Ibrahimovic al Milan?/ Leonardo: “Resta al L.A.Galaxy, non arriverà nel calciomercato di gennaio”

Sembrava fatta per Ibrahimovic al Milan fino alle parole di stasera di Leonardo che di fatto chiude questa possibilità, almeno sulla carta.

10.12.2018 - Matteo Fantozzi
Ibrahimovic al Milan?

Sembrava fatta per Ibrahimovic al Milan fino alle parole di stasera di Leonardo che di fatto chiude questa possibilità, almeno sulla carta. Il direttore generale dell’area tecnico-sportiva rossonera ha parlato a Sky Sport dopo la gara pareggiata contro il Torino, sottolineando: “Ibrahimovic’ non arriverà al Milan nel calciomercato di gennaio. Aveva dato la sua parola ai Los Angeles Galaxy e quindi non tornerà perché deve rispettare la promessa fatta alla sua attuale squadra. E’ importante per la MLS League quindi sarebbe stata dura portarlo in Italia. Cutrone non c’entra nulla con questo affare perché ha 20 anni e Ibra ne ha 37“. Si infrange così il sogno dei tifosi rossoneri di riabbracciare quel calciatore tanto amato, che in due anni è riuscito a segnare la bellezza di 56 reti. Due stagioni particolari nelle quali era stato protagonista dell’ultimo Scudetto vinto dai rossoneri dopo anni di egemonia nerazzurra, ma in cui aveva anche perso un titolo incredibile contro la Juventus dell’allora matricola Antonio Conte.

Ibrahimovic al Milan? Ecco quanto credere a Leonardo

Non è da escludere che le parole di Leonardo sul passaggio di Ibrahimovic al Milan siano di circostanza. Il pubblico rossonero non si ferma a sognare il ritorno dello svedese nonostante ormai abbia raggiunto i 37 anni. Il calciatore dei Los Angeles Galaxy non ha mai fatto nulla per nascondere il suo affetto per i rossoneri e di recente aveva strizzato l’occhio ai tifosi facendo pensare a un suo possibile ritorno. C’è però da considerare anche alla possibilità di rendere fattibile l’affare. Al di là delle pretese economiche c’è da considerare che si parla di un calciatore di 37 anni reduce da un brutto infortunio al ginocchio. In Mls League, come ha fatto capire anche Leonardo, può essere ancora decisivo, ma probabilmente farebbe fatica in Italia. Rimane difficile capire quale sarà la decisione della società rossonera divisa tra cuore e testa, tra istinto e riflessioni a tavolino.



© RIPRODUZIONE RISERVATA