Calciomercato Milan/ News, retroscena Yazici: c’era un’offerta per il talento turco (Ultime notizie)

- Matteo Fantozzi

Calciomercato Milan, le ultime news, le notizie, gli aggiornamenti e le indiscrezioni sulle trattative del club rossonero: seguile solo con noi, live, in tempo reale

marco_fassone_milan_lapresse_2017
Fassone (foto LaPresse)

Proseguono i retroscena riguardanti l’estate di trattative. Come da copione, una volta chiusa ufficialmente la finestra di calciomercato, spuntano come i funghi retroscena più o meno veritieri riguardanti trattative o presunte tali imbastite. Anche il Milan non ne è da meno, stando in particolare a quanto sottolineato dal portale turco Fanatik. Pare infatti che il club rossonero abbia messo sul piatto una proposta da 10 milioni di euro per avere il giovane talento Yazici. Si tratta di un calciatore della nazionale turca, classe 1997, che milita fra le fila del Trabzonspor. Sembra che alla fine la proposta del club di via Aldo Rossi non abbia convinto in pieno la società turca che ha così deciso di rimandarla al mittente, trattenendo Yazici sul Bosforo. In particolare il parere del tecnico Ersun Yanal sembra sia stato decisivo ai fini della permanenza del 20enne di Trebisonda. Yazici è un trequartista/interno di sinistra e molto probabilmente era stato valutato prima di virare definitivamente su Calhanoglu. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

RAIOLA SUL RINNOVO DI DONNARUMMA

Donnarumma è stato per un paio di settimane il protagonista assoluto delle vicende di calciomercato. Ad inizio giugno il portiere del Milan sembrava fosse ad un passo dall’addio, dopo aver rifiutato il prolungamento. Dopo un lungo tira e molla, feroci polemiche e tifosi che hanno gridato allo scandalo, alla fine il 18enne estremo difensore è tornato sui suoi passi, decidendo di rinnovare con i rossoneri. Su tale argomento è tornato a parlare poco fa Mino Raiola, l’agente del numero uno del Diavolo, che intervistato dai microfoni di Radio Crc ha ammesso: «Abbiamo soddisfatto il desiderio di Donnarumma che era quello di restare, sto aspettando le scuse da una parte di tifosi e giornalisti». Poi il procuratore italo-olandese ha aggiunto: «Siamo l’unico Paese in cui i tifosi pensano di poter gestire le società, all’esterno non esistono striscioni contro tifosi e società, dobbiamo uscire da questa cultura della paura nei confronti dei tifosi». (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

SUSO VERSO IL RINNOVO

Si avvicina a grandi passi al rinnovo del contratto, l’esterno d’attacco di casa Milan, Suso. Il club rossonero ritiene il nazionale spagnolo un elemento imprescindibile per il proprio scacchiere, e non ha mai avuto alcuna intenzione di cederlo. Nonostante durante il calciomercato estivo siano giunte proposte da ogni dove, comprese Inter, Roma e Napoli, in via Aldo Rossi si sono tenuti ben stretti questo calciatore spagnolo dai piedi sopraffini, senza dubbio il migliore in fatto di tecnica dell’intera rosa del Diavolo. Ed ora, come dicevamo in apertura, arriverà il prolungamento, dovuto per quanto fatto durante la scorsa stagione e l’inizio di quella in corso. Se tutto andrà come previsto, la firma dovrebbe arrivare la prossima settimana, con Suso che rinnoverà fino al 30 giugno del 2022, per altre quattro stagioni, con annesso un ricco ingaggio da 2,5 milioni di euro netti ogni 12 mesi. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

IL MESSAGGIO DI ANDRE’ SILVA

Fra i molti giocatori che il Milan ha acquistato durante il calciomercato della scorsa estate, anche il giovane attaccante della nazionale portoghese, Andrè Silva. Il gioiello ex Porto è giunto a Milanello con un po’ di scetticismo da parte degli addetti ai lavori, visto che la cifra impiegata da via Aldo Rossi per assicurarselo, 38 milioni di euro, è apparsa un po’ elevata. Nelle prime due uscite in campionato il giovane lusitano è rimasto all’asciutto, mentre la stella di Cutrone brillava con gol, assist e grandi prestazioni. André Silva si è però ripreso la scena nelle scorse ore, e durante il match contro l’Ungheria valevole per le qualificazioni ai Mondiali di calcio del 2018, ha segnato la rete vincente: cross perfetto di Cristiano Ronaldo dalla sinistra, con il milanista che si è fatto trovare pronto, e di testa, a due passi dalla porta, ha insaccato in rete. Una rete che senza dubbio sarà utile per il morale dello stesso, nonché un messaggio a Vincenzo Montella: l’Aeroplanino lo getterà nella mischia per la sfida di domenica contro la Lazio? (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

OSSERVATO PANTIC

Il Milan sta cercando di andare ad ampliare la sua rosa anche tramite l’acquisto di tanti calciatori giovani e di talento. Finita una sessione di calciomercato piena di colpi importanti ora i rossoneri stanno lavorando al futuro. Secondo quanto riportato da MilanNews la stampa serba avrebbe visto degli scout del Milan presenti a seguire la sfida tra Under 21 Serbia-Gibilterra. Nel mirino c’è Danilo Pantic esterno classe 1996 che è di proprietà del Chelsea e gioca in prestito al Partizan. Di sicuro può essere un calciatore utile per il futuro, dotato di grande ritmo e anche velocità. A ventuno anni il ragazzo ha ancora grandissimi parametri di miglioramento che potrebbero permettere al Milan di raggiungere un calciatore che in futuro potrebbe essere un top player. Se i rossoneri vuole prenderlo però dovrà fare molto in fretta perché su di lui ci sono davvero moltissimi club importanti che da tempo lo tengono sotto osservazione.

LA LETTERA D’ADDIO DI NIANG

E’ finita in maniera amara l’avventura di Mbaye Niang al Milan che è stato ceduto negli ultimi giorni di calciomercato al Torino. Il Milan aveva fatto di tutto per spingerlo ad andare a giocare nella Russian Premier League allo Spartak Mosca per poi ritrovarsi a dover fare un passo indietro e accettare la volontà del calciatore. Il saluto di Mbaye Niang però è stato piuttosto risentito con parole che hanno lasciato tutti un po’ di sorpresa. Così Niang ha scritto su Instagram: “Ero un bambino quando cinque anni fa arrivavo a Milano per la prima volta. Essere un calciatore del Milan era sempre stato e sempre lo sarà ”speciale”. Il gol in Coppa Italia contro la Reggina, la Serie A, il trio delle creste, il palo preso a Barcellona, gli anni della Champions e quelli deludenti. E’ arrivato però il momento di staccarmi da questo mondo meraviglioso. Ci sono tanti motivi, ci sarebbe molto da dire, ma oggi voglio solo dire grazie, per quello che mi avete dato per quanto mi avete dato per tutto. I miei tentennamenti dipendevano dal fatto che avrei voluto scegliere il mio destino io e con calma. Mi dispiace sia finita in questo modo. Il Milan e i milanisti avranno sempre spazio nel mio cuore, nonostante tutto. Oggi inizia una nuova avventura e ho una voglia infinita di indossare la maglia del Torino. Grazie al Presidente Cairo, al direttore Petrachi e al mister che hanno deciso di portarmi qui“, clicca qui per il post. E’ sicuramente un Niang molto risentito, che però ringrazia il Milan e lascia col sorriso sulle labbra e magari qualche rimpianto per quello che poteva essere e non è stato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori