Sarri al Chelsea senza la clausola? / Abramovich agisce per vie legali e rischia di pagare più degli 8 milioni

- Matteo Fantozzi

Sarri al Chelsea senza la clausola? Roman Abramovic agisce per vie legali e rischia di pagare più degli otto milioni di euro che servirebbero per liberare il tecnico dagli azzurri.

Sarri_Napoli_braccia_lapresse_2017
Maurizio Sarri - LaPresse

Il rischio che corre Roman Abramovich è quello di dover spendere ancora più degli otto milioni della clausola rescissoria per arrivare a Maurizio Sarri. Il tecnico è stato sostituito al Napoli da Carlo Ancelotti ma è ancora sotto contratto con gli azzurri. Domani scade la clausola rescissoria da 8 milioni di euro appunto che Abramovich fino a questo momento si è rifiutato di pagare. Il rischio quindi è che il Napoli alzi ancora di più la posta dal primo giugno, forte di avere la situazione tra le mani. Il Chelsea dovrà capire a quel punto se davvero vuole puntare su Sarri per il dopo Antonio Conte oppure se puntare su qualcun altro. Le ultime voci di calciomercato portano alla possibile alternativa cioè a Laurent Blanc che è fermo da un po’ e nutre della stima dell’ambiente.

ABRAMOVIC AGISCE PER VIE LEGALI

Continua la telenovela attorno al passaggio di Maurizio Sarri al Chelsea, questo perché il patron dei blues Roman Abramovich non è intenzionato a pagare la clausola rescissoria di otto milioni di euro per lasciar partire il tecnico. Secondo quanto riportato dal The Times pare proprio che Aurelio De Laurentiis su questo punto. Il Presidente del Chelsea sembra pronto a ricorrere addirittura per vie legali, cercando di evitare questa situazione che non ritiene giusta. Non ha infatti nessuna intenzione di scendere a patti con Aurelio De Laurentiis, pronto a ricercare una soluzione alternativa per concludere un’affare che sembrava fatta e che invece rischia di complicarsi e di portare a delle strade difficili da percorrere. Staremo a vedere cosa accadrà nei prossimi giorni con Maurizio Sarri che scaricato dall’arrivo di Ancelotti spera di darla vinta ad Abramovich.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori