CALCIOMERCATO MILAN/ News, Riso conferma nuovi contatti per Pellegri-Salcedo, J.Mauri resterà (Ultime notizie)

- Matteo Fantozzi

Calciomercato Milan news, tutte le ultime notizie e gli aggiornamenti sulle trattative e le operazioni del club rossonero: seguile con noi, live, in tempo reale

marco_fassone_milan_lapresse_2017
Fassone (foto LaPresse)

Il Milan, come dimostra l’impiego in prima squadra di diversi prodotti del vivaio, è una delle società più attente ai giovani anche in fase di calciomercato. In questo senso per questo finale di trattative i rossoneri hanno avuto dei nuovi contatti con l’agente Beppe Riso, procuratore degli attaccanti classe 2001 Pietro Pellegri ed Eddy Salcedo del Genoa tanto da affermare all’uscita dalla sede meneghina: “Abbiamo posto le basi per uno tra Pellegri e Salcedo al Milan a gennaio“. Discorso diverso per il centrocampista italoargentino Josè Mauri per il quale si ipotizzava una nuova avventura in prestito lontano dal Milan. Interpellato da Sportitalia, il suo agente ha infatti spiegato: “Lo staff tecnico è contento del ragazzo, andare a giocare sarebbe la cosa più opportuna ma nessuno ci ha mai detto di andare altrove per trovare spazio. Mancano poche ore alla fine del mercato, c’è stata qualche richiesta ma muoversi adesso non è semplice. Il ragazzo è estremamente autocritico.

BARESI ESALTA BONUCCI

Sorvolando sui maxi acquisti del Paris Saint-Germain in Francia, il Milan ha senza dubbio messo a segno il colpo di calciomercato dell’estate prelevando Leonardo Bonucci dalla Juventus. Il centrale della Nazionale si è trasferito a sorpresa in rossonero non senza poche polemiche e di lui ha parlato con grande stima e sottolineandone l’importanza un grande ex difensore non solo del Milan come Giuseppe Baresi. La bandiera rossonera ha infatti spiegato al canale ufficiale Milan Tv: “Leonardo non si discute. Ha grande esperienza, alla Juventus ha fatto 6/7 anni da protagonista. Ha personalità, ha carisma ed un certo curriculum. Per tutti i compagni sarà un grande contributo. Poi ognuno ha il proprio modo di fare il capitano, ci sono quelli che sono silenziosi o altri che caricano e mettono voglio. Lo vedo trasmettere positività a tutti, pronti ad affrontare ogni avversario.

SOSA RESTERA’ IN ROSSONERO

I dirigenti del Milan stanno completando la rosa a disposizione del tecnico Vincenzo Montella con qualche cessione in questo finale di calciomercato. Tra i rossoneri indiziati a lasciare Milanello sembrava esserci anche il nome di Josè Ernesto Sosa, centrocampista argentino arrivato all’inizio della scorsa stagione dal Besiktas dopo una lunga tratattiva. Incapace di incidere e conquistare la fiducia dell’allenatore nell’ultimo anno, per Sosa sembrava profilarsi la possibilità di un ritorno nel campionato turco, dove era pure stato eletto miglior giocatore del torneo nel 2016/2016. Tuttavia, interpellato in esclusiva da Radio Kiss Kiss Napoli, il suo agente Favio Bilardo ha spiegato che il mediano argentino non si muoverà dal Milan: “Vuole restare, non c’è nulla di concreto quindi resta. I turchi chiamavano tutti i giorni. Sono strani. Loro vogliono trattare, vogliono metterci tutto.

L’OPINIONE DI PAGLIARI

Il Milan ha decisamente vissuto un’estate di calciomercato da assoluto protagonista acquistando ben 11 calciatori e cedendo diversi elementi chiave delle ultime stagioni. Addirittura in queste ore si era ipotizzato che i rossoneri potessero ancora operare un ulteriore movimento in entrata perfezionando il proprio centrocampo grazie ad una mezzala ma non tutti sono di quest’opinione. Interpellato da Sky Sport, il procuratore Silvio Pagliari ha offerto il suo parere sulla situazione del Milan sottolineando l’impiego dei prodotti del vivaio come il sorprendente Patrick Cutrone: “Penso che il Milan sia a posto così, è giusto ridurre il gap ma poi c’è anche una serenità di spogliatoio che può venire meno. E’ un segnale forte che giochi Cutrone e non un attaccante da 40 milioni. Sono contento, sono anni che dico che ci sono ragazzi forti italiani.

E’ FATTA PER NIANG AL TORINO

Ormai manca solo l’ufficialità ma sembra giungere ad una conclusione il piccolo tormentone di calciomercato in casa Milan riguardo alla cessione di Mbaye Niang. Stando alle indiscrezioni più recenti infatti, l’attaccante francese ha accettato il trasferimento al Torino verso cui sarebbe già in viaggio per effettuare le visite mediche e firmare il contratto per la nuova avventura in granata. Il Milan si sarebbe accordato coi piemontesi con la formula del prestito con obbligo di riscatto per una cifra intorno ai 20 milioni di euro divisi tra 2 milioni di prestito oneroso, 15 per l’obbligo e 2 di bonus relativi a presenze e rendimento del calciatore classe 1994. Termina così una vicenda spinosa che ha tenuto banco nei giorni scorsi anche a causa del certificato medico ottenuto da Niang che lo aveva tenuto lontano da Milanello ed il tecnico Vincenzo Montella non potrà forse dirsi del tutto soddisfatto avendo affermato di voler provare ancora a puntare su Niang se ne avesse avuto l’occasione.

SUSO PARLA DEL RINNOVO

Quella del Milan è stata senza dubbio un’estate di calciomercato dai grandi cambiamenti ma c’è un calciatore in particolare che verrà riconfermato, ovvero lo spagnolo Suso. L’ex Genoa e Liverpool non ha mai nascosto di voler rinnovare il suo contratto in scadenza coi rossoneri ricevendo un aumento di stipendio ed intervistato da Marca a margine dell’impegno con la Nazionale contro l’Italia, Suso ha spiegato: “Prima abbiamo parlato con Galliani, quando ancora c’era Berlusconi. Avevamo un accordo ma volevamo trovarlo con i nuovi acquirenti dopo il loro arrivo. Abbiamo parlato, qualche giorno fa si sono incontrati e tutto sta andando nella giusta direzione. Bonucci? Ho visto che è un leader, ha tanta esperienza. Ha vinto quasi tutto con la Juventus per molti anni. Questa esperienza per un gruppo giovane come il nostro è molto importante. Donnarumma? Sarà il migliore portiere al mondo? Penso di sì. Ogni mattina in allenamento, arriva, fa il suo lavoro, niente lo turba. Quello che gli viene detto, lui lo fa. Continuando su questa linea può farcela. Quando ci alleniamo sui tiri in allenamento mi accordo di quanto è grande quando allarga le braccia, occupa mezza porta. Se non tiri molto bene non riesci a segnare.

PER L’UDINESE JANKTO E’ INCEDIBILE

In queste ore finali del calciomercato estivo il Milan potrebbe ancora realizzare un colpo in entrata ed il reparto che dovrebbe essere ritoccato è il centrocampo. Stando alle indiscrezioni più recenti, i rossoneri avrebbero messo nel mirino Jakub Jankto, mediano ceco di proprietà dell’Udinese che dopo la seconda partita in campionato non aveva nascosto tutta la sua amarezza in merito all’andamento della squadra. Tuttavia, interpellato in esclusiva da Gazzamercato.it, il direttore sportivo dei bianconeri friulani Manuel Gerolin al riguardo ha sentenziato: “Il Milan ci ha chiesto Jankto, ma per noi è incedibile. In uscita Karnezis: andrà al Watford e potrebbe andar via anche Adnan.” Improbabile dunque che Jankto possa vestire la maglia del Milan in questa stagione mentre rimangono percorribili le piste che porterebbero a Rafinha del Barcellona e Kampl del Bayer Leverkusen.

PARLA L’AGENTE DI A.CONTI

Tra i vari nuovi innesti arrivati al Milan in questa finestra di calciomercato una delle trattative più lunghe è stata quella per aggiudicarsi Andrea Conti dall’Atalanta. Intervistato da Sportitalia, il suo procuratore Mario Giuffredi ha parlato anche di questa vicenda analizzando il mercato: “È stata un’estate difficile, ma bella ed emozionate. Abbiamo vissuto tante giornate nervose, ma poi la gioia per chiudere certe trattative ti ripaga anche della amarezze. Raiola credo che sia inarrivabile, io sono io e faccio la mia strada, con le mie idee. Fra rinnovi e trasferimenti ho fatto 32-34 operazioni. Quella di Conti è la più bella ed emozionante perché lo abbiamo preso in Lega Pro e tramite varie tappe lo abbiamo portato al Milan. Ci tengo particolarmente a lui perché è una persona speciale. Coi miei giocatori ho un ottimo rapporto e cerco di trattarli tutti da figli. Con la società precedente non ho mai avuto l’opportunità di lavorare e non posso fare paragoni. Mirabelli e Fassone sono persone con le idee chiare, hanno programmato fin dal primo momento la squadra per quest’anno e hanno portato avanti la loro strategia in maniera perfetta.

CONCORRENZA LIPSIA PER KAMPL

In questa sessione di calciomercato estivo il Milan non sembra aver ancora concluso la propria campagna acquisti con un’ultima sorpresa attesa in serata secondo i rumors. Il reparto in cui dovrebbe arrivare un nuovo innesto stando alle indiscrezioni è il centrocampo e tra le ipotesi emerse figura pure il nome di Kevin Kampl, sloveno di proprietà del Bayer Leverkusen. Mezzala classe 1990 capace pure di giocare da esterno offensivo, nella passata stagione con la maglia delle Aspirine Kampl ha realizzato 2 reti e 4 assist in 39 apparizioni complessive tanto da lasciar pensare che potesse seguire a Milanello l’ormai ex compagno di club Hakan Calhanoglu. Tuttavia, la stampa tedesca di Kicker rivela che sulle sue tracce si segnala la forte concorrenza del Lipsia, società protagonista della scorsa Bundesliga ed intenzionata a ben figurare nel girone di Champions League magari appunto anche grazie all’acquisto di Kampl.

PALETTA NON VA ALLA LAZIO

Sembrava destinato a lasciare il Milan durante le battute conclusive del calciomercato estivo, ma Gabriel Paletta è ancora a Milanello. Nelle ultime ore l’ex difensore centrale del Parma era dato vicinissimo alla Lazio, con le due società che avevano di fatto già l’accordo. Mancava però l’intesa fra giocatore e club biancoceleste che a quanto pare non è arrivata. L’italo-argentino non ha infatti avuto l’ok della Lazio per quanto riguarda la durata del contratto e le cifre dell’ingaggio, e di conseguenza il tutto è svanito. Bisognerà capire se ci saranno i margini per riaprire o meno la trattativa, anche perché in via Aldo Rossi puntano ad utilizzare questo ultimo giorno proprio per alleggerire la rosa e di conseguenza introitare qualche milione di euro. Complesse le cessioni milaniste, in particolare quella di Paletta che ricorda da vicino quella di Niang, altro giocatore accostato a molte squadre, ma che a tutt’oggi è ancora del Milan. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

VIA NIANG DENTRO JANKTO?

Il Milan potrebbe vivere un ultimo giorno di calciomercato molto interessante che potrebbe prevedere diverse cessioni e un colpo finale come ciliegina da mettere sulla torta. Pare infatti, secondo quanto riportato da SportItalia, che se sarà ceduto Mbaye Niang al Torino allora si punterà su un calciatore di assoluto avvenire come Jankto dell’Udinese. Questi è un interno di centrocampo che in carriera ha rivestito diversi ruoli. Nato a Praga nel gennaio del 1996 il calciatore ceco è stato acquistato dall’Udinese quando aveva appena diciotto anni dalla Primavera dello Slavia Praga. Dopo un anno in prestito all’Ascoli nella stagione passata il ragazzo ha fatto cose davvero egregie in Serie A con i friulani, collezionando 31 presenze e mettendo a segno anche 5 reti. Sicuramente sarebbe un bell’investimento da parte dei rossoneri anche per il futuro e garantirebbe a Vincenzo Montella quel vice Franck Kessiè di cui si parla ormai da molto tempo.

ANCHE IL NEWCASTLE VUOLE NIANG

Mbaye Niang è sempre più richiesto sul calciomercato anche se ventiquattro ore dalla chiusura del calciomercato potrebbero essere poche per chiudere l’affare. Il calciatore ha già fatto sapere di voler rimanere in Italia e il Torino è per lui destinazione assai gradita anche perché così riabbraccerebbe Sinisa Mihajlovic con il quale proprio al Milan aveva fatto vedere le cose migliori della sua carriera. Il club granata avrebbe offerto quindici milioni di euro per il francese cresciuto nel Caen, cifra che non si discosta troppo dai soldi precedentemente proposti dallo Spartak Mosca. Secondo quanto riporta Sky Sport sul calciatore però sarebbe piombato il Newcastle di Rafa Benitez. Il calciatore però non si è trovato benissimo negli ultimi sei mesi in prestito al Watford e preferirebbe tornare a giocare in Italia piuttosto che rimanere ancora un anno in Premier League. Il Milan aspetta e proverà a trovare la soluzione giusta per tutti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori