CALCIOMERCATO LIVE INTER NEWS/ Erkin: Ecco perchè ho lasciato i nerazzurri. Ultimissime notizie 7 settembre 2016 (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Live Inter, le ultime news: Stephan Lichtsteiner è diventato l’obiettivo numero uno per la squadra nerazzurra, col calciatore in rottura con la Juventus (oggi 7 settembre 2016)

DeBoerInter_panchina
La Presse

Tra le situazioni più curiose del calciomercato dell’Inter c’è quella legata a Caner Erkin. Il terzino sinistro turco è arrivato dal Fenerbahce e dopo appena due mesi di Inter è stato ceduto al Besiktas. Il calciatore ha voluto spiegare la situazione a BJK TV: “Il mio addio all’Inter è stato legato all’arrivo del nuovo allenatore Frank de Boer. Il trasferimento al Besiktas è dipeso invece da grande interessamento dimostrato dal club nei miei confronti”. Il calciatore era arrivato a Milano proprio su precisa richiesta di Roberto Mancini prima proprio che questo decidesse di dimettersi dall’Inter. Una vicenda particolare che ha molti precedenti nel calcio anche se ovviamente per trovarne bisognerebbe tornare indietro diverso tempo. Nell’estate del 2011 la Juventus acquistò a parametro zero Reto Ziegler dalla Sampdoria e dopo l’arrivo di Antonio Conte il calciatore fu ceduto perchè il tecnico leccese non lo vedeva adatto al suo modo di vedere il calcio.

Ramires, centrocampista dello Jiangsu Suning ed ex Chelsea, ha smentito ai microfoni di ‘Goal in China’ di essere stato vicinissimo all’Inter nell’ultima sessione estiva del calciomercato. “In tanti mi hanno domandato dell’Inter, ma nessun dirigente dello Jiangsu mi ha mai parlato di questa opportunità, quindi smentisco ogni tipo di voce. Non mi sono arrivate voci neanche alla cerimonia dove è stato ufficializzato il passaggio all’Inter di Suning” commenta Ramires che quindi allontana di fatto tutte le voci che lo vedevano vicino ai nerazzurri. “Io ero presente alla cerimonia con Alex Teixeira e Jo, li ho incontrati, ma non mi hanno parlato di questa possibilità. Se l’opportunità dovesse realmente presentarsi, sicuramente darei la mia opinione. Per ora non c’è niente” conclude il centrocampista che non chiude quindi le porte ad un futuro a Milano nella sua carriera. Ora sta bene in Cina, poi si vedrà.

-A Milano tutti attendono il grande ritorno di Simeone, attuale tecnico dell’Atletico Madrid. Secondo quanto riportato da ‘El Confidencial’ Simeone sta già preparando l’addio al club spagnolo in concomitanza con un eventuale arrivo a Milano. Pare infatti che il Cholo abbia scelto di tornare in Italia nel arrivando a sposare la causa Inter visto che da diverso tempo si parla di un suo approdo sulla panchina nerazzurra. Il suo divorzio con l’Atletico Madrid è da ricercare nei rapporti con il presidente del club spagnolo Enrique Cerezo, che gli sta facendo maturare l’idea di lasciare la Spagna per un ritorno nel nostro paese. Simeone ha ottimi rapporti, invece, con il vicepresidente dell’Inter, Javier Zanetti, che ha più volte dichiarato di voler vedere il Cholo seduto sulla panchina della sua squadra del cuore. Ora si continuerà con Frank De Boer, in futuro poi si penserà alla nuova era Simeone.

-L’Inter vuole blindare i propri gioiellini e per farlo deve rinnovare i contratti di Mauro Icardi e Marcelo Brozovic. Come riporta questa mattina ‘La Gazzetta dello Sport’ la dirigenza dell’Inter ha deciso di inserire nel nuovo contratto dell’attaccante argentino una clausola rescissoria. Icardi prolungherà fino al 2021 e percepirà circa 4.5 milioni di euro all’anno, con l’Inter che ha deciso di blindarlo inserendo nel contratto una clausola rescissoria da 110 milioni di euro. Una cifra elevatissima, sintomo che Suning non vuole perdere l’argentino neanche a gennaio e che il rinnovo avverrà prima della fine dell’anno. Questa clausola, però, sarà valida solo per l’estero e non per i club italiani. Stesso discorso per Brozovic che rinnoverà fino al 2021 arrivando a 2.5 milioni di euro l’anno con una clausola rescissoria pari a 55 milioni di euro. Anche per il croato questa clausola sarà valido soltanto per l’estero.

Roberto Mancini ha rilasciato una lunga intervista a ‘Il Corriere dello Sport’, la prima dopo il suo addio all‘Inter spiegando anche i motivi della sua scelta. Si parla di calciomercato, di obiettivi sfumati svelando anche di aver lasciato i nerazzurri in ottimi rapporti: “Ci siamo lasciati bene ma non accetto che si discuta la nostra preparazione estiva. Secondo me la Juventus vincerà di nuovo lo scudetto, soltanto Ibrahimovic e Yaya Touré potevano cambiare la nostra corsa allo scudetto” svela l’ex tecnico nerazzurro Roberto Mancini. Un piccolo rimpianto per Mancini, non aver allenato nella sua carriera Francesco Totti: “Mi dispiace che smetta quest’anno, avrei voluto allenarlo. Il Napoli? Ha puntato su baby talenti nel calciomercato estivo” conclude Mancini. Nessuna rivendicazione, l’ex allenatore non vuole che si critichi quanto fatto in estate durante il ritiro, l’unico rimpianto si chiama Yaya Tourè.

L’Inter sta già pianificando quello che potrebbe essere il calciomercato di gennaio dove la squadra a disposizione di Frank de Boer potrebbe essere rinforzata per cercare di centrare gli obiettivi stagionali. Il nome che c’è in cima alla lista dell’Inter è quello del terzino destro della Juventus Stephan Lichtsteiner, ieri tra i protagonisti della bella vittoria della Svizzera sul Portogallo nella prima gara di qualificazione ai Mondiali che si giocheranno tra due estati in Russia. L’esperto di mercato di Premium Sport Niccolò Ceccarini ha raccontato le ultime ai microfoni di Radio Sportiva, ecco le sue parole: “C’è una frattura evidente tra Stephan Lichtsteiner e la società bianconera, questo è abbastanza evidente. Con il ritorno di Juan Cuadrado dal Chelsea e l’arrivo di Dani Alves dal Barcellona gli spazi per lo svizzero si riducono notevolmente. L’Inter si è fortemente interessata a Lichtsteiner, prima del secco no di Beppe Marotta. Poi però non si è concretizzata la pista estera“. La Juventus non vorrebbe cedere il calciatore all’Inter anche a causa dello screzio avuto coi nerazzurri per Marcelo Brozovic. La volontà del calciatore ora però diventerà fondamentale perchè il calciatore va in scadenza di contratto a giugno prossimo e già da gennaio si potrà accordare con chi vuole per partire poi a parametro zero. La Juventus ha messo fuori dalla lista per la Champions League il difensore acquistato dalla Lazio nell’estate del 2011 e titolare nella conquista dei cinque Scudetti di fila.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori