CALCIOMERCATO INTER/ News, Karamoh rinnova col Caen e poi arriva (Ultime notizie)

- Matteo Fantozzi

Calciomercato Inter news, Schick sembra a un passo dalla Roma e così i nerazzurri dovrebbero tornare a insistere con la Lazio per il senegalese Keita Balde Diao. (Ultime notizie)

KeitaBalde_Lazio_esultanza_lapresse_2017.jpg
Keita, attaccante Lazio - LaPresse

L’Inter sta lavorando con grande attenzione alla pista che porta al giovane attaccante del Caen Yann Karamoh. Secondo quanto riportato da SportItalia martedì potrebbe essere il giorno giusto per vedere il francese rinnovare il suo contratto con il club di appartenenza. Paradossalmente sarà questo il momento in cui il calciatore passerà all’Inter. Infatti dovrebbe rinnovare per poi essere girato in prestito con diritto di riscatto al club meneghino. Karamoh è un calciatore agile e tecnico anche se molto giovane e non ancora pronto per competere a livelli altissimi. L’Inter però ci crede e ci vuole investire, magari vendendolo allenare insieme ai suoi grandi campioni da Ivan Perisic a Mauro Icardi. Karamoh dal canto suo non vede l’ora di misurarsi col campionato italiano, sfruttando lo spazio che Luciano Spalletti potrebbe concedergli. (agg. di Matteo Fantozzi)

ULTIME SU GABIGOL

Dopo le cessioni effettuate a fino giugno così da rientrare nei parametri del Fair Play Finanziario imposto dall’Uefa, l’Inter deve ancora sistemare l’organico attraverso la cessione di qualche elemento destinato a trovare poco spazio nella prossima stagione prima della fine del calciomercato. In questo elenco c’è sicuramente Gabriel Barbosa detto Gabigol, attaccante ventenne arrivato all’inizio dello scorso anno ma incapace di incidere come ci si aspettava, compromesso anche dai tanti cambi in panchina. Ora il desiderio di Gabigol sarebbe quello di trasferirsi in prestito nel campionato portoghese dove si registra l’interesse non solo dello Sporting di Lisbona ma, come raccolto da FcInter1908.it, sulle sue tracce ci sarebbe pure il Benfica, al momento in vantaggio nella corsa al calciatore grazie alla mediazione di Rui Costa. Da non sottovalutare nemmeno il Malaga della famiglia Pozzo visto che nel recente passato l’Inter ha già mandato suoi tesserati a giocare nella Liga spagnola.

PARLA IL PRESIDENTE THOHIR

La dirigenza dell’Inter è alle prese con gli ultimi movimenti di calciomercato per rafforzare la rosa ma intanto il presidente Erick Thohir, intervistato da Metronews.com, ha parlato della situazione nerazzurra. Il dirigente indonesiano ha parlato delle intenzioni della proprietà di Suning spiegando, come riporta Nerazzurriale.com: “Ci sono tante cose da fare come la crescita del management, delle opportunità di business, senza dimenticare i miglioramenti dal punto di vista infrastrutturale e la costruzione di una squadra solida. Ma Suning vuole fare un passo ulteriore: vuole che l’Inter torni in maniera fissa in Champions League e vuole vincere dei titoli. Abbiamo fatto tanti cambiamenti da quando sono subentrato a Moratti, come portare alcuni giocatori italiani, cosa che non era mai stata fatta prima. Dal 2013, abbiamo acquistato circa 25 giocatori. Milan? Loro vogliono raggiungere gli obiettivi inserendo tanti giocatori, hanno nuovi investitori. Juve? Hanno ricostruito la squadra dopo Calciopoli e poi hanno dato vita a una striscia di vittorie. Infatti ci sono ancora giocatori di quell’epoca, come Buffon e Chiellini. E poi hanno migliorato la rosa con ingressi come Dybala. Una squadra va migliorata gradualmente.

IL TECNICO PROMUOVE DALBERT E CANCELO

Nella lunga conferenza stampa di presentazione dell’impegno di domani sera contro la Roma, l’allenatore dell’Inter ha parlato degli ultimi giocatori arrivati dal calciomercato, i terzini Dalbert Henrique e Joao Cancelo: “Ognuno di noi che è chiamato a fare un lavoro ha la convinzione di poter mettere mano al lavoro che fa. Si sta ricercando un modo di stare in campo a livello di squadra che prevede degli equilibri. Loro sono due calciatori molto offensivi e per noi vanno bene, noi vogliamo essere propositivi, vogliamo fare gol, ma allo stesso tempo c’è da alternare questa caratteristica. Ci sono dei tempi di scappata per il reparto difensivo che bisogna conoscere e mettere in pratica. Bisogna essere bravi a saper far comportare la linea difensiva come un blocco unico, come un reparto, c’è da fare un passettino in avanti. Poi a briglia sciolta sono due cavallini che arrivano oltre quelle che sono le possibilità che credi che abbiano. Cancelo anche dietro, anzi, lui è più attratto da questa posizione, perché non è uno da spalle girate all’avversario, ha bisogno dello spazio davanti e se parte da dietro è più facilitato ad esprimere le sue qualità, ma c’è anche una fase difensiva da fare, uno dà più in un senso, uno un po’ meno. Ma sono comunque due professionisti da Inter.

L’ANALISI DI MISTER SPALLETTI

In occasione dell’impegno di domani sera in campionato contro la Roma, il tecnico dell’Inter Luciano Spalletti ha parlato oggi in conferenza stampa analizzando il calciomercato della sua squadra: “C’era bisogno di avere due direttori per fare un mercato così? Capisco che da un punto di vista suo la domanda è corretta e meriterebbe degli approfondimenti, ma andiamo a giocare una partita a Roma. Abbiamo dirigenti e società forti, nell’Inter tutti hanno un ruolo ben definito, io ho chiesto tre o quattro calciatori e sono arrivati quelli che ho chiesto. Dalbert era nel mirino della società, dopo averlo guardato posso dire che è da Inter. Per Vecino e Borja Valero ho chiesto se ci fossero possibilità e sono arrivati. Poi abbiamo dovuto sterzare perché Kondogbia faceva delle richieste che all’inizio pensavamo di mettere a posto, facendogli cambiare idea, poi ha continuato così e abbiamo cambiato, sono stati bravi i direttori, Cancelo, ad esempio, è un altro giocatore da Inter. Non dipende dai direttori se si pensava di arrivare ad una certa quota, ma poi non è stato possibile farlo, perché vanno rispettate delle regole, è fondamentale essere dentro le regole, cosa che manca da tutte le parti, cominciamo noi a farlo. Poi abbiamo conosciuto meglio la nostra squadra. C’è da fare ancora qualcosa, ma riusciremo a definire un gruppo che possa soddisfare le nostre ambizioni.

IL PARERE DELL’EX MILANESE

L’Inter è al lavoro per completare il proprio organico in questi ultimi giorni del calciomercato estivo. Intervistato in esclusiva da Tuttomercatoweb.com, l’ex difensore nerazzurro Mauro Milanese ha parlato delle mosse interiste per questa fase finale ed ha fornito il suo parere riguardo ai nuovi due terzini arrivati, ovvero Cancelo dal Valencia e Dalbert dal Nizza: “Cambia tutto negli ultimi giorni quegli obiettivi che possono essere raggiunti nelle ultime ore possono cambiare la forza delle squadre, quindi per un giudizio definitivo occorre davvero aspettare perchè può ancora succedere di tutto. Credo che la squadra sia forte, serve ancora qualche innesto ma può dar battaglia a Roma e Napoli. La Juve è sempre forte, credo che ci saranno cinque squadre che lotteranno per tre posti. Problema terzini risolto con Dalbert e Cancelo? Speriamo…

SABATINI E’ SCETTICO PER SCHICK

L’Inter è una delle società più attente ai giovani talenti del panorama internazionale in fase di calciomercato come dimostra l’interesse per Patrik Schick, attaccante ceco della Sampdoria seguito da quasi un anno dai dirigenti meneghini. Sulle tracce del ventunenne Schick, recuperato dallo stop forzato che ne aveva fatto saltare il trasferimento alla Juventus, si segnala la forte presenza anche della Roma, pronta a puntare su di lui visto il mancato arrivo di Riyad Mahrez dal Leicester City. Per questa ragione, intervistato da Il Messaggero, il direttore tecnico di Suning Walter Sabatini su Schick ha spiegato: “Al 99 per cento vestirà giallorosso, non partecipo ad aste.” Difficile dunque che Schick possa arrivare all’Inter con la Roma appunto in una posizione di vantaggio al momento. CLICCA QUI PER IL NOSTRO SPECIALE DI CALCIOMERCATO SU PATRIK SCHICK

DALBERT SI PRESENTA

Dopo una trattativa durata circa due mesi, l’Inter è riuscita ad aggiudicarsi il terzino Dalbert Henrique dal Nizza in questa finestra di calciomercato. L’esterno brasiliano classe 1993 è stato intervistato da Premium Sport a cui ha spiegato: “Venire all’Inter è stata una decisione a cui ho pensato tanto, anche con la mia famiglia. Spalletti? E’ un allenatore preparato, sono sicuro che lavorando con lui l’Inter otterrà grandi risultati. Personalmente devo lavorare sulla fase difensiva, ma sono sicuro che in Italia potrà migliorare molto.” Mister Spalletti potrà dunque puntare su di lui per la corsia bassa di sinistra anche se le indiscrezioni rivelano che il tecnico di Certaldo dovrebbe ancora schierare Nagatomo per lasciare ambientare il calciatore verdeoro senza troppa fretta.

WENGER INCERTO SU MUSTAFI

In questa sessione di calciomercato estivo l’Inter ha messo a segno diversi colpi in entrata per varie zone del campo ma avrebbe ancora bisogno di qualcosa, in particolare un difensore centrale per completare il reparto arretrato. Uno dei nomi più caldi accostati nelle ultime settimane ai nerazzurri è quello di Shkodran Mustafi, tedesco ex Sampdoria oggi all’Arsenal. Il venticinquenne di origini albanesi, accostato pure alla Juventus, ha il contratto in scadenza solamente nel giugno del 2021 e riguardo a lui l’allenatore dei Gunners Arsene Wenger non ha parlato di permanenza assicurata spiegando: “Per me è molto difficile parlare di casi individuali, perché siamo negli ultimi sette giorni di mercato e quindi è sempre molto difficile fare delle previsioni su cosa accadrà. Bisognerà prendere decisioni rapide e precise, che non si possono pianificare come non si può arrivare in conferenza stampa con le risposte a tutte le sollecitazioni.

SI SEGUE SEMPRE KEITA

L’Inter deve rinunciare a uno dei suoi più grandi obiettivi di calciomercato, infatti è ormai a un passo dalla Roma Patrik Schick. Nonostante questo la società nerazzurra oltre a un acquisto in difesa ha l’intenzione di portare un forte esterno d’attacco a Milano. Secondo quanto riportato da Sky Sport pare che il club meneghino abbia l’intenzione di tornare a sondare il terreno con la Lazio per Keita Baldè Diao. L’attaccante senegalese classe 1995 è sicuramente giocatore di grande qualità che piace a molti, ma ha da tempo un accordo con la Juventus e pare disposto ad aspettare la sua scadenza del contratto nel giugno del 2018 per liberarsi a parametro zero. Nonostante questo l’Inter vuole giocarsi la carta del Mondiale per provare a conquistare l’esterno offensivo che rimanendo alla Lazio per un anno in tribuna potrebbe perdere le porte che conducono alla massima competizione calcistica che si giocherà la prossima estate in Russia.

TONELLI NON SI FARÀ

I nomi di difensori papabili per l’Inter si riducono sempre di più e alla fine l’ultimo colpo di calciomercato sarà Eliaquim Mangala. Tra i tanti c’era anche Lorenzo Tonelli classe 1990 del Napoli, ma questo sembra essere definitivamente svanito. FcInterNews.it sottolinea che non ci sia stata mai una vera e propria trattativa tra i due club con la Sampdoria che appare quella più vicina ad acquistare il forte centrale ex Empoli. I nerazzurri stanno vagliando al momento altri profili tra cui appunto quello del robusto francese che era stato girato in prestito dal Manchester City al Valencia e che ora ha fatto ritorno all’Etihad Stadium. Mangala è un difensore molto diverso da Tonelli anche perché ha più esperienza a livello europeo, ma può contare su meno rapidità e meno prolificità sotto porta. Staremo a vedere cosa accadrà nelle prossime ore, fatto sta che l’Inter vuole chiudere un colpo in difesa e vuole farlo il prima possibile.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori