Calciomercato Roma/ News, Il Brighton ci ha provato per Skorupski ed un obiettivo… (Ultime notizie)

Calciomercato Roma news, il direttore sportivo Monchi ha chiamato la Sampdoria per Patrik Schick dopo le difficoltà incontrate dalla Juventus per tesserare il ceco. (Ultime notizie)

26.08.2017 - Matteo Fantozzi
patrik_schick_sampdoria_lapresse_2017
Infortunio Schick, le ultime notizie (Foto: LaPresse)

Stando ai rumors di calciomercato più recenti, ormai sarebbe la Roma la società in pole position per aggiudicarsi il centravanti Patrik Schick dalla Sampdoria. Altri club come Inter e Napoli appaiono al momento più defilate e pure la Juventus sembra essersi chiamata fuori dalla corsa al ventunenne ceco. A conferma di ciò sono arrivate le parole dell’amministratore delegato bianconero Beppe Marotta, interpellato da Premium Sport a cui ha spiegato: “Abbiamo manifestato ancora da parte nostra ammirazione per un talento e rammarico per come è andata a finire un mese e mezzo fa. Noi avevamo proposto un prestito di 8 milioni e mezzo, trasformabile in un definitivo a gennaio che portava nelle casse della Samp 30 milioni. Loro non hanno accettato e quindi la trattativa si è chiusa e non si è più riaperta.

BRIGHTON SU SKORUPSKI E JOJO

Sempre restando in ambito portieri, la Roma ha recentemente rischiato di perderne uno in questa finestra di calciomercato estivo. Stiamo parlando di Lukasz Skorupski, estremo difensore polacco classe 1991 rientrato nella Capitale dopo il prestito biennale all’Empoli dove ha ben figurato nonostante la retrocessione dei toscani. Nelle scorse settimane si era ipotizzato che Skorupski potesse non accettare di vestire i panni di secondo alle spalle del brasiliano Alisson ma ora pare sempre più probabile la riconferma del ventiseienne. Stando alle indiscrezioni infatti il Brighton & Hove Albion si sarebbe fatto avanti con una proposta da 8 milioni di euro per aggiudicarselo ma Skorupski avrebbe rifiutato il trasferimento. Sempre la neo promossa della Premier League avrebbe inoltre offerto inutilmente 16 milioni di euro per avere Jovetic, obiettivo giallorosso, dall’Inter ricevendo la medesima risposta.

CERVONE PROMUOVE ALISSON

La Roma ha lavorato e sta lavorando su diverse operazioni di calciomercato ed in particolare per la porta ha deciso di promuovere a titolare il brasiliano Alisson dopo l’addio di Wojciech Szczesny, accasatosi alla Juventus alle spalle di Buffon via Arsenal dopo la seconda avventura consecutiva in prestito nella Capitale. Nella passata stagione Alisson è stato schierato solamente in occasione delle coppe ma ora è diventato il vero numero uno giallorosso come già visto nella prima uscita di campionato. Interpellato da Centro Suono Sport, l’ex portiere romanista Giovanni Cervone ha espresso parole positive nei confronti di Alisson spiegando: “Szczesny o Alisson? Il polacco tra i pali è uno dei migliori, mentre deve migliorare nelle uscite, il brasiliano ha le qualità per giocare nella Roma ma contro l’Atalanta non mi è piaciuto. Attualmente è più forte Szczesny, ma Alisson è un gran bel portiere…

FERRERO PARLERA’ DI SCHICK

In questa sessione di calciomercato estivo la Roma si è ritrovata a dover rimpiazzare un elemento importante del reparto avanzato come Mohamed Salah, passato al Liverpool. Dopo aver inseguito a lungo inutilmente Riyad Mahrez del Leicester City, i giallorossi hanno deciso di seguire un altro tipo di profilo mettendosi sulle tracce di Patrik Schick, ventunenne ceco di proprietà della Sampdoria al centro di un piccolo giallo di mercato estivo visto il mancato trasferimento alla Juventus, ancora interessata, per un problema che lo ha tenuto fermo per 5 settimane. Stando alle indiscrezioni raccolte dalla redazione di Premium Sport, al momento la Roma sarebbe in vantaggio sulle altre pretendenti, Inter compresa, soprattutto in virtù delle dichiarazioni del patron blucerchiato Massimo Ferrero: “Sto andando a Roma, dopo la partita incontrerò i giallorossi per Schick.” A questo punto si attendono aggiornamenti entro domani mattina. CLICCA QUI PER IL NOSTRO SPECIALE DI CALCIOMERCATO SU SCHICK

IL PARERE DI ORSI E RENGA

Il fatto che la Roma non sia ancora riuscita ad aggiudicarsi un attaccante esterno ed un difensore centrale da almeno un mese in questo calciomercato sta facendo molto discutere. Intervenuto per Radio Radio Mattino, Roberto Renga ha criticato l’operato del direttore sportivo Monchi spiegando: “Schick vuole andare alla Juve perché sa che i bianconeri già stanno programmando per il prossimo anno, quando avranno anche Keita e un giovane forte del Liverpool. Se verrà a Roma, allora Di Francesco cambierà modulo perché Schick non è un’ala. Monchi insegue per mesi i giocatori ma poi ha difficoltà a prenderli. Roma-Inter sarà una partita dove nessuna delle due vuole perdere.” Scetticismo espresso anche da parte di Fernando Orsi: “Se arriva Schick la Roma prende un giocatore che non voleva e che non cercava. Lui è una seconda punta e sarà un giocatore adattato. Mahrez è il degno erede di Salah. Mi sembra strano questo mercato di Monchi e l’asta su Schick è arrivata a prezzi eccessivi. Stasera parte avvantaggiata l’Inter, ma di poco. La Roma si è indebolita rispetto all’anno scorso ed è monca. Finirà pari.

SE SALTA SCHICK SI TORNA SU JOVETIC

In questo calciomercato la Roma si è trovata a dover fare i conti con la cessione al Liverpool di Mohamed Salah. Partito l’egiziano, il reparto avanzato giallorosso è rimasto privo di un importante elemento sotto tutti i punti di vista, tecnico, tattico e numerico, spingendo i dirigenti a lavorare per rimpiazzarlo. Sfumato Mahrez a causa dell’eccessiva pretesa da parte del Leicester City per il suo cartellino, ora la Roma sembra essersi messa sulle tracce di Patrik Schick, centravanti ceco di proprietà della Sampdoria. Seguito anche dall’Inter e sempre nei radar della Juventus dopo il mancato acquisto a giugno da parte di quest’ultima, i rumors rivelano che i giallorossi sarebbero al momento in una posizione di vantaggio per aggiudicarsi Schick. Tuttavia, se la concorrenza delle altre pretendenti, senza dimenticare le piste straniere, dovesse avere la meglio, la Roma tornerà su Stevan Jovetic, fantasista montenegrino dell’Inter chiuso dalla concorrenza di Icardi ed altri elementi nell’organico nerazzurro, oltre ad esser dato sul piede di partenza da un paio di mesi.

DI FRANCESCO CHIUDE COI PARAGONI

La dirigenza della Roma è ancora alla ricerca di un paio di rinforzi per sistemare la rosa in questo calciomercato estivo. Intanto però i giallorossi possono contare su un importante elemento arrivato nel mese di giugno, ovvero il nuovo allenatore Eusebio Di Francesco. Il tecnico ex Sassuolo sta cercando di infondere nei suoi calciatori le proprie idee tattiche e, nella conferenza stampa di presentazione della sfida contro l’Inter di questa sera, ha parlato anche del suo predecessore in giallorosso Luciano Spalletti, oggi in nerazzurro, chiudendo coi paragoni rispetto al passato: “Avrei preferito ci fosse stata prima la presentazione ufficiale. Con Luciano il rapporto personale è ottimo, io ho sempre cercato di imparare qualcosa dagli allenatori bravi. Non sarà però Spalletti contro Di Francesco, ma Roma contro Inter. Rappresento la Roma e non me stesso. Non devo chiedere pazienza o favori a nessuno, io lavoro e basta, e non voglio paragoni.

NAINGGOLAN VEDE SOLO IL CLUB

In questa sessione di calciomercato estivo la Roma ha vissuto un piccolo tormentone in merito alla permanenza di Radja Nainggolan, inseguito dall’Inter, concluso con il rinnovo lo scorso 27 luglio fino al giugno del 2021. Ora però sembra che Nainggolan, stizzito dalla mancata convocazione con la Nazionale belga, ha deciso di lasciare i Diavoli Rossi concentrandosi esclusivamente sul club da qui ai prossimi anni per la gioia di Di Francesco e dei tifosi romanisti: “Smetto, tutto questo non ha senso. Martinez chiama Youri Tielemans, spesso in panchina nel Monaco, e non me che lo scorso anno ho giocato 53 partite con una delle migliori squadre italiane. Diceva che i suoi convocati avrebbero dovuto essere nei migliori campionati nazionali ma Witsel gioca in Cina e improvvisamente non importa più. Da oggi per me c’è solo la Roma. Il ct mi ha avvertito che non mi avrebbe convocato un’ora prima dell’uscita della lista. Ha detto che a giugno, negli altri match di qualificazione, gli sembrava non fossi abbastanza concentrato sul Belgio. Quando ho sentito quella frase stavo per esplodere. Arrabbiato per il ritardo alla riunione tecnica? A me non l’ha detto, e comunque sarà stato al massimo un minuto. Ho aspettato l’ascensore per 37 secondi e sono arrivato tardi. Ma succede anche ad altri.

MONCHI CHIAMA PER SCHICK

Patrik Schick rimane l’obiettivo numero uno di questo rush finale di calciomercato della Roma. L’attaccante ceco infatti è il calciatore adatto per rafforzare il reparto offensivo perché rappresenta il prototipo perfetto dell’attaccante moderno in grado di giocare sia al centro che più largo. Ieri la Juventus sembrava pronta a prendere il calciatore per lasciarlo in prestito a Genova per un anno. L’incontro tra i dirigenti bianconeri e quelli del club blucerchiato però non ha portato a conclusioni positive. Scoperto questo è stato rapido Monchi a telefonare subito all’agente del calciatore ceco Bruno Satin per cercare di prendere la palla al balzo. L’Inter al momento sembra defilata e la Roma ha dalla sua parte un’offerta migliore di quella della Juventus. Manca solo di convincere il calciatore ad accettare un progetto molto interessante.

IL VERO NUOVO ACQUISTO È ALESSANDRO FLORENZI

Il vero nuovo acquisto di questo fine di calciomercato della Roma è Alessandro Florenzi. Questi infatti è stato fermo praticamente un anno dopo la rottura per due volte del legamento crociato. La buona notizia arriva da Eusebio Di Francesco che ha inserito il calciatore nella lista dei convocati per la gara di stasera contro l’Inter. Difficilmente Alessandro Florenzi sarà fatto scendere in campo, ma questo è un segnale importate anche in ottica calciomercato. Questo perché Alessandro Florenzi può giocare in diversi ruoli. Nato come esterno d’attacco è stato trasformato da Rudi Garcia prima in interno di un centrocampo a tre per poi essere addirittura utilizzato da terzino sia destro e sinistro con ugual rendimento. Alessandro Florenzi può portare a Eusebio Di Francesco diverse soluzioni sempre e comunque di altissima qualità. Staremo a vedere quando potrà giocare con continuità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori