una nuova destinazione per il montenegrino che non rientra nei piani di De Boer. Come riportato da ‘Calciomercato.com’ Jovetic è in prestito per un altro anno dal Manchester City con un obbligo di riscatto pronto a scattare alla prima presenza ufficiale in questa stagione o a dicembre qualora l’Inter non sarà nelle ultime tre posizioni in classifica ma la dirigenza nerazzurra è pronta a cederlo alla Fiorentina pagando anche metà dell’ingaggio. C’è però una condizione: il club viola deve accollarsi l’obbligo di riscatto dal Manchester City, solo in questo modo i tifosi della Fiorentina potranno sognare il ritorno di Stevan Jovetic. Nei prossimi giorni si potrà trattare ma pare che non sia solo una suggestione di mercato.

Si muove su diversi piani l’Inter per quanto riguarda il calciomercato ed uno di questi riguarda i giovani. La società nerazzurra ha, infatti, depositato in Lega i contratti di Karlo Butic, attaccante croato classe 1998 preso dallo Zadar, Lapo Toccafondi, centrocampista classe 1999 preso dal Prato, e Danilo Capitanio, difensore classe 1999 preso dalla Virtus Bergamo. Il prossimo colpo di calciomercato potrebbe essere Marcelo Saracchi, terzino sinistro classe 1998 del Danubio. Stando a quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, anche la Juventus si starebbe muovendo sul giocatore, che all’Inter è stato presentato dall’ex attaccante Alvaro Recoba. Una referenza importante, anzi una vera e propria garanzia. Intanto si prova a definire la cessione di Eloge Yao, che potrebbe tornare in prestito al Crotone. Secondo FcInterNews.it, si starebbero muovendo anche Pescara ed Hellas Verona, ma al momento non ci sono trattative in corso con questi due club. Novità potrebbero esserci, dunque, nei prossimi giorni.

Prosegue l’ascesa di Domenico Berardi, che l’Inter ha provato a prendere invano in questa sessione di calciomercato. La società nerazzurra potrebbe tornare alla carica nel 2017 per il giovane attaccante del Sassuolo, forte del gradimento dello stesso: «Da piccolino tifavo Inter», ha confermato Berardi, per il quale però la Juventus sembra comunque in vantaggio per via degli ottimi rapporti con il Sassuolo. Intanto Frank de Boer, che all’Inter ha raccolto l’eredità di Roberto Mancini, in Olanda ha parlato del suo addio all’Ajax: «Ho pensato fosse il momento giusto per lasciare. L’aver perso il campionato all’ultima giornata era un segno», ha dichiarato il tecnico nerazzurro a Voetbal International, spiegando anche che ha inizio estate, prima del ritiro, ha capito di dover andare via. Ora, dunque, una nuova avventura, sulla panchina dell’Inter. Non è cominciata nel migliore dei modi, ma c’è la volontà di invertire subito la rotta dopo la sconfitta con il Chievo Verona.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori