Golovin alla Juventus / Video, gol con la Russia al Mondiale, Allegri: “Dicono sia bravo…”

Golovin alla Juventus? Calciomercato news: la Vecchia Signora vicina al gioiello del Cska Mosca. Kanchelskis stronca il connazionale, Sturaro e Pjaca in uscita

13.06.2018 - Michela Colombo
aleksandr_golovin_allenamento_cska_mosca_2018
Aleksandr Golovin (LaPresse)

C’è Aleksandr Golovin nel mirino della Juventus per il centrocampo. Il gioiellino di proprietà CSKA Mosca è uno dei protagonisti della Nazionale Russia ai Mondiali di casa e all’esordio di oggi ha fatto un’ottima figura: il classe 1996 è stato tra i migliori in campo nel match contro l’Arabia Saudita, una prestazione condita da una rete e da due assist sopraffini. Il gol, quello del definitivo 5-0, lo ha visto in ‘veste Pjanic’: punizione telecomandata che non ha lasciato scampo al portiere saudita. “Mi dicono che sia bravo”, il commento di Massimiliano Allegri ai microfoni di Tiki Taka Russia, e così pensando anche i dirigenti del CSKA Mosca: la formazione della Russian Premier Division non hanno intenzione di cedere il calciatore per meno di 25 milioni di euro. E i bianconeri devono valutare un altro fattore: un Mondiale da protagonista potrebbe fare esponenzialmente salire il valore del cartellino di Golovin… (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

PJACA E STURARO IN USCITA

Per un Aleksandr Golovin che arriva, ci sono altri giocatori che dovrebbero uscire dal centrocampo della Juventus: detto che oggi l’attesa è tutta per il centrocampista russo che farà il proprio debutto ai Mondiali con la Nazionale di casa, impegnata nella partita inaugurale, ecco che l’arrivo di Golovin dovrebbe portare anche a degli addii in casa Juventus. Addii che potrebbero portare anche a un guadagno dal punto di vista economico per le casse del club campione d’Italia: se infatti Golovin dovrebbe costare circa 25 milioni – a patto che non faccia “troppo” bene ai Mondiali, perché ciò potrebbe scatenare un’asta che farebbe la goia del Cska Mosca – di certo l’obiettivo è quello di incassare una cifra più alta dalle due cessioni più probabili nello stesso reparto, cioè quelle di Marko Pjaca e Stefano Sturaro.  Per il ligure potrebbe esserci un ritorno a “casa” al Genoa (ingaggio permettendo), anche se sono aperte pure diverse piste estere; Pjaca invece è un obiettivo di Valencia, Lazio e Fiorentina, ma il suo futuro dovrebbe essere deciso solo alla fine dei Mondiali. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LA BOCCIATURA DI KANCHELSKIS

Aleksandr Golovin è seguito dalla Juventus, che però – come vi abbiamo già riferito – non sembra avere particolare fretta di chiudere questo affare che al momento non ha la priorità in casa bianconera. Il talento del Cska Mosca ha 22 anni e dunque un grande futuro davanti, ma non si può dire che in Russia tutti considerino Golovin un fenomeno. Particolarmente interessanti in tal senso sono le dichiarazioni rilasciate da Andrej Kanchelskis ai colleghi di TuttoMercatoWeb, perché l’ex centrocampista si è dichiarato molto sorpreso nell’apprendere che Golovin possa essere mel mirino dei sette volte campioni d’Italia in carica: “Sta scherzando? Non credo proprio la Juventus possa interessarsi a Golovin che è un buon giocatore ma al massimo da squadra da media classifica di Serie A”. Giudizio molto netto, vedremo se il diretto interessato saprà smentirlo… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LA JUVENTUS NON HA FRETTA

La Juventus ha l’ok di Aleksandr Golovin del Cska Mosca, ma non ha fretta di chiudere almeno questo è quanto sottolinea Premium Sport. Prima di puntare sul giovane calciatore dei russi, che è tra l’altro extracomunitario, i bianconeri hanno la necessità di cedere qualcuno in mezzo al campo anche perché in quel reparto è stato praticamente acquistato Emre Can. Stefano Sturaro e Rolando Mandragora, quest’ultimo di ritorno dal prestito al Crotone, faranno con ogni probabilità ritorno al Genoa magari in prestito o a titolo definitivo con all’interno dell’accordo la clausola di riacquisto. Dopo questo sarà necessario liberare anche uno slot per gli extracomunitari che permetterebbe ad Aleksandr Golovin di sbarcare a Torino. Non è da escludere però che il giovane possa vivere un anno di transizione in un altro club di Serie A in prestito. (agg. di Matteo Fantozzi)

C’È L’OK DEL CALCIATORE

Tra gli affari più caldi del calciomercato in casa Juventus vi è senza dubio anche quello che riguarda Aleksandr Golovin, baby gioiello del Cska Mosca classe 1996. La mezz’ala russa tra poche ore esordirà con la nazionale, padrona di casa, nella partita inaugurale dei Mondiali 2018 contro l’Arabia Saudita, ma è il suo futuro che ora occupa le colonne delle cronache sportive. Secondo quanto filtra dalla Russia in questi ultimi giorni, ed è stato riportato dal quotidiano torinese Tutto sport, pare che la dirigenza della Vecchia Signora e l’entourage del giocatore abbia già raggiunto un accordo di massima: insomma Golovin avrebbe già detto si alla Juventus (risposta quasi scontata visti i grandi successi rimediati in questi anni da Allegri e i suoi), ma ora si deve trattare con il Cska Mosca. La Juventus e club russo al momento paiono ancora ben distanti ma Marotta ha fretta di giungere a qualcosa di definito, prima che l’”effetto Mondiale” possa far lievitare il cartellino dello stesso Golovin.

DISTANZA TRA JUVENTUS E CSKA MOSCA

Secondo le ultime notizie sull’affare di calciomercato che porterebbe Aleksandr Golovin alla Juventus, vi è ancora distanza tra offerta e domanda con il Cska Mosca, club con il quale lo stesso russo avrebbe un contratto almeno fino al giugno 2021. Pare infatti che la società russa sia intenzionata a scendere al tavolo delle contrattazione solo dopo la competizione iridata (sfruttando nel caso la possibilità di alzare il prezzo in caso di grandi prestazioni della mezz’ala in campo ai Mondiali di casa) e in ogni caso non chiederebbe ora meno di 25 milioni di euro. La Juventus, tramite intermediario invece sarebbe più orientata su un’offerta da 17-18 milioni e l’accordo sarebbe anche possibile su una cifra che si aggira sui 20 milioni di euro. Fondamentale però sarà il tempismo della stessa società rossonera: riusciranno Marotta e Paratici a muoversi per tempo per il cartellino di Aleksandr Golovin?. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori