Piatek dal Genoa al Napoli?/ De Laurentiis: “Ho già parlato con Preziosi e il suo agente”

- Matteo Fantozzi

De Laurentiis fa sognare i tifosi del Napoli con Piatek: ha già parlato con il Presidente del Genoa Enrico Preziosi e l’affare si può fare già nel calciomercato di gennaio prossimo.

Piatek_gol_Genoa_lapresse_2018
Video Genoa Spal (Foto LaPresse)

Aurelio De Laurentiis ha deciso di far sognare i tifosi del Napoli con un nome che magari a qualcuno sarebbe risultato sconosciuto fino a pochi giorni fa, quello di Krzysztof Piatek. L’attaccante polacco classe 1995 è arrivato in estate al Genoa e ha segnato una valanga di gol, addirittura 9 in 7 partite di Serie A senza contare il poker rifilato al debutto al Lecce in Coppa Italia. Il Presidente degli azzurri ha parlato durante un intervento al Club Napoli Solopaca, svelando: “Ho già parlato con il Presidente del Genoa Enrico Preziosi di Krzysztof Piatek e anche con il suo agente, ci dobbiamo incontrare”. Il calciatore è in rampa di lancio, tanto che con la maglia della nazionale polacca ha messo in ombra Robert Lewandowski non uno qualsiasi. Vedremo se il Napoli saprà fare uno scatto per portarlo a Castel Volturno già nella sessione di calciomercato di riparazione.

Zielinski e Milik fattori decisivi

Non c’è solo il Napoli su Krzysztof Piatek, ma sono diversi i club internazionali che stanno seguendo questo suo incredibile exploit. Il calciatore però si trova bene in Italia e al momento sembra intenzionato a continuare la sua avventura in Liguria a meno che un club della Serie A più importante si faccia avanti magari già a gennaio. Il Napoli si può giocare anche due carte importanti e cioè Piotr Zielinski e Arkadiusz Milik. I due calciatori conoscono bene Krzysztof Piatek visto che con lui hanno condiviso la recente avventura con la maglia della Polonia e potrebbe essere per lui questo un fattore in più per scegliere la piazza azzurra. Dall’altra parte c’è la Juventus e Cristiano Ronaldo che sicuramente ha un appeal importante, ma dove il calciatore troverebbe di certo molto meno spazio.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori