Calciomercato Cagliari/ Chiono: Sau ormai è una bandiera. Barella potrebbe salutare (esclusiva)

- int. Gabriele Chiono

Calciomercato Cagliari: intervista esclusiva a Gabriele Chiono sulle prossime mosse di mercato dei sardi. Piacciono molto a Inter e Juventus Barella e Han.

Sau_Cagliari_Palermo_lapresse_2017
Marco Sau, guai per il fratello Davide

Si avvicina la finestra invernale del Calciomercato  e anche in casa Cagliari, la dirigenza è al lavoro per proteggere i propri gioielli e nel contempo provare ad arricchire la rosa in mano a Diego Lopez. Secondo le ultime voci di calciomercato infatti sono pochi i club che paiono interessati ad alcuni giocatori rossoblu, da Barella a Han, che benché vesta la maglia del Perugia, è sempre di proprietà della società sarda. Per parlare di tutto questo abbiamo sentito il procuratore Gabriele Chiono: eccolo in questa intervista esclusiva a ilsussidiario.net.

Barella potrebbe andare all’Inter? E’ una possibilità :l’Inter lo vuole e potrebbe finire nella squadra nerazzurra. Del resto i rapporti tra Cagliari e Inter sono buoni e il presidente del Cagliari Giulini ha anche simpatie calcistiche per l’Inter.

Pinamonti e Dalbert rossoblù? Potrebbe essere un giocatore messo sulla bilancia per arrivare a Barella come lo stesso Dalbert. Dalbert potrebbe andare in prestito alla squadra di Lopez. Qui potrebbe crescere visto che all’Inter trova poco spazio.

C’è anche la Juventus su Barella. Non è una buona cosa per l’Inter la concorrenza di un club come la Juventus che sa sempre muoversi sul mercato.

Come per Han, che gioca nel Perugia ma è di proprietà del Cagliari.  E’ così, la Juventus sa sempre muoversi bene nel mercato, sa programmare bene, scegliere i giovani migliori. Han potrebbe vestire la maglia bianconera.

Sau incedibile? Sau è una bandiera del Cagliari. E’ un attaccante di valore, ha appena rinnovato il contratto. Si sa però che nel calciomercato moderno non c’è niente di certo. Sau dovrebbe in ogni caso essere la bandiera del Cagliari dei prossimi anni.

 

(Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori