Lopetegui al Real Madrid al posto di Zidane/ Esonerato dalla Spagna: cercherà di convincere Cr7 a rimanere?

- Matteo Fantozzi

Lopetegui al Real Madrid al posto di Zidane, annuncio ufficiale: saltano le trattative con gli italiani Maurizio Sarri e Antonio Conte. I blancos puntano sull’attuale ct delle Furie Rosse.

Bernabeu_Real_Madrid_campioni_lapresse_2017
Coppa del mondo per club Fifa - La Presse

Lopetegui è il nuovo allenatore del Real Madrid, ma non guiderà la nazionale ai Mondiali in Russia come ci si sarebbe aspettato. Il tecnico infatti è stato esonerato proprio per questo annuncio arrivato per la federazione spagnola un po’ troppo presto. Quale sarà il primo compito da galaticos per quello che è ormai l’ex commissario tecnico delle furie rosse? Sicuramente proverà a convincere Cristiano Ronaldo a giocare ancora con la camiseta blanca sulle spalle. Alla fine della finale di Champions League vinta contro il Liverpool il calciatore portoghese aveva annunciato la fine della sua avventura a Madrid, anche se non è ancora chiaro cosa accadrà da qui alla prossima stagione. Non è infatti da escludere che Cristiano Ronaldo possa anche rimanere in Spagna al Real Madrid, vedremo cosa accadrà dopo quello che sarà un fitto dialogo tra il calciatore e il suo nuovo allenatore. (agg. di Matteo Fantozzi)

L’ANNUNCIO UFFICIALE

L’annuncio di Julen Lopetegui come nuovo allenatore del Real Madrid a partire dalla fine del Mondiale in Russia che affronterà da c.t. della Spagna ha sorpreso tutti gli addetti ai lavori. L’erede di Zinedine Zidane, però, è un tecnico che per quanto non abbia grandissima esperienza a livello di top club europei (ci perdonerà il Porto) ha dalla sua una grandissima conoscenza dell’ambiente madridista. Non solo perché da portiere Lopetegui ha giocato al Bernabeu (ma è stato anche giocatore del Barcellona, ndr), ma soprattutto per aver allenato qualche anno fa la squadra B del Real, il Castilla. Ma c’è di più: Lopetegui ha conquistato grande fama nel Paese soprattutto nel 2013 con la conquista dell’Europeo under 21 ad opera della Spagna. Molti giocatori di quella “nidiata” li ha poi portati in Nazionale maggiore dopo l’addio di Del Bosque e ancora oggi fanno parte delle Furie Rosse giocatori dei galacticos come Nacho, Carvajal, Isco, Asensio e Lucas Vazquez. Insomma: non c’è il rischio shock per Lopetegui. Il Real Madrid è per lui un’abitudine consolidata. (agg. di Dario D’Angelo)

LOPETEGUI NUOVO ALLENATORE DEL REAL MADRID

Julen Lopetegui è il nuovo allenatore del Real Madrid e prende il posto di Zinedine Zidane autore delle tre splendide Champions League alzate di fila. L’ufficialità è arrivata oggi e chiude ogni voce sul possibile approdo in Liga di un grande tecnico italiano tra Maurizio Sarri e Antonio Conte. Soprattutto il secondo era stato più volte additato a possibile nuovo allenatore dei galaticos dopo la fine del suo rapporto con il Chelsea. I due tecnici ora sembrano pronti a iniziare una nuova avventura, ma lo faranno altrove rispetto alla panchina del Real Madrid che è stata affidata a uno spagnolo come non accadeva da un po’ di tempo. Vedremo se Lopetegui se la caverà nelle vesti di tecnico del club tre volte campione d’Europa e se riuscirà a raccogliere i successi che gli chiederà la società.

IL COMUNICATO UFFICIALE

Julen Lopetegui sarà il nuovo allenatore del Real Madrid alla fine del Mondiale che si disputerà in Russia. Il Real Madrid comunica di aver trovato un accordo per le prossime tre stagione. Il tecnico arriverà dopo due stagioni da commissario tecnico della Spagna”. Questo è l’annuncio ufficiale con il quale il club blancos ha sorpreso un po’ tutti, tirando fuori dal cilindro un nome che non era mai stato fatto fino ad ora e lo ha fatto a pochissimo dall’inizio dell’avventura Mondiale dove Julen Lopetegui sarà alla guida della Spagna. Chissà come l’avrà presa la Federazione che di fatto non può rimproverare nulla al suo ct se non il buonsenso di non aver tenuto sotto traccia questa voce fino alla fine del Mondiale delle Furie Rosse. Di certo è un nome importante per il Real Madrid che viene da tre vittorie della Champions League di fila e che vuole tornare a vincere anche la Liga.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori