Emre Can alla Juventus/ Calciomercato, operazione ufficiale: “Ecco perché ho scelto la maglia 23″

- Matteo Fantozzi

Emre Can alla Juventus, Calciomercato, operazione ufficiale: “E’ un giorno fantastico per me”. Le prime parole da neo bianconero del centrocampista tedesco ex Liverpool

emrecan_juventus_2018
Emre Can alla Juventus: ufficiale - Twitter

Emre Can è un calciatore della Juventus e ha parlato oggi dopo le visite mediche e la firma su un contratto fino al 2022 per la prima volta da calciatore bianconero. In un video trasmesso su Twitter dalla stessa Juventus il centrocampista ormai ex Liverpool ha svelato anche il perché della scelta della maglia numero 23: “Sin dall’inizio avevo detto al mio agente che se fosse stato possibile avrei voluto la maglia numero 23. E’ un numero che mi ha sempre portato bene e mi piace perché è stato portato da molte leggende nel passato“. Parole importanti anche per Sami Khedira connazionale con cui non nega di aver parlato prima di approdare in bianconero: “Sami Khedira mi aveva detto che questo era un grandissimo club e che sarei stato un giocatore da Juventus”. Ora ci dirà il campo se il calciatore avrà la possibilità di giocare con continuità in maglia bianconera, a deciderlo sarà Massimiliano Allegri che ottiene un altro calciatore di livello per il suo centrocampo. (agg. di Matteo Fantozzi)

“È UN GRANDE GIORNO PER ME”

Emre Can è ufficialmente della Juventus. Dopo mesi di trattative il centrocampista della nazionale tedesca ha lasciato il Liverpool con il contratto in scadenza, per iniziare la sua nuova avventura presso il club bianconero. Il calciatore si è già sottoposto alle rituali visite mediche ed ha firmato un contratto fino al 30 giugno del 2022. Sul profilo Twitter juventino è anche apparso un video in cui lo stesso centrocampista ha rilasciato le prime parole da neo-bianconero: «Questo è un giorno fantastico per me – afferma Emre Can – uno dei più belli della mia vita. Sono molto felice di essere qui e ovviamente si percepisce subito la grandezza di questo club. Sono appena stato al JMedical, una struttura grandissima, così come lo è la sede della società». Il tedesco ammette di aver scelto la Juventus per la sua storia e per il fatto di essere un grandissimo club. Infine, un commento sul suo nuovo tecnico, Massimiliano Allegri: «Vince praticamente ogni competizione a cui partecipa, è veramente un grandissimo allenatore. Ho parlato con lui ed è stata una conversazione positiva». (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

EMRE CAN E’ UFFICIALE

Emre Can è un calciatore della Juventus ora ufficialmente. Il centrocampista tedesco ha sostenuto le visite mediche questa mattina e ha firmato con i bianconeri fino al 2022. Inoltre ha posato insieme ad Andrea Agnelli con la sua nuova maglia, la numero ventitré. Intanto il Mirror sottolinea come il calciatore abbia deciso di cambiare aria anche per la posizione in campo che Jurgen Klopp voleva per lui e che non era gradita dal ragazzo abituato a giocare più avanti. Al momento non è chiaro se all’interno del contratto del calciatore è stata inserita una clausola rescissoria per l’estero come si era vociferato a lungo nelle scorse settimane. Si chiude oggi una lunga telenovela che ha tenuto banco per mesi, da quando a inizio Primavera si era iniziato a parlare di questo possibile affare. Emre Can rinforza il centrocampo a disposizione di Massimiliano Allegri sia dal punto di vista fisico che da quello tecnico. (agg. di Matteo Fantozzi)

AL J-MEDICAL PER LE VISITE MEDICHE

E’ il giorno di Emre Can alla Juventus, il centrocampista tedesco è arrivato al J-Medical di Torino per effettuare le visite mediche del caso. Ad attenderlo c’era un centinaio di tifosi della Juventus che lo aspettavano per strappare una foto o un autografo. Il calciatore arriva dal Liverpool a parametro zero e viene considerato dai tifosi un colpo da capogiro. Centrocampista dotato di grande fisicità e tecnica sarà sicuramente una buona pedina per rinforzare un centrocampo dove ci sono già Miralem Pjanic, Blaise Matuidi, Sami Khedira e Rodrigo Bentancur. Rimangono in bilico invece le posizioni di Claudio Marchisio e Stefano Sturaro con il secondo che sembra essere arrivato ai saluti. Di certo la Juventus ha acquistato senza spendere un euro un calciatore di assoluto valore e in grado di poter fare la differenza. Staremo a vedere se il ragazzo avrà la possibilità di mettersi in evidenza nel campionato italiano come tutti i bianconeri sperano. (agg. di Matteo Fantozzi)

PAURA PER L’INFORTUNIO ALLA SCHIENA

C’è grande attesa per l’arrivo di Emre Can alla Juventus, ma anche consapevolezza che saranno importantissime le visite mediche a cui si sta sottoponendo proprio in queste ultime ore. Il centrocampista infatti ha riportato un serio infortunio alla schiena nell’ultima stagione, che gli ha impedito a partecipare al Mondiale in Russia con la maglia della Germania. Eppure il calciatore era tornato in campo nella finale di Champions League quando negli ultimi minuti di Real Madrid-Liverpool il tecnico Jurgen Klopp aveva deciso di inserirlo in campo. Superate poi le visite mediche il calciatore sarà a disposizione di Massimiliano Allegri per iniziare la preparazione nel ritiro estivo che prenderà il via a luglio. I bianconeri si rendono ancora una volta protagonisti di un colpo importante a parametro zero, ennesimo della gestione di Beppe Marotta e Fabio Paratici.

VISITE MEDICHE E POI LA FIRMA

Emre Can alla Juventus ormai non è più una trattativa di calciomercato, il calciatore tedesco infatti è atteso per le visite mediche al J-Medical e poi questo pomeriggio firmerà il contratto con i bianconeri. Arriva a parametro zero dal Liverpool un calciatore molto giovane e di grande valore tecnico che si adatterà perfettamente al 4-3-3 di Massimiliano Allegri in grado di giocare da interno di centrocampo sia alla destra che alla sinistra del regista Miralem Pjanic. Con il suo acquisto la Juventus guadagna sia in fisicità che in tecnica con un centrocampo sempre più pronto a un ricambio generazionale e al diventare tra i più forti d’Europa per puntare alla vittoria di quella Champions League che manca dal 1996 nella bacheca. Gli farà da chioccia Sami Khedira, tedesco come lui, che gli insegnerà tutti i segreti di una maglia che lui ha già saputo onorare per tre stagioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori