Calciomercato Roma/ News, Anche Rodrigo Caio nel mirino se parte Manolas (Ultime notizie)

- Fabio Belli

Calciomercato Roma news, tutte le ultime notizie e gli aggiornamenti più importanti sulle trattative e le operazioni principali del club giallorosso, seguile con noi live, in tempo reale

radja_nainggolan_asroma_lapresse_2017
Nainggolan, Lapresse

MANOLAS-ADDIO? C’E’ RODRIGO CAIO

Il nome di Kostas Manolas continua a far vacillare la Roma in questo calciomercato estivo. Il centrale greco dopo i tanti rumors che lo hanno riguardato in queste settimane potrebbe ancora lasciare i giallorossi entro la fine di agosto e la società, già in cerca di un calciatore in quel ruolo con l’addio di Rudiger, si sta comunque tutelando monitorando diversi profili. L’ultimo nome accostato alla Roma in questo senso è quello di Rodrigo Caio, difensore brasiliano di proprietà del San Paolo. Secondo i rumors, come Manolas anche il ventitreenne Rodrigo Caio avrebbe rifiutato di trasferirsi allo Zenit San Pietroburgo lasciando la porta aperta ad altri club come la Roma appunto. Nella stagione passata il brasiliano, classe 1993 con il contratto in scadenza nel gennaio del 2021 e con una clausola rescissoria da 18 milioni di euro, ha realizzato una rete ed un assist in 33 presenze tra campionato e Copa Libertadores, disputando invece 14 gare nell’annata in corso e candidandosi ad elemento più che valido per sostituire Manolas da qui agli anni a venire.

BORUSSIA MONCHENGLADBACH VICINO AD ITURBE

La Roma, dopo le cessioni importanti dello scorso mese, come le ha definite il direttore Monchi in merito a Rudiger e Salah, deve ancora lasciar partire quei calciatori destinati a non trovare spazio da titolare nella prossima stagione prima della chiusura del calciomercato. In questo elenco c’è senza dubbio Juan Manuel Iturbe, attaccante paraguaiano di rientro dal prestito non entusiasmante al Torino. Il ventiquattrenne, secondo i rumors, avrebbe vari estimatori in Serie A essendo seguito da formazioni come Genoa, Fiorentina e, soprattutto Hellas Verona. Tuttavia, stando alle indiscrezioni dei tedeschi di 4-4-2.com, la squadra maggiormente interessata ad Iturbe sarebbe il Borussia Monchengladbach, decisa a rimpiazzare con l’ex Hellas il partente Hahn, passato all’Amburgo. I bianconeri avrebbero dunque avanzato una proposta da 11 milioni di euro al fine di aggiudicarsi Iturbe con la formula del prestito con diritto di riscatto.

DISTANZA PER MAHREZ, OCCHIO A BERARDI

In questa sessione di calciomercato estivo la Roma ha bisogno di trovare un elemento valido per rimpiazzare l’egiziano Mohamed Salah, ceduto al Liverpool. Il nome più caldo degli ultimi giorni accostato ai giallorossi rimane quello di Riyad Mahrez, fantasista algerino di proprietà del Leicester City. Secondo le indiscrezioni di queste ore, la distanza tra la Roma e gli inglesi si aggirerebbe ora intorno ai 6 milioni di euro a fronte della richiesta di 40 milioni per il cartellino, pur avendo già raggiunto l’intesa con il calciatore. Se le parti non dovessero riuscire ad accordarsi, la Roma potrebbe rimettersi sulle tracce di Domenico Berardi, di proprietà del Sassuolo. I giallorossi vantano da anni ottimi rapporti con i neroverdi sebbene gli emiliani siano decisamente restii a perdere un altro elemento importante dopo gli addii di Defrel e del tecnico Di Francesco, accasatisi proprio nella Capitale.

IDEA ENGELS SE PARTE MANOLAS

Nei giorni scorsi l’ambiente della Roma era stato scosso dalla notizia, poi smentita, del passaggio di Kostas Manolas alla Juventus in questo calciomercato. Dopo i rumors riguardanti i bianconeri, l’Inter ed ancor prima Zenit San Pietroburgo, la permanenza di Manolas nella Capitale è ancora in bilico, tanto che i giallorossi stanno monitorando diversi profili per tutelarsi in caso di partenza del centrale greco. Stando alle recenti indiscrezioni, nelle idee del direttore sportivo Monchi sarebbero in aumento le quotazioni di Bjorn Engels, ventiduenne belga di proprietà del Club Brugge con cui ha già esordito nei preliminari di Champions League per questa stagione. Lo scorso anno il difensore ventiduenne, seguito dal Chelsea prima dell’acquisto di Rudiger, ha realizzato 2 reti ed un assist in 23 apparizioni complessive coi nerazzurri belgi e la Roma, nonostante il contratto in scadenza soltanto nel giugno del 2020, potrebbe provare ad aggiudicarsi Engels per una cifra di poco inferiore ai 10 milioni di euro.

NAINGGOLAN SUL TECNICO E CENGIZ UNDER

Dopo tante indiscrezioni e rumors più o meno veritieri, per la Roma è arrivata la tanto attesa notizia del rinnovo del contratto di Radja Nainggolan in questa fase del calciomercato. Intervistato dal sito ufficiale del club in occasione della firma, il centrocampista belga ha parlato del nuovo tecnico Eusebio Di Francesco ed ha espresso la sua idea sui nuovi acquisti, compreso il giovane Cengiz Under: “Ho avuto una bella impressione dello staff. Sono tutti disponibili, anche tutti noi ci siamo messi a disposizione: il mister è molto chiaro con le sue idee, quindi noi giocatori dobbiamo essere bravi a metterci a disposizione e stiamo cercando di farlo. Ovviamente non è una cosa semplice cambiare da un modulo all’altro, personalmente dovrò tornare al ruolo che avevo tre-quattro anni fa. Mi devo di nuovo un po’ adattare, ma non credo ci siano problemi. Voglio fare bene, come lo vuole tutta la squadra. I nuovi saranno sicuramente validi, daranno il loro contributo e metteranno in difficoltà allenatore e giocatori. È buono avere concorrenza, così la concentrazione e la voglia di far bene aumenta e si può far sempre meglio. Per quanto riguarda ragazzino turco ho visto che ha personalità e tante qualità tecniche, sicuramente può crescere fisicamente e si vede che i colpi ce l’ha. Mi ha impressionato.

IL PRESIDENTE CONTENTO DI NAINGGOLAN

In casa Roma si è vissuto fino a ieri un vero e proprio tormentone di calciomercato in merito al rinnovo del contratto di Radja Nainggolan. Il centrocampista belga, corteggiato a lungo da Inter e Chelsea per fare due esempi, ha prolungato il suo rapporto con i giallorossi ed al riguardo ha parlato il presidente americano James Pallotta, intervistato dall’emittente Sirius XM, spiegando l’importanza dell’ex Cagliari per la sua squadra: “Ho parlato con lui, gli ho detto ovviamente di volerlo tenere e che lo staff e Monchi voleva altrettanto. Dal mio punto di vista, lui è uno dei più importanti sul campo. Non si ferma mai, è completo. C’è stato un periodo lo scorso anno in cui è stato molto importante per prendere punti, visto che ci siamo qualificati per la Champions League finendo un solo punto avanti al Napoli. C’è stato un periodo di sei partite di fila in cui le persone non si sono rese conto che Radja stava giocando con problemi muscolari, ma non ha lasciato il campo. È molto importante per noi.

PALLOTTA SUL CAMBIO SABATINI-MONCHI

In questa sessione di calciomercato estivo la Roma può contare sul sapiente lavoro del nuovo direttore sportivo Monchi. Intervistato dall’emittente Sirius XM, il presidente del club giallorosso James Pallotta ha parlato dell’avvicendamento tra lo spagnolo e l’ex Walter Sabatini, oggi all’Inter, spiegando: “Il cambiamento che pensavo andasse fatto realmente perché avevo perso molta fiducia dopo i primi due anni nel mio direttore sportivo. Non solo il tipo di giocatori che stavamo comprando, ma un po’ di cose. I primi due anni sono stati ottimi, ma avremmo dovuto costruire su quelli e invece lui continuava semplicemente a fare scambi. Quindi ad agosto, parlando con Franco Baldini, ho detto che avremmo dovuto prendere un altro direttore sportivo. Ho chiesto di Monchi, Baldini mi ha detto che non sarebbe andato da nessuna parte, ma che gli avrebbe fatto una telefonata. Uscì fuori che Monchi voleva parlarmi! Voleva andare via, abbiamo avuto delle riunioni segrete e ci siamo trovati bene da subito. Siamo stati fortunati a prenderlo perché qualcun altro lo voleva per molti più soldi. In due mesi è stato un dono del cielo.

MANOLAS E MARHEZ, DUE CASI SPINOSI

Risolta la questione Nainggolan, in casa Roma seppure per motivi diversi le due questioni più spinose restano a questo punto quelle legate a Mahrez e a Manolas. Nel primo caso, l’arrivo dell’esterno offensivo del Leicester sarebbe per la Roma il vero colpo dell’estate. Da più parti si riferisce come Mahrez sarebbe più che favorevole ad un trasferimento in giallorosso, ma manca l’accordo con il club inglese che non vuole trattare per meno di 40 milioni di sterline la partenza del giocatore, quando la Roma vorrebbe spingersi al massimo a 30. Per Manolas invece non si sbrocca la situazione contrattuale: dopo il rifiuto del difensore greco allo Zenit San Pietroburgo, restano in bilico le offerte di altre squadre che finora non sono state convincenti né per la Roma, né per il giocatore. Manolas rischia di restare in stand by, il che porterebbe la Roma a rischiare di veder deprezzato il suo gioiello ellenico, al momento leader della difesa della squadra allenata da Eusebio Di Francesco.

NAINGGOLAN, FINALMENTE IL RINNOVO

E’ finalmente arrivata l’attesa fumata bianca. La Roma ha chiuso per il rinnovo di Radja Nainggolan, il centrocampista belga chiamato a ricoprire il ruolo di leader della squadra giallorossa in una stagione che, rispetto alla scorsa annata, ha fatto registrare la partenza di giocatori importanti come Totti, Salah, Paredes, Rudiger e Szczesny. Le trattative sono state lunghe, ma già da diversi giorni si parlava di un lieto fine ormai alle porte. E’ arrivato con un rinnovo quadriennale, che vedrà dunque Nainggolan legarsi alla Roma fino al 2021, con cifre importantissime da vero top player per il centrocampista della Nazionale belga. Nainggolan partirà da una base fissa di quattro milioni euro annui netti che con i bonus potranno arrivare fino a cinque e mezzo. Un vero boom contrattuale che rende Radja il giocatore di gran lunga più pagato della rosa della Roma: per la serie, a grandi poteri corrispondono anche grandi responsabilità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori