CALCIOMERCATO LIVE MILAN NEWS / L’agente di Calabria: “Resterà per tanti anni”. Ultimissime notizie 3 settembre 2016 (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Live Milan News: Cantamessa difende Galliani sul caso Mati Fernandez, replicando al Cagliari. Le ultime notizie di oggi 3 settembre 2016, gli aggiornamenti in diretta.

matifernandez_kampl
Mati Fernandez - La Presse

Il futuro di Davide Calabria è sempre più rossonero. Segnali in tal senso li ha forniti l’agente del terzino del Milan, che nell’ultima sessione di calciomercato poteva passare in prestito al Cagliari. «Andare in prestito senza avere la certezza di giocare, non so quanto convenga ed è difficile andare via in prestito secco. Calabria resta al Milan e il Milan mi ha sempre detto che ci rimarrà per tanti anni», ha dichiarato l’agente Gianni Vitali ai microfoni di Sportitalia. Il terzino del Milan, però, si aspetta una crescita anche per quanto riguarda le presenze. Non dovrebbero esserci problemi in tal senso, visto che Montella ha dimostrato di avere fiducia in lui. «È uno dei migliori ’96 del nostro campionato. I fatti dicono che, anche se poche, le presenze hanno portato tanto a Calabria», ha aggiunto Vitali, che non si pone dunque il problema relativo al futuro del suo assistito, visto il legame con il Milan.

Carlos Bacca, messo in vetrina per tutta la finestra di calciomercato, è rimasto al Milan e ora può vantare un grande feeling con Vincenzo Montella. Il tecnico rossonero lo considera un attaccante di caratura internazionale, che sfruttato per le sue caratteristiche: «Bacca è sempre e comunque utile alla squadra», ha dichiarato Montella al Corriere dello Sport, confermando che lui non lo avrebbe ceduto nella sessione estiva di calciomercato: «Penso sia fondamentale mettere i migliori giocatori in grado di rendere al meglio. Io credo più nei calciatori che nel modulo di gioco», ha aggiunto Montella, spiegando anche che per Bacca parlano i numeri. Non è arrivata un’alternativa a Montolivo, ma l’allenatore del Milan non ne fa un problema: «Sosa ha dato la sua disponibilità ma ha bisogno di tempo per acquisire il nuovo ruolo», ha affermato Montella, che poi ha presentato Pasalic: «E’ abituato a giocare a due in mezzo al campo, ha meno dinamicità, è un calciatore diverso. Comunque è già positivo girarsi verso la panchina e vedere qualcuno in più che si può utilizzare». Il Milan può contare anche su Locatelli, a cui però non può essere ancora affidata la responsabilità di costruire il gioco della squadra.

La svolta societaria è imminente e avrà ripercussioni anche sul fronte calciomercato per il Milan: la cordata cinese dovrebbe versare con qualche giorno di anticipo la seconda parte della caparra da 100 milioni concordata quando è stato firmato il preliminare di vendita. Stando a quanto evidenziato dall’edizione odierna del Corriere della Sera, l’advisor Marco Fassone avrebbe convinto la cordata cinese a versare i restanti 85 milioni di euro prima del 9 settembre, quindi la somma dovrebbe arrivare a metà settimana e il closing potrebbe concretizzarsi a novembre. Questi soldi avrebbero fatto comodo al Milan nella sessione estiva di calciomercato, ma i tifosi rossoneri possono stare tranquilli: la cordata cinese ha fatto sapere di volere un Milan protagonista nella finestra invernale di calciomercato. Prima, però, Marco Fassone dovrà definire l’organigramma e scegliere il nuovo direttore sportivo.

Vincenzo Montella crede nel suo Milan e per caricarlo ha chiesto all’ufficio comunicazione rossonero di raccogliere tutti i titoli e le pagelle degli ultimi due mesi complicati e di esporli nello spogliatoio di Milanello. La speranza dell’allenatore del Milan è di suscitare rabbia nei suoi giocatori: da qui può partire la rinascita. Montella ha spiegato la sua decisione: «Voglio che i miei calciatori si rendano conto di che cosa si scrive di loro», ha dichiarato l’allenatore del Milan ai microfoni del Corriere dello Sport, spiegando che i giocatori che ha a disposizione sono i migliori. Nonostante ciò si sarebbe aspettato una finestra di calciomercato diversa: «Devo ammettere che la situazione è stata resa complicata e difficile da vari fattori. È stato difficile fare mercato per Galliani. È un mercato un po’ diverso rispetto a quello che si aspettava la società. C’è sicuramente del materiale su cui lavorare». E’ arrivato tra gli altri Mati Fernandez, che Montella ha avuto modo di allenare ai tempi della Fiorentina. L’allenatore del Milan ha confermato i contatti telefonici con il centrocampista, ma ha voluto anche precisare: «Mi ha chiamato più volte di quelle che ho chiamato io. Desiderava venire al Milan. Mi ha convinto lui», ha raccontato Montella, dispiaciuto per la situazione che si è venuta a creare con il Cagliari, che non ha preso affatto bene il sorpasso dell’ultima ora.

Potrebbero esserci presto interessanti novità in casa Milan circa il tanto atteso closing con i cinesi: secondo quanto riportato da SkySport24, da lunedì prossimo al 10 settembre ogni giorno sarà buono per il versamento degli 85 milioni di euro della caparra promessa a Fininvest. Finora, infatti, la cordata cinese ha versato solo 15 milioni di euro. Nei prossimi giorni, invece, il futuro amministratore delegato Marco Fassone comincerà i colloqui per il ruolo di direttore sportivo: in pole c’è Walter Sabatini, pronto a lasciare la Roma per cominciare una nuova avventura. L’obiettivo dei cinesi comunque è di creare entro la fine del mese il nuovo quadro dirigenziale, che non comprenderà Barbara Berlusconi. Intanto Mario Balotelli da Nizza parla del Milan: «Metto da parte Galliani, una grande persona, i giocatori e i tifosi, ma per il resto lasciate stare…», ha dichiarato l’ex attaccante rossonero durante la sua conferenza stampa di presentazione.

La retromarcia di Mati Fernandez, che ha rifiutato il Cagliari per passare al Milan nell’ultimo giorno di calciomercato, ha mandato su tutte le furie il direttore sportivo del club sardo, Stefano Capozucca, il quale ha attaccato la società rossonera per aver collaborato con Pablo Cosentino, squalificato per lo scandalo calcioscommesse che ha portato il Catania in Lega Pro. Il Milan ha replicato con una smentita, poi l’avvocato Leandro Cantamessa ha svelato a La Gazzetta dello Sport che ha avuto un ruolo decisivo Vincenzo Montella: «Mati avrebbe così dovuto scegliere se andare a giocare in un ambiente che non conosceva o in una squadra che punta al ritorno in Europa, con un allenatore che lo conosce e lo stima particolarmente, e con condizioni economiche favorevoli». L’ufficio della procura federale però nei prossimi giorni potrebbe aprire un’indagine e convocare i diretti interessati per fare chiarezza sulla vicenda.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori