CALCIOMERCATO LIVE MILAN NEWS / Arrivati 85 milioni di caparra dai cinesi. Ultimissime notizie 6 settembre 2016 (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Live Milan News: il futuro di De Sciglio e Romagnoli è da definire, voluntary agreement con la Uefa e il closing. Ultime notizie e aggiornamenti in diretta (6 settembre 2016).

desciglio_capelli
Mattia De Sciglio (LaPresse)

Sono arrivati ottantacinque milioni di euro di caparra dai cinesi e questa è una notizia molto importante per il Milan che avrebbe così anche dei giovamenti sul calciomercato. Fininvest ha comunicato che è arrivata la seconda parte del caparra. Il pagamento è arrivato dalla Sino-Europe Sports Investment Management Changxing Co.Ltd. Questa era stata concordata il cinque agosto nel preiliminare di vendita tra la cordata cinese e il Milan. Questo ovviamente è stato un percorso importante verso il closing. Il Milan avrà sicuramente la possibilità già nel calciomercato di gennaio di fare degli investimenti più importanti di quelli che abbiamo visto nella sessione appena conclusa. Staremo a vedere se ci saranno delle novità anche in questo senso già da ora con delle trattative che saranno sicuramente ben avviate. 

La sessione estiva del calciomercato è terminata da meno di una settimana e continuano a trapelare indiscrezioni circa le trattative sfumate del Milan. Una di queste è stata svelata proprio da Alvaro Arbeloa, neo difensore del West Ham, che in un’intervista concessa a ‘Cadena COPE’ conferma la trattativa con i rossoneri: “E’ vero ci sono stati dei contatti avviati con il Milan, ma tutto è diventato complicato con l’arrivo della nuova proprietà e ho preferito qualcos’altro, accettando la proposta che mi ha fatto il West Ham” conclude Arbeloa. Il difensore, infatti, piaceva molto ad Adriano Galliani che ha trovato però il muro della nuova dirigenza cinese che non aveva alcuna intenzione di pagare un ingaggio elevato ad Arbeloa, nonostante il suo arrivo era da considerare a parametro zero. Il giocatore ha scelto poi di non perdere altro tempo, ed il club inglese si è fatto subito avanti con un’ottima proposta.

-Il Milan cambia faccia e la nuova dirigenza comincia a prendere pian piano forma. Come riporta ‘TuttoSport’ Fininvest riceverà il bonifico di 85 milioni di euro da parte della Sino-Europe Sports Investment Management Changxing, in modo che l’accordo con la cordata cinese sia ormai cosa fatta. Poi bisognerà pensare alla società: Marco Fassone è il nuovo amministratore delegato e direttore esecutivo del club e dovrà cercare il nuovo direttore sportivo ed un giocatore bandiera. Per il primo ruolo ci sono in particolar modo due nomi: Riccardo Bigon, che ha fatto davvero bene al Napoli e Daniele Pradè che invece è stato direttore sportivo di Roma e Fiorentina. Non c’è quindi Walter Sabatini, in procinto di lasciare la Capitale. Per quanto riguarda invece il ruolo di bandiera c’è quello di Billy Costacurta ma nelle ultime ore si sono alzate le quotazioni di Paolo Maldini che deve prima capire bene quale sarà il suo ruolo.

-Yaya Tourè sembrava in procinto di approdare all’Inter nei primi giorni del calciomercato estivo, ed invece a gennaio potrebbe cambiare sponda a Milano e sposare il progetto Milan. Nella giornata di ieri l’agente dell’ivoriano ha confermato il suo addio al Manchester City a gennaio, ed il club rossonero potrebbe prenderlo a parametro zero e pagare il suo ingaggio grazie alle liquidità emesse dai cinesi. Il futuro di Tourè potrebbe essere quindi in Italia, prima di terminare la sua carriera in Cina e percepire sicuramente uno stipendio più alto. Vincenzo Montella avrebbe davvero bisogno di un centrocampista del genere a Milano, visto che aveva chiesto espressamente alla sua dirigenza di arrivare a Badelj ed ha dovuto accontentarsi di Sosa nel calciomercato estivo. Yaya Tourè piaceva molto a Roberto Mancini, diverse invece le idee di De Boer che preferisce sicuramente altri profili in vista di gennaio.

Il Milan dovrà blindare Mattia De Sciglio con un rinnovo di contratto per scongiurare un nuovo assalto della Juventus, che ha provato ad acquistare il terzino prima a gennaio e poi nella finestra estiva di calciomercato. La società rossonera ha respinto in entrambi i casi l’assalto della Juventus, ma ora De Sciglio si aspetta garanzie. Il retroscena è stato svelato da La Gazzetta dello Sport, secondo cui il terzino, che ha il contratto in scadenza nel 2018, incontrerà a breve la nuova proprietà per conoscere i piani che hanno su di lui e chiedere un sostanzioso ritocco dell’ingaggio. Situazione simile per Alessio Romagnoli, che vede salire la quotazioni del suo cartellino. Il Milan quest’estate ha respinto la proposta del Chelsea, che aveva offerto 40 milioni di euro per acquistarlo, ma dovrà riflettere per il futuro. Di sicuro il piano della proprietà cinese prevede la valorizzazione dei giovani calciatori.

Il Milan è pronto a chiedere un voluntary agreement alla Uefa: la società rossonera ha tempo fino al 31 dicembre per autodenunciarsi e aggiustare i conti in un numero concordato di anni. Con questo accordo il Milan avrà restrizioni: limitazioni alla lista, break even e sanzioni finanziare condizionate al mancato raggiungimento degli obiettivi. In questo modo il club meneghino non dovrà pagare subito una multa e potrà cancellare il passivo delle ultime tre stagioni, senza contare che non sarà conteggiato l’esercizio di questa stagione. Nel frattempo stanno per arrivare gli 85 milioni di euro da parte dei cinesi, tappa per avvicinarsi al closing, previsto per il 4-5 novembre. Mancano due mesi e poi il Milan entrerà ufficialmente in una nuova era, che si preannuncia molto ricca. Una svolta importante anche in chiave calciomercato, perché nella prossima finestra invernale il Milan potrà intervenire pesantemente per rinforzare la rosa di Vincenzo Montella.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori