Suso via dal Milan?/ Dalla Spagna: Atletico Madrid pronto a pagare la clausola (Ultime notizie)

Suso potrebbe lasciare il Milan in questa sessione estiva di calciomercato: l’esterno spagnolo piace molto all’Atletico Madrid, che pare intenzionato a pagare la clausola rescissoria

06.06.2018 - Claudio Franceschini
Suso_Milan_Sampdoria_lapresse_2017
Probabili formazioni Sampdoria Milan - LaPresse

Suso potrebbe lasciare il Milan in questa sessione di calciomercato estivo. I rossoneri attendono ancora la sentenza della Uefa (prevista per il 19 giugno) ma intanto provano ovviamente a muovere le loro pedine in entrata e in uscita, sapendo che potrebbe esserci la necessità di fare cassa. Marco Fassone ha recentemente dichiarato che il Milan farà calciomercato anche se dovesse venire escluso dalle coppe, e in questo caso allora qualche cessione illustre potrebbe esserci. Dalla Spagna rimbalza l’indiscrezione, lanciata da As, secondo la quale Suso sarebbe nel mirino dell’Atletico Madrid; l’esterno spagnolo ha una clausola rescissoria di 38 milioni di euro che certamente non è altissima per i prezzi che girano oggi e per le casse dei Colchoneros. Ad aumentare le possibilità di questa operazione di calciomercato c’è anche il fatto che, essendo arrivato a parametro zero dal Liverpool (era gennaio 2015) una cessione a quasi 40 milioni rappresenterebbe una plusvalenza non da poco per le casse rossonere, che infatti stanno valutando altre potenziali partenze. Al momento dunque Suso, per quanto il suo profilo piaccia a Gennaro Gattuso, è uno dei veri papabili ad un addio al Milan.

SUSO ALL’ATLETICO MADRID: LE POSSIBILITA’

Lo stesso esterno spagnolo, che ha terminato la stagione in calo ma è sempre stato importante per la squadra, ha più volte sostenuto di sentirsi a casa e dunque di voler restare nel Milan; tuttavia per un calciatore di nemmeno 25 anni la possibilità di andare a giocare la Champions League fa ovviamente gola, e l’Atletico Madrid offrirebbe esattamente questo oltre ad essere chiaramente un ritorno a casa. Suso sa anche che avrebbe altre occasioni di confrontarsi nella coppa più prestigiosa, ma che i treni potrebbero passare una volta sola; al momento la scelta potrebbe essere quella tra una società che lo ha trattato con i guanti e nella quale si è inserito talmente bene da essere un titolare inamovibile, e una che ha giocato due finali di Champions League negli ultimi cinque anni, ha al momento un profilo più alto rispetto a quello rossonero e potrebbe anche aumentargli l’ingaggio. Certo, al Wanda Metropolitano Suso dovrebbe giocarsi il posto con la concorrenza che non è poca, e il precedente recente di Alessio Cerci è lì da ricordare; la sensazione è che a decidere sarà il Milan e che sarà una scelta basata soprattutto su parametri economici.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori