CALCIOMERCATO LIVE MILAN NEWS / Ambrosini: “Serve uno davanti la difesa, Romagnoli…” Ultimissime Notizie 28 agosto 2016 (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Live Milan News: le ultime notizie e gli aggiornamenti in diretta su trattative, acquisti e cessioni. Muro rossonero: Kucka e Lapadula restano (oggi, 28 agosto 2016).

galliani_milanello_macchina
(LaPresse)

La sessione di calciomercato estivo non è stato sicuramente semplice per il Milan, preso dalle vicende legate al passaggio della proprietà da Berlusconi agli investitori cinesi. I rossoneri hanno inoltre accolto un nuovo allenatore in panchina, ovvero Vincenzo Montella, arrivato dalla Sampdoria e subentrato a Brocchi. Come riporta MilanNews.it, l’ex milanista Massimo Ambrosini, centrocampista allenato proprio da Montella nella sua avventura alla Fiorentina, ha evidenziato a Sky Sport la mancanza di un giocatore nel settore centrale del campo, reparto da tempo privo di qualità: “Se ascoltasse il proprio allenatore, il Milan dovrebbe prendere un giocatore con abilità tecniche davanti alla difesa. Alla Fiorentina preferiva giocare con Pizzarro.” Sempre Ambrosini si è inoltre soffermato anche sull’offerta del Chelsea di Conte pervenuta, e respinta, per il difensore centrale Alessio Romagnoli commentando: “Non l’avrei mai dato via, ma deve migliorare un po’ a livello di malizia.”

Durante questa sessione di calciomercato estivo si è parlato a lungo di come il Milan avesse bisogno di monetizzare da una o più cessioni importanti per investire denaro nei movimenti in entrata. Alla fine però così non è stato ed i rossoneri hanno trattenuto infatti Carlos Bacca, lasciando a bocca asciutta il West Ham, Mattia De Sciglio, cercato da Napoli, Juventus e Roma, ed Alessio Romagnoli, molto recente è la notizia dell’offerta del Chelsea di Conte respinta dal Milan. Un altro talento che è stato trattenuto è il giovane portiere Antonio Donnarumma e di lui, come riporta MilanNews.it, ha parlato il giornalista Matteo Marani per Sky Sport 24, promuovendone l’ennesima prestazione e bocciando invece quelle di Romagnoli e De Sciglio: “Donnarumma è un prodigio, un predestinato da ogni punto di vista. E’ un ’99, convocazione importante, significativa, non solo simbolica. Anche ieri sera ha dimostrato quanto sta bene. Sono un po’ deluso invece dalle prestazioni di Romagnoli e De Sciglio, il quale è sembrato più quello del Milan che della Nazionale.”

Nel corso di questa sessione di calciomercato estivo si era ipotizzata una rivoluzione per il reparto offensivo del Milan, costretto ad operare in entrata attraverso le cessioni. Tra i giocatori in uscita sembrava esserci l’attaccante francese M’Baye Niang, protagonista in negativo a causa delle diverse bravate come quella recente in cui si tuffava in piscina dal tetto della villa di un amico. Tuttavia, l’approdo di Vincenzo Montella sulla panchina del Milan ha rinforzato la posizione di Niang che è andato in rete anche ieri sera nella sconfitta subita a Napoli. Come riporta MilanNews.it, lo stesso Niang si era espresso così a Premium Sport prima della sfida contro gli azzurri: “E’ meglio affrontare adesso il Napoli perché siamo in un buon momento. Dobbiamo continuare su questa strada. Io mi sento bene, so che posso aiutare la squadra a vincere e do il mio massimo. Bisogna avere la stessa voglia della prima partita, facendo vedere che ci siamo e che possiamo fare qualcosa di bello.”

Come diverse squadre del nostro campionato, il Milan sta ancora cercando la quadratura migliore per affrontare la nuova stagione in questi ultimi giorni della sessione estiva di calciomercato estivo. La sconfitta di ieri sera contro il Napoli non ha però fatto scattare nessun allarme per i rossoneri visto il cantiere in atto grazie all’importante arrivo di Vincenzo Montella in panchina. Come riporta MilanNews.it, lo stesso mister Montella ha parlato a Premium Sport commentando: “Quando hai giocatori furbi è meglio, e mi riferisco, ad esempio, alla scaltrezza che ha avuto Reina nel cercare Niang. Quella, oltre a essere furbizia, è anche malizia. Dobbiamo crescere in quello. Le certezze tattiche possono darci sicurezza e maggiore personalità. Il mercato è ancora aperto, quindi non do giudizi. Vediamo nei prossimi giorni. Ho un pizzico di amarezza in più rispetto a quello che poteva succedere e non è successo. Se mi piacerebbe allenare uno tra Obiang, Rincon o Baselli? Non posso dire niente, perché se dici che ti piace un giocatore poi aumenta il prezzo.”

Le difficoltà non sono mancate per il Milan nel corso di questa sessione di calciomercato estivo ma la dirigenza rossonera è comunque riuscita a regalare qualche volto nuovo al neo tecnico Vincenzo Montella. Durante la conferenza stampa post sconfitta con il Napoli di ieri sera, proprio l’allenatore Montella ha commentato le voci riguardanti la campagna acquisti del Milan ed ha parlato delle prestazioni dei nuovi, Gustavo Gomez su tutti, come riporta MilanNews.it: “Ho letto stamattina il titolo della ‘Gazzetta’ e mi è venuto il dubbio che i cinesi abbiano sbagliato il bonifico… Ne parliamo a mercato chiuso, il nostro budget era abbastanza limitato e lo si sapeva fino all’inizio. Sono contento di allenare i calciatori che ho. I nuovi? Si stanno inserendo bene, Gomez è abituato a giocare in maniera diversa ma ha qualità importanti. Ha fatto una buona prestazione con un po’ di istinto che va limato. La squadra ha fatto il massimo dello sforzo e ha portato avanti ciò su cui stiamo lavorando. Sono sicuro che lo faremo ancora.”

La dirigenza del Milan ha incontrato non pochi problemi nel corso di questa sessione di calciomercato estivo nell’operare sia in entrata che in uscita. Come riporta MilanNews.it, a margine della partita di ieri sera persa contro il Napoli, l’amministratore delegato dei rossoneri Adriano Galliani ha parlato a Premium Sport toccando alcuni argomenti di calciomercato che hanno interessato il Milan in questa finestra, come l’offerta per il Chelsea per Alessio Romagnoli o le proposte per l’italo argentino Josè Mauri: “Abbiamo dichiarato che è incedibile (Romagnoli ndr). Ringrazio il Chelsea che ha fatto un’offerta molto importante, ma non cediamo i nostri gioielli, tra i quali rientra anche De Sciglio. Complimenti a lui e Donnarumma per la convocazione in nazionale A. In mezzo siamo in tanti, è vero che c’è qualche richiesta per José, ma deve decidere lui. Vedrò lunedì il suo agente. Siamo al completo in ogni reparto. Numericamente siamo a posto.”

La sessione estiva di calciomercato del Milan è stata a dir poco tribolata per i rossoneri, presi soprattutto dalle vicende riguardanti il passaggio della proprietà nelle mani degli investitori cinesi. Come riporta MilanNews.it, l’amministratore delegato Adriano Galliani ha parlato a Premium Sport del calciomercato del Milan, chiuso in entrata a meno di nuove uscite, e si è soffertmato sulla permanenza di Carlos Bacca, dato a lungo in partenza, spiegando: “Vediamo la partita di questa sera, contro la seconda forza dell’ultimo campionato. Il nostro mercato è chiuso, se non esce nessuno, non entra nessuno. È arrivato Pasalic ed è con questa squadra che affronteremo il campionato. Ad un certo punto abbiamo concordato che fosse buona cosa che rimanesse (Bacca ndr). Siamo tutti contenti ed è ritornato l’idillio. C’erano delle opportunità, ma è bene ciò che finisce bene.”

Nel corso di questa sessione estiva di calciomercato il Milan ha incontrato diverse difficoltà nell’attuare la propria campagna acquisti ma la dirigenza ha comunque lavorato per inserire nuovi elementi nell’organico di Vincenzo Montella. L’ultimo arrivato in casa rossonera è il centrocampista croato Mario Pasalic, cresciuto nell’Hajduk di Spalato e proveniente dai londinesi del Chelsea. Nella giornata di sabato il Milan ha ufficializzato l’acquisto di Pasalic, arrivato con la formula del prestito secco per un milioni di euro. e lo stesso calciatore ha parlato al canale Milan Tv rivelando le sue sensazioni e i propri pensieri in merito alla nuova avventura che sta per cominciare, come riporta MilanNews.it: “Mi sento benissimo, è un’emozione grandissima. Sono molto felice e orgoglioso di entrare a far parte di questo club, uno dei più grandi del mondo. Se ho parlato con qualcuno? Non ancora, sono arrivato ieri. Adesso ho tempo per adattarmi e per esplorare il mondo rossonero. Tutti questi trofei che ho visto parlano della società. Sono un classico numero 8, è questa la mia posizione in campo, ma mi piace giocare in tutte le posizioni del centrocampo, per me non ci sono problemi. Gioco dove il mister ritiene più opportuno. Sappiamo che la scorsa stagione è stata sotto le aspettative, quindi io voglio giocare tanto perchè per me è una grandissima opportunità, perchè ho giocato in tutti i 5 massimi campionati e mi piacerebbe continuare.”

Nel corso di questa sessione di calciomercato estivo si era ipotizzato che il Milan dovesse effettuare la propria campagna acquisti tramite qualche cessione illustre ma alla fine i rossoneri non ne hanno avuto bisogno, inserendo un paio di elementi e trattenendo i propri campioni, come accaduto con Carlos Bacca ed Alessio Romagnoli, recentemente cercato dal Chelsea allenato da Antonio Conte. Come riporta MilanNews.it, di questi due calciatori ha parlato il giornalista Sandro Piccinini a Si Gonfia La Rete su Radio Crc commentando la sfida di questa sera che vedrà il Milan in casa del Napoli: “Sarri crede molto nel gioco di squadra per cui vuole un centravanti di manovra mentre Montella, per esempio, si sta ricredendo su Bacca al di là della tripletta perché il calciatore comincia a fare i movimenti che gli piacciono anche in allenamento. Il Napoli l’anno scorso nella fase difensiva ha retto benissimo a differenza del Milan per cui una partita storta di Koulibaly a Pescara ci sta, ma non credo che possa rischiare molto stasera. Il Milan, invece, rischia parecchio, è in emergenza ed è per questo che sta provando a resistere alla cessione di Romagnoli.”

Nel corso di questa sessione di calciomercato estivo il Milan si è ritrovato a dovere effettuare la propria campagna acquisti attraverso il denaro proveniente dalla cessioni. I principali indiziati sembravano essere l’attaccante Carlos Bacca, cercato dal West Ham, ed il terzino della Nazionale italiana Mattia De Sciglio, nel mirino di Juventus, Napoli e Roma, ma, alla fine, i due giocatori sono rimasti in rossonero, con la dirigenza cinomeneghina convinta nel voler puntare su di loro per l’immediato futuro. Chi potrebbe effettivamente lasciare il Milan in questi ultimi giorni è invece il centrocampista italo argentino Josè Mauri. Prelevato a costo zero dopo il fallimento del Parma, Mauri non sembra aver convinto appieno il nuovo allenatore Vincenzo Montella nonostante i problemi fisici di altri due giocatori in quel ruolo come Poli e Bertolacci e, secondo quanto rivelato dal quotidiano Tuttosport e da Fabrizio Romano per Sky Sport 24, su Josè Mauri si registra il forte interessamento dei toscani dell’Empoli, molto vicini ad aggiudicarselo con la formula del prestito.

Nel corso di questa sessione di calciomercato estivo il Milan ha incontrato non poche difficoltà nell’operare sia in entrata che in uscita ma la dirigenza rossonera ha comunque continuato a lavorare sotto traccia nel tentativo di garantire all’allenatore Vincenzo Montella, arrivato all’inizio della finestra, nuovi innesti per la stagione appena iniziata. L’ultimo acquisto del Milan è il ventunenne croato Mario Pasalic, cresciuto nell’Hajduk di Spalato ed ora di proprietà dei londinesi del Chelsea di Antonio Conte. Come spiegato dal giornalista Fabrizio Romano per Sky Sport 24, questa mattina Pasalic ha effettuato, e superato, la seconda parte delle visite mediche di rito ed ora si attende solamente l’ufficialità del suo trasferimento grazie alla firma del contratto con il Milan. La formula che legherà Pasalic ai rossoneri è quella del prestito secco da un milione di euro e, solo più avanti, ovvero quando il Milan potrà valutare il rendimento del giocatore, si parlerà di un’eventuale permanenza dello stesso nel capoluogo lombardo.

L’estate di calciomercato che si sta per concludere non si è rivelata di certo serena per il Milan, preso dalle vicende riguardanti la cessione della proprietà agli investitori cinesi e dalla mancanza di denaro da reinvestire sulla campagna acquisti. Anche per questa ragione i rossoneri hanno deciso di tenere e puntare su due elementi come Carlos Bacca, principale indiziato a partire inizialmente visti i 30 milioni di euro che offriva il club inglese del West Ham, e M’Baye Niang, dato in partenza a causa delle diverse bravate che ne hanno minato il cammino a Milanello. Tuttavia, il miglior acquisto potrebbe essere forse individuato nell’arrivo del nuovo allenatore Vincenzo Montella, capace già di dare un’impronta alla squadra. Come riporta MilaNews.it, il giornalista Matteo Marani ha analizzato la situazione del Milan parlando proprio di Montella, Bacca e Niang negli studi di Sky Sport 24 spiegando: “Mi rassicura Vincenzo Montella, sta dando certezze che mancavano negli scorsi anni. Col Torino si è visto un Milan con problemi difensivi ma si è visto gioco. Niang può essere un elemento determinate, così come i gol di Bacca.”

Sin dalla passata stagione è evidente che il Milan ha bisogno di inserire maggiore qualità al proprio centrocampo anche se poco si è cercato di fare in questo senso durante questa sessione di calciomercato estivo. I rossoneri, però, si è pensato di effettuare qualche cessione per poter monetizzare e quindi trovare il denaro utile da reinvestire sulla campagna acquisti in entrata. I nomi emersi erano quelli di Carlos Bacca e Mattia De Sciglio ma, alla fine, il Milan ha deciso di trattenere i propri campioni per il futuro anche grazie alla firma ufficiale dell’accordo preliminare in merito al passaggio della proprietà dalle mani di Silvio Berlusconi a quelle degli investitori cinesi. C’erano tuttavia anche altri giocatori chiacchierati in uscita dal Milan, come ad esempio lo slovacco Juraj Kukca, sulle cui tracce pareva esserci il Torino. Dal canto suo, il Milan aveva messo gli occhi sul granata Baselli ma il presidente del club piemontese Urbano Cairo ha blindato lui ed allontanato le voci riguardanti Kucka spiegando, come riporta MilanNews.it: “Kucka non ci interessa, non è un obiettivo di mercato. E Baselli resta con noi.”

Il Milan non intende cedere Juraj Kucka in questa sessione di calciomercato. Il centrocampista rossonero, che è stato spesso accostato al Torino, ma resterà a Milano. Kucka è considerato un giocatore incedibile, pertanto non entrerà in nessuna trattativa. Discorso simile per Gianluca Lapadula, per il quale si sarebbe fatto avanti il Genoa. La risposta dell’amministratore delegato Adriano Galliani al presidente del Grifone, Enrico Preziosi, è stata negativa. Lapadula, reduce da una fascite plantare, resterà e si giocherà le sue carte in attacco con Carlos Bacca. Novità potrebbero esserci presto in difesa: stando a quanto riportato da SkySport, il Milan dopo l’annuncio di Mario Pasalic si concentrerà nuovamente sul pacchetto arretrato di Vincenzo Montella. Prima, però, va appunto definita la trattativa per il centrocampista, per il quale è stato richiesto un controllo specifico alla schiena. In mattinata comunque dovrebbero arrivare firme e annuncio ufficiale.

Mario Pasalic non ha ancora terminato l’iter del trasferimento al Milan. Oggi sarà, però, una giornata decisiva sul fronte calciomercato per il club rossonero, che potrebbe annunciare l’affare: ieri il calciatore croato si è sottoposto alla prima parte delle visite mediche, oggi è prevista la seconda parte con la visita specialistica alla schiena dal dottor Fornari. Nel frattempo emergono le cifre dell’operazione: Pasalic si trasferirà al Milan in prestito secco per 200 mila euro e con una prelazione nel caso in cui il Chelsea decidesse di liberarsene. Come evidenziato da La Gazzetta dello Sport, più Pasalic giocherà meno il Milan dovrà pagare. In caso di scarso utilizzo il Milan pagherebbe in totale solo un milione di euro. Si tratta di una formula adottata due anni fa per Marco van Ginkel. Nel frattempo è emerso un retroscena su Hernanes, che l’agente avrebbe proposto proprio al Milan: la società rossonera ha chiuso la porta al centrocampista della Juventus, avendo deciso di puntare su Pasalic.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori