Modric all’Inter?/ Calciomercato news, Mario Miele: “A giugno sarà nerazzurro!” (Esclusiva)

- int. Mario Miele

Modric all’Inter è ormai diventata una telenovela del calcio italiano. Per parlare di tutto questo abbiamo sentito il procuratore Mario Miele

modric 2018 infophoto 640x300
Luka Modric - La Presse

Modric all’Inter è ormai diventata una telenovela del calcio italiano. Si sa che il vice campione del mondo vuole l’Inter e ora che il presidente del Real Florentino Perez non vuole più rinnovargli il contratto secondo voci di corridoio, Modric dovrebbe veramente vestire la maglia nerazzurra. E’ da capire solo se arriverà a gennaio, o giugno, è da capire anche quanto potrà dare all’Inter. Di certo dopo Cristiano Ronaldo e il probabile ritorno di Ibrahimovic un altro fuoriclasse arricchirebbe il nostro campionato… Per parlare di tutto questo abbiamo sentito il procuratore Mario Miele. Eccolo in questa intervista a ilsussidiario.net.

Finalmente Modric all’Inter a gennaio…

Penso che ormai l’arrivo di Modric all’Inter possa essere sempre più probabile. Non credo che possa arrivare a gennaio, ma a giugno il suo ingaggio dovrebbe essere quasi sicuro.

Florentino Perez non vuole il rinnovo del contratto di Modric, un aiuto importante per l’Inter per chiudere l’affare?

In effetti il contratto di Modric scadrà il 20 giugno 2020 e se Florentino Perez non intende rinnovarlo le possibilità che arrivi all’Inter potrebbero aumentare tantissimo…

Cosa cambierebbe col suo ingaggio nella squadra nerazzurra?

Molto perchè Modric è un fuoriclasse. Del resto Il Pallone d’oro sarebbe un
riconoscimento giusto a questo grande campione. Portare il giocatore croato nella squadra nerazzurra farebbe aumentare moltissimo il tasso tecnico dell’Inter. Bisognerà vedere poi di chi Modric prenderà il posto!

Lo ritiene quindi ancora un fuoriclasse, nonostante l’età non più giovane?

A 33 anni Modric è ancora capace di fare cose straordinarie, potrebbe fare altri due–tre anni alla grande come Cristiano Ronaldo.

Potrebbe avere qualche difficoltà di adattamento al campionato italiano?

Non credo perchè il ruolo che ricopre quello di regista consente di muoversi molto bene dentro il campo. Basta ricordare l’esempio in passato di Pirlo alla Juventus. All’Inter poi servirebbe tantissimo perchè Modric nella formazione di Spalletti detterebbe i tempi in una formazione che spesso gioca a fiammate e punta molto sul talento di Icardi.

(Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA