CALCIOMERCATO MILAN/ News, La Fiorentina pensa ad Antonelli (Ultime notizie)

- Matteo Fantozzi

Calciomercato Milan, ultime notizie legate alla squadra di Gennaro Ivan Gattuso: il club manager Abbiati parla del momento della squadra e della situazione di Andrè Silva.

Vecino_Locatelli_Milan_Inter_lapresse_2017
Matias Vecino, autore del gol del pareggio dell'Inter (LaPresse)

Il Milan ha vissuto una prima parte di stagione al di sotto delle aspettative a causa del mancato rendimento di alcuni giocatori acquistati durante il calciomercato estivo. In questo elenco ed in questi giorni spicca il nome di Andrè Silva, costoso attaccante portoghese prelevato dal Porto ma sin qui incapace di lasciare traccia in campo. Interpellato in esclusiva da Premium Sport prima della partita contro il Cagliari, il club manager Christian Abbiati ha parlato così del centravanti lusitano e del momento della squadra allenata da Gattuso: “Oggi è importante cercare di fare un’ottima partita, con una vittoria saliremmo la classifica, saremmo agganciati al gruppo che insegue la Sampdoria. Dobbiamo dare continuità al lavoro fatto da Gattuso. André Silva si impegna molto, è uno dei primi ad arrivare all’allenamento, ed è tra gli ultimi ad andarsene, sta migliorando. Ci saranno tante partite, avrà la sua occasione. Viene da un campionato non difficile come la Serie A, ma da parte nostra c’è tanto rispetto, perché è un giocatore di qualità.”

ANTONELLI PIACE ALLA FIORENTINA

Più che ai movimenti in entrata il Milan, per questo finale di calciomercato, dovrebbe dedicarsi maggiormente ed alcune cessioni. Nell’organico rossonero ci sono infatti alcuni elementi che non stanno giocando come vorrebbero, ad esempio Gabriel Paletta, e tra questi figura anche il nome del terzino sinistro Luca Antonelli. L’arrivo di Ricardo Rodriguez in estate ha di fatto costretto il trentenne alla panchina e bisogna ora vedere se il Milan deciderà di liberarlo, sfruttando Calabria all’occorrenza, o di trattenerlo. Intanto sulle tracce di Antonini, che ha il contratto in scadenza con i rossoneri nel giugno del 2019 ovvero al termine della prossima stagione, si segnala il forte interesse della Fiorentina, bisognosa di esperienza in quella zona del campo e pronta a farsi avanti per lui con la formula del prestito con diritto di riscatto.

DE GRANDIS PARLA DI KALINIC

Oltre ad Andrè Silva nell’attacco del Milan c’è anche un altro elemento, arrivato con il calciomercato della scorsa estate, che finora non è stato in grado di fornire il rendimento sperato, ovvero Nikola Kalinic. Il centravanti croato, prelevato dalla Fiorentina non senza difficoltà, vive al momento un rapporto di amore-odio con i tifosi rossoneri, divisi appunto sulle sue capacità di realizzatore. Nel corso delle edizioni di Sky Sport 24, il giornalista Stefano De Grandis ha sottolineato proprio la necessità per il tecnico Gattuso di recuperare la migliore condizione per questo giocatore spiegando: “E’ giusto cercare di dare continuità alla formazione e cercare di recuperare i pezzi pregiati del mercato, altrimenti li butti via. Biglia sta crescendo, Bonucci ha un rendimento standard nelle ultime settimane, adesso va recuperato Kalinic. L’unica possibilità di far recuperare un attaccante è farlo giocare con continuità, se tu fai giocare una partita lui, una Cutrone, la terza André Silva li butti via tutti e tre.”

IL CAGLIARI CHIEDE TROPPO PER BARELLA

Tra i giovani monitorati con grande attenzione dai dirigenti del Milan non può mancare il nome di Nicolò Barella, obiettivo di calciomercato per diverse squadre. Centrocampista classe 1997 di proprietà del Cagliari con all’attivo 2 reti in 18 apparizioni complessive nella stagione attualmente in corso, Barella negli scorsi mesi ha attirato su di sè gli occhi di diverse società importanti, come ad esempio la Juventus, già attiva con i sardi per trattare il nordcoreano Han. Tuttavia, al momento la corsa del Milan a Barella sarebbe frenata dalla richiesta, ritenuta eccessiva, di 50 milioni di euro per liberare il ventenne. Visto il contratto in scadenza solamente nel giugno del 2022 e la politica del Milan per questo gennaio, ogni discorso verrà rimandato al mese di giugno od oltre, sperando magari nella volontà dello stesso Barella di lasciare il Cagliari e tentare una nuova avventura con un club di maggior prestigio internazionale.

RETROSCENA PELLEGRINI

Il Milan, durante il calciomercato, si è dimostrato molto attento ai profili dei giovani talenti negli ultimi anni sia per quanto riguarda il proprio vivaio, trattenendo ad esempio Donnarumma e Locatelli, che prelevando elementi interessanti, come ad esempio Romagnoli dalla Roma. Intervistato in esclusiva dal settimanale Sport Week, il centrocampista giallorosso Lorenzo Pellegrini, tornato nella Capitale proprio la scorsa estate, ha raccontato il retroscena riguardante la sua scelta piuttosto che vestire la maglia di Juventus o Milan: “Scherzi a parte, con i procuratori abbiamo valutato tutte le opzioni, perché all’inizio erano interessate altre squadre. Ma quando si è fatta avanti la Roma… In famiglia, poi… figuratevi mio padre… Il club ha esercitato la recompra, quindi non ha dovuto trattare con il Sassuolo, è stato più facile per tutti. E con Eusebio Di Francesco avevo già trascorso due anni importanti. Sarebbe stata più dura indossare la maglia della Juventus o della Lazio? C’è stato anche l’interesse della Lazio ma, essendo romanista da sempre, è stata una scelta serena.”

IPOTESI HECTOR HERRERA

Il calciomercato invernale non porterà nuovi elementi all’organico del Milan ma i suoi dirigenti sono già al lavoro in vista della finestra estiva. I diversi innesti arrivati entro la fine di agosto non sembrano essere tutti all’altezza dei ruoli per cui erano stati acquistati e tra i giocatori dal rendimento maggiormente altalenante c’è sicuramente l’atalantino Kessie. Per questa ragione, stando ai rumors, il direttore sportivo Massimiliano Mirabelli starebbe valutando diversi profili di mezzali da impiegare nella squadra del tecnico Gattuso ed uno dei nomi più interessanti è quello di Hector Herrera, centrocampista messicano di proprietà del Porto. Ad un passo dal trasferimento al Napoli qualche tempo fa, il classe 1990 Herrera ha il contratto in scadenza nel giugno dell’anno prossimo ed una clausola rescissoria da 20 milioni di euro, cifra ed operazione più che fattibile dopo gli importanti movimenti della scorsa estate, specialmente non spendendo il piccolo tesoretto di gennaio.

ANTONINI SU BIGLIA ED ANDRE’ SILVA

L’importante campagna acquisti effettuata durante il calciomercato della scorsa estate aveva fatto pensare che il Milan si sarebbe dovuto trovare in ben altra posizione rispetto a quella attuale. Intervistato in esclusiva da MilanNews.it, l’ex rossonero Luca Antonini ha sottolineato proprio il mancato rendimento di Lucas Biglia, arrivato dalla Lazio, e di Andrè Silva, prelevato dal Porto: “Biglia deve sicuramente dare di più sotto tutti i punti di vista. Credo sia il valore aggiunto di questa squadra e se alzasse il rendimento lui ne beneficerebbe tutta la squadra, perchè acquisterebbe un giocatore di grandissima qualità e personalità. Questo Milan ha bisogno di giocatori così. Un altro giocatore da cui mi aspetto tanto è Andrè Silva, perchè ha delle qualità fisiche e come attaccante che non ha nessuno in questa squadra. E’ un giocatore unico nel suo genere e un attaccante perfetto nel calcio moderno come caratteristiche. Il tempo di ambientarsi c’è stato e ora deve dimostrare sul campo le proprie qualità.”

IL MISTER SUL MERCATO E SILVA

In questa sessione di calciomercato invernale non mancano i rumors per il Milan. Tuttavia, nella conferenza stampa in vista dell’impegno in campionato, il tecnico rossonero Gattuso ha sottolineato come non sia necessario prendere nuovi elementi tanto per acquistarli ed ha parlato dell’importanza di Andrè Silva, al centro di alcune voci di mercato e reduce da una non esaltante prima parte di stagione: “Sono contentissimo di lavorare con questa squadra, so che possono dare di più. Perché andare a cambiare tanto per cambiare? Ho sempre detto che volevo rimanere con questa rosa qui. I prezzi sono molto alti, le società più ricche hanno più possibilità di potersi accaparrare i migliori. Andrè Silva sta bene, ha una voglia incredibile. La responsabilità più grande è la mia perché devo trovare il coraggio di buttarlo nella mischia. Lui mette sempre grande voglia in allenamento. Deve migliorare qualche concetto ma non è un caso che tante squadre lo abbiano richiesto.”

RACING SU GUSTAVO GOMEZ

Gustavo Gomez sembrava destinato ad andare a giocare al Boca Juniors, ma all’improvviso secondo quanto riportato da ESPN su di lui si sarebbe inserito il Racing Club de Avellaneda. Il centrale paraguaiano è praticamente fuori rosa a Milano dove non gioca e dove sono diversi i centrali che sono considerati più importanti per gli equilibri della squadra. Gomez è un difensore forte fisicamente, dotato di grande intelligenza e per la sua costituzione fisica è un calciatore anche abbastanza rapido e tecnico. Il Boca Juniors nelle ultime ore è sembrato poco pronto ad acquistare un calciatore che ora invece sembra essere finito nel mirino di un’altra squadra. (agg. di Matteo Fantozzi)

GATTUSO BLINDA LOCATELLI

Manuel Locatelli è esploso con la maglia del Milan lo scorso anno. Tutti ricorderanno quando alla fine del 2016 segnava un gol bello e decisivo che liquidava la Juventus di Massimiliano Allegri a San Siro e gli spalancava le porte della nazionale azzurra. Il centrocampista quest’anno ha trovato pochissimo spazio, nonostante questo il Genoa ha lanciato una vera e propria offensiva in questa sessione di calciomercato di gennaio per provare ad aggiudicarsi le sue prestazioni. Gennaro Ivan Gattuso ha però deciso di blindarlo e lo ha confermato ieri nella conferenza stampa alla vigilia della gara contro il Cagliari: “Manuel Locatelli è venuto anche da me due settimane prima della sosta. Deve rimanere qui. L’ho fatto giocare titolare nel derby di Coppa Italia che era una partita da dentro o fuori per me. Arriverà il suo momento. Deve interpretare al meglio il suo ruolo e può farlo perchè ha qualità tecniche e fisiche. E’ giusto che resti qui perchè è un classe 1998“.

L’AGENTE DI KESSIÈ RIVELA L’INTERESSE DEL NAPOLI

Il Milan ha vinto una corsa davvero all’ultimo respiro nella sessione di calciomercato della scorsa estate per prendere Franck Kessié dall’Atalanta. Il calciatore ha fino a questo momento vissuto anche qualche alto e basso con la maglia rossonera, senza riuscire a dimostrare di essere ancora riuscito a esprimere tutto quello che poteva fare. Il centrocampista ha parlato ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli, sottolineando: “Il Napoli ci ha provato, ma le due società non si sono trovate. Non è successo nulla di strano per Franck Kessié. Siamo tutt’altro che in cattivi rapporti con loro, è stato un semplice affare non andato in porto”. Chissà cosa passa per la mente di Franck Kessié in questo momento che si ritrova con il Milan in difficoltà per entrare anche in zona Europa League e che al momento al Napoli si sarebbe ritrovato in cima alla classifica della Serie A e pronto a dare il cambio al brasiliano Allan.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori