Calciomercato Inter/ News, Miangue: i nerazzurri possono riacquistarlo a 15 milioni (Ultime notizie)

- Matteo Fantozzi

Calciomercato Inter, tutte le news, le ultime notizie, gli aggiornamenti e le indiscrezioni sulle principali trattative del club nerazzurro: seguile con noi, live, in tempo reale

walter_sabatini_1_lapresse_2017
Inter, via Sabatini: divorzio ufficiale con Suning (Foto: LaPresse)

L’Inter ha dovuto effettuare delle cessioni entro il 30 giugno scorso per rientrare in dei determinati parametri imposti dal fair play finanziario. Fra le tante partenze, rientra anche quella di Senna Miangue, giovane belga classe 1997, che giocava a Cagliari con la formula del prestito dal gennaio del 2017. L’operazione, lo scorso inverno, era stata portata a termine con la formula del diritto di riscatto, ma la società di corso Vittorio Emanuele ha inserito altresì una clausola di contro-riscatto, conscia del valore di questo interessante difensore della nazionale belga under-21. I sardi hanno quindi riscattato entro il 30 giugno il ragazzo, versando nelle casse meneghine tre milioni di euro, come già pattuito. Una mossa strategica quella dell’Inter, come sottolineato dai colleghi di FcInterNews, che per evitare cessioni importanti ha preferito monetizzare sui giovani. Attenzione però, perché come dicevamo sopra, i nerazzurri hanno il diritto di riacquisto, valido fino al 30 giugno del 2020, per un valore vicino ai 15 milioni. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

BOATENG PER LA DIFESA

Non smette mai di lavora il direttore dell’area tecnica Suning, Walter Sabatini. Nonostante il calciomercato si sia chiuso soltanto pochi giorni fa, l’ex Roma è già proiettato al 2018. L’Inter va rinforzata, soprattutto in difesa, e come sottolineato dai colleghi di Tuttomercatoweb, vi sarebbe già un nome sottolineato in rosso sui taccuini nerazzurri, precisamente quello di Jerome Boateng, pilastro della nazionale tedesca, di proprietà del Bayern Monaco. In corso Vittorio Emanuele hanno effettuato già un sondaggio per il calciatore, ma timido, visti i noti problemi legati al fair play finanziario, e a breve potrebbe ripartire l’assalto. Attualmente Sabatini si trova nel quartiere generale a Nanchino, e sta cercando di capire a quanto ammonterà il budget per il mercato della finestra invernale. La società ha voglia di investire, ma non per il semplice gusto di farlo, ma solo dove serve davvero, e Boateng potrebbe essere un elemento su cui investire pesantemente viste le sue enormi qualità e le note carenze difensive dell’Inter. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

LE PRIME PAROLE DI KARAMOH

Yann Karamoh è uno degli acquisti a sorpresa di questa sessione di calciomercato. Il giovane calciatore francese ex Caen è una promessa sulla quale però il club nerazzurro crede tanto soprattutto in ottica futura. Il calciatore ha parlato durante la presentazione al Q&A su Inter Channel per la sua presentazione ufficiale. Il talentino ha spiegato che all’inizio per lui la notizia di vestire la maglia nerazzurra è stata come un terremoto e che ora è molto felice per la scelta che ha preso insieme al suo ex club. Il ragazzo ha sottolineato inoltre la sua volontà di mettere in difficoltà Luciano Spalletti: “Penso che il mio profilo possa essere interessante. Sono in una squadra importante e spero che le mie caratteristiche possano essere utili. Direi che è molto semplice il mio tipo di gioco. Controllo il pallone, dribblo e metto a frutto la mia tecnica. Devo imparare a essere ancora più rapido“.

VANHEUSDEN SPIEGA PERCHÈ È RIMASTO

Tra i talenti più in evidenza nel vivaio dell’Inter c’è il giovanissimo difensore Zinho Vanheusden. Il Presidente del Pescara Daniele Sebastiani ha spiegato di recente come proprio Zdenek Zeman gli abbia chiesto di prendere questo calciatore per portarlo a Pescara. Il ragazzo ha spiegato però in una lunga intervista a VoetbalPrimeur.be il motivo della sua permanenza in nerazzurro. Racconta: “So che c’erano molti club interessati a me per il prestito, ma non ho ritenuto fosse il momento giusto per andarmene via. Ho chiaramente il sogno di esordire con la maglia nerazzurra nella massima categoria, in Serie A. So però che sarà difficile. Per il momento gioco le mie gare con la Primavera di Stefano Vecchi e cerco di migliorarmi giorno dopo giorno lavorando duro con la prima squadra”. Elogi anche per Luciano Spalletti che il giovane ha sottolineato essere talento purissimo dal quale può solo che imparare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori