CALCIOMERCATO MILAN / News, Mirabelli su Kalinic e André Silva: se li vendessimo oggi… (Ultime notizie)

- Matteo Fantozzi

Calciomercato Milan, ultime notizie legate al mondo rossonero: Massimiliano Mirabelli ha parlato a tutto tondo delle possibilità della società soffermandosi anche sui due attaccanti

Mirabelli_Milan_telefono_lapresse_2017
Milan, Mirabelli cacciato? - La Presse

Mirabelli su Kalinic e André Silva

Nel suo intervento post Crotone Massimiliano Mirabelli, direttore sportivo del Milan, ha parlato delle possibilità di calciomercato invernale per la squadra rossonera; come abbiamo già riportato, il dirigente ha confermato la linea della società secondo la quale non ci saranno colpi in entrata (“siamo sempre attenti sul calciomercato ma non vogliamo intervenire su questo gruppo”) e si è poi soffermato sui prezzi folli che stanno dominando questa sessione di gennaio. Il Barcellona per esempio sta per versare 160 milioni nelle casse del Liverpool per Philippe Coutinho – che lunedì dovrebbe sostenere le visite mediche – e Mirabelli ha ricordato che gli stessi Reds hanno appena speso 85 milioni per Virgil Van Dijk, un difensore. “Dobbiamo abituarci al fatto che alcune società europee alzano il livello in maniera esagerata” ha detto “e noi dovremo inventare altre cose per non andare dietro a queste cifre”. Tradotto, individuare giocatori giovani e non troppo “appariscenti” che possano crescere all’ombra della Madonnina: un esempio può essere André Silva, che visti i prezzi circolanti non è poi stato pagato troppo dai rossoneri. “Lui e Nikola Kalinic non hanno fatto bene in campionato” ha continuato il ds del Milan “ma se li vendessimo adesso prenderemmo un euro in più e non uno in meno”. Che sia un modo come un altro per dire che i due attaccanti sono ufficialmente in vendita? Probabilmente no, ma chissà… (agg. di Claudio Franceschini)

Le parole di Mirabelli

Subito dopo aver battuto il Crotone in campionato, il Milan si tuffa nel calciomercato: la sosta della Serie A può essere utile per capire in che modo migliorare la rosa a disposizione di Gennaro Gattuso. Secondo le parole rilasciate da Massimiliano Mirabelli, questo potrebbe voler dire anche aprire alle cessioni: “Qualcosa in uscita faremo” ha detto il direttore sportivo rossonero, che però non ha voluto fare nomi nè si è soffermato troppo, al di là di rassicurare i tifosi su Leonardo Bonucci (che proprio oggi ha trovato il primo gol con la maglia del Milan) e Gianluigi Donnarumma sempre al centro di voti di calciomercato. “Dobbiamo far sì che tanti giocatori nuovi diventino una squadra” ha detto Mirabelli; riguardo le potenziali cessioni, potrebbero esserci movimenti che riguardano soprattutto la difesa, con Gustavo Gomez e Gabriel Paletta che potrebbero essere ceduti. A centrocampo invece è in bilico la posizione di José Mauri: attualmente è infortunato, ma anche quando era a disposizione ha visto il campo con il contagocce e dunque il suo futuro sembra essere lontano dal Milan, anche se magari soltanto in prestito. (agg. di Claudio Franceschini)

Ghezzal torna di moda

Potrebbe essere Rachid Ghezzal il primo e unico rinforzo del Milan in questa finestra invernale di calciomercato. La società rossonera ha più volte ribadito di non voler effettuare operazioni a gennaio, ma la situazione di classifica e qualche limite nella rosa potrebbero far cambiare idea a Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli: si cercheranno soprattutto occasioni a buon prezzo, magari anche prestiti, e in questo senso Ghezzal potrebbe essere il nome giusto. Accostato al Milan già in estate, il franco-algerino è passato al Monaco dal Lione ma nel Principato è poco utilizzato, con un totale di 17 presenze stagionali ma 708 minuti in tutto (un gol e due assist in Ligue 1). Dunque dalla Francia arrivano indicazioni secondo le quali il calciatore sarebbe in uscita dal Monaco; il Milan potrebbe essere pronto ad approfittarne, magari puntando su un prestito con diritto di riscatto. Gennaro Gattuso ha bisogno di un’alternativa a Suso: il nome del franco-algerino è interessante anche perchè l’esperienza internazionale non manca, con l’eliminazione precoce dalla Champions League Ghezzal potrebbe essere tentato di lasciare. (agg. di Claudio Franceschini)

Raiola incontra il Psg

C’è sempre Gianluigi Donnarumma al centro dei discorsi di calciomercato che riguardano il Milan. Inevitabilmente, la telenovela dell’estate – con colpo di coda risalente a poche settimane fa – ha portato strascichi che saranno destinati a ripresentarsi ciclicamente. A oggi il portiere ha firmato il rinnovo del contratto e ha dichiarato di non voler partire; la società rossonera è stata chiara circa la volontà di trattenerlo, dunque siamo in una situazione di stallo. Per quanto tempo, però? Giusto oggi il Corriere della Sera ha rilanciato: Mino Raiola, il procuratore di Donnarumma, si è incontrato a Montecarlo con Antero Henrique, il direttore sportivo del Paris Saint Germain. Un indizio? Secondo il quotidiano no: Gigio non lascerà il Milan e l’incontro tra agente e dirigente avrebbe riguardato altro. Chissà: magari quel Marco Verratti che si è appena affidato al procuratore italo-olandese, e che è ambito da tante squadre europee (tra cui il Barcellona, che sembra essere in vantaggio). Su Donnarumma però non è detto che sia stata messa la parola fine: possiamo aspettarci eventualmente altre sorprese, magari non a gennaio ma con l’arrivo del calciomercato estivo. (agg. di Claudio Franceschini)

De Vrij dice no ai rossoneri

Il Milan si appresta a inaugurare il girone di ritorno in Serie A, ma intanto si pensa al calciomercato: se difficilmente a gennaio i rossoneri faranno operazioni – come già ampiamente detto anche dalla dirigenza – è possibile che in questa settimana possa essere mossa qualche pedina in vista dell’estate. Si è ad esempio parlato di un addio di Gustavo Gomez (che vorrebbe firmare con il Boca Juniors) e il capitolo difesa è sempre di attualità. Per esempio, un nome che è circolato è quello di Stefan De Vrij: il centrale olandese è prossimo alla separazione con la Lazio, non avendo intenzione di firmare il rinnovo del contratto e dunque potendosi liberare a parametro zero. A dire il vero l’accostamento tra il giocatore e i colori rossoneri è arrivato su proposta biancoceleste: non volendo perderlo senza intascare, il direttore sportivo Igli Tare (che continua a sperare in un rinnovo entro giugno) ha provato a intavolare uno scambio di difensori con il Milan, proponendo De Vrij per Alessio Romagnoli che, malgrado i trascorsi con la Roma, non ha mai fatto mistero di essere in realtà un tifoso della Lazio. A questo punto però, come ha riportato Il Messaggero, sembra che lo stesso olandese abbia rifiutato la proposta rossonera: difficile dire quali siano le intenzioni di De Vrij, sul quale sono forti anche Juventus e Manchester United, ma per il momento l’opzione Milan non pare essere contemplata. (agg. di Claudio Franceschini)

Storari, futuro da dirigente

Marco Storari ha deciso il suo futuro, ma il calciomercato non lo porterà lontano da Milano. Secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport pare infatti che il portiere sia pronto ad appendere i guanti al chiodo per diventare dirigente sempre in rossonero. L’estremo difensore compirà domani 41 anni e nella sessione di calciomercato di gennaio scorso ha decisop di tornare al Milan. Nonostante in un anno abbia appena conquistato due presenze in Europa League e ora sia stato scavalcato anche da Antonio Donnarumma è felice e sereno. Sa di avere dato il massimo nella sua carriera ed è pronto a smettere. Cresciuto nel vivaio del Perugia è esploso nel Messina che in Serie A ha vissuto un anno pieno di emozione con lui tra i pali. Proprio da quell’esperienza è nata la sua avventura al Milan, interrotta però da continui prestiti e da un passaggio alla Juventus dove da vice Buffon ha vinto diversi trofei importanti. Ora però sembra destinato a legare il suo futuro al Milan per intraprendere una carriera post calcio.

Zanellato in prestito

Non solo Manuel Locatelli perché il Milan  ha sfornato un altro talento in cabina di regia. Niccolò Zanellato ha dimostrato di avere grandissime qualità, ma nella squadra di Gennaro Ivan Gattuso è chiuso da Lucas Biglia, Riccardo Montolivo e lo stesso Manuel Locatelli in ordine di titolarità. Per questo nella sessione di calciomercato di gennaio il calciatore potrebbe decidere di andare a giocare in prestito in una squadra che però gli dia il giusto spazio per esprimersi. Secondo quanto riportato da Calciomercato.com su di lui ci sarebbero diversi club di Serie B oltre al Bologna e il Genoa che avrebbero deciso di pensare a un prestito semestrale. Il Milan però non vuole mandare via un giovane per vederlo stare in panchina da un’altra parte e spera di avere delle garanzie da parte di chi lo vorrebbe acquistare. Nelle prossime settimane si saprà dunque quale sarà il suo prossimo futuro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori