CALCIOMERCATO, TUTTE LE TRATTATIVE/ Ufficialità Juve, Milan, Inter, Roma, Napoli: chi si è rafforzato?

- La Redazione

Calciomercato Serie A, tutte le ufficialità e le trattative più importanti in entrata ed in uscita delle squadre del massimo campionato a cominciare da Juventus, Roma, Napoli, Milan, Inter.

Bonucci_Milan_lapresse_2017
Bonucci via dal Milan? - La Presse

Nell’estate del calciomercato dai trasferimenti a tripla cifra diverse squadre del nostro campionato sono cambiate a cominciare dalle cinque grandi di Serie A.

JUVENTUS

La prima della classe rimane la formazione da battere anche nella stagione appena cominciata sia sulla carta che secondo il parere degli addetti ai lavori. I bianconeri hanno perso non senza polemiche due pedine importanti come Dani Alves, accasatosi al Psg dopo aver rescisso il contratto, e Leonardo Bonucci, passato al Milan di cui è già stato eletto capitano, ma ha effetutato in ogni caso importantissimi investimenti per Douglas Costa dal Bayern Monaco e Federico Bernardeschi dalla Fiorentina, senza dimenticare l’acquisto di peso a centrocampo con Blaise Matuidi proprio dal Psg. Da valutare l’impatto di Howedes dallo Schalke 04 così come il giovane Rodrigo Bentancur dal Boca Juniors. Panchinari di lusso Mattia De Sciglio dal Milan e Wojciech Szczesny dall’Arsenal, prossimo erede di Buffon, mentre è destinata a far ancora discutere la polemica relativa a Leonardo Spinazzola, rimasto in prestito all’Atalanta.

ROMA

Nella Capitale si respira aria di un nuovo inizio. I giallorossi saranno guidati da un nuovo allenatore di fede romanista come Eusebio Di Francesco e, grazie al direttore sportivo Monchi, hanno inserito diversi elementi. Le partenze di Rudiger e Salah rispettivamente in direzione Chelsea e Liverpool non sono state ancora del tutto digerite mentre gli addii di Szczesny e Mario Rui non hanno lasciato il segno. Per quanto riguarda la retroguardia i terzini Karsdorp, sulla via del recupero dall’infortunio, e Kolarov sembrano destinati a ritagliarsi dei ruoli da protagonista con Hector Moreno al centro del reparto, così come a centrocampo Gonalons dal Lione ed il promettente Cengiz Under dal Basaksehir, senza trascurare il ritorno dal Sassuolo di Pellegrini. In attacco si è inseguito a lungo un esterno offensivo come Riyad Mahrez del Leicester City decidendo alla fine di virare su Defrel e concludendo il tormentone legato a Schick, battendo la concorrenza di Inter e Juventus.

NAPOLI

Se il Milan è la squadra che ha cambiato più di tutti il Napoli è senza dubbio la formazione meno rivoluzionata. La dirigenza ha infatti lavorato per riconfermare la quasi totalità dell’organico della passata stagione per puntare alla vittoria del campionato con un gruppo che si conosce molto bene e gioca a memoria, cercando anzi di regalare una rosa di 22 papabili titolari con l’innesto di due rincalzi validi e utili come il promettente Adam Ounas dal Bordeaux ed il terzino portoghese Mario Rui dalla Roma. Il tormentone che ha condizionato gli azzurri è stato quello relativo al futuro del portiere Pepe Reina, alla fine rimasto in scadenza di contratto senza accettare la corte del Psg ed essere sostituito da Karnezis, passato dall’Udinese al Watford. In uscita il d.s.Giuntoli ha inoltre piazzato Leonardo Pavoletti al Cagliari per rimpiazzare Borriello e la coppia Zapata-Strinic alla Sampdoria, con Tonelli e Giaccherini rimasti invece nell’incertezza.

MILAN

I rossoneri con l’arrivo della nuova proprietà cinese e dei dirigenti Fassone, amministratore delegato, e Mirabelli, direttore sportivo, hanno deciso di compiere una vera e propria rivoluzione completando ben 11 operazioni in entrata: il colpo dell’estate italiana è stato certamente il trasferimento dalla Juventus di Leonardo Bonucci ed in difesa si aggiungono pure Musacchio dal Villareal, i terzini R.Rodriguez dal Wolfsburg ed Andrea Conti dall’Atalanta. In porta, risolta la querelle relativa al contratto di Gianluigi Donnarumma è stato preso come secondo il fratello Antonio dall’Asteras Tripolis. A centrocampo si punterà su Kessie dai nerazzurri bergamaschi insieme con Hakan Calhanoglu dal Bayer Leverkusen, Lucas Biglia dalla Lazio e Fabio Borini dal Sunderland mentre in attacco spicca il prodotto del vivaio Patrick Cutrone nonostate l’approdo a Milanello di Andrè Silva dal Porto e Nikola Kalinic dalla Fiorentina. Inevitabili le tante partenze da Kucka a Bacca passando per Bertolacci, Lapadula, Vangioni, De Sciglio e Niang, insieme ai prestiti conclusi di Ocampos, Deulofeu e Mati Fernandez.

INTER

In casa nerazzurra si proverà nuovamente a riportare l’Inter ai livelli che le competono. Le prime due giornate di campionato hanno già lasciato intravedere l’importante impatto positivo avuto dal nuovo allenatore Luciano Spalletti che sta già dando i primi frutti. Sicuramente l’Inter ha effettuato due colpi importanti trattenendo Perisic e Candreva, a cui si alternerà il giovane Karamoh dal Caen, mentre in entrata è inevitabile sottolineare l’arrivo di due centrocampisti come Matias Vecino e Borja Valero dalla Fiorentina. Le corsie difensive conosceranno delle alternative valide con Dalbert dal Nizza e Joao Cancelo dal Valencia mentre Padelli ha preso il posto di Carrizo alle spalle di Handanovic. Sorprendente il rendimento di Milan Skriniar dalla Sampdoria mentre in uscita hanno fatto le valige diversi elementi come Banega, Andreolli, Medel, Palacio, Biabiany, Murillo, Jovetic e Kondogbia, Ansaldi ed in prestito Gabigol, senza però trovare il giocatore per completare la difesa, così come sono sfumati altri nomi come Nainggolan, Manolas e Vidal. I direttori Ausilio e Sabatini rimandano l’appuntamento a gennaio.

Dando uno sguardo alle altre società sottolineiamo le partenze di Andrea Zappacosta dal Torino, protagonista dell’acquisto di N’Koulou dal Lione, in direzione Chelsea come Keita Balde Diao passato dalla Lazio al Monaco grazie a due operazioni molto più che vantaggiose rispettivamente per i patron Cairo e Lotito. I biancocelesti si sono oltretutto rinforzati rimpiazzando Biglia con Lucas Leiva ed il senegalese con il portoghese Nani. Il Cagliari ha portato in Italia l’estero olandese Van Der Wiel pur perdendo Marco Borriello, trasferitosi alla neo promossa Spal pronta a duellare con un ottimo Verona per la permanenza nel massimo campionato. Decisamente importante la rivoluzione avvenuta in casa Fiorentina con il Cholito Simeone dal Genoa e Thereau dall’Udinese chiamati a far ricredere la piazza e la Sampdoria ha sistemato in maniera convincente il proprio organico così come regna l’incertezza per i bianconeri friulani ed il Benevento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori