Cristiano Ronaldo alla Juventus/ Cuccureddu: la Champions ora non è più un sogno! (esclusiva)

Cristiano Ronaldo alla Juventus: intervista esclusiva con Antonello Cuccureddu, ex bianconero che ha commentato l’acquisto del fuoriciasse portoghese che ha lasciato il Real Madrid

10.07.2018 - int. Antonello Cuccureddu
Cristiano_Ronaldo_occhi_palla_Portogallo_Mondiali_2018
Probabili formazioni Iran Portogallo, Mondiali 2018 gruppo B (Foto LaPresse)

E così alla fine Cristiano Ronaldo è arrivato alla Juventus. La dirigenza bianconera ha fatto il colpo del secolo, il colpo di calciomercato più importante di questi anni in Italia: la trattativa condotta dalla dirigenza bianconera ha avuto effetto, Andrea Agnelli è volato anche in Grecia per le firme. Florentino Perez si è convinto e per 105 milioni il fuoriclasse portoghese è passato alla Juventus. Una trattativa favorita anche dalla volontà di CR7 di lasciare le merengues; Torino la sua nuova destinazione, un ingaggio da 30 milioni per quattro anni. La squadra di Massimiliano Allegri tenterà così finalmente di conquistare la Champions League che CR7 ha vinto cinque volte nella sua carriera, quattro in cinque stagioni con il Real Madrid e nelle ultime tre edizioni. Un acquisto importante non solo ovviamente per la Juventus, ma per tutto il calcio italiano ancora scottato dall’eliminazione dai Mondiali. Per parlare dell’ingaggio del fuoriclasse portoghese da parte della Juventus, IlSussidiario.net ha contattato in esclusiva Antonello Cuccureddu.

Cristiano Ronaldo alla Juventus, un colpo di calciomercato eccezionale… Direi proprio di sì, era da anni che non arrivava un campione del suo livello. Un giocatore così non può che far bene alla Juventus, è un autentico fuoriclasse.

Una trattativa condotta con tanta intelligenza: merito della dirigenza bianconera o anche della volonà di Cr7 di lasciare le merengues? Credo che la dirigenza bianconera abbia lavorato benissimo: Marotta, Paratici e tutto lo staff bianconero. C’è da dire che il campione portoghese aveva il desiderio di lasciare il Real Madrid e anche questo fattore ha permesso il suo trasferimento alla Juventus.

Vedremo una Juventus straordinaria e capace finalmente di vincere la Champions? E’ logico che con l’ingaggio di un campione delle sue qualità tecniche la Juventus non possa che migliorarsi. La Champions League potrebbe essere veramente vinta finalmente!

Come potrebbe cambiare il gioco della squadra di Allegri con l’ingaggio di CR7? Non penso a questo: credo anzi che il gioco della Juventus rimarrà lo stesso, ma con un grande finalizzatore in più.

Pensa che questa operazione possa riguardare maggiormente il marketing? C’è anche questo certamente: la Juventus è quotata in Borsa e le sue azioni ricevono un influsso positivo dall’arrivo di CR7, è anche un’operazione di marketing logicamente perchè le entrate aumenteranno sensibilmente. Il calcio è anche questo, lo era in passato e lo è anche adesso.

30 milioni di ingaggio per un calciatore di 33 anni non sono troppi? E’ un calcolo che avrà fatto la Juventus, che avrà ponderato fino in fondo le spese per l’ingaggio di Cristiano Ronaldo. In più va aggiunto che il fuoriclasse portoghese ha un fisico molto integro, capace di giocare ad alti livelli ancora per molti anni. Dovrebbe mantenere sempre un rendimento molto elevato.

Crede che Cristiano Ronaldo farà fatica ad adeguarsi al calcio italiano? Credo di no: adesso tante difese italiane giocano a zona ed è più facile superarle, un tempo magari sarebbe stato più difficile.

Sarà difficile gestire un campione come lui da parte di Allegri? Potrebbe avere problemi nello spogliatoio? No, perchè Cristiano Ronaldo è un vero professionista: l’ha sempre dimostrato in tutta la sua carriera. E poi la Juventus è una società seria, ideale per avere questo fuoriclasse del calcio.

Quanto conterà il suo arrivo per il rilancio del calcio italiano? Tanto, finalmente dopo tanto tempo avremo un campione di altissimo livello nel nostro campionato. Per ora è la Juventus ad aver comprato un giocatore così forte, speriamo che in futuro tocchi ad altri club italiani. Sarà un bene per tutta la nostra Serie A, con tanti tifosi che vorranno vederlo giocare in ogni stadio. Speriamo che possa servire anche per il rilancio del calcio italiano, che possa prendere impulso dal suo arrivo dopo l’assenza dai Mondiali.

Pensa che a questo punto la Juventus farà altro in sede calciomercato? Non lo so, spetterà alla Juventus decidere; certo che qualcuno in attacco potrebbe partire, a credo che adesso Milinkovic-Savic non arriverà. Vedremo poi alla fine che mercato sceglierà di fare la dirigenza bianconera.

(Franco Vittadini – Claudio Franceschini)

I commenti dei lettori