Calciomercato Milan/ News, Trabzonspor su Sosa ma si complica G.Gomez al Fenerbahce (Ultime notizie)

Calciomercato Milan news, il centrocampista portoghese Renato Sanches ha deciso di rimanere fuori dai convocati del Bayern Monaco per la sfida contro il Werder Brema. (Ultime notizie)

27.08.2017 - Matteo Fantozzi
Li_Yonghong_Fassone_Milan_lapresse_2017
Dirigenza Milan (LaPresse)

Così come altre importanti società del campionato italiano, anche il Milan è sempre attento ai giovani di prospettiva in fase di calciomercato. In questo senso pure i rossoneri sembrano essersi messi sulle tracce di due prospetti come i classe 2001 Pietro Pellegri ed Eddy Salcedo, entrambi di proprietà del Genoa. Dopo essere stati ad un passo dal trasferimento all’Inter, sulle tracce dei giovani attaccanti si segnala ora la presenza del Milan appunto e della Juventus, quest’ultima particolarmente interessata al solo Pellegri. Sia i dirigenti rossoneri che quelli bianconeri nel post partita dell’anticipo del Ferraris di ieri sera avrebbero parlato con i rossoblu liguri chiedendo inforrmazioni al riguardo e, sebbene il club di Agnelli appaia al momento in vantaggio, il Genoa potrebbe accettare la proposta milanista in virtù dei buoni rapporti maturati negli ultimi anni e specialmente se dovesse essere inserito nella trattativa il centrocampista italoargentino Josè Mauri.

PIU’ SOSA CHE G.GOMEZ IN TURCHIA

Come vi abbiamo raccontato anche in precedenza, il Milan è alle prese con le cessioni degli elementi in esubero in questa fase del calciomercato. Alcuni elementi dello scorso anno sono infatti destinati a non trovare molto spazio in campo nel corso della stagione appena cominciata ed in particolare ci sono due calciatori che potrebbero finire a giocare nel campionato turco. Stiamo parlando del centrocampista argentino Josè Sosa e del difensore paraguaiano Gustavo Gomez, rispettivamente accostati a Trabzonspor e Fenerbahce. Per quanto riguarda il primo, per Sosa si tratterebbe di un ritorno in Turchia dove era stato eletto miglior giocatore della massima divisione quando è stato preso all’inizio dell’annata passata dal Besiktas. Per il secondo invece sembrava essere ormai vicina la fumata bianca ma, stando alle indiscrezioni di Tuttomercatoweb.com, il Milan sarebbe ora più lontano dai gialloneri e sono attesi nuovi sviluppi nelle prossime ore.

L’EX DAINO PREFERIVA BELOTTI

Per questa finestra di calciomercato il Milan ha inseguito a lungo un nuovo centravanti acquistando alla fine Nikola Kalinic dalla Fiorentina. Tra gli obiettivi c’era pure Andrea Belotti del Torino, giocatore che l’ex rossonero Daniele Daino, interpellato in esclusiva da MilanNews.it, avrebbe preferito vedere con la maglia del Milan al posto del croato: “Il Milan era consapevole delle capacità di Cutrone, partiamo da questo presupposto. Certo, è il campo poi che dice se ci può stare o meno. Ma se continuasse così la vedrei difficile toglierlo dal campo. Detto questo, personalmente, sono d’accordissimo. Io non avrei preso nè Silva e Kalinic e sarei andato forte su Belotti, che per me è tra i top 3 attaccanti centrali al mondo. Silva e Kalinic non sono top player, ad oggi, sulla carta. Belotti preso per farlo giocare insieme a Suso, che io reputo un giocatore titolare inamovibile in questo Milan, perchè ha caratteristiche offensive che nessun giocatore rossonero ha. Poi, però, mi viene in mente che potrebbe essere stato lo stesso Montella a spingere per il croato, perchè come caratteristiche di attaccante si sposa meglio con la sua idea di punta.

FASSONE SULL’INTEGRAZIONE DEI NUOVI

In questa sessione di calciomercato estivo il Milan ha vissuto una vera e propria rivoluzione con il cambio di proprietà. Oltre alle diverse partenze, i rossoneri hanno finora acquistato ben 11 calciatori con la consapevolezza che sarà necessario tempo e pazienza per amalgamare i nuovi elementi coi giocatori già presenti in rosa. A spiegarlo ci ha pensato anche l’amministratore delegato Marco Fassone in un’intervista al The Guardian, sottolineando pure come alcuni di questi potrebbero non venire riconfermati al termine della stagione appena cominciata: “Alla fine è stata una nostra decisione comprare così tanti giocatori sul mercato: avremmo potuto decidere di firmarne due o tre quest’anno ed altrettanti l’anno prossimo, il che, probabilmente, sarebbe stato anche più facile come chimica di squadra, ma io ed il direttore sportivo abbiamo optato di fare una grande rivoluzione quest’anno. Sappiamo che potrebbe volerci un anno per integrare tutti i giocatori, ma così facendo l’anno prossimo saremo nella posizione di poter fare solo due o forse tre acquisti per essere al top. E’ un rischio calcolato, nella nostra opinione.

ABBIATI ESALTA CUTRONE

Il Milan è sicuramente una delle squadre italiane che ha sfruttato maggiormente i propri prodotti del vivaio e vista la loro qualità è inevitabile che le altre società si interessino ai giovani rossoneri in fase di calciomercato. L’ultimo elemento che si sta mettendo in luce è Patrick Cutrone, attaccante diciannovenne protagonista del precampionato e delle prime uscite ufficiali e seguito con interesse dal Crotone. Intervistato da Milan Tv, il dirigente Christian Abbiati ha elogiato il talentuoso Cutrone affermando: “Vederlo crescere, e lo stesso vale per Locatelli e Zanellato, fa tanto piacere. Ho seguito questi ragazzi fin dai tempi degli Allievi: sono soddisfazioni, inoltre debuttare in Prima Squadra non è mai facile. Il match col Cagliari? Le insidie ci sono sempre. Bisogna affrontarlo con lo spirito giusto, pensando solo ai tre punti che sono fondamentali per chiudere al meglio questo scorcio di stagione.

RAFINHA SE PARTE J.SOSA

Stando ai rumors, il calciomercato in entrata del Milan potrebbe non concludersi con l’arrivo di Nikola Kalinic dalla Fiorentina. Nei giorni scorsi si è infatti parlato molto della possibilità di un nuovo innesto a centrocampo e, sebbene resti sempre in piedi la pista Renato Sanches dal Bayern Monaco, c’è un altro nome interessate accostato con insistenza ai rossoneri. Stiamo parlando di Rafinha, brasiliano di proprietà del Barcellona che avrebbe chiesto in prima persona di potersi trasferire al Milan, allettato dal nuovo progetto in costruzione. Per vedere Rafinha con la maglia del Milan bisognerà prima aspettare che i dirigenti completino qualche movimento in uscita, in particolare la cessione dell’argentino Josè Sosa, per il quale si segnala l’apprezzamento di almeno un paio di club turchi.

IL GIUDIZIO DI PISTOCCHI

L’importante campagna acquisti effettuata dal Milan in questo calciomercato estivo ha sorpreso un po’ tutti ed ora il tecnico Montella si trova a dover mettere insieme tanti giocatori nuovi con gli elementi migliori della passata stagione. Intervistato in esclusiva da MilanNews.it, il giornalista Maurizio Pistocchi ha fornito il suo giudiczio al riguardo spiegando: “Se dovessi dare un voto oggi, è certamente importante ed alto. Il Milan ha preso giocatori che mi piacciono molto: atleti come Kalinic, Biglia, Bonucci, tutti profili di prima fascia. Questo grande rafforzamento, con undici innesti, permette a Montella un’amplissima possibilità di varianti tattiche. Può decidere di schierarsi a 3, a 4, con le due punte, con il trequartista, con due ali offensive, con due esterni a centrocampo. Direi che, nell’insieme, è stato fatto un buonissimo mercato. Tutto dipenderà anche dalle condizioni fisiche di certe pedine, e penso a Biglia. Nonostante sia un grande regista, si sapeva fosse un fisico sempre un po’ a rischio, e si è fatto male subito.

PALETTA AD UN PASSO DALLA LAZIO

In questa sessione di calciomercato estivo il Milan ha messo a segno finora 11 colpi di calciomercato in entrata e potrebbe non fermarsi qui. Intanto però la dirigenza rossonera deve pure ragionare sulle cessioni dei calciatori in esubero, ovvero non rientranti nei progetti di allenatore e società per la prossima stagione. Nella lista dei possibili partenti in cerca di maggior spazio da titolare c’è pure Gabriel Paletta, difensore centrale italoargentino ora ad un passo dalla Lazio secondo le indiscrezioni più recenti. Lo stesso tecnico biancoceleste Simone Inzaghi ha parlato di lui nella conferenza stampa di ieri rivelando di ritenerlo un elemento pronto all’impiego immediato in campo e la pista turca per lui appare ormai sfumata. Stando ai rumors, al Milan andranno 1,5 milioni di euro che sarà pure la cifra percepita da Paletta nella sua nuova avventura con la maglia della Lazio.

SALIHAMIDZIC PARLA DI RENATO SANCHES

Il centrocampista Renato Sanches è ormai da diverso tempo un obiettivo di calciomercato del Milan ma anche della Juventus. Il calciatore portoghese ha deciso di prendere una strada particolare che lo mette praticamente a un passo dalla cessione. Questi è rimasto fuori dalla lista dei convocati di Carlo Ancelotti per la sfida contro il Werder Brema per scelta, infatti ha deciso di cambiare squadra per trovare più spazio. Ritorna così prepotentemente la candidatura della squadra rossonera che è alla ricerca di un profilo molto simile a quello di Renato Sanches. Del calciatore ha parlato il dirigente del Bayern Monaco Hasan Salihamidzic che a Sky Sport ha voluto svelare alcuni particolari. Ha così sottolineato: “Renato Sanches ha chiesto di non essere inserito nella squadra per mettere ordine sul suo futuro. Il calciatore ha diverse offerte e le valuteremo nei prossimi giorni”. La Juventus? Osserva con attenzione e non è detto che non possa provare il colpo a sorpresa.

GUSTAVO GOMEZ AL FENERBAHCE

Il Milan in questi ultimi giorni di calciomercato deve chiudere anche diversi colpi in uscita. Da sistemare tra i tanti calciatori in rosa c’è il profilo di Gustavo Gomez che acquistato appena un anno fa non è più nelle grazie dell’allenatore Vincenzo Montella. Secondo quanto riportato a Sky Sport 24 da Peppe Di Stefano pare che il ragazzo sia a un passo dal Fenerbahce dove vuole andare a giocare per trovare spazio. Il calciatore non è stato infatti convocato per la sfida di oggi contro il Cagliari ed è pronto quindi ad aspettare solo l’ok del Milan per partire. I turchi hanno formulato un’offerta di prestito biennale da quattro milioni di euro con un riscatto fissato sui cinque. Questa è stata rifiutata dal Milan che vorrebbe cinque milioni per il prestito biennale e sei per il riscatto. Sicuramente si può trattare e la sensazione è che alla fine l’accordo si troverà. Il classe 1993 del Lanus troverà quindi definitivamente la sistemazione per lui adatta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori