CRISTIANO RONALDO VIA DAL REAL MADRID/ Le parole dopo la finale di Champions: tifosi di Juve e Napoli sognano

- Matteo Fantozzi

Cristiano Ronaldo via dal Real Madrid Cr7: le clamorose parole dopo la finale di Champions League: Neymar il sostituto? L’asso brasiliano in cambio del gioiello portoghese

Ronaldo_Godin_Real_Atletico_lapresse_2017
Diego Godin (LAPRESSE)

Dopo le parole di Cristiano Ronaldo al termine della finale di Champions League i tifosi di Juventus e Napoli sognano anche se molto probabilmente lo fanno invano. Sui social network infatti sono molti quelli che hanno sottolineato la speranza di vedere il talento portoghese lasciare il Real Madrid per volare in Italia. I supporter azzurri sperano nell’aiuto di Carlo Ancelotti, anche se c’è da dire che i rapporti tra i due non sono stati sempre idilliaci. Da parte dei bianconeri invece c’è la stima che Cristiano Ronaldo ha sempre dimostrato nei loro confronti, con l’idea di poter magari avere maggiori possibilità economiche con l’eventuale cessione di Gonzalo Higuain a fargli spazio. Juventus e Napoli però si devono scontrare con la dura realtà e cioè l’incredibile peso specifico dell’ingaggio del centravanti portoghese. Ammesso anche che possa decidere di ritoccarsi verso il basso l’ingaggio il calciatore rimane comunque inarrivabile per qualsiasi club italiano. (agg. di Matteo Fantozzi)

IL POSSIBILE RITORNO “A CASA”

E se Cristiano Ronaldo tornasse al Manchester United? E’ un’ipotesi che si è ventilata anche negli scorsi mesi, e che adesso torna di attualità dopo le parole che il portoghese ha pronunciato appena dopo la finale di Champions League. I Red Devils sono la squadra che lo hanno reso grande, trasformandolo da un interessante calciatore con ottime qualità in divenire al campione che si è poi affermato e sublimato a Madrid; certo lui ci ha messo del suo e questo è evidente, ma l’allora competitività dei Red Devils e la presenza di un certo Sir Alex Ferguson in panchina hanno fatto il resto. A Old Trafford CR7 ha segnato 118 gol in 292 partite, ha vinto tantissimo tra cui la prima delle sue cinque Champions League e il primo dei cinque Palloni d’Oro, ed è diventato uno dei due calciatori più forti al mondo venendo pagato la bellezza di 94 milioni di euro dal Real Madrid. Attenzione: parliamo di nove anni fa, quando una cifra simile era ancora in grado di far rizzare i capelli. Oggi, Cristiano Ronaldo potrebbe tornare al Manchester United? Ritroverebbe anche José Mourinho, allenatore con cui ha disputato tre stagioni nel Real Madrid vincendo a dire il vero poco (Liga, Coppa del Re e Supercoppa di Spagna) ma anche avendo tre tra le stagioni più prolifiche della sua carriera (tra cui quella da 60 gol). Fantacalcio? Non esattamente, perché le risorse a disposizione dei Red Devils ci sono, la squadra giocherà la Champions League ed è competitiva per vincere tutto e, cosa forse più importante, per Ronaldo sarebbe una questione di cuore. (agg. di Claudio Franceschini)

DOVE PUO’ ANDARE CRISTIANO RONALDO?

Sembra ormai essere giunta al termine la permanenza di Cristiano Ronaldo al Real Madrid. Ieri la stella delle Merengues, dopo aver alzato al cielo la sua terza Champions League consecutiva, la quinta in carriera, ha rilasciato delle dichiarazioni che suonano d’addio. La prossima settimana, ha detto, si saprà la verità sul suo futuro, ma la sensazione circolante è che dopo 9 lunghe stagioni, svestirà il blanco per trasferirsi altrove. Del resto Cristiano Ronaldo è stato capace di svestire la casacca del Manchester United dopo aver vinto Champions e Pallone d’Oro, adattandosi benissimo (giusto per dire un eufemismo), alla nuova realtà madrilena. Difficile capire quale possa essere la sua prossima meta: chi dice che potrebbe fare ritorno fra le fila dei Diavoli Rossi, dove tra l’altro ritroverebbe Mourinho (i due fanno parte della stessa scuderia di Jorge Mendes), oppure, chi opta per un trasferimento al Paris Saint Germain, club che da anni lo corteggia. Sembrerebbero essere queste le due mete più probabili, soprattutto quella parigina, con cui si potrebbe dare vita ad un clamoroso scambio con Neymar. L’asso del Brasile, trasferitosi al Parco dei Principi soltanto una stagione fa in cambio di 222 milioni di euro (giocatore più caro della storia), è tentato da un’esperienza madrilena, e si sa che quando il Real chiama è quasi impossibile rispondere di no. Insomma, la prossima estate ne vedremo sicuramente delle belle, con la prospettiva di “scoprire” un nuovo Real, quello appunto di Neymar, e nel contempo, un nuovo PSG, che con CR7 potrebbe finalmente dire la sua anche in Champions. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

LE PAROLE CLAMOROSE DI CRISTIANO RONALDO

Nonostante vada ormai per i 34 anni Cristiano Ronaldo non ha nessuna intenzione di smettere e questa stagione è stata la dimostrazione che è ancora lui il numero uno. La vittoria della terza Champions League di fila, quarta in cinque anni, anche se l’hanno visto protagonista marginale della finale portano il suo marchio lungo il cammino. E ora? Il ragazzo ha fatto capire che lascerà il Real Madrid, ma probabilmente sapremo il nome del suo prossimo club solo dopo i Mondiali in Russia che giocherà con la maglia del Portogallo da campione, anche lì, d’Europa. Chiaramente in cima alle pretendenti c’è quel Paris Saint German che potrebbe anche azzardare un clamoroso scambio con Neymar Jr arrivato l’estate scorsa per 222 milioni di euro dal Barcellona. Difficile pensare che Cristiano Ronaldo, ancora competitivo, possa decidere di volare negli Stati Uniti o in Cina. Sembra fuori mercato la possibilità di vederlo alla Juventus, voce di calciomercato che sembra una falsa pista per ovvi mercati legati al suo pesantissimo ingaggio.

AL PASSO D’ADDIO?

Cristiano Ronaldo via dal Real Madrid? Le dichiarazioni di Cr7 al termine della finale di Champions League contro il Liverpool, terza di fila vinta e quarta in cinque anni, fanno sicuramente riflettere e portano verso questa strada. Il calciatore ha sottolineato: “È stato davvero molto bello stare nel Real Madrid. Nei prossimi giorni darò una risposta ai tifosi che mi sono sempre stati vicini”. Un addio o quasi che lascia un po’ tutti sorpresi in una notte magica in cui la squadra con la camiseta blanca riscrive la storia del calcio europeo arrivando laddove nessuno aveva mai fatto prima. Il calciatore portoghese sottolinea: “Abbiamo fatto la storia e ora dobbiamo divertirci. Il futuro dei singoli calciatori non è importante ora. Non ho dubbi, non è importante in questo momento. Ora mi riposo e vado al giocare il Mondiale col Portogallo, poi vedremo cosa accadrà“. Sicuramente c’è grande curiosità di capire dove il calciatore più forte del mondo andrà a chiudere la sua carriera.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori