Calciomercato Inter/ News, per l’ex Moratti il vero colpo è stato Luciano Spalletti (Ultime notizie)

- Matteo Fantozzi

Calciomercato Inter, tutte le news, le ultime notizie, le indiscrezioni e gli aggiornamenti, sulle trattative del club nerazzurro: seguile con noi live, in tempo reale

DiMaria_Pastore_Argentina_lapresse_2017
Sampaoli confermato sulla panchina dell'Argentina - La Presse

L’ex presidente dell’Inter, Massimo Moratti, ha concesso una lunga intervista a Sportitalia. Tema principale l’Inter, ovviamente. La partenza in campionato della squadra lo sta soddisfando molto e il merito è da attirbuire soprattutto all’allenatore. Secondo Moratti, Luciano Spaletti in panchina è stato uno dei veri colpi del calciomercato estivo nerazzurro:  “Ha tutte le caratteristiche per poter essere un allenatore vincente con l’Inter anche perché in Italia non ha mai vinto molto pur avendo grandi qualità e quindi c’è anche questa componente di ambizione da parte sua. Ha un carattere forte, è analitico e attento. Credo abbia le caratteristiche giuste per far bene, poi è chiaro che tutto debba girare nel modo giusto”. Si tratta di un profilo differente dai predecessori, per Moratti però può fare bene: “Ha un carattere diverso da Mourinho e Mancini e ha un modo differente di giocare. La Roma giocava molto bene con Spalletti e penso possa dare anche all’Inter quel genere di gioco”. (aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

IDEA PASTORE

L’Inter vista all’opera nelle ultime uscite appare una squadra un po’ priva di idee. Un giocatore dal guizzo, dall’originalità, creativo e di talento, farebbe quindi molto comodo alla formazione allenata da Luciano Spalletti, ed è per questo che a breve potrebbe tornare l’idea targata Javier Pastore. L’ex numero 10 del Paris Saint Germain non è un titolare fisso e a gennaio il PSG dovrà cedere qualche pezzo pregiato per evitare pesanti sanzioni dell’Uefa. Tra l’altro il Flaco è un vero e proprio pupillo di Walter Sabatini, avendolo portato lui in Italia, presso il Palermo, prima della grande esplosione. Inoltre, sono ottimi anche i rapporti fra la società di corso Vittorio Emanuele e l’agente del nazionale argentino. Insomma, l’operazione appare fattibile, magari con una formula agevole per l’Inter, un prestito con obbligo di riscatto vicino ai 40 milioni di euro. Molto dipenderà da quello che accadrà da qui a gennaio e dalla posizione di classifica dei nerazzurri al giro di boa, ma se servirà un fantasista che possa dare un po’ di brio alla squadra, questo potrebbe essere proprio Pastore. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

RIMPIANTO PELLEGRI 

Pietro Pellegri sarà uno dei giocatori maggiormente contesi in occasione del calciomercato del prossimo mese di gennaio, o tutt’al più durante l’estate 2018. Il 16enne di proprietà del Genoa sta letteralmente esplodendo, e le big italiane e inglesi stanno già preparando l’assalto. Si mangia le mani l’Inter, che aveva praticamente chiuso l’affare con il Grifone la scorsa estate, per una cifra pari a 15 milioni di euro, con l’aggiunta di altri 15 però di bonus, legati a presenze in campo con la maglia del Grifone e dell’Inter. Le cose poi sono andate diversamente, con Suning che ha bloccato gli investimenti, complici le nuove strategie cinesi e i paletti imposti dal fair play finanziario. Pellegri alla fine è rimasto al Marassi ed ora il suo valore è già vicino ai 40 milioni, bonus esclusi. Chissà se corso Vittorio Emanuele tornerà all’assalto del baby prodigio, ma dalle parti di Genova si mormora che Preziosi non sia proprio così contento di quanto accaduto con l’Inter in estate… (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

LA NUOVA VITA DI KONDOGBIA

Geoffrey Kondogbia sembrerebbe essere tornato ai fasti di pochi anni fa. Dopo due stagioni decisamente deludenti in maglia Inter, il centrocampista francese è sbarcato in Spagna, fra le fila del Valencia, in occasione del recente calciomercato estivo. Un impatto decisamente positivo quello dell’ex Monaco con la maglia dei Pipistrelli, che ora pensano già al riscatto. SuperDeporte, quotidiano spagnolo andaluso, dedica l’intera prima pagina di oggi proprio al calciatore interista, sottolineando come il Valencia voglia trattenere il giocatore e soprattutto blindarlo. Sarebbero quindi già pronti i 25 milioni di euro per effettuare il riscatto del cartellino dal prestito; lo step successivo sarebbe invece quello di far firmare al ragazzo transalpino un contratto a scadenza 30 giugno 2022, con annessa clausola rescissoria da ben 100 milioni di euro. Ovviamente l’Inter spera che tali indiscrezioni trovino poi conferme concrete. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

NESSUNA SPESA PAZZA A GENNAIO

Il calciomercato di riparazione di gennaio di casa Inter sarà molto simile a quello della scorsa estate: giocatori funzionali al progetto e soprattutto non troppo dispendiosi dal punto di vista del costo del cartellino e dell’ingaggio. Nessuna spesa pazza quindi a inizio anno venturo, con i tifosi che non dovranno attendersi i vari Di Maria, Draxler o Vidal, ma altri Vecino, Borja Valero e Dalbert. Il motivo va ricercato nel solito fair play finanziario, che imporrà ancora delle limitazioni alla società di corso Vittorio Emanuele fino al termine della stagione in corso. Il bilancio 2017-2018 dovrà chiudersi in parità, e di conseguenza la dirigenza interista dovrà essere brava nel cercare di aumentare i ricavi, e magari vendere qualche altro giocatore a prezzo importante. Inoltre, bisognerà fare i conti con il paletto dei monte ingaggi che non possono superare il 60% del fatturato, e di conseguenza anche per questo i top player non potranno sbarcare alla Pinetina. Qualcosa dovrebbe migliorare in ottica 2018-2019, soprattutto se alla fine venisse raggiunto l’accesso alla prossima Champions. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

HANDANOVIC VERSO IL RINNOVO

Corre verso il rinnovo del contratto Samir Handanovic. L’estremo difensore dell’Inter, il cui accordo con i nerazzurri scadrà al 30 giugno del 2019, dovrebbe prolungare di altre due stagioni, fino al 2021. Arrivano conferme in tal senso, come sottolineato stamane da La Gazzetta dello Sport. Il portiere della nazionale slovena sembrerebbe essere convinto del progetto Suning-Spalletti, ed avrebbe quindi deciso di rimanere ad Appiano Gentile, soprattutto se a fine stagione dovesse arrivare la tanto attesa qualificazione alla Champions League. Se tutto andrà come previsto, a breve inizieranno le consultazioni, poi il rinnovo diverrà realtà. Le cifre relative all’ingaggio, 2.5 milioni di euro, saranno confermate, ma con grande probabilità verrà inserito qualche bonus più ricco rispetto a quello attuale. In questo campionato Handanovic potrà raggiungere come numero di presenze Toldo e Pagliuca, due grandi portieri nella storia interista, per poi puntare Julio Cesar, uno dei protagonisti dello spettacolare triplete, che ha toccato quota 300 nell’Inter. Più in la ci sono Bordon (382) e l’immortale Zenga a quota 473. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

PACO ALCACER NEL MIRINO

L’Inter sta lavorando già al prossimo calciomercato alla ricerca di giocatori che possano essere utili all’idea di calcio di Luciano Spalletti. In rosa come punta centrale del 4-2-3-1 c’è solo Mauro Icardi e probabilmente nelle prossime sessioni di calciomercato arriverà un altro attaccante. Secondo Mundo Deportivo il club nerazzurro sarebbe molto interessato a Paco Alcacer. Il calciatore in questione è finito ai margini della squadra allenata quest’anno da Ernesto Valverde. Giocatore rapido e dotato di grande tecnica sarebbe sicuramente un calciatore molto interessante per l’Inter che avrebbe così la possibilità di far riposare anche Mauro Icardi. La società spera infatti di qualificarsi per la prossima Champions League e serviranno anche altri giocatori importanti. Paco Alcacer dalla sua parte sarebbe molto felice di fare un’esperienza in Serie A dove non ha mai giocato, in una squadra che spera molto presto di tornare ai vertici del calcio italiano e non solo.

RANOCCHIA SPIEGA IL MOTIVO DELLA SUA PERMANENZA

Andrea Ranocchia è tornato nell’ultima sessione di calciomercato all’Inter dopo che aveva vissuto sei mesi importanti in prestito all’Hull City in Premier League. Il difensore aveva avuto non pochi problemi all’Inter dove era passato dall’essere il capitano ai margini della squadra. Il centrale a Premium Sport ha espresso tutta la sua ammirazione nei confronti del tecnico Luciano Spalletti che ha sottolineato: “La sensazione sul mister è staat subito positiva. E’ stato lui che mi ha convinto a rimanere. Mi ha parlato dal primo giorno dicendo che contava molto su di me. Io ho preso atto e adesso mi preparo senza proclami fino a quando arriverà poi la mia occasione”. Sicuramente Andrea Ranocchia in passato ha dimostrato di avere grandi qualità personali anche se c’è da dire che nelle ultime stagioni le difficoltà vissute dall’Inter sono state accusate davvero molto da lui. Vedremo se con la presenza di Joao Miranda e Milan Skriniar in rosa se Andrea Ranocchia troverà spazio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori