Montolivo via dal Milan / Calciomercato, il centrocampista finisce nel mirino del Werder Brema

- Matteo Fantozzi

Montolivo via dal Milan, calciomercato: il Werder Brema piomba sul centrocampista che i rossoneri potrebbero decidere di lasciarlo partire anche per il contratto in scadenza 2019.

milan_shkendija_montolivo_europa_league
Riccardo Montolivo, Milan - LaPresse

Secondo quanto riportato da Fussballeck.com, portale tedesco, il Werder Brema sarebbe piombato su Riccardo Montolivo del Milan. Il club tedesco sarebbe pronto a presentare una buona offerta per dare al centrocampista il posto di Delaney pronto a trasferirsi al Borussia Dortmund. Tra le cose da ricordare c’è da sottolineare che la mamma di Riccardo Montolivo è nata in Germania e che il ragazzo parla fluentemente tedesco, non avrebbe dunque problemi di ambientamento e sarebbe pronto fin da subito a fare la differenza. Per il Werder Brema sarebbe davvero un grande colpo, perché si assicurerebbe sicuramente a prezzo di saldo un calciatore di assoluto livello che negli anni ha anche disputato 66 partite con la maglia della nazionale italiana. Per il ragazzo sarebbe invece la prima esperienza all’estero da calciatore.

CONTRATTO IN SCADENZA NEL 2019 E AVVENTURA IN ROSSONERO FINITA?

Riccardo Montolivo andrà via dal Milan nella sessione di calciomercato che va ad iniziare tra poco più di tre settimane. Il centrocampista centrale classe 1985 sembra essere arrivato al capolinea della sua avventura in rossonero e il club avrebbe deciso di cederlo prima di perderlo a parametro zero tra appena dodici mesi. Riccardo Montolivo arrivò al Milan nell’estate del 2012 dopo ben sette stagioni giocate ad altissimo livello alla Fiorentina. Con la maglia del Milan sulle spalle ha collezionato tra Serie A, Europa League, Champions League e Coppa Italia 159 presenze mettendo a segno anche 10 reti. Arrivato per non far rimpiangere Andrea Pirlo, partito un anno prima verso la Juventus, non è mai riuscito a farsi apprezzare al cento per cento dai tifosi rossoneri che gli hanno rimproverato l’eccessiva lentezza e il ritmo compassato che lo hanno accompagnato per tutta la carriera e che a volte in realtà sono stati il suo punto di forza.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori