Simone Verdi al Napoli/ “Ho accettato la proposta del Napoli e ho già parlato con Ancelotti”

- Umberto Tessier

Simone Verdi, dopo la gara disputata con l’Italia, ha confermato l’accordo raggiunto con il Napoli. L’ex Bologna firmerà un contratto quinquennale, ai felsinei vanno 25 milioni di euro

Verdi_Bologna_perplesso_lapresse_2018
Simone Verdi (LaPresse)

Simone Verdi, dopo la gara disputata con l’Italia contro l’Olanda, ha confermato l’accordo raggiunto con il Napoli. L’ormai ex trequartista del Bologna, intervistato nel dopo gara, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: “Ho parlato con Insigne, lo conosco da tempo. Sono felice sia stato lui il capitano. Ho accettato la proposta del Napoli e ho già parlato con Ancelotti. Non è stato un no a Sarri, ma un sì alla città di Bologna, che mi ha dato la fiducia dopo la retrocessione con il Carpi”. Spiegato quindi anche il rifiuto di gennaio che aveva fatto pensare ad un accordo con un’altra squadra a fine campionato. Simone Verdi ha anche parlato di Lorenzo Insigne, compagno di squadra nella nuova avventura partenopea: “Lo conosco da molto, è un gran giocatore, lo ha dimostrato negli anni a Napoli. Sono contento abbia avuto la fascia nel giorno del suo compleanno”. Il calciatore, 26 anni nato a Broni, in provincia di Pavia, firmerà un contratto quinquennale. Il Napoli ha chiuso l’operazione pagando 25 milioni di euro al Bologna.

SIMONE VERDI, ARRIVA IL GRANDE SALTO

Simone Verdi, con l’approdo al Napoli, può dimostrare di essere un calciatore anche da grande squadra dopo aver brillato con la maglia del Bologna. Cresciuto nelle giovanili del Milan, società che non ha mai creduto pienamente il lui, ha iniziato a far intravedere tutto il suo talento con l’Empoli dove in due stagioni ha realizzato sei reti e svariati assist. La sua carriera però ha subito un brusco stop quando, rientrato al Milan, è stato dato in prestito prima all’Eibar e poi al Carpi dove ha lasciato poche tracce. L’8 luglio del 2016 il Bologna comunica il suo acquisto a titolo definitivo dal Milan. In maglia felsinea esplode definitivamente realizzando sedici reti in 62 gare. Il 4 novembre 2017, In una gara casalinga contro il Crotone, realizza una doppietta con due calci di punizione, entrambi tirati dai 25 metri, dimostrando tutte le sue qualità balistiche sui tiri da fermo. In questa stagione ha realizzato dieci reti condite da dieci assist confermandosi uomo decisivo per le sorti della squadra guidata da Roberto Donadoni. Ora lo attende Carlo Ancelotti e il Napoli per un’avventura che potrebbe regalargli tante soddisfazioni.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori