Cristiano Ronaldo alla Juventus/ Ultime notizie, foto: Cuadrado cede la maglia numero 7 con un tweet

Cristiano Ronaldo alla Juventus: è ufficiale l’acquisto dell’attaccante portoghese nella squadra bianconera. Possibile arrivo in Italia in tempo per partire per la tournée negli Stati Uniti

10.07.2018 - Claudio Franceschini
ronaldo_juventus_ufficiale
Cristiano Ronaldo è della Juventus

Sembra lapalissiano dirlo, ma per essere Cr7 anche alla Juventus, Cristiano Ronaldo avrà bisogno della… maglia numero 7. Scontato a dirsi, ma va ricordato come in bianconero questo numero fosse già occupato da Juan Cuadrado. Il colombiano, ancora in vacanza dopo il Mondiale russo che ha visto la sua Nazionale eliminata agli ottavi di finale, ha postato sul suo profilo ufficiale su Twitter una foto con la maglia numero 7 della Juventus e la scritta “Ronaldo” già in bella mostra. Un messaggio di auguri per il compagno di squadra che è stato accolto con entusiasmo anche da Max Allegri e da tutti i componenti della rosa bianconera, che sperano che l’approdo di Cristiano Ronaldo alla Juventus coincida con la conquista di quel Santo Graal chiamato Champions League, che al momento della finale del 2019 la Juve starà inseguendo da ben 23 anni. (agg. di Fabio Belli)

LA PRIMA MAGLIA AUTOGRAFATA

Cosa c’è di più bello che essere tifoso della Juventus in questo momento? Semplice, avere la maglietta bianconera autografata da Cristiano Ronaldo. La fortunata è una bambina, piccola tifosa della Vecchia Signora, che è riuscita ad ottenere la gloriosa casacca juventina con tanto di autografo di CR7. La piccola si trovava nello stesso resort in Grecia dove stava appunto alloggiando il capitano della nazionale portoghese, ed è riuscita ad avvicinare il giocatore per poi farsi firmare la casacca. Il resort ellenico, il Westin di Costa Navarino, ha svelato il tutto attraverso un bello scatto a bordo piscina postato sulla propria pagina Instagram. «E’ la prima maglia della Juventus firmata da CR7? – scrive il resort come didascalia all’immagine – è realmente la prima maglia della Juventus che Cristiano Ronaldo ha firmato da nuovo giocatore bianconero? Sì lo è! Bello essere in vacanza in questo splendido resort @westincostanavarino e poter incontrare la leggenda! Grazie Cristiano per la tua gentilezza, sei ammirevole». Di seguito lo scatto incriminato. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

SCIOPERO DA PARTE DELLA FCA DI MELFI

Cristiano Ronaldo alla Juventus, una trattativa che ha fatto andare su tutte le furie i lavoratori della FCA di Melfi. In provincia di Potenza, come riferito da ilpost, sono stati infatti indetti due giorni di sciopero per protestare nei confronti dell’arrivo dell’asso lusitano a Torino. La Juventus appartiene alla società di investimento Exor, così come il gruppo Fiat Chrysler Automobili, e secondo il sindacato degli operai «è inaccettabile che mentre ai lavoratori di FCA e CNHI l’azienda continui a chiedere da anni enormi sacrifici a livello economico, la stessa decida di spendere centinaia di milioni di euro per l’acquisto di un calciatore». Di conseguenza, i lavoratori incroceranno le braccia dalle ore 22 di domenica 15 luglio, alle ore 6:00 di martedì 17 luglio. Già nei giorni antecedenti la firma, si era verificata un’azione di protesta da parte di un operaio FCA che aveva chiesto l’intervento del ministro Di Maio, per bloccare lo sbarco di CR7 in Italia. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

ALLEGRI: “CHAMPIONS PIU’ PROBABILE”

Massimiliano Allegri è più che soddisfatto dell’operazione del secolo portata a termine dalla Juventus: l’acquisto di Cristiano Ronaldo, prelevato dal Real Madrid. Il tecnico livornese, intervenuto all’Europarlamento per il progetto “Allenatore alleato di salute”, ha commentato: “L’arrivo di Cristiano Ronaldo penso sia importantissimo: è un salto di qualità per tutti, dalla società all’ambiente. Bisogna vincere la Champions ora? L’obiettivo della Champions League c’è sempre stato: questo è un acquisto importante, ci fornisce ancora più consapevolezza per poterlo raggiungere”. Sottolinea mister Allegri: “Credo che la società e il presidente Andrea Agnelli abbiano fatto una cosa straordinaria sia per la Juventus che per il calcio italiano”. Presente anche il presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani, tifosissimo bianconero: “Felici di avere qui l’allenatore della prima squadra italiana, e adesso gli hanno dato anche elementi aggiuntivi per fare ancora meglio…”, le sue parole riportate da La Gazzetta dello Sport. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

VELTRONI: “E’ COME SE FOSSE ARRIVATO PELE'”

Grande gioia in casa Juventus per l’arrivo dal Real Madrid di Cristiano Ronaldo, operazione ufficializzata ieri. Walter Veltroni, noto tifoso bianconero, ha commentato ai microfoni de La Stampa: “È come se fosse arrivato Pelé nell’Italia di oggi. La sua universalità, riconosciuta, deve far sì che sia tutto il nostro calcio a rallegrarsi di quanto appena accaduto. Da juventino sono felice, ma dovrebbero esserlo anche i tifosi delle altre squadre: l’Italia del pallone non è più terreno subalterno o secondario. Si riaccendono i riflettori del mondo su di noi. E se uno come l’ormai ex giocatore del Real Madrid ha scelto la Juventus, non lo ha fatto per caso. La scelta del club bianconero ci consegna un’opportunità da non sprecare: l’Italia calcistica, avendo di nuovo gli occhi puntati addosso, deve dimostrare di saper reggere l’urto di una nuova, e maggiore, responsabilità”. E ora la Vecchia Signora può sognare: “Per un attimo penso a Pjanic, a Dybala e a Cristiano Ronaldo, tutti insieme: sì, si deve sognare. È normale farlo, noi juventini lo faremo. Allegri? È l’uomo giusto anche per gestire questa svolta. Allegri lo vedo come il nostro Alex Ferguson, l’allenatore-manager del Manchester United: spero rimanga ancora a lungo, molto a lungo a Torino”. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

IL TRIBUTO DA BRIVIDI DI MARCA

E’ un tributo da brividi quello che il quotidiano sportivo spagnolo Marca, ha dedicato a Cristiano Ronaldo. Dopo nove splendide stagioni con la maglia del Real Madrid, l’asso della nazionale portoghese ha lasciato il Santiago Bernabeu per trasferirsi in Italia, presso la Juventus. I colleghi spagnoli hanno dedicato l’intera prima pagina all’ormai ex capitano delle Merengues, con la scritta “Non ci sarà un altro uguale”, e la foto dell’ormai storica rovesciata realizzata da CR7, tra l’altro proprio contro i bianconeri, durante l’andata dei quarti di finale di Champions League. Quindi Marca aggiunge: “Se ne va Cristiano, la leggenda da 451 gol”, inserendo tutte le 451 marcature realizzate dall’asso portoghese, un pallone da calcio con il logo della squadra avversaria per ogni marcatura. Infine, in basso a destra, le ultime prime pagine di Marca dedicate all’addio di Cristiano Ronaldo al Real Madrid e al conseguente trasferimento nella Juventus. Qui potete visualizzare la prima pagina di oggi di Marca. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

LUNEDI’ LA PRESENTAZIONE

Quella che è già stata ribattezzata la trattativa del secolo, è realtà. Cristiano Ronaldo è ufficialmente un calciatore della Juventus, con l’annuncio arrivato nella giornata di ieri, dopo il blitz sospetto del presidente Agnelli, volato in Grecia appunto per incontrare l’asso portoghese. Tifosi già in visibilio, ma sarà lunedì la giornata clou. Il capitano della nazionale lusitana è infatti atteso a Torino subito dopo la fine del campionato del mondo di calcio, e la Vecchia Signora lo presenterà in pompa magna. Per svelare al mondo intero l’asso lusitano con la casacca bianconera, la società di corso Galileo Ferraris ha in mente una presentazione incredibile, un evento memorabile, come mai fatto prima d’ora in Italia. Del resto CR7 è il numero uno al mondo e di conseguenza merita questo e molto di più. Il suo arrivo vero e proprio in Italia dovrebbe essere comunque previsto nella tarda serata di domenica, un primissimo approccio con il Bel Paese, quindi il trasferimento nell’hotel già prenotato in centro, e poi il giorno dopo le visite mediche, le firme e la presentazione. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

IL COMMENTO DI DEL PIERO

Per Cristiano Ronaldo alla Juventus i cuori juventini stanno già battendo all’impazzata. Ma ce n’è uno in particolare il cui parere è particolarmente influente: stiamo parlando di Alex Del Piero, che ai microfoni di Sky non ha nascosto l’entusiasmo per un colpo di mercato così straordinario messo a segno dalla sua Juventus: “Ronaldo alla Juve è una figata. Una gran cosa per il club, ma una gran cosa anche per il calcio italiano: è qualcosa di davvero grande. Ronaldo troverà tutta la città, tutta l’Italia che lo accoglierà con grande amore per quello che ha fatto e per quello che farà. Credo che farà aumentare il livello delle rivali, la loro voglia di sconfiggere questa Juventus che già così sembrava imbattibile. Con Ronaldo la Juve è elevata a un’altra dimensione: oggi si parla della Juve, si parla di Ronaldo, di Torino e del campionato italiano come non mai, in tutto il mondo.” L’affare dunque, Del Piero è d’accordo, è indubbiamente tecnico ma anche mediatico: vedremo se gli sviluppi dei prossimi giorni faranno impennare ulteriormente un “hype” intorno al giocatore già alle stelle. (agg. di Fabio Belli)

MAGLIETTE GIA’ PRESE D’ASSALTO

C’era da aspettarselo, ma l’arrivo di Cr7 a Torino ha regalato grandissimo entusiasmo alla tifoseria juventina. E anche se la presentazione ufficiale dell’asso portoghese ci sarà soltanto nei prossimi giorni, gli store bianconeri sono già stati presi d’assalto per acquistare la maglia ufficiale con il numero e il nome di Cristiano Ronaldo, al costo di 89 euro. A Milano lunghe code, in molti sono riusciti a far stampare la maglia nonostante la disponibilità limitata (non essendoci i modelli prestampati, bisognava vedere se tutti i negozi avevano lettere a sufficienza). Il che lascia preludere ad un successo commerciale potenzialmente enorme, che è quello che Cristiano Ronaldo porta con sé inevitabilmente anche a livello internazionale: e sembra ovvio pensare che per la maglia di Cr7, quando sarà il momento, la Juventus lancerà un’iniziativa ad hoc. (agg. di Fabio Belli)

MENDES: “CR7 E’ FELICE”

L’affare del secolo ora è anche ufficiale: Cristiano Ronaldo è un nuovo calciatore della Juventus. Il club bianconero ha raggiunto l’accordo: 117 milioni di euro versati nelle casse del Real Madrid, Massimiliano Allegri ha la stella per lanciare l’assalto alla Champions League. Grande protagonista della trattativa è stato Jorge Mendes, super procuratore di Cr7 che ha rilasciato una breve dichiarazione sul sito della Gestifute, l’azienda di cui è a capo: “Vogliamo esprimere la massima soddisfazione e felicità per Cristiano Ronaldo e per la sua decisione di andare alla Juventus. Cristiano è molto contento di poter giocare in uno dei club più importanti al mondo”. E rivela: “Ha già deciso dove virà, un bellissimo attico nel centro di Torino. Vogliamo augurare a Cristiano e alla Juventus molti anni pieni di successi e di soddisfazioni”. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

117 MILIONI AL REAL MADRID

Dopo l’annuncio del Real Madrid, anche la Juventus comunica l’ufficialità dell’operazione Cristiano Ronaldo. «La Juventus annuncia di aver acquisito, a titolo definitivo, le prestazioni del fuoriclasse portoghese per i prossimi 4 anni» recita la nota del sito ufficiale bianconero. La società bianconera ha ufficializzato i termini economici del trasferimento, che avviene «a fronte di un corrispettivo di 100 milioni, pagabili in due esercizi, oltre il contributo di solidarietà previsto dal regolamento FIFA e oneri accessori per 12 milioni». L’affare è da 117 milioni perché sui 100 milioni di euro è calcolato un contributo di solidarietà del 5%, quindi di 5 milioni di euro. Non sono invece noti i dettagli relativi all’accordo economico con Cristiano Ronaldo, che dovrebbe percepire 31 milioni di euro netti a stagione. «Juventus ha sottoscritto con lo stesso calciatore un contratto di prestazione sportiva quadriennale fino al 30 giugno 2022». Quel che interessa ai tifosi è sapere quando il fuoriclasse portoghese sbarcherà a Torino. Secondo Sky Sport 24 lunesì sarà a Torino. Si sottoporrà alle visite mediche, quindi nel frattempo la Juventus sta preparando la presentazione, un vero e proprio evento. «Sono felice» si è limitato a dire l’amministratore delegato bianconero Beppe Marotta da Milano.

CRISTIANO RONALDO ALLA JUVENTUS: IL COMUNICATO UFFICIALE

Cristiano Ronaldo è della Juventus: all’incirca alle ore 17:30 di martedì il Real Madrid ha diramato un comunicato ufficiale scrivendo che “assecondando l’esplicita richiesta del giocatore”, ha dato l’assenso al trasferimento alla Juventus. La missione di Andrea Agnelli si è rivelata decisiva: il presidente bianconero è volato in Grecia, dove il portoghese sta trascorrendo le vacanze, e ha chiuso l’affare: quattro anni di contratto a 30 milioni di euro, 105 milioni al Real Madrid. Cristiano Ronaldo non arriverà subito a Torino: potrebbe raggiungere i nuovi compagni il 23 luglio, in tempo per la partenza negli Stati Uniti, oppure già in terra americana. Conta poco: oggi CR7 diventa ufficialmente un calciatore della Juventus, coronando così un affare di calciomercato che sembrava impossibile anche solo da immaginare e che invece è diventato realtà. Descrivere chi i bianconeri si sono messi in casa è impresa difficile: si potrebbe partire dai numeri (450 gol in 438 partite con il Real Madrid, 105 in 101 in partite di Champions League), dalla decisività (nelle ultime tre stagioni ha sempre vinto la Champions League, sempre in doppia cifra dal 2011-2012 e 43 reti solo negli ultimi tre anni) o dall’aura di miglior calciatore del mondo, quantomeno in competizione con Leo Messi ma oggi certamente più determinante.

LE TAPPE DELL’OPERAZIONE DEL SECOLO

Probabilmente Cristiano Ronaldo ha dato la sua parola a Beppe Marotta dopo il 3-0 del Real Madrid a Torino, in Champions League: quel giorno pare che il portoghese sia realmente rimasto impressionato dall’ovazione ricevuta dai tifosi – lo ha anche detto – e che abbia promesso alla Juventus che, se davvero avesse lasciato la capitale spagnola, si sarebbe trasferito in bianconero. Da lì si è passati alle celebri dichiarazioni minuti dopo aver sollevato la quinta Champions personale: “E’ stato bello giocare nel Real Madrid”. A quel punto però le destinazioni più probabili, senza conoscere i retroscena, erano altre: innanzitutto il Psg, possibilmente il Manchester United, magari la Cina. E invece già lo scorso 4 luglio IlSussidiario.net scriveva in esclusiva che Cristiano Ronaldo si era accordato con la Juventus: un affare pazzesco, le cui cifre si sono poi rivelate praticamente esatte. Di fatto il portoghese ha detto subito sì ai campioni d’Italia: Marotta si è trincerato dietro i canonici “no comment” ma intanto definiva i dettagli di un’operazione che per diventare ufficiale ha avuto solo bisogno di qualche limatura: il definitivo assenso di Jorge Mendes, la volontà di Florentino Perez che fosse CR7 a dire di voler lasciare il Real Madrid. Dettagli, appunto: sistemati quelli, l’affare si è fatto.

CR7 ALLA JUVENTUS, TRA CERTEZZE E DUBBI

Basta ricordare in che modo le azioni della Juventus sono schizzate in Borsa nei giorni scorsi (+22%) al solo parlare della possibilità dell’arrivo per capire quanto Cristiano Ronaldo possa portare benefici alla società bianconera. Sul campo però il portoghese sarà decisivo? L’operazione potrebbe ricordare quelle che portarono ai tempi Rivaldo e poi Ronaldinho al Milan: grandi campioni, però già sul viale del tramonto e che nella nostra Serie A non incisero. A differenza loro però Ronaldo è in perfetta forma: certo ha 33 anni e certo non si può negare che sia in calo, ma ancora nell’ultima stagione è stato devastante in Champions League, tanto da aver superato il record di gol nel girone e di partite consecutive con almeno una rete. La Juventus si mette in casa un calciatore che sa ancora fare la differenza; tuttavia, bisognerà ancora stabilire in che modo Massimiliano Allegri vorrà utilizzarlo (se in un 4-3-3 o in un 4-2-3-1, se prima punta o esterno) e soprattutto come il portoghese saprà destreggiarsi tra le difese italiane, nettamente meno “allegre” di quelle spagnole. E’ chiaro comunque che l’operazione sia stata pensata soprattutto per la Champions League: adesso i bianconeri dovranno ultimare la loro squadra, poi l’avventura di Cristiano Ronaldo alla Juventus potrà cominciare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori