Calciomercato Live Napoli News/ Zielinski: Che bello essere qui! Ultimissime notizie 5 settembre 2016 (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Live Napoli, le ultime news: Marko Rog è arrivato da poco dalla Dinamo Zagabria e analizza queste sue prime settimane con la maglia azzurra addosso. (oggi 5 settembre 2016)

MarkoRog
Marko Rog - La Presse

Tra gli acquisti di questa sessione di calciomercato che hanno preso con più entusiasmo l’arrivo al Napoli c’è sicuramente Piotr Zielinski. Questi ha parlato ai media polacchi come riportato da TuttoNapoli.net: “Non è stato complicato il passaggio dall’Empoli al Napoli perchè l’idea di gioco è la stessa. Anche qui si punta molto sul possesso palla, facendola girare velocemente. Per me è davvero un piacere vestire la maglia azzurra ed allenarmi con calciatori come Josè Maria Callejon e Raul Albiol. Magari un giorno anche io come loro potrà giocare nel Real Madrid. Da piccolo ero un grande tifoso del club spagnolo. Milik ha iniziato davvero molto bene la sua avventura al Napoli, anche con la lingua italiana inizia a fare dei passi in avanti. Quando non capisce qualcosa chiede sempre spiegazioni a me o a Dres Mertens in inglese“.

Il calciomercato non finisce mai, anche perchè c’è ancora una lunga lista di svincolati pronti a cercare squadra. Come riportato da ‘Tuttomercatoweb’ Roma, Fiorentina e Napoli stanno monitorando la situazione di Martin Caceres, ex difensore della Juventus che cerca una nuova esperienza, sempre in Italia. Il giocatore non si è ancora ripreso del tutto dall’infortunio al tendine d’Achille che lo ha lasciato fuori dai campi da gioco per quasi un anno ma a novembre dovrebbe essere pronto per essere di nuovo protagonista. Maurizio Sarri ha qualche problema in difesa, gli infortuni sono tanti come Tonelli e Chiriches che non sono al meglio e non potranno scendere in campo prima di un mesetto. L’emergenza in casa partenopea è altissima, Caceres potrebbe essere una boccata di ossigeno per il tecnico Sarri che ha davvero bisogno di un giocatore in più visto che c’è anche la Champions League da disputare.

In casa Napoli tiene banco la situazione di Lorenzo Insigne, attaccante partenopeo che chiede da diverso tempo un rinnovo del contratto con relativo aumento dell’ingaggio. Oggi l’entourage di Insigne ha parlato a microfoni spenti a ‘Radio Kiss Kiss’ senza però svelare nulla sulla situazione del prolungamento del contratto. “Non è questo il momento di rilasciare dichiarazioni, questo è il momento di lavorare con serenità” commenta l’agente di Lorenzo Insigne, che auspica la voglia di tenere tranquillo il proprio assistito in vista di questo inizio di stagione. Ci sarà sicuramente tempo per avere i giusti colloqui con Aurelio De Laurentiis per il rinnovo del contratto con aumento dell’ingaggio visto che l’attaccante chiede di essere a pari di alcuni suoi compagni che percepiscono sicuramente più di lui. Insigne per ora percepisce 1.1 milioni di euro all’anno, troppo pochi per l’agente di Insigne.

Il Napoli pensa sempre alla difesa, anche in vista della sessione invernale del calciomercato. Come riportato questa mattina da ‘La Gazzetta dello Sport’ Rodrigo Caio, difensore del San Paolo, potrebbe far aprire una vera e propria asta tutta italiana a gennaio. Il brasiliano infatti piace molto al Milan, tanto da essere il primo nome sul taccuino della dirigenza rossonera, ma sembrava ad un passo dal Napoli ed ha ricevuto il passaporto italiano in modo da essere un giocatore comunitario. Questo, infatti, è un requisito fondamentale per approdare al Milan visto che non hanno più posti sa extracomunitari in rosa dopo l’arrivo di Gustavo Gomez e Sosa. Rodrigo Caio è seguito con interesse anche dal presidente De Laurentiis che ha fatto di tutto per portarlo in Italia nell’ultima giornata di calciomercato ma non ci sono stati i tempi tecnici per trattare con il San Paolo che chiedeva 10 milioni di euro.

Pepe Reina non vuole più sentire parlare di Gonzalo Higuain. In una lunga intervista rilasciata a ‘Il Mattino’ il portiere del Napoli chiede a tutti di lasciar perdere la questione del trasferimento del Pipita a Torino e concentrarsi sulla nuova stagione appena cominciata. “Basta parlare di Higuain. Senza il Pipita magari sarà Callejon a fare più reti. Anche gli altri attaccanti possono fare più gol mancando l’apporto realizzativo di Higuain” commenta Reina. L’estremo difensore è molto contento della permanenza di Koulibaly, che sembrava in procinto di trasferirsi al Chelsea nell’ultima sessione di calciomercato: “È una notizia fantastica, per noi è un giocatore fondamentale, sono contento che sia rimasto con noi” conclude Reina. Higuain è solo un bel ricordo, bisogna andare avanti ognuno per la propria strada, contando il fatto che ora a guidare l’attacco a Napoli c’è Milik che ha esordito con una doppietta importante.

Tra i tanti acquisti fatti nella sessione di calciomercato appena conclusa dal Napoli c’è anche Marko Rog, centrocampista offensivo di grande talento arrivato dalla Dinamo Zagabria. Sul calciatore c’erano molti club importanti, ma l’interesse dimostrato dagli azzurri ha convinto il giovane croato a venire a giocare in Italia. Marko Rog è un trequartista che però sa giocare anche come ala o come interno di centrocampo. Nella Dinamo Zagabria ha giocato prevalentemente al centro delle tre mezze punte in un 4-2-3-1 dove sicuramente contavano molto i tempi di inserimento. Il ragazzo sa però che giocare nel 4-3-3 di Maurizio Sarri da titolare sarà molto complicato almeno in questo inizio di stagione, ma non è per questo spaventato dalla sua scelta. Ha parlato ai microfoni di Vecernji, media croato, sottolineando le sue emozioni: “Talmente sono stati tanti gli impegni che ancora non ho avuto il tempo di allenarmi con il Napoli. Sono stato lì appena tre giorni, ho fatto le visite mediche di routine e firmato il contratto con la società. Il tecnico Maurizio Sarri mi ha introdotto nello spogliatoio con i miei nuovi compagni. Al momento Strinic mi aiuta con la lingua. Voglio impormi a Napoli, lottare per giocare. So che non mi aspetta all’inizio una maglia da titolare, ma combatterò. Sono giovane e non sarà una tragedia se per un po’ starò tra le riserve in panchina. So in che tipologia di squadra arrivo e so anche che devo entrare nella mentalità poco alla volta“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori